I “Gigli e Gigliastri” incantano la sala San Carlo di Teramo

I “Gigli e Gigliastri” incantano la sala San Carlo di Teramo

Teramo – Sala gremita e standing ovation finale per“ 10 chiodi nel legno – Sulla cattiva strada con Dante e De André”, lo spettacolo portato in scena lunedì sera nella sala San Carlo di Teramo dall’associazione culturale di musica e teatro “ Gigli e Gigliastri” di Matera. Un evento organizzato da Zero Waste Teramo e ACS Teramo in collaborazione con il Comune e l’Università degli studi di Teramo e con il comitato Unicef teramano per sostenere la campagna raccolta fondi “ Bambini in pericolo” che garantisce istruzione, protezione e assistenza a milioni di bambini bisognosi. La rappresentazione, attraverso la compenetrazione di musica e teatro, che è l’espressione dello stile dei “ Gigli e Gigliastri” noti per portare sul palco storie diverse tra il repertorio di Fabrizio De André con testi propri scritti da Sergio Gallo e Dalia Gravela, è incentrata sul tema del peccato e trae spunto dai Vangeli apocrifi dal personaggio del ladrone buono Tito. Tutto inizia e tutto finisce sulla collina dove le leggi di Dio si scontrano con la realtà degli uomini. Tito, ladrone scanzonato e sagace si chiede sul punto di morte se il peccato è un errore rimediabile come afferma De André o una colpa grave da punire severamente come descrive Dante nella Divina Commedia. E lo fa da uomo ripercorrendo i momenti della sua vita in uno scenario senza tempo mentre la coscienza collettiva nelle parole di Dante reclama pene esemplari per i peccatori. E’ nella croce che Tito troverà una risposta al suo interrogativo. La rappresentazione che ha visto l’esibizione di Sergio Gallo nel ruolo di Tito, di Dalia Gravela in quello di Dante e dei musici Francesco Galizia, Vito Mercadante e Donatella Olivieri viene portata in scena per la seconda volta.

“ E’ stata un’emozione grande portare, dopo l’esordio a Matera, il nostro spettacolo al di fuori dei confini della nostra regione” – ha affermato Sergio Gallo – “ Quella di stasera a Teramo rappresenta per noi un’occasione molto importante che ci introduce in un circuito artistico di grande spessore nell’ambito del quale speriamo di presentarci nuovamente. A febbraio replicheremo a Matera, e poi stiamo organizzando un piccolo tour che dovrebbe portarci ancora in Abruzzo, e poi nelle Marche, in Toscana e in Puglia”. Soddisfazione per Luciana Del Grande organizzatrice dell’evento per la risposta del pubblico. “ Ho avuto il piacere di apprezzare il talento e la passione di questo gruppo di artisti fantastici e ho voluto farli conoscere agli estimatori di De André di casa nostra” – ha dichiarato Del Grande – “ Vedere la sala San Carlo gremita di gente che si è emozionata insieme a me per novanta minuti, in un’atmosfera insolita e toccante, è stato un colpo d’occhio bellissimo. L’inchino al pubblico dei Gigli & Gigliastri a fine spettacolo era in realtà quello di ciascuno di noi alla loro grande professionalità musicale e recitativa. Ad assistere allo spettacolo, oltre ai cittadini teramani, sono intervenute persone dei comuni limitrofi e della provincia di L’Aquila.Ho il piacere di anticipare che il gruppo materano sarà di nuovo a Teramo a primavera. Un ringraziamento al Presidente del Comitato UNICEF della Provincia di Teramo, Amelia Rubicini, per la preziosa collaborazione e per il grande impegno profuso a favore dei bambini in pericolo di tutto il mondo, e alla Direttrice di ACS Teramo, Eleonora Coccagna, che ha contribuito alla realizzazione dell’evento”. Nel pubblico erano presenti anche il sindaco di Montorio al Vomano Gianni Di Centa e il prorettore dell’Ateneo teramano Dino Mastrocola che ha manifestato grande apprezzamento per la performance. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com