Madama Butterfly al Ventidio, la parola a “cattivo”Pinkerton

Madama Butterfly al Ventidio, la parola a “cattivo”Pinkerton

 

21 novembre 2015 – ore 20.30
Teatro Ventidio Basso

Madama Butterfly
di Giacomo Puccini

regia, scene e costumi
Pier Luigi Pizzi

interpreti principali
Donata D’Annunzio Lombardi –Cio-Cio-San
Vincenzo Costanzo – F. B. Pinkerton

consulenza artistica
Alessio Vlad

coordinamento di produzione
Associazione Arena Sferisterio

MADAMA BUTTERFLY, PARLA IL’CATTIVO’ PINKERTON INTERPRETATO DAL TENORE VINCENZO COSTANZO

Uno dei più giovani e promettenti tenori della musica italiana capace di vincere l’Oscar della Lirica (premio Tenore New Generation), tenutosi in Qatar nello scorso mese di dicembre. Stiamo parlando di Vincenzo Costanzo, che interpreta il ruolo di Pinkerton nella Madama Butterfly di Puccini in programma sabato 21 alle ore 20.30 al teatro Ventidio Basso (anteprima giovedì 19/11 h. 17.00 in prelazione per le scuole).
Il cantante ci ha espresso le sue emozioni e sensazioni nell’essere uno dei protagonisti di questa meravigliosa opera. “Interpretare Pinkerton e fare la parte del cattivo non è mai facile – afferma il tenore Costanzo – però ho recitato molte volte nella Madama Butterfly, ad esempio alla Fenice di Venezia e al San Carlo di Napoli, quindi diciamo che ormai ho maturato la giusta esperienza. Inoltre vorrei sottolineare la bravura del regista Pizzi, che mi ha davvero coinvolto in questo ruolo in modo che io potessi dare il massimo. Poi ho la fortuna di lavorare con un cast di altissimo livello, e ciò non è un dettaglio”.
Costanzo parla anche dell’impatto con Ascoli e con il teatro Ventidio Basso. “Ero già stato in questa città e devo dire che è meravigliosa e mi trovo molto bene. Il Ventidio Basso, a mio parere è un teatro di prim’ordine, perché al suo interno lavorano persone che hanno voglia di fare  e questa penso sia una cosa straordinaria. Sono sicuro che la Madama Butterfly ad Ascoli riscuoterà un grandissimo successo”.
Vincenzo Costanzo alla domanda quali siano i suoi obiettivi futuri, risponde categoricamente: “Ho una sola certezza per il futuro: è quella che non dovrò mai smettere di studiare, perché è grazie allo studio se sono arrivato fino a qui e se mi sono già tolto, nonostante la mia giovane età, tantissime soddisfazioni”.

Intervista ai solisti del Coro Ventidio Basso

 

Coro Ventidio Basso

Rappresenta la rappresentanza ascolana della Rete Lirica delle Marche, nonché una parte molto attiva nella produzione di Madama Butterfly. Si tratta del Coro Ventidio Basso, impegnato in tournée con 28 dei suoi 50 elementi, fra cui i tre solisti: Alessio De Vecchis, nel ruolo dello Zio Bonzo, Davide Filipponi in quello del Commissario Imperiale, e Gianfranco Gricinalle nella parte dell’Ufficiale del Registro.Nato nel 2000 per volontà del Comune di Ascoli e autonomo nel 2006, vanta numerose partecipazioni in Italia e all’estero (Seul, Massy, Treviri e Bangkok), fino alla messa in atto dell’opera pucciniana con la Rete Lirica, definita questa “la mossa vincente per mantenere un’alta qualità nella lirica locale”. “L’unione di tutte le eccellenze regionali fa la forza” spiega il Presidente Pietro Di Pietro. “Abbiamo partecipato attivamente alla nascita della Rete perché volevamo a tutti i costi che Ascoli venisse rappresentata”.Il Coro è attivo in città con tre corsi di canto corale, lirico e Master Specialistico, oltre a quello per direttori. “Le nostre porte sono aperte a tutti per un’audizione” precisa il Maestro Giovanni Farina.Tanti i momenti dell’opera in cui il Coro e i suoi solisti sono protagonisti: oltre a diverse scene del I atto spicca il celebre Coro a bocca chiusa tra il II e III attp, uno dei passi più belli di Madama Butterfly. “Far parte di questa produzione e solo dire una parola in scena è da batticuore – spiegano i solisti ascolani -. Lavorare con il Maestro Pizzi, poi, è una crescita artistica. Ha modi signorili e tranquilli, lascia lavorare sereni, è il primo ad arrivare e l’ultimo ad uscire dal teatro”. Sul futuro della lirica: “Dobbiamo far capire ai giovani, agli spettatori di domani, che la musica classica non è roba di nicchia, né per vecchi. Ecco perché riteniamo l’anteprima di giovedì dedicata ai ragazzi una mossa “azzeccata”. E questo è anche uno dei motivi di successo della Rete Lirica”.

Per info e contatti sul Coro Ventidio Basso:
coroventidiobasso@hotmail.com
http://www.coroventidiobasso.it

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com