dal Piceno

dal Piceno
2016-03-25
Cresce il portale di Piceno 360 gradi
 

Provincia, Comuni e Associazioni insieme per l’accoglienza sul territorio

Il Progetto “Piceno 360 gradi”, promosso dalla Provincia per valorizzare l’intero territorio dal punto di vista turistico e culturale, registra un’ulteriore e importante tappa con la crescita del portale www.piceno360.com che si arricchisce di nuovi ed interessanti contenuti ed opportunità al servizio dei 33 Comuni, delle Pro Loco e degli operatori del settore. Da oggi, è infatti on line, la nuova sezione eventi che raccoglie in agili schede sintetiche corredate da immagini, gli appuntamenti, le manifestazioni, le iniziative di rilevanza provinciale organizzati dai Comuni e da altre realtà locali.

La Provincia mette così a disposizione un ulteriore prezioso e potente strumento per dare visibilità in maniera unitaria sul web alle iniziative del territorio puntando sulle risorse multimediali del portale di Piceno 360 gradi che offre, tra l’altro, lo spettacolare tour virtuale aereo girato con droni dal mare ai Sibillini, che permette di “visitare” tutti e 33 i Comuni del territorio in modo interattivo regalando un’esperienza unica. Senza dimenticare il video promozionale inserito anche sul canale You Tube ed altre funzionalità.

Oltre alla sezione eventi, che costituirà veramente una bussola per orientarsi tra le tante proposte di Comuni e associazioni che spaziano dai concerti, mostre, eventi folkloristici, rievocazioni storiche, manifestazioni e fiere enogastronomiche, verrà messa a disposizione una pagina Facebook e si procederà anche a diffondere ulteriormente il portale nei motori di ricerca e sui social network. Sul portale verranno inoltre messe a disposizione brochure e altri materiali su musei, percorsi, itinerari culturali, artistici, enogastronomici, artigianali e religiosi, in versione Italiano/Inglese.

Per far crescere sempre più il portale, la Provincia conta sulla collaborazione delle Amministrazioni comunali che hanno già cominciato a far pervenire segnalazioni di informazioni, in particolare, intende coinvolgere in maniera sempre più proficua e costruttiva gli Assessori o i Consiglieri delegati al Turismo e alla Cultura che, insieme ai Presidenti delle Pro Loco e ai responsabili delle associazioni di categoria e di altre realtà del settore, possono dare un contributo fondamentale di sinergie, impegno e progettualità.

In questa prospettiva, la Provincia nella sua nuova veste di Ente di Area Vasta, intende porsi in questo ambito come “Casa dei Comuni” per un percorso condiviso volto a mettere a sistema tutte le potenzialità presenti con l’obiettivo di fare del Piceno una destinazione turistica di sempre maggiore competitività ed impatto. 

Maltempo: la Provincia ha richiesto la dichiarazione di stato di emergenza
Strada Franata
Smottamenti e danni alla rete viaria provinciale e comunale
Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo ha deciso di chiedere, insieme ai sindaci del Piceno, alla Regione Marche di attivarsi presso la Presidenza del Consiglio del Ministri – Dipartimento di Protezione Civile per ottenere la dichiarazione dello stato di emergenza. Tale richiesta è stata inoltrata ieri alla luce dei gravi danni sul territorio provocati dalle forti piogge che hanno compromesso ulteriormente l’assetto idrogeologico di un territorio fragile, bisognoso di interventi strutturali e già interessato, a più riprese negli anni precedenti, da calamità che hanno indebolito ulteriormente le infrastrutture viarie e logistiche.I tecnici della Provincia e dei Comuni prontamente intervenuti per le azioni di ripristino e un primo monitoraggio della situazione hanno riscontrato pesanti criticità diffuse su tutta la rete viaria provinciale e comunale colpita specificatamente e, in molteplici tratti, da frane e smottamenti. Si sono anche aggravati fenomeni erosivi lungo la costa e si segnalano problematiche e disagi per la popolazione con strutture e impianti produttivi agricoli, industriali e turistici danneggiati. Notevoli sono stati anche i danni riscontrati sui corsi d’acqua dove si sono registrate esondazioni e fenomeni erosivi.

“Questo Ente – scrive il Presidente D’Erasmo nella richiesta inviata al Presidente della Regione e per conoscenza alla Prefettura di Ascoli Piceno – ha immediatamente messo in campo tutte le risorse umane e strumentali disponibili, tuttavia insufficienti a fronteggiare la situazione che, per intensità ed estensione, eccede le capacità e le potenzialità della Provincia. L’ennesima ondata di maltempo – prosegue D’Erasmo nella missiva – ha confermato la vulnerabilità del territorio e la necessità, sempre più impellente, di intervenire sinergicamente nell’adozione di provvedimenti in grado di contenere quanto più possibile, i potenziali danni causati da eventi di tale intensità e portata”.

“Vorrei ringraziare tutti i dipendenti della Provincia – afferma D’Erasmo – che si sono immediatamente mobilitati con impegno per gestire l’emergenza lavorando per riattivare il transito sulle strade interrotte ed eliminare le situazioni di pericolo. La mia gratitudine va anche ai Comuni che hanno aiutato la Provincia nelle operazioni di ripristino con propri mezzi e personale. La Provincia sta facendo con i propri tecnici un’attenta ricognizione dello stato dei danni, rilevazione che verrà inviata il più presto agli Enti competenti”.

 

Provincia, avviso di asta pubblica per la vendita di immobili
Palazzo San Filippo
Operazione di rilievo per le finanze e il rilancio dell’Ente
L’Amministrazione Provinciale comunica che si è dato corso, mediante procedura di evidenza pubblica, tramite pubblico incanto, all’avviso di vendita di tre unità immobiliari ubicate all’interno di palazzo San Filippo, adibite a sede della Prefettura. Si precisa che sussiste il vincolo di destinazione degli immobili per fini istituzionali secondo quanto previsto dalla normativa vigente e dalla competente commissione Ministeriale. Il prezzo a base d’asta è stato fissato a 2 milioni e 700 mila euro.Si tratta di un’operazione di straordinaria importanza per l’Ente, già pianificata da tempo e perfettamente coerente con le linee d’intervento dettate dal piano delle alienazioni approvato dal Consiglio Provinciale nel novembre 2015. Tale vendita consentirà, infatti, di ridurre notevolmente il disavanzo di amministrazione nella misura di circa i due terzi ponendo le basi indispensabili per conseguire gli obiettivi intermedi correlati al piano di riequilibrio economico finanziario della Provincia. Inoltre, con quest’ azione c’è la possibilità di accelerare l’uscita, probabilmente entro l’anno in corso, dallo stesso piano di riequilibrio con significativi ed evidenti vantaggi in termini di rafforzamento dell’azione amministrativa e della capacità dell’Ente di fare investimenti sul territorio e di favorire lo sviluppo dell’economia locale. Questo percorso scelto dalla Provincia di Ascoli Piceno è stato anche posto in essere da altre Province, tra cui quelle di Pisa e di Chieti, che hanno proceduto all’emanazione di bandi di gara pubblica per l’alienazione del Palazzo del Governo. Contestualmente sono state avviate trattative, coerenti con il regolamento vigente delle alienazioni, per la vendita dell’immobile di C.so Mazzini le cui aste sono andate deserte.

I soggetti pubblici e privati interessati dovranno far pervenire le offerte contenenti la documentazione richiesta dall’avviso d’asta immobiliare pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente entro le ore 12 del giorno 22 aprile 2016 presso il seguente indirizzo: Provincia di Ascoli Piceno – Servizio Edilizia Scolastica e Patrimonio – P.zza Simonetti n. 36 – 63100 Ascoli Piceno.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com