Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 10:25 di Ven 5 Giu 2020

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

ex sgl Carbon

image_pdfimage_print

04 set 2015

SGL CARBON: AL MINISTERO DELL’AMBIENTE, RIUNIONE PER LA MANCATA BONIFICA DELLE DISCARICA ALL’INTERNO DEL SITO INDUSTRIALE.

La Regione Marche ha partecipato ieri (3 settembre) a una riunione convocata dal ministero dell’Ambiente finalizzata a superare le problematiche legate alla notifica della ingiunzione di pagamento della sanzione comminata dalla Commissione europea per la mancata bonifica della discarica di rifiuti speciali interna al sito industriale della SGL Carbon di Ascoli Piceno. Alla riunione erano presenti la vicepresidente della Giunta, Anna Casini e l’assessore all’Ambiente, Angelo Sciapichetti, accompagnati dai dirigenti e tecnici della Regione e dell’ARPAM, insieme al sindaco del Comune di Ascoli Piceno, Guido Castelli, a sua volta accompagnato da alcuni collaboratori tecnici. L’assessore Sciapichetti precisa che la riunione si è svolta in un’atmosfera di massima collaborazione fra tutti le parti, al fine di verificare le azioni da mettere in campo per rispondere, in modo risolutivo, con la massima urgenza e pertinenza, alle richieste della Commissione europea. La vice presidente e l’assessore all’Ambiente regionali hanno ribadito al Ministero la richiesta di chiusura del contenzioso in atto sul caso della “discarica SGL Carbon”, evidenziando che le azioni già attuate nel territorio, nel rispetto della legislazione vigente, funzionali alla bonifica del sito, sono state accelerate al massimo per fornire una risposta decisiva alla Commissione che permetta di bloccare il pagamento della seconda rata semestrale di 400 mila euro della sanzione che scadrà il prossimo 2 dicembre. Nella riunione di ieri, precisa la Regione, sono stati inoltre approfonditi tecnicamente i contenuti delle informazioni e dei dati analitici relativi alla messa in sicurezza del sito, puntualizzando in modo più stringente quanto anche da ultimo comunicato al Ministero lo scorso mese di agosto dal Comune di Ascoli Piceno, in qualità di titolare delle funzioni amministrative relative alla procedura di bonifica. A conclusione dell’incontro tutti i partecipanti hanno concordato sulla necessità di proseguire celermente l’iter di approvazione e di avvio del Piano operativo di bonifica della SGL Carbon, ma, nel contempo, di implementare le attività di analisi e monitoraggio dello stato di eventuale pericolosità dell’area circoscritta della discarica oggetto della sanzione, focalizzando le attività prioritariamente sulla definitiva messa in sicurezza della stessa.


PRIMO PUNTO SULLA GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE REGIONALE.

Già risparmiato circa un milione di euro con la disdetta dei contratti passivi d’affitto.

Ceriscioli e Cesetti “Risparmiare risorse da investire a favore dei servizi ai cittadini”.

Obiettivo conseguito: la Regione ha già risparmiato circa un milione di euro con la disdetta dei contratti passivi d’affitto. Pienamente operativa sulla linea dell’efficientamento e dell’economicità, la Giunta regionale procede con il progetto di valorizzazione e razionalizzazione complessiva del patrimonio immobiliare. “La Regione intende ottimizzare l’utilizzo di tutto il proprio patrimonio immobiliare, valorizzare le strutture di cui dispone per risparmiare risorse da investire a favore dei servizi ai cittadini. Questa è spending review, un impegno preso e ribadito nel corso dei cinque incontri sul territorio con gli amministratori locali. Tempi stretti risultati importanti, un metodo che trasmette l’idea proprio della cultura del buon governo. Una nuova politica di bilancio libera dall’approccio ragionieristico volta a liberare risorse e reperirne nuove per rispondere al reale fabbisogno della comunità”, spiegano il presidente Luca Ceriscioli e l’assessore al Bilancio Fabrizio Cesetti. Dopo una prima ricognizione degli immobili regionali attualmente non utilizzati, i primi risultati concreti: la Regione ha dato la disdetta dell’affitto della sede dell’ASUR che sarà trasferita in via Oberdan ad Ancona già in autunno per un risparmio di 516 mila euro. Tra alcuni mesi, poi, verrà data la disdetta della sede dell’ASSAM (Agenzia servizi settore agroalimentare delle Marche) che per l’esercizio delle proprie attività di istituto impiega una serie di immobili in locazione. Verrà trasferita da Osimo in locali di proprietà della Regione. Ciò consentirà un ingente risparmio di circa 285 mila euro all’anno. La razionalizzazione procede con il trasferimento degli uffici decentrati di FABRIANO per cui sono in corso lavori di adeguamento della nuova sede, l’ex vivaio Forestale, per un risparmio di 37 mila euro. Anche l’ufficio decentrato agricoltura di JESI, attualmente in affitto a 9 mila euro annui, verrà trasferito e situato nell’ex Casello idraulico di Chiaravalle E’ già stata disdetta la sede della regione a ROMA di via Campo Marzio che comportava oneri per 113 mila euro annui. La nuova sede, in via Parigi (sede della Conferenza Stato Regioni), per cui è stato stabilito un nuovo contratto di affitto di circa 60 mila euro annui, oltre a dimezzare le spese comporta vantaggi anche logistici. Sono inoltre allo studio il trasferimento presso immobili di proprietà della Regione Marche della sede ARPAM e delle sedi di Passo Varano e Colle Ameno della Protezione Civile, con ulteriore risparmio per fitti passivi di 463 mila euro. “E’ questa la buona gestione di risorse pubbliche. Il patrimonio offre un ventaglio di opportunità per dare risposte alle necessità della collettività – ha precisato il presidente Ceriscioli – Utilizzare al meglio l’importante patrimonio regionale significa infatti risparmio nell’immediato che si proietta nel futuro”. “Questo provvedimento, a soli 70 giorni dal mandato – conclude Cesetti – permette di ridurre già del 50 per cento i fitti passivi della Regione, l’obiettivo finale è la dismissione completa e la valorizzazione di tutti gli immobili”.

Ceriscioli - Cesetti

Ceriscioli – Cesetti

 

LA VICEPRESIDENTE CASINI AL CONVEGNO COLDIRETTI. “IL SETTORE ZOOTECNICO DEVE CONTINUARE A PUNTARE SULLA QUALITA’”.

Anna Casini

Anna Casini

La vicepresidente della Regione e assessore all’Agricoltura Anna Casini ha partecipato questa mattina all’inaugurazione della XXI edizione della tradizionale Fiera SS. Crocifisso a Castel di Lama. Di seguito è intervenuta al convegno “La zootecnia delle Marche: tra sostenibilità e opportunità da cogliere” organizzato da Coldiretti. “La zootecnia nelle Marche merita la massima attenzione in quanto costituisce la parte più consistente delle attività agricole nelle Marche (35%) – ha sottolineato la vicepresidente Casini -. Un’opportunità per il settore zootecnico regionale è quella di continuare a puntare sulla qualità delle produzioni, considerando che i consumi dei prodotti alimentari di qualità a livello nazionale sono in crescita. Pertanto anche nel settore zootecnico è necessario incrementare la strutturazione di produzioni di qualità certificata, tracciabili, no ogm e rispettose di sicurezza e ambiente”. Attualmente le Regione Marche ha 14 produzioni registrate tra DOP, IGP e STG di cui 11 si riferiscono al settore zootecnico. Un altro strumento di valorizzazione per la zootecnia marchigiana è il marchio QM, particolarmente importante per la certificazione delle carni bovine. Recentemente è stata avviata la certificazione anche nel settore delle carni ovine ed è stata riattivata quella dei salumi.

 

Tariffe trasporto pubblico locale, Sciapichetti: “Nessuno obbligo di aumenti, decisione spetta agli Enti locali.

Alcuni Comuni hanno mantenuto invariati i costi dei biglietti”

“Non c’è nessun obbligo di aumentare le tariffe del trasporto pubblico locale. La Regione ha deliberato un adeguamento dei limiti massimi delle tariffe. Spetta poi ai singoli enti locali decidere se elevare le tariffe attuali”. Lo afferma, in una nota, l’assessore regionale ai Trasporti Angelo Sciapichetti, che aggiunge: “La Giunta regionale stabilisce il limite massimo degli eventuali aumenti per dare la possibilità agli Enti locali, nell’ottica di una collaborazione istituzionale, e alle aziende di trasporto pubblico locale di rientrare nei parametri nazionali e mantenere gli equilibri di bilancio. Chi rientra in questi percorsi può lasciare invariate le tariffe o può valutare se recuperare fondi efficientando il sistema. Ci sono infatti Comuni che hanno mantenuto invariati i costi dei biglietti. Abbiamo così dato l’opportunità ai sindaci di decidere se aumentare le tariffe, per permettere alle loro aziende di trasporto di mantenere i servizi per i cittadini, restando in linea con i parametri nazionali e scongiurando un altro taglio dello Stato, pari a dieci milioni”.

 

Marche in blu, sabato 5 settembre si festeggiano le 17 bandiere blu dei comuni marchigiani

Sabato 5 settembre è la Giornata Marche in Blu, promossa dalla Regione per valorizzare il cluster turistico del mare e festeggiare il raggiungimento dell’ambito riconoscimento Bandiere Blu da parte dei Comuni della costa marchigiana riconfermate a 17 nel 2015. La giornata di festa, che si svolgerà nei comuni di Numana e Sirolo, verrà presentata in conferenza stampa alle ore 14 nel Villaggio Turistico Conero Azzurro di Numana. Sarà l’occasione per fare il punto sulla promozione turistica con l’assessore al Turismo, Moreno Pieroni. Sarà presente Neri Marcorè, testimonial della Regione Marche a conclusione della campagna promozionale di notevole successo. Parteciperà inoltre l’Assessore all’Ambiente della Regione, Angelo Sciapichetti, il presidente Anci Marche, Maurizio Mangialardi e il presidente della Fondazione per l’educazione ambientale (Fee) Italia, Claudio Mazza. La giornata Marche in Blu avrà inizio alle ore 10 con il rilascio in mare di una tartaruga a Numana. Dopo la conferenza stampa si terrà alle 18 la cerimonia istituzionale della consegna delle Bandiere Blu ai Sindaci dei 17 Comuni marchigiani premiati (Piazza Vittorio Veneto, Sirolo), con la conduzione di Paolo Notari. Seguirà un aperitivo a cura del progetto regionale Gusta il Blu/Gusta l’arancione e, dalle ore 21.15, uno show di varietà in Piazza del Santuario a Numana presentato da Paolo Notari e con la presenza di Fisiorchestra marchigiana, il cantante Gianmarco Fraska edil comico Riccardo Rossi.

© 2015, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




4 Settembre 2015 alle 17:18 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata