La musica degli Opa Cupa e di Bleedz all’Adriatico Mediterraneo Festival

La musica degli Opa Cupa e di Bleedz all’Adriatico Mediterraneo Festival

Sabato 5 settembre l’esplosiva band di Cesare dell’Anna e il rapper tarantino saranno di scena ad Ancona.

 

Ancona – Importante trasferta nelle Marche per gli Opa Cupa, che sabato 5 settembre saranno a Ancona per calcare le scene del prestigioso Adriatico Mediterraneo Festival, evento diffuso che attraverso musica, incontri, mostre, spettacoli unisce le sponde dell’Adriatico alle diverse culture del Mare Nostrum.

 

 

Un palcoscenico d’eccellenza in cui l’esplosiva band guidata dal trombettista Cesare Dell’Anna porterà in concerto un’anteprima di “Baluardo”, nuovo album di prossima uscita, frutto di una crescita musicale maturata attraverso l’esplorazione percorsi sonori sempre nuovi.

 

Un appuntamento da non perdere, alla Marina Dorica di Ancona (ore 22.30)

 

Bleedz - Radio Squash Vol.II
Bleedz – Radio Squash Vol.II

Un altro palco, in Piazza della Repubblica (ore 23), ospiterà invece il rap del tarantino Bleedz, con brani tratti dal nuovo album “Radio Squash vol.II”, che aprirà la serata di Rankin’Lele e Stiurnizzo, due pilastri del raggamuffin salentino, riuniti sotto l’insegna di Adriatica Sound.

 

Con alle spalle quasi vent’anni di carriera, innumerevoli concerti e tournèe nazionali e internazionali, i salentini Opa Cupa si possono considerare dei pionieri nella ricerca dell’incontro tra le melodie dei Balcani e quelle tipiche del Sud Italia, arricchite di sfumature progressive jazz e funk, che hanno dato luogo a un perfetto connubio fra tradizione e avanguardia.

 

A sei anni di distanza dal precedente album, Cesare Dell’Anna mischia le carte per l’ennesima volta sfidando se stesso, amalgamando immaginari colti con espressioni popolari: “Baluardo” riunisce e completa il percorso artistico nato con l’esperienza dell’Albania Hotel e l’etichetta indipendente 11/8 Records – per cui la band ha inciso Hotel Albania (2005) e CTP – Centro di Permanenza Temporanea (2009) – e che ha avuto il suo esordio discografico nel 2000 con l’album “Live in Contrada Tangano” (Sottosuoni).

 

Il sound degli Opa Cupa è sfrontato, sprezzante del pericolo di osare che viene rovesciato ed utilizzato per giocare, e per riflettere del suono sulla bellezza dell’arte nella sua massima espressione di libertà e creatività, svincolata dagli schemi del clientelismo politico che ammanetta la musica, la censura e rende i suoi protagonisti “mercanti d’arte”.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com