da Giulianova

da Giulianova

Giulianova capofila dell’Ufficio Unico di programmazione e progettazione.

Firmata oggi la convenzione tra sei Comuni.

 

Firmata in Comune nella mattinata di oggi, 1 ottobre, la convenzione per la creazione dell’Ufficio Unico di programmazione e progettazione finalizzato a intercettare i finanziamenti regionali, nazionali ed europei in ogni settore per favorire lo sviluppo locale.

Capofila dei Comuni associati, che comprendono Martinsicuro, Montesilvano, Montorio al Vomano,Mosciano Sant’Angelo e Torricella Sicura, è Giulianova.

Questa convenzione, che dovrà essere ratificata nei rispettivi consigli comunali”, dichiara il sindaco Francesco Mastromauro, “ci consentirà di poter formare degli specialisti in ogni Comune associato, in collaborazione con l’Università di Teramo, per approntare e seguire la progettazione che dovrà portare nuove risorse nelle casse comunali. La felice intuizione che abbiamo avuto, consistita nell’istituzione dell’Ufficio Europa a Giulianova e quindi nell’associare più enti locali per lo sviluppo condiviso del territorio in un quadro più ampio che coinvolgerà anche altre strutture e competenze presenti e operanti nel territorio”, prosegue Mastromauro, “oggi ci consente di poter partecipare, con tratti di originalità, sia al recente bando regionale come a quelli che verranno emanati. Insomma, Giulianova e gli altri cinque Comuni hanno precorso i tempi e così oggi siamo nelle condizioni di poter individuare ed intercettare quelle risorse che vengono messe a disposizione considerato che, a fronte dei tagli che saranno sempre più consistenti, è questa la via privilegiata dal legislatore per ottenere finanziamenti finalizzati allo sviluppo dei territori. Un doveroso ringraziamento ai sindaci ed al personale dei Comuni partecipanti, tutti davvero entusiasti, e, per quanto attiene a Giulianova, agli assessori Pierangelo Guidobaldi e Katia Verdecchia nonché al dirigente Donato Simeone ed al responsabile dell’Ufficio Europa Antonio Macera”.      

Lavori interrotti sugli argini del Salinello per ritardi nell’erogazione dei fondi alla Provincia.

Il sindaco, preoccupato, chiede l’intervento del governatore D’Alfonso.

 

Il sindaco Francesco Mastromauro ha espresso la sua preoccupazione al Governatore D’Alfonso per i ritardi nell’esecuzione dei lavori di sistemazione idraulica del Salinello.

Dal presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino– dichiara il sindaco – ho saputo che i lavori per la messa in sicurezza degli argini del Salinello, dopo l’avvio di qualche mese fa, sono stati interrotti a causa di problemi relativi all’erogazione dei fondi dalla Regione, che finanzia gli interventi, alla Provincia, Ente che ha il compito di eseguirli. Allo stato attuale non un solo tratto di argine danneggiato è stato ancora sistemato nel territorio comunale di Giulianova. E questa situazione di stallo, se non risolta, potrebbe provocare un ulteriore allungamento dei tempi. Tempi già sin troppo dilatati a causa dei ritardi accumulati, a partire dal marzo 2011, quando si verificò la piena del Salinello, dalla precedente Amministrazione regionale. La mia preoccupazione – conclude Mastromauro – è che, con l’approssimarsi della stagione più piovosa, possano ripetersi fenomeni meteorologici con piogge di fortissima intensità. E in quel caso, con le difese spondali già compromesse, il fiume potrebbe esondare, con conseguenze facilmente intuibili per i vicini insediamenti abitati. Per questo ho chiesto al governatore D’Alfonso un deciso intervento affinché sia data alla Provincia la possibilità di riprendere i lavori al più presto”.

SINDACO-SALINELLO
SINDACO-SALINELLO
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com