Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 14:51 di Mar 18 Feb 2020

Ambiente e Salute nel Piceno soddisfatta del Consiglio Comunale monotematico sullo stoccaggio del gas

di | in: Cronaca e Attualità

Stoccaggio gas

image_pdfimage_print

San Benedetto del Tronto, 2015-12-11 – L’associazione Ambiente e Salute nel Piceno si dichiara molto soddisfatta dello svolgimento e dell’esito del Consiglio Comunale monotematico che la città di San Benedetto ha dedicato alla questione stoccaggio.

Il dibattito ha visto la partecipazione di tutti i gruppi politici presenti in consiglio comunale, di molte associazioni e dei consiglieri regionali Celani e Giorgini.

Tutti gli intervenuti hanno seguito l’impostazione che il presidente dell’associazione ha enunciato nel suo intervento introduttivo.

L’ordine giorno conclusivo, scaturito dal confronto tra amministrazione, gruppi e l’associazione è stato votato all’unanimità e riassume il lavoro svolto e, ribadito il no unanime allo stoccaggio.


Il Sindaco ha fatto propria la proposta scaturita dai consiglieri, di chiedere un’audizione ai capigruppo in Regione affinché l’ente si schieri senza riserve a sostegno delle richieste della città di San Benedetto.

Ci sembra inconcepibile che il Ministero tenga ancora in piedi la pratica nonostante la ripulsa del territorio.

Il futuro della città di San Benedetto deve essere scelto dai suoi cittadini. Il nostro futuro non può essere legato ad un pericoloso ed inutile impianto di stoccaggio, semmai alle nostre vocazioni naturali: turismo, pesca, piccola e media industria.

L’associazione Ambiente e Salute nel Piceno, anche in sede di consiglio comunale, ha ribadito che è preziosa l’unità del territorio che si esprime tramite l’impegno delle istituzioni e la capacità dei cittadini di difendere i loro diritti inalienabili quali salute, sicurezza proprietà e diritto d’impresa.

Dall’esito del consiglio comunale ci viene quindi un maggiore impulso a promuovere e raccogliere le sottoscrizioni agli esposti penali e civili che sono in corso di redazione dall’Unione Nazionale Consumatori.

Sono già un paio di centinaia le sottoscrizioni raggiunte ma vogliamo arrivare ad almeno a 500.

Quei personaggi e quelle forze che intendono, per interessi chiaramente speculativi, fare di San Benedetto un territorio di colonia sono avvisati. Tra l’incudine dell’azione istituzionale ed il martello delle famiglie e dei cittadini non ci sono spazi per avventure di sorta.

 

CITTADINI NON SUDDITI

 

clicca l’allegato

Signor Presidente del Consiglio

© 2015, Redazione. All rights reserved.




12 Dicembre 2015 alle 1:04 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata