Chieti – Samb ad Alex Cavallina di Parma

Marco Della Croce di Rimini e Mirko Cino di Enna i suoi assistenti

DESIGNAZIONI ARBITRALI 16A GIORNATA SERIE D GIRONE F 2015/16

AVEZZANO – JESINA a Fabio Tucci di Ostia Lido
Assistenti: Ruben Testa di Campobasso e Fabio Pasquale di Campobasso
CASTELFIDARDO – AMITERNINA a Davide Copat di Pordenone
Assistenti: Matteo Campagnolo di Castelfranco Veneto e Omar Schiavoni di Castelfranco Veneto
CHIETI – SAMBENEDETTESE ad Alex Cavallina di Parma
Assistenti: Marco Della Croce di Rimini e Mirko Cino di Enna
CAMPOBASSO – FOLGORE VEREGRA a Mattia Pascarella di Nocera Inferiore
Assistenti: Alessandro Imparato di Napoli e Andrea Nasti di Napoli
FERMANA – RECANATESE a Gianmarco Capezzi di Valdarno
Assistenti: Leonardo Biccheri di Gubbio e Matteo Castrica di Foligno
MATELICA – FANO a Francesco Meraviglia di Pistoia
Assistenti: Dario Gregorio di Bari e Giovanni Mittica di Bari
MONTICELLI – ISERNIA a Carmine Lopriore di Foggia
Assistenti: Davide Dell’Olio di Molfetta e Gianluca Roca di Foggia
SAN NICOLO’ – OLYMPIA AGNONESE a Niccolò Panozzo di Castelfranco Veneto
Assistenti: Mattia Bartolomucci di Ciampino e Alessandro Palmigiano di Ostia Lido
VIS PESARO – GIULIANOVA a Luigi santorelli di Salerno
Assistenti: Giampaolo D’Arco di Salerno e Antonio Di Lauro di Frattamaggiore



Armonie e Contrasti al MuMi di Francavilla al Mare

La collettiva, curata da Alessandro Pagano, si terrà dal 12 dicembre al 3 gennaio

FRANCAVILLA AL MARE – L’arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana – svolta singolarmente o collettivamente – che porta a forme creative di espressione estetica, poggiando su accorgimenti tecnici, abilità innate o acquisite e norme comportamentali derivanti dallo studio e dall’esperienza. Nella sua accezione odierna, l’arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere emozioni e “messaggi” soggettivi. Tuttavia non esiste un unico linguaggio artistico e neppure un unico codice inequivocabile di interpretazione. Sono questi i principi su cui è stata ideata la collettiva “Armonie e Contrasti” che si terrà dal 12 dicembre al 3 gennaio presso il MuMi di Francavilla al Mare. 

La mostra, fortemente voluta dal sindaco Antonio Luciani, dall’assessorato alla cultura e da Francesco Todisco, delegato alla cultura per il Comune di Francavilla, ha lo scopo di valorizzare artisti emergenti che abbiano uno stretto legame con il territorio, in un percorso guidato tra molteplici interpretazioni dell’Arte. Curatore di “Armonie e Contrasti” è Alessandro Pagano, che dichiara: “Ringrazio l’amministrazione comunale per l’opportunità che ci è stata concessa e mi auguro che questa iniziativa possa proseguire anche con le future amministrazioni coinvolte nella città”. L’inaugurazione è prevista sabato 12 dicembre, alle ore 18, con il concerto dei Donegal Woods, gruppo di folk irlandese con contaminazioni etniche formato da Massimo Mucci, Elena Machkova, Francesco Ciancetta e Claudio Canzano.

Questi i protagonisti coinvolti nel progetto di “Armonie e Contrasti”:

Alessandro D’Aquila, artista che fa un marchio di fabbrica dei suoi Paesaggi e Ritratti Sintetici ridotti a semplici forme di colore, come se fossero descritti a un non vedente.

Francesca Quintilio, pittrice, con la problematica del lavoro protagonista delle sue opere, attraverso gli annunci dei giornali, per dimostrare la necessità di ognuno di noi di trovare impiego nella società.

Roberto Selvaggi, illustratore e fumettista nato a Sulmona e trasferitosi a Francavilla già con la passione del disegno. Le sue opere sono personaggi di fantasia e ritratti realizzati con tecnica mista.

Icaro Droni, ingegneri e professionisti accreditati che hanno deciso di unirsi sotto un unico marchio operante nell’ambito del lavoro aereo con “Droni”, con lo scopo di offrire prodotti e servizi finora ad appannaggio di pochi. 




Cai Teramo e Consorzio Bim presentano il Calendario fotografico 2016

Nella Giornata internazionale della Montagna presentato il Calendario CAI 2016

 

Un viaggio lungo 12 mesi tra gli scorci più suggestivi del Gran Sasso e dei Monti della Laga, presentato in occasione della Giornata Internazionale della Montagna. Si rinnova la collaborazione tra CAI Teramo e Bim per la valorizzazione dell’ambiente montano

 

TERAMO – Il Club Alpino Italiano (C.A.I.) – sezione “Gran Sasso d’Italia” di Teramo e il Consorzio Bim in occasione della Giornata Internazionale della Montagna presentano il Calendario 2016, allestito con dodici scatti ad alta quota, che immortalano gli scorci più belli del Gran Sasso e Monti della Laga.

Viaggiatori, non turisti” è l’intento dichiarato della pubblicazione nell’edizione 2016. Il calendario CAI si richiama all’esperienza del viaggio: nella definizione degli alpinisti dell’800 sta l’essenza più autentica di chi sale e attraversa le montagne, i “voyageurs”, viaggiatori. Non importa se per le vie verticali o per gli orizzontali sentieri che attraversano le montagne, perché al centro c’è la dimensione del viaggiare, intesa come esperienza di vita, crescita, esplorazione, libertà e solidarietà, in armonia con la filosofia che da sempre anima il Club Alpino Italiano.

“La pubblicazione è stata realizzata dal CAI di Teramo – spiega il presidente del Bim, Franco Iachetti – in collaborazione con il nostro Consorzio, in virtù di una convenzione siglata a livello nazionale tra Club Alpino Italiano e la Federazione dei Consorzi di Bacino Imbrifero. E’ un documento che ha un importante significato simbolico in chiave di valorizzazione e tutela dell’ambiente montano”.

Calendario CAI 2016 - giugno

Calendario CAI 2016 – giugno

“La selezione fotografica del nuovo calendario – spiega la presidente del CAI Teramo, Ilaria Misticoni è frutto della volontà di rendere omaggio ai luoghi della montagna teramana e del lavoro di giovani fotografi non professionisti”.

“Tutte le foto sono al naturale – aggiunge il vicepresidente CAI e fotografo Mario Di Basilio -, abbiamo puntato sul gioco di luci e prospettive insolite per regalare un’emozione e racchiudere in ogni scatto l’essenza di un luogo”.  

Il coordinamento editoriale del progetto è di Ilaria Misticoni, in copertina la vetta centrale del Corno Grande immortalata da Mario Di Basilio. Gli altri fotografi che hanno contribuito all’allestimento del calendario 2016 sono: Erika Iampieri, Marco Pasqualoni, Paolo Iacovoni, Eleonora D’Egidio, Paola Palumbi, Marco Faliero.

In seconda di copertina la Cavata (ph Erika Iampieri) e poi via via ogni mese regala un’emozione con quadri naturalistici che restituiscono la bellezza di vari scorci del Gran Sasso e dei Monti della Laga : l’innevata Valle Carestia (gennaio), un tramonto dalla vetta di Monte Gorzano (febbraio), la vetta nord del Monte Camicia (marzo), la cascata della Morricana alta (aprile), il Vallone sui Monti Gemelli (marzo), l’alba goduta da Monte Corvo (giugno), ancora tramonti dalla cresta di Malecoste sul Gran Sasso (luglio) e dalla vetta orientale di Corno Grande (agosto), la dolomia di Corno Grande immersa nella nebbia (settembre), i colori autunnali di Bosco Cagliera (ottobre), un panorama innevato dalla vetta di Gorzano (novembre) e, in chiusura, il bosco di Nerito imbiancato (dicembre).  Stampa a cura di “Arti Grafiche Martintype”.

Conf. stampa CAI_Calendario 2016

Conf. stampa CAI_Calendario 2016




Pesaro sempre più città della musica con Playlist Pesaro

Pesaro, 2015-12-12 – Pesaro sempre più città della musica offre da gennaio a maggio, accanto alla già ampia offerta musicale, Playlist Pesaro, rassegna di sette appuntamenti al Teatro Rossini e alla Chiesa dell’Annunziata promossa dal Comune e dall’AMAT.

Il 20 gennaio ad apertura di stagioneil gradito e atteso ritorno a Pesaro di Peppe Servillo, dopo il successo ottenuto la scorsa estate a Rocca Costanza con Uomini in frac. Già leader degli storici Avion Travel, Peppe Servillo è alla guida di una All Star Band formata da cinque grandi musicisti jazz italiani – Javier Girotto (sax), Fabrizio Bosso (tromba), Furio Di Castri (contrabbasso), Rita Marcotulli (pianoforte) e Mattia Barbieri (batteria) – in un viaggio straordinario tra le canzoni del Clan di Adriano Celentano, riviste e arrangiate in chiave jazz.

Christopher Paul Stelling, cantautore e chitarrista americano inserito da “Rolling Stone” tra i “10 artisti che si dovrebbero vedere”, fa tappa alla Chiesa dell’Annunziata il 31 gennaio. La sua voce è profonda, i suoi testi sono intricati, drammatici ma anche intensamente intimi. Dopo le tre fantastiche esibizioni live di questa estate, Christopher Paul Stelling annuncia il suo ritorno in Italia: ciò che lo distingue da altri songwriter è la fantasia che non vive solo nelle sue parole ma anche sulla punta delle sue dita destreggiandosi con disinvoltura tra lo stile country blues, il flamenco e il banjo,

Raffinato e minimalista, sognante, evocativo e malinconico, Federico Albanese poeta del piano – milanese di nascita ma berlinese di adozione – è in scena il 18 febbraio alla Chiesa dell’Annunziata. A due anni di distanza dal suo ultimo lavoro torna con un nuovo progetto, The Blue Hour, in uscita il prossimo 15 gennaio per la Neue Meister. Tra i migliori esempi di modern neo-classica – al pari di artisti del calibro di Olafur Arnalds, Nils Frahm, Dustin O’Halloran, Max Richter – Federico Albanese crea spazi evocativi di raffinata bellezza, trasportando l’ascoltatore in uno spazio in cui il pianoforte classico si fonde naturalmente con l’elettronica lasciando ampio spazio alla fluidità di un suono caldo, intimo, avvolgente e allo stesso tempo melanconico.

Il 4 marzo al Teatro Rossini è la volta di Giovanni Lindo Ferretti con A cuor contento, un concerto nel quale il musicista torna a raccontarsi con le canzoni del suo repertorio solista e quelle dei CCCP Fedeli alla Linea e C.S.I. con una scaletta che comprende anche qualche brano tratto da Saga, il Canto dei Canti, ultimo album pubblicato da Sony Music. Sul palco con lui due fedeli compagni di viaggio: Ezio Bonicelli e Luca A. Rossi, entrambi componenti degli Ustmamò, ad assicurare alle canzoni una nuova e fedele allo stesso tempo veste elettrica.

Il 12 marzo si torna nella splendida Chiesa dell’Annunziata con Scott Matthew, cantautore australiano di stanza a New York dalla voce e dal cuore spezzati nel marasma passionale del mondo che arriva a Pesaro per presentare il nuovo album This here defeat. I tre album precedenti lo hanno fatto emergere come autore di canzoni profondamente emotive e fin dal suo debutto omonimo nel 2008 si è guadagnato grande rispetto da parte della critica e dei fan. Ad accompagnarlo a Pesaro sono i suoi talentuosi collaboratori, Sam Taylor al pianoforte e violoncello e Juergen Stark alla chitarra.

Il pianista iraniano Ramin Bahrami e le note jazz di Danilo Rea attendono il pubblico il 6 maggio al Teatro Rossini per un omaggio, due pianoforti e quattro mani, alla musica di Bach. …In Bach? è il concerto dedicato alla produzione per tastiera meno conosciuta del compositore tedesco le cui opere occupano una posizione di assoluto rilievo nella storia della musica. Un viaggio musicale in cui le composizioni classiche di Bahrami si sposano con le incursioni jazz del maestro Danilo Rea che grazie alla sua grande versatilità e apertura musicale si conferma uno dei più importanti pianisti jazz italiani capace di spaziare in ambiti diversi.

Il 14 maggio la conclusione di Playlist Pesaro è affidata al Teatro Rossini a Scala & Kolacny Brothers, fascinoso coro belga di voci femminili che torna in Italia per pochisisme date dopo 4 anni di assenza. Un progetto musicale unico, diretto da Stijn Kolacny e arrangiato e accompagnato al piano da Steven Kolacny, che offre al pubblico una raccolta di canzoni “classiche” della scena rock e indie, tra le quali la celeberrima CREEP dei Radiohead, reinventate come inni elegiaci con effetti mozzafiato.

clicca l’allegato

cartella stampa PLAYLIST PESARO

Per informazioni: Teatro Rossini 0721 387620, AMAT 071 2072439, www.teatridipesaro.it.

Inizio concerti ore 21.

 




Il progetto “Camminate dei musei” torna ad Ascoli Piceno

Venerdì 18 dicembre visita alla Pinacoteca cittadina

 

ASCOLI PICENO – Dopo il successo della camminata svoltasi nello scorso mese di ottobre, con partenza dal “Museo della ceramica” ed una vasta partecipazione di podisti di ogni età, il progetto “Camminate dei musei” torna a fare tappa ad Ascoli con una iniziativa in programma venerdì 18 dicembre.

 

“Camminate dei musei” è un progetto promosso in collaborazione con l’AGCI Marche, con l’U.S. Acli Marche, con l’ASD Truentum, con l’Associazione Hozho e con l’Associazione ACCT e nel corso del 2015 ha permesso a tante persone, residente in vari comuni di Marche ed Abruzzo, da un lato di fare attività fisica, dall’altra di conoscere meglio le bellezze del nostro territorio. E’ stato un vero e proprio progetto integrato di valorizzazione del territorio che ha avuto ottimi riscontri visto che è stato possibile per i partecipanti conoscere strutture di buon livello il “Museo della pagliarola” di Acquaviva Picena, il “Museo di arte sacra” di San Benedetto del Tronto, il “Museo della cripta – Museo delle mummie” di Monsampolo, il “Museo della ceramica” di Ascoli Piceno, il “Museo sistino” a Grottammare, il “Museo delle tombe picene” di Montedinove ed il “Museo archeologico del territorio” di Cupra Marittima.

 

Il programma della manifestazione prevede il ritrovo dei partecipanti alle ore 16,30 in piazza Arringo ed a seguire visita alla Pinacoteca cittadina.

 

Il pomeriggio poi continuerà, per chi vorrà, visto che “Camminate dei musei” è anche un progetto di promozione dell’attività fisica, presso la cattedrale di Sant’Emidio dove il vescovo D’Ercole celebrerà il “Giubileo degli sportivi”.

 

L’iniziativa è gratuita, e per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al numero 3939365509 oppure consultare facebook nello spazio dedicato all’evento “Camminata dei musei 18 dicembre 2015”.




da Ascoli Piceno

2015-12-12

ASSEMBLEA SOCI CONSORZIO UNIVERISTARIO PICENO, IL SINDACO CASTELLI ILLUSTRA I NUOVI PROVVEDIMENTI
 
“Noi continuiamo a credere fortemente al rapporto con l’Università”. Questo il commento del Sindaco Guido Castelli al termine dell’assemblea odierna tenutasi tra i soci del CUP (Consorzio Universitario Piceno). Lo stesso primo cittadino ha illustrato le varie novità decise in sede di assemblea appunto.
“Quella di oggi è stata un’assemblea di grande importanza – afferma Guido Castelli -. Abbiamo preso atto della fuoriuscita della Provincia di Ascoli dal Consorzio, motivata alla luce della legge 56 di riforma delle Province, nel presupposto che la Provincia, non avendo la cultura e comunque l’organizzazione universitaria tra le proprie funzioni, non poteva più partecipare utilmente ad un consorzio. Ma la fuoriuscita è anche del Comune di Spinetoli. Quindi, abbiamo riclassificato le percentuali di partecipazione degli enti residui al consorzio stesso. La tecnica che abbiamo usato è stata di quella di svalutare il valore delle quote e senza esborsi ulteriori, di accrescere il valore percentuale della partecipazione degli enti che hanno ritenuto di mantenere in vita il Consorzio Universitario Piceno. Quindi, se prima la situazione al 31/ 12 era di questo tenore: Ascoli Piceno 38%, Provincia di Ascoli 34%, San Benedetto del Tronto 20%, Spinetoli 3%, Unione dei Comuni 2% e Folignano 1%, ora invece è così ripartita: Ascoli 61%, San Benedetto del Tronto 33%, Unione dei Comuni 3% e Folignano 1%. E questo è stato il primo atto. La seconda cosa che abbiamo fatto è stata gestire la problematica riferita alla Provincia che era morosa e debitrice di una somma verso il CUP pari 1.534.000 euro. Per cui, abbiamo previsto una scansione temporale per il rientro da questo debito e anche una modalità di saldo particolare – precisa Castelli -. La Provincia di Ascoli Piceno infatti, si impegna a cedere per un valore di 350mila euro l’immobile di via Tornasacco, che attualmente ospita alcuni uffici provinciali, e che quindi entra nel patrimonio del Consorzio. La metodologia è stata validata dalla Corte dei Conti. Poi, ci sono i ratei al 31/12/2015 di 220mila euro, al 30/06/2016 di 440mila euro, al 31/01/2017 di 262mila euro e al 30/06/2017 sempre di 262mila euro. Quindi abbiamo spalmato negli anni, a dimostrazione del fatto che, il salvataggio dei conti della Provincia è stato reso possibile anche dalla assennatezza e dalla responsabilità che si sono assunti i soci del CUP, a cominciare dal Comune di Ascoli Piceno. Questo lo dico per contraddire tutti coloro che giocano sul fatto che noi non siamo stati attenti su queste esigenze. La riquadratura dei conti della Provincia, in realtà, è stata resa possibile dalla disponibilità del Comune di Ascoli, socio principale del CUP. Ora noi abbiamo il compito di andare in Consiglio ad asseverare questi provvedimenti e per riclassificare le quote. Per quanto riguarda il Comune di Ascoli sarà il 22 dicembre il Consiglio che approva la nuova ripartizione consortile. Abbiamo anche approvato – dichiara il sindaco introducendo l’altra novità – anche un Protocollo d’intesa che di fatto, considerato che ormai sono rimasti i Comuni di Ascoli e di San Benedetto nel CUP, impegna a sviluppare uno studio per capire se le relazioni con l’Università, che attualmente passano attraverso la formula consortile, non sia il caso di superarla come forma, prevedendo una contrattualizzazione e un rapporto diretto tra Comuni e Università. In pratica, si è approvato un Ordine del Giorno per cui potrebbe essere giusto e utile, sempre con la salvaguardia del personale, superare la stessa forma del Consorzio. Un Consorzio utile ed efficace che ci ha aiutato molto. Ma da questo punto di vista – conclude Guido Castelli –  è stata prevista la redazione di uno studio di fattibilità che verifichi quali altre forme, potrebbero essere le convenzioni dirette tra Comuni e  Università, possono mantenere il rapporto con l’università, su cui peraltro, continuiamo a credere fortemente tutti”.

SALDO IMU E TASI AL 16/12/2015
Il prossimo 16 dicembre scade il termine ultimo per versare il saldo di IMU e TASI. L’Amministrazione comunale prima del termine di scadenza dell’acconto del 16/6/2015, insieme al modello F24 precompilato in tutte le sue parti per il pagamento dell’acconto stesso, ha provveduto ad inviare ai contribuenti un altro modello F24 per il versamento del saldo, parzialmente precompilato, senza cioè indicazione degli importi e codici tributo per dar modo di determinare correttamente l’imposta in base alla situazione impositiva che potrebbe aver subito modifiche nel corso dell’anno 2015. Se, invece nel corso dell’anno 2015 non si sono verificate variazioni rispetto all’anno precedente, per il saldo basta copiare gli importi e i codici tributo riportati sul modello F24 dell’acconto.
Natale, dichiarazione del sindaco Castelli 
Il Natale è qualcosa di più di una semplice festa religiosa.
Fa parte del nostro patrimonio culturale, del nostro più antico e prezioso bagaglio di tradizioni. Non celebra unicamente la nascita del Bambin Gesù, ma anche quei principi come la fratellanza, la solidarietà e la pace, sui quali si fondano le società occidentali.
E questo, poi, è un Natale assolutamente particolare. E’ il Natale dell’Anno Santo della Misericordia che anche noi ascolani ci accingiamo a vivere con l’apertura, domenica 13 dicembre, della Porta santa in Cattedrale.
Un avvenimento, purtroppo, che inevitabilmente comporta inderogabili misure di sicurezza richieste dai tempi non facili che viviamo.
Misure di sicurezza – deliberate dal comitato per l’Ordine e la Sicurezza istituito presso la Prefettura  – che imporranno, per lo svolgimento della cerimonia,  la chiusura per tutta la giornata di domenica della pista di pattinaggio e delle casette del Villaggio di Natale oltre che la momentanea rimozione dei gazebo di San Biagio.
Nella giornata di oggi ho firmato l’ordinanza scaturita dalle decisioni del comitato per l’Ordine e la Sicurezza; decisioni che indubitabilmente penalizzeranno gli operatori commerciali dei mercatini di Piazza Arringo ai quali tuttavia voglio manifestare la mia personale vicinanza.
Guido Castelli
Inaugurazione mostra “In Posa” iconografie dei selfie

in posa

in posa

Ascoli Piceno 11 dicembre 2015 – Domenica 13 dicembre 2015 alle ore 17,00 presso le sale del Trivio a Palazzo dei Capitani sarà inaugurata  “In Posa” iconografie dei selfie, una mostra d’arte contemporanea con le opere di nove artisti presenti nell’attuale panorama espositivo sia regionale che nazionale.

“Questa è una generazione che si mette in posa – come scrive nel testo il Prof.Gabriele Di Francesco –
osserva il mondo che velocemente passa, scorrendo su una specie di cimitero della memoria che è
Facebook. La nostra vita in un click, la salute in un click, tutti i valori, le fantasie, i sogni, le emozioni riflessi in un click. Si va in cerca della vera realtà. Con l’arte ci si ritrova e sicuramente si interagisce con le azioni quotidiane. Gli artisti si rappresentano e certamente  s’interrogano nelle opere in evidenti stati d’animo”.
Gli artisti, coordinati da Nazareno Luciani, sono stati scelti per la loro stimolante creatività:
Ado Brandimarte, Stefano Brandetti, Andrea Capecci, Hernan Chavar, Desirèe Di Caro, Emilio Patalocchi, Rossano Piccioni, Caterina Silenzi, Federica Simonetti.
Una reale vetrina di giovani che nell’arte e con l’arte suggeriscono una sincera scena dell’attuale mondo contemporaneo.
La mostra potrà essere visitata tutti i giorni fino al 15 gennaio 2016 con i seguenti orari: mattino 10,00-13,00  pomeriggio 15,00-19,00.
Per ulteriori informazioni  e-mail  nazareno.luciani@yahoo.it    cell 3287180203.
Inaugurazione Mostra Ceramica

Con la Mostra/Mercato che si inaugura lunedì 14 dicembre alle ore 17,00 presso la sala Cola d’Amatrice nasce un importante sodalizio: l’ Accademia Maiolicari Ascolani.

In nome della ceramica, o meglio della maiolica tipicamente ascolana, alcuni artigiani e artisti hanno deciso di associarsi per dar vita, sul solco della tradizione trasmessaci nei secoli dai Paci, da Matricardi, dalla FAMA, ad un nuovo movimento che poggiandosi sul passato guarda diritto verso il futuro ed il rinnovamento formale e concettuale.

Presidente dell’Accademia è stato nominato Andrea Maria Antonini, già assessore alla Cultura del Comune di Ascoli, attualmente Ambasciatore Italiano per le Città della Ceramica.

La Mostra/Mercato patrocinata dal Comune di Ascoli Piceno, si protrarrà fino al 23 dicembre e sarà visitabile tutti i giorni dalle 10.00 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 19,00.

All’inaugurazione oltre ai ceramisti sarà presente il sindaco Guido Castelli, l’Assessore alla cultura Giorgia Latini e l’assessore al Commercio, Alessandro Filiaggi

Primo obiettivo della neo costituenda Accademia, subito dopo l’impegno della Mostra/Mercato sarà quello di mettere mano al numeroso materiale che il Comune e la Provincia hanno acquistato pochi anni fa relativo agli stampi della fabbrica dei Paci, da cui estrarre forme ed idee originali per futuri oggetti.

Inaugurazione Mostra Ceramica

Inaugurazione Mostra Ceramica




Dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto

MESSAGGIO AUGURALE IN OCCASIONE DEL VENTENNALE DELL’ISTITUZIONE DEL 1° NUCLEO OPERATORI SUBACQUEI DELLA GUARDIA COSTIERA

 

 

 

 

“Nel ventesimo anniversario della costituzione del primo nucleo operatori subacquei della Guardia Costiera (San Benedetto del Tronto,1995) con la quale fu avviato il percorso della componente subacquea delle Capitanerie di porto, in occasione della cerimonia con la quale oggi, nelle acque di Numana, si celebra tale importante ricorrenza, desidero rivolgere, a nome mio e di tutto il personale del Corpo, il più sentito apprezzamento per coloro che oggi operano nella componente subacquea, nel nucleo di San Benedetto del Tronto come presso gli altri quattro nuclei che, in questi anni, si sono aggiunti, a Napoli, Messina, Cagliari e Genova.

Esprimo sincera gratitudine per il prezioso lavoro che la componente subacquea ha svolta in guesti anni e che svolge ogni giorno, rappresentando un’articolazione operativa in grado di esprimere attività caratterizzate da elevatissimi standard di qualità ed efficienza.

Alle attività cui la componente subacquea delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera assolve ogni giorno, con impegno e professionalità, svolgendo compiti ad alto contenuto specialistico – nei settori detta polizia giudiziaria, della tutela dell’ambiente  marino e delle risorse ittiche, dei beni archeologici sommersi -, si aggiungono gli interventi in numerose recenti e grandi emergenze, eventi straordinari e di grande impatto per I’opinione pubblica, come l’attività svolta per il naufragio della Costa Concordia, le operazioni a supporto alle popolazione colpite da eventi alluvionali e la missione di salvaguardia della vita umana in mare, nel quadro dell’emergenza migranti, nel cui contesto i subacquei delta Guardia Costiera esprimono la componente imbarcata dei soccorritori navali (rescue swimmer).

Desidero soprattutto evidenziare il contributo offerto in occasione del tragico incidente alla Torre Pitoti di Genova, dove il personale della componente ha saputo indirizzare le proprie energie con altissimo senso del dovere ed encomiabile generosità, in uno sforzo di solidarietà e fratellanza autentica, qualità sugellate dal conferimento della medaglia d’argento al valor militare.

Vent’anni di attività e di servizio incessante a supporto di chi ha bisogno, in grado di esprimere vere eccellenza dell’assetto operativo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, confermandosi quale strumento operativo cui è affidato un ruolo strategico, di altissimo valore e strettamente compenetrato con l’organizzazione tecnico-amministrativa del Corpo per il miglior assolvimento dei compiti affidati nel quadro delle attribuzioni del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, delle politiche agricole alimentari e forestali e dei beni culturali. Netta dimensione multifunzionale che caratterizza la componente subacquea del Corpo, essa è concreto esempio di altissima specializzazione professionale coniugata ad efficienza e capacità di operare tempestivamente, esprimendo, in sé, valori e tratti caratteristici autenticamente propri dell’intero Corpo delle capitanerie di porto – Guardia Costiera.

F.to IL COMANDANTE GENERALE Amm. Isp. (CP) Vincenzo MELONE

 

 Link dove poter scaricare i filmati relativi alle immagini inerenti alle attività della componente sub del Corpo.

 

 

Link video salvataggio cetacei: http://press.guardiacostiera.gov.it/video/ambiente/liberazione_cetacei.zip

 

Link video soccorsi Nave Concordia:

http://press.guardiacostiera.gov.it/video/concordia/nucleo_sub_guardiacostiera_punto_di_impatto_concordia.zip

 

Link video attività sub tutela patrimonio archeologico:

http://press.guardiacostiera.gov.it/video/archeosub/archeosub.zip

 

Link video attività sub controllo pesca:

http://press.guardiacostiera.gov.it/video/pesca/13.12.31_operazione_clear_label_controlli_filiera_pesca.zip




Convegno “Visti da fuori. Politica e società in Italia: come ci vedono gli altri”

Venerdì 18 dicembre Enrico Letta a Urbino per il convegno “Visti da fuori”

 

Urbino – Organizzato da La Polis diretta da Ilvo Diamanti, che venerdì 18 dicembre, assieme a numerosi studiosi internazionali, vedrà la presenza del’ex Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, attualmente Direttore della Scuola di Affari Internazionali di SciencesPo, Parigi.

Visti da Fuori

Visti da Fuori




Svolta per l’ampliamento dell’Istituto Mazzocchi

Venerdì la conclusione della procedura negoziata con l’affidamento dei lavori
Ascoli Piceno – L’Ampliamento dell’Istituto scolastico “Mazzocchi” per dotare la scuola di nuovi spazi didattici e formativi è arrivato ad una svolta decisiva. Venerdì 18 dicembre si concluderà, infatti, in base alla normativa vigente la procedura negoziata con l’aggiudicazione provvisoria della ditta così come richiesto dalla Regione per l’assegnazione del relativo cospicuo finanziamento. L’importo dell’opera, che vede anche impegnate risorse proprie della Provincia per la sistemazione esterna, ammonta a oltre 600 mila euro ed entro primavera – estate partirà la realizzazione concreta di questo intervento tanto atteso dagli studenti e dal corpo docente, che consentirà di superare molteplici disagi e offrire una struttura sempre più funzionale ed accogliente ad un Istituto scolastico in notevole incremento di iscrizioni e che rappresenta un’eccellenza nel campo della formazione biologica e linguistica.L’ampliamento consiste nella realizzazione di un nuovo fabbricato collegato all’edificio scolastico esistente ed è costituito da due piani con 8 nuove aule per una superficie complessiva di circa 700 mq. La struttura sarà realizzata secondo gli ultimi standard di sicurezza previsti dalla normativa ed ha già ottenuto il parere preventivo di conformità antincendio.

Per anni non era stato possibile avviare il progetto esecutivo ed ora, finalmente, si è giunti a questa tappa fondamentale. Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo aveva fin dall’inizio del mandato affrontato la questione e nel marzo scorso aveva anche incontrato, insieme alla Consigliera Valentina Bellini, una delegazione di studenti del Mazzocchi per illustrare il progetto e fare il punto sul percorso tecnico – amministravo che in appena 10 mesi ha sbloccato ogni ostacolo burocratico e finanziario e condotto a questo risultato così importante.

“Le scuole rappresentano una priorità assolta per la Provincia – ribadisce il Presidente D’Erasmo – e nonostante le note difficoltà finanziarie ed il complesso percorso di riordino dell’Ente, nel nuovo Bilancio abbiamo previsto per investimenti e manutenzioni ordinarie e straordinarie nell’edilizia scolastica di tutto il territorio per oltre 4 milioni e 200 mila euro e continueremmo l’impegno a ricercare ulteriori risorse da destinare a questo ambito che rientra nelle funzioni fondamentali del nuovo Ente di Area Vasta”.

“L’ampliamento del Mazzocchi costituisce un tassello fondamentale del nuovo polo scolastico di Ascoli Piceno” evidenzia la Consigliera Bellini che segnala con soddisfazione “come la Provincia abbia ottenuto dal Ministero dell’Istruzione un finanziamento di ben 3 milioni di euro per la realizzazione di nuova scuola innovativa e ad alto efficientamento energetico la cui utilizzazione verrà concordata con tutte le componenti del mondo scolastico ed istituzionale del Piceno”.




Estensioni: al “Tenco” la poesia al femminile

SIBILLA ALERAMO, EMILY DICKINSON, ANTONIA POZZI E MOLTE ALTRE:

LE POETESSE PROTAGONISTE DELLE “ESTENSIONI” DEL CLUB TENCO

 

SCENOGRAFIA DI MARCO NEREO ROTELLI

 

19 DICEMBRE, TEATRO DEL CASINÒ DI SANREMO

 

 

Sanremo – Anna Achmatova, Sibilla Aleramo, Alba Avesini, Rosalía De Castro, Emily Dickinson, Gloria Fuertes, Zuzana Navarová, Antonia Pozzi, Pilar Rodríguez Martinez, Alfonsina Storni, Annie Vivanti. A queste poetesse, oltre che alle canzoni di Bianca d’Aponte tradotte nelle varie lingue, è dedicata “Estensioni”, la serata-evento del Club Tenco in programma il 19 dicembre al Teatro del Casinò di Sanremo, a ingresso gratuito.

Protagoniste saranno le opere di queste poetesse ma anche le loro vicende umane, in alcuni casi cantate attraverso versi di poeti, come quelli di Federico García Lorca per Rosalía de Castro, di Vittorio Sereni per Antonia Pozzi, di Dino Campana per Sibilla Aleramo, di Michal Horá?ek per Emily Dickinson, di Nikolaj Gumilëv per l’Achmatova, di Ferdinando Russo per Annie Vivanti. I brani in programma sono stati quasi totalmente scritti, tradotti o montati appositamente per questa serata. A cantarli un cast internazionale: Alessio Arena, Sílvia Comes, Ruth Hora?ková, M’Barka Ben Taleb, Tamar McLeod Sinclair, Fausto Mesolella, Julija Ziganšina (con tre brani a testa) e la partecipazione di Vittorio De Scalzi.

Ad arricchire ulteriormente la serata – presentata da Massimo Cotto e Steven Forti – ci sarà la scenografia di Marco Nereo Rotelli, uno dei massimi esponenti dell’arte contemporanea italiana.

 

“Estensioni” chiude una trilogia di appuntamenti iniziati in marzo a Barcellona con il “Bianca d’Aponte international”, organizzato da Cose di Amilcare, costola spagnola del Club, e proseguita ad Aversa in occasione del Premio Bianca d’Aponte, festival riservato a cantautrici e dedicato alla cantautrice campana scomparsa nel 2003 a soli 23 anni.

 

L’evento sarà introdotto, alle ore 12 nella nuova sede del Club Tenco in piazza Cesare Battisti, dalla conferenza stampa degli artisti che parteciperanno alla serata.

 

“Estensioni” è organizzato dal Club con l’associazione Cose di Amilcare e in collaborazione con l’associazione Bianca d’Aponte. È realizzato grazie al contributo del Comune di Sanremo, della Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE) e del NUOVOIMAIE, con il sostegno di Coop Liguria e Casinò di Sanremo e con media partner Radio Stereo 103.