Educazione e Sport: il 21 marzo seminario all’UniUrb

Educazione e Sport: il 21 marzo seminario all’UniUrb

Urbino – Il Programma Erasmus+ da alcuni anni ha posto l’accento sull’importanza delle attività sportive in ambito educativo, includendo tra gli ambiti di azione, accanto a Istruzione, Formazione e Gioventù, anche lo Sport, che dispone di linee di finanziamento ad hoc.

A livello europeo la tematica è considerata portatrice di principi educativi che sviluppano la cittadinanza attiva e rafforzano valori come solidarietà, tolleranza, fair play e correttezza. Di questo argomento si parlerà al seminario “Itinerari educativi nello sport”, organizzato da Indire- Unità Epale Italia in programma lunedì 21 marzo presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Aula Magna Volponi (via Saffi n. 15).

Da molti anni scuole, università e istituzioni impegnante nell’educazione degli adulti hanno realizzato progetti di cooperazione europei dedicati al tema dello sport. “Solo in Italia- dichiara Flaminio Galli, direttore dell’Unità e di INDIREdal 2007 sono state circa 600 le partnership volte ad aumentare la consapevolezza dei benefici dell’attività fisica per la salute e dello sport come mezzo importante per superare barriere sociali. Lo sport infatti rappresenta uno strumento di inclusione sociale e di integrazione delle diversità”.

Durante l’incontro saranno presentate buone pratiche nell’ambito dei programmi comunitari per i settori dell’istruzione e della formazione collegate all’ambito sportivo e realizzate da associazioni, federazioni sportive, enti locali per una migliore consapevolezza delle ricadute positive dello sport sulla società e nell’Educazione degli Adulti.

L’obiettivo del seminario è presentare la piattaforma europea EPALE – Electronic Platform for Adult Learning in Europe, la community online nata nel 2015 e dedicata all’apprendimento degli adulti. Attraverso relazioni di esperti ed esperienze, si traccerà un percorso di riflessione dei buoni risultati raggiunti e degli sviluppi da perseguire a livello locale e nazionale. Interverranno per l’Università di Urbino: il prof. Marcello Pierini, sul tema sport in Europa, il prof. Ario Federici,su sport come strumento di inclusione sociale per i detenuti, la Prof.ssa Sofia Tavella che parlerà della mente nel campo-giochi evolutivo. Interverrà inoltre Paolo Crepaz,della rete Sportmeet sull’educazione attraverso lo sport. Per l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, Michelangela Ionna illustrerà l’esperienza dell’USR. È anche prevista una testimonianza di Giuseppe Ottaviani, l’atleta più longevo italiano, (ospite anche nell’ultima edizione del Festival di Sanremo).

Il seminario, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, il Centro Europe Direct Marche e l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, ha in programma, nella sessione pomeridiana, moderata dalla Dott.ssa Gianna Prapotnich, dello stesso USR, la presentazione di alcune buone pratiche europee e prevede la partecipazione di circa 200 persone fra insegnanti, formatori, volontari e operatori del settore che operano a livello locale e nazionale.

Urbino, 18 marzo 2016

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com