Adriana Schepis, “Spregiudicate”

Adriana Schepis, “Spregiudicate”

Grottammare – L’Associazione culturale Blow Up organizza la presentazione del libro Spregiudicate, di Adriana Schepis, ed. Imprimatur.

L’autrice ne discuterà con Silvia Casilio (Osservatorio di Genere) lunedì 4 gennaio 2016, presso la Biblioteca Comunale M. Rivosecchi di Grottammare (Ap).
Mentre le figure dei grandi seduttori, Casanova fra tutti, sono entrate nella leggenda, ammirate e invidiate da uno stuolo di emulatori, le donne che sono diventate famose per il numero dei loro amanti sono state di volta in volta etichettate come “libertine” nelle migliori delle ipotesi, “prostitute” – per non utilizzare termini ben più volgari – nelle peggiori. Una prospettiva limitata che è giunta l’ora di ribaltare, o per lo meno di illuminare secondo una nuova luce. Chi ha preso in mano questo volume con l’intenzione di nutrire lo stigma e il pregiudizio nei confronti delle donne seduttrici e libertine, ha sbagliato libro: se volete puntare l’indice contro di loro, quanto segue vi farà piuttosto cambiare idea. Perché le donne che Adriana Schepis racconta sono a modo loro delle rivoluzionarie, accomunate da una caratteristica imprescindibile che si accompagnava alla loro bellezza, anzi ne era la componente determinante: una acuta, profondissima intelligenza. È grazie a essa che la Bella Otero, Ninon de l’Enclos, Frida Kahlo e le altre sono riuscite a sedurre uomini tra i più colti del loro tempo, incantati dalla loro presenza di spirito e dalla loro brillantezza forse più che dalle loro forme armoniose. Ed è grazie a queste qualità che sono riuscite a cambiare quel piccolo o grande pezzo di storia di cui hanno fatto parte.

Adriana Schepis, "Spregiudicate"
Adriana Schepis, “Spregiudicate”
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com