Inaugurato il monumento a Benedetto Rosetti

San Benedetto del Tronto, 2015-12-15 – Sfonda metaforicamente i limiti del tempo e dello spazio il volto di Benedetto Rosetti, nella stele dello scultore Paolo Annibali inaugurata ieri mattina nell’atrio del Liceo Scientifico cittadino che dal giovane soldato sambenedettese, morto nel 1915, prende nome. La fisionomia in bronzo del giovane, ricostruita dall’artista grazie ad una piccola e sfocata fotografia, si affaccia dal passato sul presente superando la barriera di plexiglass che, nelle intenzioni, indica proprio la valenza aspaziale ed atemporale della vicenda umana del ragazzo morto sull’Isonzo.

La stele è stata scoperta nel corso di una breve ma significativa cerimonia che ha visto la presenza, tra gli altri, del presidente della Provincia D’Erasmo, del sindaco Gaspari, del vicario del Vescovo don Romualdo Scarponi, e dei familiari di Benedetto Rosetti, un anziano nipote e tre pronipoti, invitati a partecipare all’evento. Ad accogliere gli ospiti la Dirigente Scolastica, Stefania Marini, che ha introdotto i vari interventi succedutisi nel corso della cerimonia, da quello dell’artista, peraltro docente nell’istituto superiore, che ha illustrato la genesi e le finalità dell’opera, a quello del professor Antonio De Signoribus, che si è soffermato sul dramma della Grande Guerra nell’immaginario collettivo ed artistico, a quello del professor Giancarlo Brandimarti che ha ricostruito la vicenda personale e bellica del soldato che, pur ferito, riprese a combattere in una delle prime battaglie di quel conflitto mondiale, le cui celebrazioni si chiudono proprio in questi giorni. Interventi collegati dagli intermezzi musicali curati da Simone Costanzi, Laura Ferrari e Chiara Iozzi e chiusi dalla Dirigente che, rivolgendosi in particolar modo agli alunni presenti in rappresentanza delle varie classi dell’istituto, ha sottolineato, anche in concomitanza con le prossime festività natalizie, lo spirito di pace, condivisione e memoria alla base dell’opera che arricchisce non solo il liceo Rosetti ma l’intera città.

 

Elena Cardola




Ancona, domenica la festa dell’atletica giovane

Al Palaindoor di Ancona, le premiazioni per ragazzi e cadetti. Proclamati i vincitori del Campionato regionale di società Cinque Cerchi “under 14”.

Ancona, 2015-12-15 – Per la terza stagione consecutiva, il Palaindoor di Ancona si prepara ad accogliere la Festa dell’atletica giovane dedicata alle categorie ragazzi (under 14) e cadetti (under 16). Quest’anno l’evento si svolgerà nella mattina di domenica 20 dicembre, preceduto da una gara di “quick triathlon” con ritrovo alle ore 9.30 e inizio alle 10.00. Poi andranno in scena le premiazioni di tutte le società e degli atleti che hanno ottenuto successi, durante il 2015, nelle classifiche per le due categorie promozionali. Sarà quindi l’occasione per celebrare i vincitori del Campionato regionale “Cinque Cerchi” under 14, che ha visto la conferma al primo posto della Collection Atletica Sambenedettese sia al maschile (davanti ad Atletica Fabriano e Atletica Osimo) che al femminile (su Atl. Avis Macerata e Atl. Sangiorgese R. Rocchetti). Sul piano individuale, i migliori sono stati Emanuele Mancini (Collection Atl. Sambenedettese) e Angelica Ghergo (Atl. Osimo). Ma non si tratterà solo di una festa, perché ad animare la mattinata sarà il “triathlon rapido” a squadre, in cui ogni atleta dovrà effettuare un salto, una corsa e un lancio senza soluzione di continuità. Le squadre saranno composte di 12 elementi tra esordienti (nati nel 2004), ragazzi (2002-03) e cadetti (2000-01), perciò molto eterogenee e diventerà importante il pubblico per un tifo colorato ma rispettoso. La partecipazione sarà quindi totale da parte degli atleti delle società: chi come protagonista in campo, chi in tribuna.
Prosegue così lo spirito del Campionato “Cinque Cerchi”, una rassegna che ha caratterizzato l’intera stagione dell’atletica su pista, con cinque tappe da maggio a novembre: Macerata (16-17 maggio), Osimo (31 maggio), Montecassiano (20-21 giugno, valido anche come campionato regionale individuale), Fabriano (13 settembre) e Ancona (22 novembre, indoor), mentre i titoli di staffette sono stati assegnati a Macerata (17 ottobre). Il nome del campionato prende origine dai suoi obiettivi: infatti c’è l’aspetto tecnico, simboleggiato dalle tre tipologie di gare (corse, salti, lanci) sulle quali si basa la classifica, con l’intento di stimolare l’attività multidisciplinare dei ragazzi e delle ragazze per evitare una specializzazione precoce. E inoltre due importanti valori comportamentali da tenere presenti: l’impegno e il fair play.
Tra le altre classifiche, nei Campionati regionali cadetti su pista, prima posizione di Atl. Sangiorgese R. Rocchetti (cadetti) e Atl. Avis Macerata (cadette), invece nelle prove multiple della Collection Atl. Sambenedettese (maschile e femminile) che si è aggiudicata anche i Societari di staffette (cadetti, cadette, ragazzi), con la Sport Atletica Fermo leader tra le ragazze. Nella corsa campestre, affermazioni di Atl. Sangiorgese R. Rocchetti (cadetti), Atl. Avis Macerata (cadette) e Collection Atl. Sambenedettese (ragazzi, ragazze, combinata). Il Gran Prix Marche di corsa ha visto il successo dell’Atl. Sangiorgese R. Rocchetti, che festeggia anche a livello individuale con Alberto Concetti (cadetti) mentre al femminile si è imposta Ilaria Crucianelli (Gp Avis Castelraimondo), tra i ragazzi Giovanni Masi (Gp Avis Castelraimondo) e Sofia Fuganti (Atl. Amatori Osimo). La Supercoppa Marche 2015, che tiene conto delle classifiche di tutti i campionati regionali nel settore promozionale, va quindi alla Collection Atl. Sambenedettese. Di seguito l’elenco dei premiati.

SOCIETÀ PREMIATE
Atl. Osimo, Atl. Fabriano, Atl. Vallesina, Atl. Chiaravalle, Sef Stamura Ancona, Sport Dlf Ancona, Atl. Amatori Osimo, Asa Ascoli Piceno, Collection Atl. Sambenedettese, Offida Atletica, Atl. Sangiorgese R. Rocchetti, Sport Atl. Fermo, Atl. Avis Macerata, Atl. Recanati, Pol. Montecassiano, Sacen Corridonia, Atl. Civitanova, Gp Avis Castelraimondo

CAMPIONATO CINQUE CERCHI
Ragazzi: 1. Emanuele Mancini (Collection Atl. Sambenedettese); 2. Filippo Mozzoni (Collection Atl. Sambenedettese); 3. Francesco Ghidetti (Atl. Fabriano); 4. Berat Mehmedi (Atl. Fabriano); 5. Daniele Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 6. Giacomo Lorenzini (Atl. Fabriano); 7. Roman Lorenzetti (Atl. Osimo); 8. Paolo Degli Esposti (Atl. Vallesina); 9. Emanuele Ghergo (Atl. Osimo); 10. Carlo Alberto Del Pontano (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti).
Ragazze: 1. Angelica Ghergo (Atl. Osimo); 2. Nicole Akonchong (Atl. Avis Macerata); 3. Arianna Micol Proietti (Atl. Avis Macerata); 4. Isabel Ruggieri (Collection Atl. Sambenedettese); 5. Anthea Pagnanelli (Collection Atl. Sambenedettese); 6. Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 7. Luana Tavares (Atl. Fabriano); 8. Chiara Marangoni (Atl. Avis Macerata); 9. Anna Maria Pennesi (Atl. Civitanova); 10. Francesca Botnari (Atl. Vallesina).

GRAN PRIX DI CORSA
Cadetti: 1. Alberto Concetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 2. Alessio Costantini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 3. Nicola Costantini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 4. Giacomo Giannetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 5. Paolo Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 6. Leonardo Salvucci (Atl. Amatori Osimo).
Cadette: 1. Ilaria Crucianelli (Gp Avis Castelraimondo); 2. Ludovica Ruzzetta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 3. Gaia Marilungo (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 4. Gaia Meschini (Atl. Amatori Osimo); 5. Melissa Amati (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 6. Giorgia Amatucci (Collection Atl. Sambenedettese).
Ragazzi: 1. Giovanni Masi (Gp Avis Castelraimondo); 2. Lorenzo Falappa (Atl. Amatori Osimo); 3. Daniele Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 4. Yousef La Kmouiel (Pod. Montegranaro); 5. Alessandro Mecozzi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 6. José Savorelli (Atl. Ama Civitanova) e Mattia Agostini (Atl. Recanati).
Ragazze: 1. Sofia Fuganti (Atl. Amatori Osimo); 2. Lucia Crosta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 3. Miriam Mazzieri (Atl. Amatori Osimo); 4. Michelle Nardoni (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); 5. Sara Oncini (Atl. Amatori Osimo); 6. Linda Cardoni (Atl. Amatori Osimo).

LINK ALLA FOTO (autore Davida Ruggieri)
Un momento del Campionato Cinque Cerchi: http://www.fidalmarche.com/upload/top/CinqueCerchi2015_top.jpg

SABATO 19 DICEMBRE CONFERENZA STAMPA – Alle ore 12.00 di sabato 19 dicembre si svolgerà “100 giorni ad Ancona EMACI 2016”, la conferenza stampa di presentazione dei Campionati Europei Master indoor di atletica e della Stagione Indoor 2016, presso la sala stampa del Palaindoor di Ancona (via della Montagnola 72).

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




dalla Regione Marche

15/12/2015
NASCE L’ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE DELLE MARCHE. BORA: “SEGNALE DI UNITARIETÀ CHE PARTE ANCHE DALLE MARCHE”

Nasce l’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento composto dalle Centrali cooperative Agci Marche, Confcooperative Marche e Legacoop Marche che viene costituito per valorizzare e potenziare il protagonismo economico e sociale delle cooperative marchigiane. Un sistema costruito da 900 cooperative, con 350 mila soci e 24 mila persone occupate, con un fatturato complessivo di 3 miliardi di euro. I presidenti delle tre Centrali cooperative, Stefano Burattini, Agci Marche, Massimo Stronati, Confcooperative Marche, Gianfranco Alleruzzo, hanno sottoscritto questa mattina il protocollo per la costituzione dell’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche. E’ stato poi eletto il Comitato esecutivo e il presidente dell’Alleanza delle Cooperative delle Marche, Massimo Stronati, presidente di Confcooperative Marche. La nascita dell’Alleanza delle Cooperative delle Marche rafforza il grande albero della cooperazione, hanno spiegato i tre presidenti in una conferenza, per coordinare l’azione di rappresentanza nei confronti delle istituzioni regionali e territoriali e di partenariato verso gli altri soggetti economici e sociali. L’obiettivo è quello di dar vita ad una rappresentanza unitaria della cooperazione marchigiana con cui poter meglio contribuire a dare impulso alla creazione di nuova imprenditorialità e di nuova occupazione nelle Marche. “Quella di oggi è una firma che traccerà un modo diverso di fare rappresentanza unitaria – ha detto il neo presidente dell’Alleanza Stronati -, che dovrà porre al centro del proprio lavoro le cooperative associate per le quali dobbiamo agire tutti insieme con coraggio, lealtà e dinamismo per favorire il loro sviluppo e trovare le giuste opportunità di crescita anche con l’internazionalizzazione e con l’utilizzo dei fondi europei”. Quella che parte oggi, ha sottolineato Franco Alleruzzo, presidente di Legacoop Marche, “è una sfida ambiziosa per dare una casa comune alla cooperazione delle Marche. Una sfida di cui essere protagonisti nell’interlocuzione con le istituzioni e con gli altri soggetti di rappresentanza non solo nel chiedere ma anche nel proporre e nell’offrire il nostro contributo per crescere insieme”. Per Stefano Burattini, presidente di Agci Marche, “l’Alleanza non è la somma di tre organizzazioni ma è l’opportunità di creare un modello innovativo trasversale di dialogo”. I primi complimenti per il traguardo raggiunto anche nelle Marche, con la creazione dell’Alleanza delle Cooperative, sono stati quelli di Manuela Bora, assessore regionale alla Cooperazione. “Oggi tre organizzazioni decidono di conferire la rappresentanza ad un soggetto unico di un mondo che, per lungo tempo, è stato frammentato – ha detto la Bora -, sono fortemente convinta che, con questa unitarietà, si possa raggiungere una maggiore sintesi, anche verso le istituzioni, con una centralità strategica del proprio ruolo nel mondo imprenditoriale e sociale. Sono molto contenta che questo segnale di unitarietà parta anche dalle Marche”. Il coordinamento nazionale dell’Alleanza delle Cooperative Italiane associa 43 mila imprese e rappresenta oltre il 90% del mondo cooperativo italiano per persone occupate, 1,2 milioni, per fatturato realizzato, 140 miliardi di euro, e per soci, oltre 12 milioni. Numeri che portano la cooperazione, sia quella marchigiana sia quella nazionale, a incidere sul Prodotto interno lordo per circa l’8%. Un sistema che, durante il quinquennio della crisi economica, ha accresciuto l’occupazione dell’8% malgrado le difficoltà che le cooperative, come tutto il sistema imprenditoriale, hanno dovuto affrontare. “Dobbiamo costruire un’associazione che salvaguardi i nostri valori ma che sia adeguata ai tempi – ha detto il presidente nazionale dell’Alleanza, Rosario Altieri -, non per le generazioni di cooperatori di oggi ma per quelli di domani. E’ con questo spirito che dobbiamo lavorare, per avere, insieme, una voce più forte per le nostre cooperative, sia a livello nazionale sia territoriale”.

‘UFFICIO PER IL PROCESSO TIROCINI FORMATIVI E BUONE PRASSI. IL MODELLO MARCHIGIANO’ Convegno ad Urbino venerdì 18 dicembre

Si terrà ad Urbino il prossimo 18 dicembre il convegno giuridico ‘Ufficio per il processo. Tirocini formativi e buone prassi’ per cui la Regione Marche è divenuta modello. Alla sala dei Banchetti di Palazzo Ducale, dalle ore 10 in poi, verrà presentato il progetto sperimentale di finanziamento e monitoraggio per i tirocini formativi che si svolgeranno negli uffici giudiziari del distretto e presso il TAR delle Marche, dai laureati in giurisprudenza, con attività di studio, ricerca e redazione di bozze di provvedimenti in affiancamento ai magistrati togati. Il progetto fa riferimento alla convenzione quadro sottoscritta il 20 luglio scorso tra la Regione Marche, la Corte di Appello di Ancona, il TAR Marche e le Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, di Macerata, di Camerino e l’Università Politecnica delle Marche. Alla giornata saranno presenti il sottosegretario di Stato alla Giustizia, Cosimo Maria Ferri, il Vice Presidente del C.S.M Giovanni Legnini, organi istituzionali, autorità civili, militari e religiose e gli studenti dell’Uniurb interessati. Il presidente della Regione, Luca Ceriscioli e il presidente della Corte di Appello di Ancona, Carmelo Marino, porgeranno i saluti istituzionali. Il rettore dell’Università degli studi di Urbino, Vilberto Stocchi, presenzierà in rappresentanza delle quattro università marchigiane. Nel corso del convegno, l’assessore regionale al Lavoro e Istruzione, Loretta Bravi, interverrà sul tema “L’occupazione dei giovani laureati marchigiani ed il buon funzionamento della giustizia nel territorio regionale”. Arturo Pardi, componente eletto del Consiglio nazionale Forense terrà una relazione su ‘Tirocini formativi e pratica forense’ mentre il presidente dell’associazione nazionale magistrati, Rodolfo Sabelli, parlerà di ‘Sostenibilità ed organizzazione del lavoro del magistrato’. Dalle 15 e fino al termine dei lavori, previsto per le 18, il dibattito approfondirà la questione del modello marchigiano con le testimonianze dei tirocinanti degli uffici giudiziari del distretto. L’intervento conclusivo è affidato a Giovanni Legnini, vice presidente del Consiglio superiore della Magistratura. Seguirà una visita guidata al Palazzo Ducale. (Agli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell’Università di Urbino che parteciperanno all’evento sarà riconosciuto un CFU).

 

EMENDAMENTO ANTI TRIVELLAZIONI – COMMENTO DELL’ASSESSORE ALL’AMBIENTE ANGELO SCIAPICHETTI

“La mobilitazione e il coordinamento tra Regioni, hanno portato alla decisione di proporre il referendum abrogativo, poi il Governo ha accolto la nostra proposta di emendare lo “sblocca Italia” sulle trivellazioni entro le dodici miglia. Un lavoro partito da lontano che si è concretizzato nel luglio scorso nell’incontro di Termoli e poi a settembre alla Fiera del Levante. A Bari, infatti, insieme ad Abruzzo, Basilicata, Calabria Molise e Puglia, ho espresso la ferma contrarietà delle Marche a ogni ulteriore progetto e attività di trivellazione, ricerca e coltivazione di idrocarburi nei nostri mari. Su questa strategia hanno fatto poi convergenza metà delle Regioni italiane. Questo emendamento rafforza la leale cooperazione istituzionale, necessaria affinché le comunità locali non subiscano provvedimenti che vanno a discapito della crescita e dello sviluppo dei territori. Adesso l’attenzione si sposta verso l’altra sponda dell’Adriatico, sono necessari accordi internazionali per l’effettiva tutela di una ricchezza comune di delicato equilibrio ecologico”.

 

SPESE GRUPPI CONSILIARI – LA CORTE DEI CONTI HA PROSCIOLTO L’ASSESSORE ANGELO SCIAPICHETTI

La Corte dei Conti ha prosciolto l’assessore Angelo Sciapichetti dalle accuse sollevate nell’ambito dell’inchiesta sulle spese dei gruppi consiliari. Ne dà notizia l’Assessore. “Su questa vicenda – afferma Sciapichetti – ho avuto sempre due certezze, una dipendente dall’altra: fiducia nella magistratura e certezza di aver operato nel pieno rispetto delle leggi e di non aver commesso nulla di illecito. La notizia del mio proscioglimento da parte della Corte dei Conti nell’ambito dell’inchiesta per accertare eventuali danni erariali nella gestione dei fondi assegnati ai gruppi consiliari le consolida entrambe e restituisce, almeno in parte, serenità al sottoscritto, alla mia famiglia e ai miei amici. Adesso, per ciò che concerne l’inchiesta della Procura, auspico che si faccia al più presto chiarezza in via definitiva nel più breve tempo possibile perché i cittadini debbono essere certi che chi amministra la cosa pubblica, lo fa da persona per bene, nell’assoluta correttezza e al servizio del bene comune”.



Nuoto, la Delphinia Team Piceno sbalordisce San Marino con i propaganda

Numerose medaglie sono state vinte dai piccoli nuotatori rivieraschi

SAN MARINO – La scorsa domenica i giovanissimi del settore propaganda della Delphinia Team Piceno hanno partecipato al 7° Trofeo “San Marino nuoto”. I piccoli nuotatori sambenedettesi hanno gareggiato nella piscina olimpionica di San Marino, ottenendo ottimi risultati sotto la guida degli allenatori Francesca Mostardi e Filippo Consorti.

La piccola Rebecca Sforza ha vinto due ori nelle gare dei 50 farfalla e 50 stile libero; Antonio Toscano e Mirko Spinozzi hanno dominato nelle rispettive gare dei 50 stile, 50 rana, 50 dorso e 50 farfalla. Buone prestazioni si registrano anche da Umberto Laureti, il quale, si è imposto nelle gare dei 50 rana e 50 stile, portando a casa una medaglia d’argento e un soddisfacente quarto posto nella classifica generale.

I giovani atleti si sono fatti valere non solo sulle gare individuali ma anche nelle staffette. Il settore maschile ha conquistato un oro nella 4×50 stile (Francesco Fratini, Marco Di Giacinti, Stefano Di Giacinti e Filippo Marziali) e un bronzo nella 4×50 mista (Dario Palumbo, Edoardo Polini, Giacomo Mattone e Antonio Toscano). Il settore femminile è salito sul gradino più alto del podio sia nella 4×50 stile libero (Giorgia Massaroni, Lucrezia Ricci, Rebecca Ricci e Rebecca Sforza), che nella 4×50 mista (Rebecca Sforza, Giorgia Massaroni, Lucrezia Ricci, Rebecca Ricci). 




Città in Festa e PalaNatale, ecco gli appuntamenti dell’edizione 2015/2016

Dal 25 dicembre al 3 gennaio torna in piazza Mar del Plata il contenitore di concerti, animazione per bambini e spettacoli comici

 

 

San Benedetto del Tronto, 2015-12-15 – Durante le festività natalizie, in piazza Mar del Plata, torna il tendone del PalaNatale, contenitore di eventi musicali e manifestazioni culturali promosso dall’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto all’interno del cartellone “Città in Festa” e organizzato dalla cooperativa “O.PER.O.”

 

L’edizione 2015/2016 propone dieci giorni di concerti, animazione per bambini,spettacoli comici e tanto divertimento per tutta la città.

 

Il tendone aprirà i battenti venerdì 25 dicembre con il “Reggae Christmas”, serata di musica reggae che vedrà salire sul palco Marumba e Nikké. A seguire ci sarà il djset dei Labo Sound. L’evento è organizzato in collaborazione con il Bababoom Reggae Festival.

 

Dopo il successo dello scorso anno a Santo Stefano, sabato 26 dicembre, torna la felice collaborazione con il Montelago Celtic Festival manifestazione dedicata alla saga nordica collegata alla letteratura fantasy, alle arcaiche sonorità di arpe e cornamuse e alle leggende popolari piene di esseri fatati. Druidi, guerrieri, folletti e fate si riuniranno sotto il tendone di piazza Mar del Plata per gustare birre celtiche e ballare la jiga accompagnati dalle cornamuse dei Mortimer McGrave. La festa Celtica, che quest’anno sarà ad ingresso gratuito, si chiuderà con il dj set a tema di Jerry’A’Atrix.

 

Domenica 27 dicembre il PalaNatale dedica un intero pomeriggio ai più piccoli (dalle 17,30). Arriva il “Ludobus” con giochi in legno della tradizione (trampoli, sci a coppia, jenga gigante, tennis vincolato, flipper a corda) e un laboratorio creativo manuale a cura della “Compagnia Due Piume” di Arte Viva.

 

Grazie alla collaborazione con l’associazione “Suoni d’Africa”, lunedì 28 dicembre, dalle 21,30, si terrà lo spettacolo “Musica dal Mondo”. Danze, ritmi ed energia della terra africana allieteranno la serata. Ospite speciale Matar Mbaye uno dei più famosi percussionisti del Senegal, esperto di cultura africana che si impegna a diffonderla anche attraverso lezioni e seminari.

 

Martedì 29 dicembre si terrà il concerto più atteso dell’inverno sambendettese: la Bandabardò. Con i suoi oltre 1000 concerti e 22 anni di attività il gruppo è una delle live band più vitali in Italia. Lo spettacolo avrà inizio alle 22.

 

Serata cabaret quella di mercoledì 30 dicembre. A calcare il palco del Palanatale sarà il comico fermano Piero Massimo Macchini. Lo spettacolo si chiama “ScherziAmo” e racconta le avventure di un uomo affetto dalla sindrome di Peter Pan, eterno burlone in una continua lotta tra la voglia di ridere e la necessità, purtroppo, di essere seri. Inizio ore 21,30.

 

Nell’ultima notte dell’anno il tendone di piazza Mar del Plata ospiterà un lungo Capodanno “Sixties” tutto dedicato agli anni ‘60. Si partirà alle 23 con La Banda che farà cover italiane e straniere degli anni ‘60-’70. A mezzanotte ci sarà il consueto brindisi di “Buon 2016”: spumante e dolci natalizi offerti dall’Amministrazione comunale. La nottata più lunga dell’anno proseguirà con Storteaux, vetereano del rock sixties marchigiano, che suonerà pezzi storici del rock’n’roll anni 60 insieme ai Biodegradabili. Le danze proseguiranno fino al mattino successivo con il dj set anni ’60 e rock’n’roll di Fatti un Giro. 

Ai più piccoli sarà dedicato il primo pomeriggio del 2016: venerdì 1° gennaio, infatti, si svolgerà il Capodanno dei Bambini con animazione a cura della “Compagnia Due Piume” di Arte Viva. Alle 18 ci sarà lo spettacolo del clown Gil con attività di giocoleria, magia equilibrismo e acrobatica mentre alle 19 arriveranno Sfricio e Fantaghirò con le loro magiche bolle di sapone.

 

Sabato 2 gennaio torna la carica dello “ZapFest”, il festival ideato da Marco Mignini, in arte Zap. La tredicesima edizione, quinta al Palanatale, è dedicata alla musica italiana degli anni ’90 e si svilupperà in tre ore di musica, spettacolo, personaggi in maschera, sorprese e bizzarrie di ogni genere. Si alterneranno sul palco 80 artisti provenienti dalle più interessanti realtà musicali di Marche ed Abruzzo che interpreteranno le canzoni rappresentative degli anni ’90. L’evento è realizzato in collaborazione con l’associazione culturale “IMPLACABILE Giacomo Antonini”.

 

L’ultima serata del Palanatale sarà dedicata alla musica hip hop. Domenica 3 gennaio arriverà Kaos One: rapper, beatmaker, writer e breaker italiano, il massimo esponente della musica rap italiano dagli anni ’80. L’evento è organizzato in collaborazione con Glory Hole Records e TDS crew.

 

Tutti gli eventi sono gratuiti ad eccezione del concerto della BANDABARDO’ (12 euro), dello spettacolo di PIERO MASSIMO MACCHINI (5 euro) e il concerto di KAOS ONE(10 euro). Per informazioni 333.5099339, www.palanatale.it oppure operoevents@gmail.com.

 

Clicca gli allegati

Città in festa 2015-16

CITTà IN FESTA CONF STAMPA 15-16

PROGRAMMA PALANATALE 2015




dalla Città

Al via un corso per assistenti familiari

Il percorso formativo si terrà tutti i sabato a partire dal 23 gennaio fino al 12 marzo 2016

 

Il Comune di San Benedetto del Tronto, in collaborazione con i Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale 21, l’associazione “Quisalutedonna” e l’associazione “Irisinsiemeate”, organizza un percorso formativo per assistenti familiari che si terrà tutti i sabato a partire dal 23 gennaio fino al 12 marzo 2016. Il corso, tenuto da professionisti sanitari e sociali, ha come obiettivo principale quello di sostenere il passaggio dalla condizione di “badanti” a quella di operatori dell’assistenza che, attraverso una crescita professionale, migliori l’assistenza e una risposta più in linea con i bisogni reali dei cittadini.

 

 

Uno dei motivi fondamentali che hanno motivato l’avvio del percorso formativo è legato alla carenza di comunicazioni/informazioni/formazione in una condizione in cui la donna è protagonista, anche se non unica: quella della assistenza ai soggetti anziani e fragili. Protagonista sia nell’aver bisogno di servizi (più numerose sono le donne fra gli anziani) sia nel dare servizi (fra le “badanti” ben più rappresentato è il sesso femminile).

 

 

Il corso, completamente gratuito, è rivolto a 50 partecipanti e si potranno presentare le domande di ammissione a partire dal 15 dicembre 2015 fino al 15 gennaio 2016 L’accettazione delle domande seguirà l’ordine cronologico di presentazione che dovrà essere effettuata, su apposito modulo fornito dall’Ufficio relazioni con il pubblico, al Comune di San Benedetto del Tronto. Ai partecipanti verrà fornito materiale didattico e multimediale e rilasciato un attestato di frequenza esclusivamente a coloro che abbiano partecipato almeno all’80% degli incontri. Il corso si terrà presso l’Auditorium del Comune di San Benedetto del Tronto dalle ore 9.30 alle 12.30.

 

Gli argomenti trattati saranno: Patologie dell’anziano, condizioni di possibile urgenza, ruolo della terapia; Mobilizzazione, mobilità, sicurezza domestica; Implicazioni psicologiche individuali e familiari, Implicazioni sociali; Igiene personale, terapia quotidiana; L’alimentazione dell’anziano; Contesto normativo e legale dell’immigrazione; Contesto organizzativo, normativo e programmatico dell’assistenza socio-sanitaria. A conclusione del corso saranno somministrati dei test di apprendimento e consegnati gli attestati di partecipazione.

 

Avviso scadenza TASI

 

Si ricorda che domani, 16 dicembre, è l’ultimo giorno utile per pagare senza incorrere in sanzioni la seconda rata della TASI (il tributo per i servizi indivisibili erogati dal Comune) dovuto per le abitazioni principali e assimilate, e dell’IMU (imposta municipale propria) per le altre tipologie di immobili.
I pagamenti vanno effettuati esclusivamente con il modello F24 presso gli sportelli postali e bancari oppure tramite l’internet banking. Si ricorda che il Comune di San Benedetto del Tronto consente di determinare l’importo tramite un calcolatore on-line che si trova sulla pagina principale del sito istituzionale www.comunesbt.it alla voce “Comune online”. In questa sezione, accedendo con username e password già forniti con la comunicazione del 2012, è possibile calcolare quanto dovuto e stampare il modello F24 semplificato. L’Ufficio Tributi può stampare il modello F24 compilato solo per posizioni già verificate e presenti in banca dati.

Se dimenticati, username e password possono essere recuperati utilizzando la procedura di “recupero password” oppure scrivendo una mail all’indirizzo tributi@comunesbt.it a cui è possibile rivolgersi per qualsiasi chiarimento (numero telefonico 0735 794550).

Città in Festa e PalaNatale, ecco gli appuntamenti dell’edizione 2015/2016

 

conferenza città in festa e palanatale

conferenza città in festa e palanatale

Dal 25 dicembre al 3 gennaio torna in piazza Mar del Plata il contenitore di concerti, animazione per bambini e spettacoli comici

San Benedetto del Tronto, 2015-12-15 – Durante le festività natalizie, in piazza Mar del Plata, torna il tendone delPalaNatale, contenitore di eventi musicali e manifestazioni culturali promosso dall’Amministrazione comunaledi San Benedetto del Tronto all’interno del cartellone “Città in Festa” e organizzato dalla cooperativa “O.PER.O.”

L’edizione 2015/2016 propone dieci giorni di concerti, animazione per bambini,spettacoli comici e tantodivertimento per tutta la città.

Il tendone aprirà i battenti venerdì 25 dicembre con il “Reggae Christmas”, serata di musica reggae che vedrà salire sul palco Marumba e Nikké. A seguire ci sarà il djset dei Labo Sound. L’evento è organizzato in collaborazione con il Bababoom Reggae Festival.

Dopo il successo dello scorso anno a Santo Stefanosabato 26 dicembre, torna la felice collaborazione con ilMontelago Celtic Festival manifestazione dedicata alla saga nordica collegata alla letteratura fantasy, alle arcaiche sonorità di arpe e cornamuse e alle leggende popolari piene di esseri fatati. Druidi, guerrieri, folletti e fate si riuniranno sotto il tendone di piazza Mar del Plata per gustare birre celtiche e ballare la jiga accompagnati dalle cornamuse dei Mortimer McGrave. La festa Celtica, che quest’anno sarà ad ingresso gratuito, si chiuderà con il dj set a tema di Jerry’A’Atrix.

Domenica 27 dicembre il PalaNatale dedica un intero pomeriggio ai più piccoli (dalle 17,30). Arriva il“Ludobus” con giochi in legno della tradizione (trampoli, sci a coppia, jenga gigante, tennis vincolato, flipper a corda) e un laboratorio creativo manuale a cura della “Compagnia Due Piume” di Arte Viva.

Grazie alla collaborazione con l’associazione “Suoni d’Africa”lunedì 28 dicembredalle 21,30, si terrà lo spettacolo “Musica dal Mondo”. Danze, ritmi ed energia della terra africana allieteranno la serata. Ospite specialeMatar Mbaye uno dei più famosi percussionisti del Senegal, esperto di cultura africana che si impegna a diffonderla anche attraverso lezioni e seminari.

 

Martedì 29 dicembre si terrà il concerto più atteso dell’inverno sambendettese: la Bandabardò. Con i suoi oltre 1000 concerti e 22 anni di attività il gruppo è una delle live band più vitali in Italia. Lo spettacolo avrà inizio alle 22.

Serata cabaret quella di mercoledì 30 dicembre. A calcare il palco del Palanatale sarà il comico fermano Piero Massimo Macchini. Lo spettacolo si chiama “ScherziAmo” e racconta le avventure di un uomo affetto dalla sindrome di Peter Pan, eterno burlone in una continua lotta tra la voglia di ridere e la necessità, purtroppo, di essere seri. Inizio ore 21,30.

Nell’ultima notte dell’anno il tendone di piazza Mar del Plata ospiterà un lungo Capodanno “Sixties” tutto dedicato agli anni ‘60. Si partirà alle 23 con La Banda che farà cover italiane e straniere degli anni ‘60-’70. A mezzanotte ci sarà il consueto brindisi di “Buon 2016”: spumante e dolci natalizi offerti dall’Amministrazione comunale. La nottata più lunga dell’anno proseguirà con Storteaux, vetereano del rock sixties marchigiano, che suonerà pezzi storici del rock’n’roll anni 60 insieme ai Biodegradabili. Le danze proseguiranno fino al mattino successivo con il dj set anni ’60 e rock’n’roll di Fatti un Giro.

 

Ai più piccoli sarà dedicato il primo pomeriggio del 2016: venerdì 1° gennaio, infatti, si svolgerà il Capodanno dei Bambini con animazione a cura della “Compagnia Due Piume” di Arte Viva. Alle 18 ci sarà lo spettacolo del clown Gil con attività di giocoleria, magia equilibrismo e acrobatica mentre alle 19 arriveranno Sfricio e Fantaghirò con le loro magiche bolle di sapone.

Sabato 2 gennaio torna la carica dello “ZapFest”, il festival ideato da Marco Mignini, in arte Zap. La tredicesima edizione, quinta al Palanatale, è dedicata alla musica italiana degli anni ’90 e si svilupperà in tre ore di musica, spettacolo, personaggi in maschera, sorprese e bizzarrie di ogni genere. Si alterneranno sul palco 80 artisti provenienti dalle più interessanti realtà musicali di Marche ed Abruzzo che interpreteranno le canzoni rappresentative degli anni ’90. L’evento è realizzato in collaborazione con l’associazione culturale “IMPLACABILE Giacomo Antonini”.

L’ultima serata del Palanatale sarà dedicata alla musica hip hop. Domenica 3 gennaio arriverà Kaos One: rapper, beatmaker, writer e breaker italiano, il massimo esponente della musica rap italiano dagli anni ’80. L’evento è organizzato in collaborazione con Glory Hole Records e TDS crew.

Tutti gli eventi sono gratuiti ad eccezione del concerto della BANDABARDO’ (12 euro), dello spettacolo diPIERO MASSIMO MACCHINI (5 euro) e il concerto di KAOS ONE(10 euro). Per informazioni 333.5099339, www.palanatale.it oppure operoevents@gmail.com.

Clicca gli allegati

Città in festa 2015-16

CITTà IN FESTA CONF STAMPA 15-16

PROGRAMMA PALANATALE 2015




Foto del giorno

San Benedetto del Tronto, 2015-12-15 – Oggi avremmo brindato fino all’alba… ci manchi “Fefo”

 

 

Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it




Boxe, oltre mille persone sugli spalti del PalaSpeca

di Davida Zdrazilkova Ruggieri

Ottime le prestazioni dei pugili sambenedettesi che di fronte ad un, folto pubblico, ottengono eccellenti risultati. Buone le conferme di Pompei e Camaioni.

 

San Benedetto del Tronto, 2015-12-14 – La riunione pugilistica tenutasi nella giornata di domenica 13 dicembre è stata certamente un evento sportivo di assoluto valore che consacra San Benedetto del Tronto come protagonista della Noble Art a livello regionale. Il fitto programma ha visto come protagonisti i pugili sambenedettesi di ogni età in sfide entusiasmanti con atleti delle migliori società di Boxe delle regioni Marche, Abruzzo, Umbria e Campania.

Il Sindaco Giovanni Gaspari ha dato il via alle gare dei “Cuccioli” da 5 a 7 anni, che nelle prove del circuito ad H, al sacco e nel salto della corda, hanno mostrato tutte le loro abilità e destrezza sotto lo sguardo attento del folto pubblico presente sugli spalti. Medaglie d’argento e di bronzo per i portacolori dell’”Accademia pugilistica sambenedettese 1923” Guerriero Enrico e Talamonti Marco. A seguire i “Cangurini” da 8 a 10 anni che si sono confrontati con gli esperti atleti di Ancona, Castelfidardo e Ostra Vetere ottenendo una prezioso terzo posto e scroscianti applausi per la qualità delle prestazioni.

la vittoria di Camaioni

la vittoria di Camaioni

Alle 17.30, dopo il match di esibizione tra i giovanissimi Talamonti Dorian e Alfonsi Riccardo, sono iniziati gli incontri di Boxe degli pugili dilettanti con le ottime conferme di Pompei Massimo e Camaioni Christian, entrambi in forza alla Pugilistica 1923, che hanno rispettivamente ottenuto un pareggio ed una vittoria raccogliendo punti preziosi.

La kermesse di pugilato è terminata alle 19.30 con i professionisti per l’attesissimo match casalingo tra il sambenedettese Roberto Ruffini ed il campano Giuseppe Rauseo che si è concluso con la vittoria ai punti del primo.

Oltre mille persone hanno riempito gli spalti del Palasport “B. Speca” facendo sentire tutto il loro calore e affetto per il Pugilato che sempre più, a San benedetto del Tronto, rappresenta una realtà di valore nello sport cittadino.

Messaggio Promozionale

 

Tutte le foto della giornata sono disponibili nel sito http://www.fotome.it/davidafoto ,

inserendo le credenziali:

 
Utente: Pugilato_Palaspeca
Password: DAVIDAFOTO2015

 

 

Cuccioli e Cangurini

Cuccioli e Cangurini

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 




Pugilato, le Foto della kermesse al PalaSpeca

Messaggio Promozionale

 

Tutte le foto della giornata sono disponibili nel sito http://www.fotome.it/davidafoto ,

inserendo le credenziali:

 
Utente: Pugilato_Palaspeca
Password: DAVIDAFOTO2015

 

 

San Benedetto del Tronto, 2015-12-13 – Al palasport di San Benedetto del Tronto, con  l’organizzazione dell’accademia pugilistica 1923, in scena  una vera kermesse pugilistica iniziata alle ore 15 con un criterium  giovanile.Molti partecipanti in rappresentanza  di 4 associazioni: l’accademia pugilistica Dorica, la pugilistica Castelfidardo, la  locale Pugilistica 1923, e la pugilistica feretrata. Un momento veramente interessante e piacevole con i ragazzini a cimentarsi in esercizi tra l’entusiasmo bel pubblico.

la vittoria di Camaioni

la vittoria di Camaioni

Ruffini - Rauseo

Ruffini – Rauseo

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 




da Ascoli Piceno

NUMEROSI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE APPROVATI NELL’ULTIMA GIUNTA COMUNALE, IL COMMENTO DEL SINDACO CASTELLI
“La prossima stagione degli investimenti comunali ad Ascoli non sarà di flessione o di riduzione. Questo perché crediamo che, attraverso essi, si aggiungano anche ragioni meritorie in favore di imprese che hanno la possibilità di superare la crisi, confidando anche nei lavori pubblici”. Questa la dichiarazione del Sindaco di Ascoli Guido Castelli al termine della Giunta nella quale sono stati approvati molti progetti riguardanti le opere pubbliche.
“Nella ultima giunta abbiamo approvato una serie di progetti piuttosto importanti finanziati con la recente variazione di bilancio che ha consentito di distribuire su più iniziative progettuali la somma di 4, 5 milioni di euro – precisa il primo cittadino Castelli -. Una cifra che, originariamente era destinata alla contrazione di un mutuo per la realizzazione del nuovo ponte nel quartiere di Monticelli. Questa decisione di rinviare di circa due anni è motivata dal fatto che, una parte delle opere di urbanizzazione propedeutiche alla realizzazione del ponte dovevano essere ricavate dal contributo che il privato promotore della riqualificazione urbana di Villa Rendina, avrebbe corrisposto al Comune. Venendo a mancare per circa 2 milioni l’apporto del privato, almeno momentaneamente, abbiamo ritenuto di scegliere una tempistica diversa e più adeguata al principio di giusta e corretta valorizzazione delle risorse comunali”. Castelli entra poi nello specifico. “Abbiamo approvato la riqualificazione delle mura urbiche del centro storico. Da più parti infatti, si evidenzia un certo grado di ammaloramento della mura storiche cittadine, basti pensare al transennamento che riguarda la zona di Porta Cartara, quando dal ponte si va verso Lungo Castellano sulla sinistra. Si pensi alle famose sostruzioni, considerate nei secoli come una caratteristica distintiva di Ascoli. Nella zona dell’Annunziata verranno riqualificate e messe in sicurezza. Ai fini tecnici, inoltre, è stato approvato il progetto definitivo di recupero della Torre degli Ercolani, che si appresta ad essere l’unica torre visitabile anche da un punto di vista turistico e della circuitazione culturale della nostra città. Quindi un progetto che allude ad una maggiore valorizzazione dell’ostello e del palazzetto dei Longobardi, non solo ai fini ricettivi ma anche culturali”. “E’ stato approvato definitivamente anche il progetto di demolizione e ricostruzione della tribuna est dello stadio Del Duca – afferma Guido Castelli – alla luce del parere positivo del Coni. Ciò vuol dire che nei prossimi giorni, provvederemo alla stipula del mutuo con il Credito Sportivo, proprio perché l’ultimo frammento amministrativo che mancava per la composizione del puzzle progettuale è stato aggiunto mercoledì scorso dalla Commissione Impianti del Coni Nazionale”. “Un ulteriore lavoro significativo riguarda il completamento degli interventi di riqualificazione degli edifici scolastici, da sempre una delle priorità della mia amministrazione – sottolinea il sindaco – In tal senso, abbiamo operato scelte significative per ciò che concerne l’adeguamento e la messa in sicurezza della palestra del plesso in via Kennedy, e tutta una serie di adeguamenti di edifici scolastici che nel 2016 consentiranno  numerosi interventi importanti”. “La somma di 1 milione di euro circa è stata dedicata alla ordinaria e straordinaria manutenzione delle strade urbane ed extra urbane. Inoltre ci sarà un adeguamento degli impianti e dei sistemi di amplificazione che riguardano la sala della Ragione, l’Auditorium Montevecchi e l’auditorium del Polo S.Agostino. Previsti anche piccoli interventi per il Centro Alzheimer e via Adriatico”.
“Tutta una serie di interventi importanti e significativi che danno luogo ad una stagione per quanto riguarda gli interventi comunali che non sarà di flessione o di riduzione – conclude Guido Castelli – nonostante la grande messe di spese in conto capitale già consumata e sviluppata nel corso dei sei anni. Noi siamo e continuiamo ad essere convinti che attraverso questi lavori, oltre che obiettivi di riqualificazione e messa a sistema della città, aggiungano anche ragioni meritorie in favore delle imprese, che hanno quindi la possibilità di superare l’attuale stagione di crisi, anche confidando su lavori pubblici. Questi ultimi, un po’ ovunque in Italia, sono caduti in picchiata. Infatti gli investimenti fissi lordi della Pubblica Amministrazione sono precipitati del 40% negli ultimi 4 anni. Invece da noi hanno avuto picchi importanti. Da questo punto di vista l’ultima giunta ha avuto un particolare significato e rilievo”.
INAUGURATA AD ASCOLI LA MOSTRA DELL’ACCADEMIA MAIOLICARI
La ceramica come tratto distintivo della città di Ascoli. Sotto questa buona stella e’ nata la Mostra Mercato dell’Accademia Maiolicari, patrocinata dal Comune, inaugurata oggi presso la sala Cola dell’Amatrice. Evento che segna di fatto, la nascita di una nuova realtà, denominata appunto Accademia Maiolicari. Al taglio del nastro hanno partecipato il sindaco Guido Castelli, l’assessore comunale alla Cultura Giorgia Latini, il presidente della Accademia Andrea Maria Antonini e il Direttore della Pinacoteca Civica Stefano Papetti.
“La mostra appena inaugurata rappresenta un punto di partenza importantissimo per la nostra città – afferma il primo cittadino Guido Castelli –. La ceramica deve affermarsi come tipicità ascolana nel mondo, è questo l’obiettivo da raggiungere. L’Accademia Maiolicari ci darà una grande mano in tal senso. E’ evidente infatti che per mettersi insieme, come hanno fatto i componenti di quest’ultima, bisogna avere delle ragioni comuni”.
“Quella odierna è l’occasione per presentare l’Accademia che raccoglie la maggior parte dei ceramisti che operano ad Ascoli – dichiara il presidente dell’Accademia Maiolicari Andrea Maria Antonini -. Si deve rimettere la ceramica al centro delle attività comunali e  culturali. Vogliamo monitorare le opere del passato riproponendole in chiave moderna e inoltre ricominciare a lavorare di nuovo le forme. Ecco cosa vogliamo raggiungere”.
La mostra conta diverse centinaia di opere esposte, dei seguenti artisti: Monia Vallesi, Paolo Lazzarotti, I Biancucci, Sandro Canala, Luciano Caponi e Barbara Petrelli. L’esposizione sarà visitabile sino al 23 dicembre, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.

il taglio del nastro

il taglio del nastro

ceramica

ceramica