Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 14:35 di Mer 16 Ott 2019

da Legio Picena Rugby San Benedetto

di | in: Il Mascalzone Sportivo

u14 2016 03 13

image_pdfimage_print

SAN BENEDETTO DEL TRONTO –

gare del 13/03/2016:

– Under 14:
Legio Picena Rugby San Benedetto – Banca Macerata Rugby: 7 – 5
Legio Picena Rugby San Benedetto – Fenice Fermo: 24 – 0
– Under 16:
Legio Picena Rugby San Benedetto – Fabriano Rugby: 19 – 7

categoria Under 14
Triangolare di Fermo, con LEGIO PICENA – FENICE FERMO – BANCA MACERATA

LEGIO PICENA – BANCA MACERATA 7 – 5
LEGIO PICENA – FENICE FERMO 24 – 0

In uno scenario novembrino, contrassegnato da cielo plumbeo, folate di vento e
pioggerellina battente, la Legio Picena fa suo il raggruppamento di Fermo
vincendo entrambe le gare in programma.

Ancora decimati i rossoblu, che, rispetto alla settimana precedente,
recuperano Silvestri ma perdono in extremis anche Merli, indisponibile, oltre a
Chiarini, lasciato ai box dalla frattura alla clavicola rimediata contro il
Pesaro. Squadra sempre più rivoluzionata con gli spostamenti di Spinozzi a
mediano di mischia, Palamara tallonatore e Cappelletti in seconda linea, e le
conferme di Di Teodoro all’apertura e Dal Monte a trequarti ala.

Nella prima partita contro Macerata, la Legio Picena parte con il freno tirato
e, già pochi minuti dopo l’avvio, cede possesso e territorio agli avversari, i
quali al contrario prendono sicurezza e, giusto nell’ultima azione del tempo,
vanno a realizzare la meritata meta del 5-0.

Alla ripresa, la gara si accende, con i rossoblu che si svegliano dal torpore,
ma con i maceratesi che continuano a giocare in maniera disinvolta e coraggiosa
e ribattono colpo su colpo su un campo sempre più pesante.  Proprio allo
scadere, anche con un pizzico di fortuna, La Forgia interpreta bene il rimbalzo
dell’ovale sul terreno e va a segnare in mezzo ai pali. La successiva
trasformazione di Silla suggella il 7-5 finale.

Nella seconda gara del triangolare, grande impresa della Fenice Fermo, che
ribalta il punteggio parziale di 0-19 e, con tre realizzazioni nelle battute
finali, ha la meglio sugli affaticatissimi maceratesi, portando a casa un
clamoroso 21-19.

La finalissima fra Legio Picena e Fenice Fermo ha riproposto all’inizio il
meglio ed il peggio delle due squadre. I fermani sono ripartiti in maniera
arrembante, contro i sambenedettesi di nuovo timidi ed attendisti. La sfuriata
dei padroni di casa si rivela però un fuoco di paglia, con i rossoblu che
prendono saldamente le redini della gara e la chiudono ben presto con le
quattro segnature che, nell’arco di pochi minuti, marcano il definitivo 24-0
sul tabellone.

Legio Picena dunque vittoriosa, ma lontana dai propri standard, anche perché
decimata nei propri effettivi ed un po’ disorientata dai numerosi cambi di
ruolo. Grande onore va comunque riconosciuto alle squadre avversarie: sia agli
sfortunatissimi maceratesi, battutisi con grande impegno ed entusiasmo, sia ai
padroni di casa della Fenice Fermo, i quali, dopo un avvio di stagione molto
stentato, cominciano a prendersi le prime soddisfazioni.

Formazione base messa in campo quest’oggi dalla Legio Picena: La Forgia; Dal
Monte, Bollettini Mirco, Silvestri, Del Gatto; Di Teodoro, Spinozzi;
Sciocchetti; Cappelletti, D’Erasmo; Bollettini Matteo, Palamara, Silla.

Domenica prossima il torneo osserverà un turno di riposo, poi mercoledì 23
recupero infrasettimanale del raggruppamento saltato in gennaio causa maltempo
in casa dell’ARA Ascoli.


u16 2016 03 13

u16 2016 03 13

categoria Under 16 – girone Marche
quarta giornata del girone di ritorno

LEGIO PICENA RUGBY SAN BENEDETTO – FABRIANO RUGBY: 19 – 7

Formazione Legio Picena Rugby: D’Alba, Marini, Di Giacomo, Simoncini, Zbidi,
Del Gatto, Piunti, Schinchirimini, Morlacca, Iena, Sgrilli, Maloni, Mignucci,
Nasini, Bulgini; a disposizione: Maravalli.

I punti della Legio Picena sono frutto di tre mete, segnate da Schinchrimini,
Iena e Piunti, e di due calci di trasformazione realizzati da Del Gatto.

In avvio di gara la Legio Picena riesce subito ad andare in meta sfruttando la
mischia, fallendo però la trasformazione.

Il Fabriano non molla e ce la mette tutta per rimontare, e ci riesce a dieci
minuti dalla fine del primo tempo, segnando una meta e mettendo in mezzo ai
pali il pallone della successiva trasformazione; il primo tempo finisce così
sul 5 – 7.

Nel secondo tempo, molto combattuto, la Legio Picena raddrizza il risultato e
lo mette al sicuro, sfruttando al meglio il suo predominio in mischia per
andare a segno altre due volte, realizzando stavolta entrambi i calci di
trasformazione, e chiudendo l’incontro con una meritata vittoria, per la quale
è giusto dar merito anche agli allenatori Sabian, Luca e Massimiliano, che
lavorano tutta la settimana per far si che i ragazzi possano poi esprimersi al
meglio la domenica in campo!

© 2016, Redazione. All rights reserved.




16 Marzo 2016 alle 0:59 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata