Adriatico Mediterraneo Festival, il programma di giovedì 3 settembre

Adriatico Mediterraneo Festival, il programma di giovedì 3 settembre

Giulio Giorello alla Loggia, Antonella Ruggiero alla Corte della Mole, e poi incontri, proiezioni, musica
Ancona, 2015-09-03 – Oggi ad Adriatico Mediterraneo Festival 2015 è il giorno di Giulio Giorello e di Antonella Ruggiero.
Il filosofo sarà protagonista di un incontro alla Loggia dei Mercanti alle 18.30 nell’ambito del Festival del Pensiero Plurale sul tema “Conoscenza e solidarietà per una pacifica convivenza tra le culture”, moderatore Giancarlo Galeazzi. Con Giorello, epistemologo e filosofo della scienza di livello mondiale, il discorso verterà in particolare sul Mediterraneo come banco di prova per la solidarietà, tra persone e tra culture: tra guerre spesso ignorate, donne e uomini che fuggono da conflitti e povertà, difficoltà nel rapportarsi con “l’altro”.
Alle 21.30 alla Corte della Mole si apre invece il “Concerto Versatile” di Antonella Ruggiero e Maurizio Di Fulvio Group. La voce più eclettica della musica italiana canterà il Mediterraneo insieme a uno dei più importanti gruppi d’avanguardia della scena internazionale. Lo spettacolo è stato chiamato “Concerto Versatile” perché ridisegna in una serata unica i confini della musica, lanciando ponti tra generi e memorie: classica e moderna trovano un nuovo equilibrio nella voce di Antonella Ruggiero e nella raffinatezza del gruppo di Maurizio Di Fulvio per un repertorio reinventato appositamente per Adriatico Mediterraneo. A brani jazz, classici, contemporanei si aggiungono reinterpretazioni di musiche legate alla tradizione marinara, con uno sguardo attento alla sonorità klezmer. Ingresso €10.

Incontri: i #milionidipassi dei profughi e l’alluvione di Senigallia
Si chiama “#milionidipassi” la campagna di Medici Senza Frontiere al centro dell’incontro che si apre alle 18.30 alla Sala Convegni della Mole. Milioni di passi come quelli che devono fare le popolazioni in fuga da guerre e povertà: sfollati, profughi, persone in fuga cui spesso vengono negati diritti e assistenza. All’incontro partecipano Loris De Filippi Presidente MSF Italia, Stefano Galieni Coordinatore di Redazione Corriere on line delle Migrazioni, Giovanni Lattanzi Presidente GUS, modera Linda Cittadini giornalista ÉTV Marche.
Si parla invece del territorio marchigiano, senigalliese per la precisione, alla presentazione di “Tremaggio”, alle 18.30 nello spazio antistante la libreria La Feltrinelli di corso Garibaldi. Il libro prova a raccontare la tragedia dell’alluvione di Senigallia del 3 maggio 2014 con gli strumenti della narrativa, ad affrontare la complessità della realtà attraverso la finzione del racconto. Si uniscono così nove racconti di nove scrittori, ciascuno con il suo stile, ciascuno con il suo punto di vista su quella marea di fango che si abbatté sulla città. L’antologia contiene i racconti di Andrea Bacianini, Leonardo Badioli, Enrico Carli, Catherine Cipolat, Pelagio D’Afro, Paolo Mirti, Mariangela Paradisi, Luca Rachetta e Andrea Valenti. La raccolta, con le fotografie di Mirko Silvestrini, contiene anche un contributo di Massimo Cirri e i suoi proventi sono devoluti a sostegno delle vittime dell’alluvione di Senigallia.

Le proiezioni: tra Palestina e Siria
Le proiezioni alla Polveriera Castelfidardo contano invece su due appuntamenti centrati sul Medio Oriente. Alle ore 18.00 i documentari dal Terra di Tutti Film Festival si concentrano su “Storie di pietre e di razze”, con due opere provenienti dai territori palestinesi: “Striplife”, di N. Grignani, V. Testagrossa, A. Zambelli, A. Mussolini, L. Scaffidi, è il racconto di una giornata particolare a Gaza City, dove decine di mante si arenano sulla spiaggia principale della città, creando incroci e cambiamenti nelle vite delle persone; “Sacred Stones”, di Laila Higazi e Muayad Alayan, va alla scoperta della pietra naturale, la materia prima palestinese più richiesta: all’interno dei villaggi le condizioni in cui avviene l’estrazione provocano disagi di ogni tipo, mentre le voci dei palestinesi restano inascoltate. Alle 21 invece si parla della guerra in Siria con il documentarista di Ancona Ruben Lagattolla e il suo “Young Syrian Lenses-Media Attivisti in Aleppo”. Il documentario nasce dall’incontro di due autori marchigiani, Ruben Lagattolla e Filippo Biagianti: Ruben Lagattolla dopo una lunga esperienza di documentarista nei campi profughi di Iraq e Kosovo è riuscito nel maggio 2014 ad entrare in Siria dal confine Turco tramite l’aiuto di un fotografo italiano, Enea Discepoli. Una volta oltre il confine con il supporto di alcuni media attivisti siriani i due hanno raggiunto Aleppo per filmare l’attività dei ragazzi che lavorano nei network di informazione e documentare il loro lavoro di fotografi.

Musica: Africa all’Arco, classica alla Loggia
All’Arco di Traiano alle 19.30 salgono i ritmi africani degli Anima Equal, formazione che nasce nell’entroterra marchigiano e che unisce musicisti locali e senegalesi: dal progetto è scaturita una miscela di ritmi del mediterraneo e dell’Africa Occidentale, un sound pulito, potente e coinvolgente che unisce ethno, blues, funky, reggae per un mix che loro stessi hanno chiamato Afrosoul.
A chiudere il programma giornaliero la classica alla Loggia dei Mercanti con il duo formato da Sergio Patria ed Elena Ballario, rispettivamente al violoncello e al pianoforte: con 28 anni di attività continuativa all’attivo, esperienza e innovazione hanno portato il duo a esibirsi sui palcoscenici delle principali stagioni concertistiche italiane ed europee. La formazione interpreta repertori classici, composizioni inedite e trascrizioni scritte appositamente da Elena Ballario ed eseguite in esclusiva dal duo.

I sapori del Mediterraneo
Presso l’area di Porta Pia è allestito lo stand di show cooking di Sapore di Mare, marchio di eccellenza del pesce congelato, che nasce nelle Marche e conta una rete di oltre 100 negozi in Italia. Fino a sabato 5 settembre, ogni sera dalle 19.00, sarà possibile degustare i prodotti della cucina marinara in un menù fra tradizione e innovazione.
All’Arco di Traiano sarà invece aperto, dalle 19.00 alla 01.00, lo stand di Caffè del Teatro/Stockfish presso il quale si potranno gustare le ricette della cucina marchigiana e della tradizione pugliese.

Tutte le info e il programma su www.adriaticomediterraneo.eu

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com