dalla Città

dalla Città

Riprendono i lavori di escavo del bacino portuale

Il Provveditorato opere pubbliche ha affidato i lavori per portar via circa 15800 metri cubi di sabbia

 

Il Provveditorato Interregionale per le Opere pubbliche per Toscana, Marche e Umbria ha comunicato di aver affidato alla ditta “S.L.I.MAR” di Mestre i lavori di escavo dei fondali del lato nord del canale di accesso al porto di San Benedetto per portare via circa 15800 metri cubi di sabbia.

 

I lavori, che proseguono quelli già affidati in giugno ad altra azienda che non ha potuto ultimarli, dureranno 33 giorni e prevedono l’asportazione di circa 23mila metri cubi complessivi in modo da rendere nuovamente transitabile in piena sicurezza l’imbocco del porto sambenedettese.

 

“Nel frattempo – spiega il sindaco Giovanni Gaspari – i nostri uffici hanno ricevuto i risultati delle indagini da noi affidate ad un geologo e all’Arpam che saranno utili per la redazione della scheda completa del bacino portuale, in modo tale da essere pronti quando ci saranno autorizzazioni e risorse per un intervento complessivo sull’intero scalo portuale cittadino”.

Controlli e sanzioni per i rifiuti in strada

La Polizia Municipale ha elevato 38 sanzioni in poco più di un mese

Dal 29 luglio al 4 settembre la Polizia Municipale ha elevato 38 verbali per violazione delle norme in materia di conferimento dei rifiuti.

 

Gli agenti sono intervenuti su segnalazione dei cittadini o d’ufficio o ancora su indicazione della Picenambiente per presidiare i punti della città maggiormente sofferenti a causa dell’indisciplina di cittadini e operatori commerciali che, nonostante la massiccia e ripetuta attività di comunicazione e sensibilizzazione svolta negli ultimi anni, continuano a lasciare per strada i rifiuti secondo i propri comodi.

 

In molti casi gli agenti hanno operato insieme al personale di Picenambiente: quando non è stato possibile cogliere in flagranza il trasgressore, gli addetti all’igiene urbana hanno aperto i sacchetti per individuare elementi utili a risalire ai proprietari dei sacchi indebitamente lasciati in strada.

 

“Con la fine della stagione estiva – annuncia il vicesindaco e assessore al decoro urbano Eldo Fanini – potremo concentrare altro personale, anche in borghese, su questo servizio e su quello destinato a controllare la raccolta delle deiezioni canine. I controlli dunque si intensificheranno perché a questo punto – è la conclusione di Fanini – per risolvere le criticità non resta altro che sanzionare chi non rispetta le regole”.

 

Profughi nel plesso della scuola media “Curzi”? Il Sindaco smentisce

 

 

Giovanni GaspariGiovanni Gaspari

San Benedetto del Tronto, 2015-09-04 – ”In città si sta diffondendo la notizia che sarebbe intenzione dell’Amministrazione comunale ospitare profughi nel plesso della scuola media “Curzi” di via Golgi in vista dell’apertura della nuova sede di piazza Dalla Chiesa.

Non sarebbe necessaria una smentita se la notizia non trovasse in queste ore amplificazione e rilancio attraverso i social network. E’ dunque necessario ricordare che l’edificio di via Golgi continuerà, almeno per un altro anno, ad accogliere le classi della “Curzi”, almeno fino a quando non sarà realizzato il secondo lotto di lavori di adeguamento dell’ex Palazzo di giustizia.

Non esiste al momento alcuna ipotesi sulla destinazione di quell’immobile il cui futuro ovviamente dovrà essere deciso dall’Amministrazione che si insedierà nella primavera 2016. A meno che chi diffonde queste bufale non abbia intenzione di candidarsi a Sindaco della Città e voglia sminuire l’importanza dell’operazione di trasformazione dell’ex palazzo di giustizia in scuola condotta a termine in modo rapidissimo e nei tempi stabiliti.

Giovanni Gaspari

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com