Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 22:22 di Sab 19 Ott 2019

Fabio Urbinati: “Maggiori garanzie e trasparenza sia per gli utenti che per le imprese”

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Fabio Urbinati

image_pdfimage_print

UNA RISOLUZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLE MARCHE SULLE VENDITE ONLINE E SUL MERCATO DIGITALE

 

Ancona – Il Consiglio regionale approva la proposta di risoluzione relativa a determinati aspetti della vendita online e di altri tipi di commercio a distanza. Il relatore di maggioranza Fabio Urbinati: “Maggiori garanzie e trasparenza sia per gli utenti che per le imprese”.

L’Assemblea legislativa delle Marche ha approvato una proposta di risoluzione avente ad oggetto specifici aspetti dei contratti di vendita online, commercio digitale e altre tipologie di vendita a distanza di beni. Una risoluzione che prende le mosse dalla relazione, svolta dalla seconda Commissione consiliare, sul programma di lavoro della Commissione UE 2016 concernente proprio il commercio per via digitale.


Il principale obiettivo della risoluzione, sulla quale hanno relazionato in Aula i consiglieri Fabio Urbinati (Pd) e Piero Celani (FI), è quello di garantire certezza giuridica alle imprese che operano sul mercato online, uniformando il più possibile le legislazioni in materia dei vari Paesi, e avvicinare le aspettative di imprese e consumatori.

“Si tratta di un documento molto importante – ha commentato il consigliere Pd Fabio Urbinati – che punta a fare chiarezza in un mercato in grande crescita e a contrastare la contraffazione e i rischi di truffe digitali”.

Tra le osservazioni fornite dalla risoluzione, quella di estendere la previsione normativa anche ai servizi (non soltanto ai beni) e l’introduzione di una etichetta europea del commercio online.

“Un contributo di trasparenza e sicurezza anche per le imprese marchigiane, in special modo quelle dell’artigianato e dell’agroalimentare, che intendano affacciarsi a questo settore in forte crescita – ha affermato Urbinati – e, complessivamente, maggiori garanzie sia per le imprese che per gli utenti”.

© 2016, Redazione. All rights reserved.




23 Marzo 2016 alle 1:52 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata