dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2016-04-29

INTERNET DAY, LA REGIONE PRESENTA IL NUOVO PORTALE ISTITUZIONALE

 

Un sito completamente rinnovato che permette di cogliere tutte le opportunità offerte dall’amministrazione regionale e informa ogni cittadino, senza alcuna discriminazione, con modalità chiare, comprensibili ed omogenee. In occasione dell’Internet Day (il 30 aprile 1986 l’Italia per la prima volta si è connessa ad Internet) la Regione ha presentato il nuovo portale istituzionale fondato sulla riorganizzazione della comunicazione digitale.

In presenza dell’assessore all’Informatica e reti Ict, Fabrizio Cesetti, del capo di Gabinetto e segretario generale della Regione, Fabrizio Costa, e della Dirigente PF Sistemi Informativi e Telematici, Serenella Carota, oggi pomeriggio nella sede regionale sono stati illustrati progetto e caratteristiche del nuovo sito web. “Responsive”, ovvero progettato anche per la navigazione da dispositivi mobili, accessibile, ispirato alle recenti linee guida AgID di design per la PA, il nuovo sito è in linea con la strategia di massima trasparenza del nuovo piano di comunicazione regionale. Realizzato a costo zero esclusivamente con risorse interne mettendo a sistema le eccellenze tecniche e comunicative dell’ente.

Rivisitati i 261 siti precedentemente esistenti – che via via verranno riassorbiti nel nuovo portale – e rese omogenee grafica, struttura e modalità di fruizione e pubblicazione dei contenuti (precedentemente distribuiti in diversi portali tematici), il nuovo sito è stato riprogettato sotto molteplici aspetti. Il risultato principale è la presentazione di un nuovo percorso semplificato, denominato Regione Utile, fondato sull’integrazione di tutti i sistemi internet ed intranet della comunicazione, che si articola attraverso diciotto temi di interesse per il territorio, arricchiti da informazioni contestualizzate, su bandi, appalti, news, eventi, comunicati stampa, servizi online, contatti, pagine di approfondimento e tanto altro.

La realizzazione del nuovo sito istituzionale di Giunta ha rappresentato l’azione più evidente del nuovo Piano di comunicazione 2016. Per la prima volta la razionalizzazione in ottica unitaria della comunicazione e dell’informazione online diventa obiettivo della funzione politica.

Ha espresso soddisfazione l’assessore Fabrizio Cesetti, perché il nuovo sito riesce a sintetizzare tre linee programmatiche dell’esecutivo: trasparenza, semplificazione e razionalizzazione. “Internet è diventato parte integrante della sfera di azione della comunicazione pubblica – ha sottolineato Cesetti – rappresenta uno strumento strategico per il miglioramento della relazione tra amministrazione e cittadino grazie alle sue essenziali caratteristiche di estrema velocità, connettività universale, costi contenuti ed elevata interattività. La comunicazione e la presenza istituzionale on line permette alla Pubblica Amministrazione di dialogare con i cittadini, tutti senza alcuna disparità, dare conto dell’operato della Regione per il cittadino, rilevare necessità e gradimento affiancandosi alle modalità più tradizionali di informazione ed erogazione dei servizi”.

Il portale è suddiviso in tre sottosezioni principali, che corrispondono ad altrettante possibilità di navigazione:

In primo piano” – è la sezione che ha anche funzione di home page per l’informazione e la comunicazione, organizzata come contenitore di notizie – comunicati stampa, rassegna stampa, contenuti veicolati verso i social media, rivista on line – e di eventi destinati direttamente al cittadino, con particolare riferimento alle opportunità per il territorio come bandi e concorsi.

Regione Utile” – rappresenta, con una grafica intuitiva e gradevole, i 18 temi di interesse, declinati in focus di dettaglio. Il tema è un’aggregazione informativa omogenea, cui viene abbinato un canale tematico navigabile di riferimento, che raccoglie e permette la condivisione di contenuti di approfondimento, attraverso parole chiave o frasi sintetiche relative al tema trattato. Tali approfondimenti rappresentano i focus prioritari, strumenti veloci che cercano di rendere dinamica, immediatamente e facilmente fruibile l’informazione specifica di interesse. Per ciascun focus viene creata una pagina dedicata (e se necessario ulteriori sottopagine o una declinazione per “TAB” dei contenuti associati) con approfondimenti normativi, operativi, nominativi e recapiti di contatto. Oltre ai focus, ciascun tema raccoglie e presenta anche i servizi on line di settore offerti al cittadino o all’utente finale, per migliorare e semplificare l’accesso alle procedure amministrative inerenti le specifiche materie di intervento e competenza regionale.

La sezione viene arricchita dinamicamente dai contenuti dei bandi, delle opportunità per il territorio, dalle news, dagli eventi, dai comunicati e qualunque altra informazione inserita nel sistema opportunamente caratterizzata dal tag tematico di riferimento. Il valore aggiunto della metafora di comunicazione tema-focus è la possibilità di offrire informazioni selezionate in un unico luogo, sebbene reperite da fonti diverse, creando un archivio sempre attuale del sapere specifico.

Entra in Regione” – permette di accedere ai contenuti di natura più istituzionale. Vengono presentati Presidente e Giunta, deleghe assessorili, Assemblea legislativa, organigramma delle strutture regionali. Pubblicate tutte le risorse utili prodotte per finalità di informazione e trasparenza amministrativa (atti, BUR, avvisi, concorsi, programmazione regionale, etc.) – sebbene alcuni di questi contenuti appaiano già anche nelle altre sezioni (regione utile o in primo piano).

Il portale inoltre presenta (in alto a destra) i link di accesso a quei contenuti obbligatori per legge o comunque consigliati dalle linee guida della comunicazione pubblica ovvero le sezioni:

·         “Amministrazione trasparente” dedicata alla trasparenza amministrativa ed agli adempimenti per la prevenzione della corruzione

·         “Come fare per” che presenta in maniera organica i singoli procedimenti gestiti dall’ente per mezzo del sistema ProcediMarche.

Appare (in alto a sinistra), la possibilità di accedere alle informazioni sfruttando le funzionalità avanzate del nuovo motore di ricerca interno del sito, finalmente in grado di navigare su tutti i contenuti pubblicati dalla Regione Marche, disponibili in un unico punto di accesso istituzionale e tematico.

 

La rivista Motociclismo dedicherà 50 pagine alla nostra regione nel numero di giugno

 

TUTTE LE MARCHE IN MOTO, UN TOUR TRA LE BELLEZZE

Un percorso di 1500 km e 120 Comuni visitati in una settimana, dal 2 maggio    

 

Partiranno da Tavullia, tappa d’obbligo, quasi un pellegrinaggio per chi ama il motociclismo e il più grande campione-simbolo Valentino Rossi per toccare poi, a tappe di 200 km al giorno, 120 comuni marchigiani in una settimana. Dieci centauri, o meglio una piccola redazione del mensile Motociclismo (160 mila copie di tiratura) dal 2 al 9 maggio girerà in lungo e in largo le Marche per testare delle super moto sulle strade panoramiche della nostra regione.  Un progetto  promosso dalla Regione Marche e ideato dalla rivista che dedicherà alle Marche ben 50 pagine con molti servizi fotografici nel numero di giugno, dopo aver chiesto all’assessorato regionale al Turismo di tracciare un ideale itinerario che comprendesse bellezze naturali e architettoniche,  storia, tradizione, ottima accoglienza ma anche sostegno logistico, assistenza  e ospitalità.  Si tratta di una comparativa di moto della tipologia “sport tourer” : KTM 1290 Super Duke GT   – Kawasaki Z1000SX; Suzuki GSX-S1000F; BMW R 1200 RS; BMW S 1000 XR; MV Agusta Turismo Veloce;   Ducati Multistrada; Triumph Tiger Sport da confrontare su diverse tipologie di tracciati stradali.  I bikers saranno ospitati nelle località sedi di Bandiera Arancione che rappresentano l’eccellenza dei piccoli centri turistici dell’entroterra. L’obiettivo, infatti,  è quello di valorizzare al massimo i pregi turistici delle Marche, con proposte mirate  al vasto pubblico di appassionati di motociclismo e mototurismo.

index

“Le Marche possono essere considerate una meta ideale per il moto turismo – ha affermato l’assessore al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni – per il loro territorio dai paesaggi sempre diversi:  colline, montagna , promontori sul mare e vallate poco urbanizzate, litoranee e lungomari di grande impatto visivo. Insomma potranno scoprire una terra particolarmente vocata per gli amanti delle due ruote, non dimenticando che la tradizione motoristica affonda antiche radici, da Pesaro a Macerata che hanno dato illustri campioni ai nuovi talenti ascolani. L’uscita di questo articolo sarà sicuramente una promozione preziosa per incentivare il mototurismo nella stagione estiva.”

Il tour, naturalmente, toccando nei primi due giorni moltissimi comuni del Pesarese si fermerà in un altro luogo “sacro” e caro ai motociclisti: a Pesaro i  Musei Benelli e Morbidelli per proseguire poi per Urbino e dintorni, Gradara , Gabicce e moltissime altre località. Per poi scendere il 3 maggio verso, Fano, Senigallia,Corinaldo; il 5 maggio raggiungeranno Ancona e la Riviera del Conero. Il 6 maggio saranno nella provincia di Macerata fino al Lago di Fiastra per poi ripartire per Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e quindi a Fermo il 9 maggio.

“Stiamo vivendo un momento particolarmente felice di interesse verso la nostra regione – sottolinea Pieroni – c’è una grande attenzione mediatica anche su autorevoli quotidiani stranieri, segno che il lavoro  di promo commercializzazione di tutti i territori, cioè dell’intero sistema turistico marchigiano, sta dando i suoi frutti attraverso una vasta gamma di strumenti di comunicazione.“

Anche recentemente The Guardian è ritornato sulle Marche  segnalando  i Sibillini come uno dei luoghi per gli amanti del Trekking e  The Telegraph  ha scelto Gabicce e il Parco S. Bartolo tra i venti luoghi di mare da conoscere, oltre  ai numerosi articoli che promuovono le mostre del Giubileo di Ascoli Piceno e Osimo. La scorsa settimana il tour operator austriaco Prima Reisen ha organizzato con ENIT un press tour con i più importanti quotidiani austriaci mentre la Regione ha partecipato a 4 workshop all’estero: Stoccolma, Copenaghen, Riga e Monaco di Baviera.  La prossima settimana il progetto Terre di Piero sarà oggetto di un focus  sul turismo culturale a Bologna, alla presenza del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Sempre questa settimana sarà in visita nella regione Umberto Torelli del Corriere della Sera che ha particolare interesse per i Cammini religiosi interregionali; quindi  arriverà tra pochi giorni la giornalista tedesca Heike Weickler free lance per note testate come Die Welt e Stern,  inviata da ENIT che ha suggerito di scoprire le Marche e le attività esperienziali. (ad’e)

 

Il percorso del tour in moto  su Google drive : https://drive.google.com/open?id=11iWD3jxCizv4jMaf0qCUhtI8TaU&usp=sharing

 

 

Gli Ospedali  Riuniti di Ancona impegnati nella lotta ai lunghi tempi di attesa

Potenziamento dell’attività di diagnostica per immagini dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona

Dalla prima settimana di maggio e per un periodo sperimentale di due mesi, tutte le grandi macchine diagnostiche presenti nell’Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti di Ancona lavoreranno dodici ore al giorno per sei giorni alla settimana e quindi dalle ore 8,00 alle ore 20,00 di tutti i giorni da lunedì a sabato compreso.

Le prestazioni aggiuntive che verranno svolte riguardano le seguenti attività:

– Risonanza magnetica colonna e cerebrale;

– Tac Torace e addome;

– Risonanza magnetica ginocchio e caviglia adulti presso il Salesi;

– Ecografia del capo e collo;

– Ecografia addome;

– Ecocolordoppler dei vasi periferici;

– Mammografia fino alle ore 14,00 del sabato;

– Ecocolordoppler dei tronchi sovraortici.

La sperimentazione gestionale, resasi possibile grazie all’impegno e alla disponibilità dei medici e degli altri operatori facenti parte del Dipartimento di Scienze Radiologiche diretto dal Dott. Giorgio Ascoli, permetterà di aumentare mensilmente l’offerta di prestazioni dedicate ai cittadini esterni di 550 esami pari ad oltre il 10% del totale.

Le prestazioni saranno quelle di “primo accesso” nel rispetto delle classi di priorità (B=breve, D=differibile, P=programmabile), seguendo le prenotazioni che verranno effettuate dal CUP Regionale tramite il numero verde 800 – 098 – 798 ovvero servendosi degli sportelli degli Ospedali di Torrette e Salesi.

“Oltre alla buona qualità dell’assistenza che svolgiamo – afferma il direttore generale dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona Michele Caporossi – cerchiamo di corrispondere, con tangibili azioni di miglioramento, allo sforzo messo in campo dalla Regione per rendere più accessibili le prestazioni diagnostiche. Se, per le prestazioni urgenti, la presa in carico del cittadino è immediata, per le altre, i tempi di attesa sono spesso troppo lunghi. La nostra azione, come Azienda Ospedaliera, può essere primariamente quella di far lavorare a pieno ritmo tutte le macchine, fermo restando che il problema si può risolvere solo con un’azione coordinata tra chi prescrive, che deve evitare qualsiasi  prestazione inappropriata e non necessari, e chi eroga l’assistenza. I progressi, che in pochi mesi si stanno facendo nella nostra Regione, sono il segno tangibile che questa battaglia si può vincere. Se i risultati della sperimentazione saranno quelli sperati, si valuterà la possibilità di rendere stabile il livello di offerta raggiunto”.

 

 

MARTEDI’ 3 MAGGIO AL PALAROSSINI DI ANCONA, REGIONE, CONI E ANCI MARCHE PRESENTANO IL CENSIMENTO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI

 

Martedì 3 maggio 2016, alle 9.30 presso il PalaRossini – Strada Cameranense, Ancona – Regione, Coni Marche e Anci Marche organizzano l’incontro “Censimento degli impianti sportivi: uno strumento al servizio dello sport e non solo”. Interverranno il presidente della Giunta regionale, Luca Ceriscioli, il presidente regionale Coni Marche Germano Peschini, il presidente Anci Marche, Maurizio Mangialardi. Sono previste inoltre le relazioni di Alberto Miglietta, amministratore di Coni servizi spa, sulle caratteristiche del progetto di censimento, di Maurizio Zallocco sull’Osservatorio degli impianti sportivi nelle Marche, di Valentina Calvani, responsabile nazionale Coni per il progetto di censimento degli impianti, che approfondirà due casi di geomarkentig: il nuoto e il rugby. Concluderà i lavori, Fabio Sturani, componente Giunta nazionale Coni. Il censimento, anche grazie al portale messo a punto nell’ambito del progetto, si propone come strumento utile per valutazioni e programmazioni future, basate sulla distribuzione degli impianti sul territorio.

 

 

Accordo di collaborazione sanitaria fra la Repubblica di san Marino e la Regione Marche

 

 

un momento della firmaun momento della firma

(SAN MARINO) –  Si è svolta questa mattina, a Palazzo Begni la cerimonia di firma dell’Accordo di collaborazione in campo sanitario e socio sanitario fra la Repubblica di San Marino e la Regione Marche, preceduta da un articolato colloquio tra il Segretario di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale, Francesco Mussoni, il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini e il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, accompagnati dalle rispettive delegazioni. Il Segretario di Stato Mussoni e il Presidente della Regione Marche Ceriscioli, hanno dunque sottoscritto l’importante intesa che si prefigge di promuovere, favorire e sviluppare la reciproca collaborazione e cooperazione nei settori sanitari e socio-sanitari, a sostegno delle strutture operanti sul territorio della Repubblica di San Marino e della Regione Marche, nonché nell’ambito dei programmi approvati dall’Unione Europea.

L’Accordo prevede altresì una collaborazione nel settore della prevenzione nei luoghi di vita e di lavoro, nel campo della ricerca e dell’ innovazione tecnologica, per favorire e implementare un utile interscambio professionale. Significativa è la previsione della reciprocità e dello scambio di prestazioni ambulatoriali e di degenza, in analogia a quanto esistente con le Aziende Sanitarie della Regione Emilia Romagna; uno scambio che consentirà ai cittadini sammarinesi di poter effettuare prestazioni nelle Aziende Sanitarie della Regione Marche, ma anche la possibilità per l’Istituto per la Sicurezza Sociale di ricevere ed erogare prestazioni a cittadini italiani della Regione confinante. Non manca inoltre la previsione circa la regolamentazione dell’assistenza sanitaria ai lavoratori frontalieri dei due territori. La firma dell’intesa è il risultato di un percorso fortemente caldeggiato dal Segretario di Stato Mussoni, indirizzato a rafforzare gli ottimi rapporti esistenti con la Regione Marche e per consentire all’Istituto Sicurezza Sociale di poter esportare l’eccellenza dei propri servizi sanitari ai cittadini delle zone limitrofe. Il Segretario di Stato sottolinea “come l’Accordo con le Marche sia un passo fondamentale che consentirà alla Repubblica di San Marino di avere come riferimento strategico e operativo, oltre  alla Regione Emilia Romagna, anche la Regione Marche, sottolineando l’alto valore di un percorso di rete e di forte autonomia da parte dell’ Istituto per la Sicurezza Sociale”. “Oggi diamo concretezza a impegni presi in campagna elettorale. Un messaggio che avevo spiegato un anno fa diventa un fatto concreto – ha dichiarato il Presidente della Regione Marche Ceriscioli – con questo documento trasformiamo un “confine” da un limite a un’opportunità in particolare sul tema della sanità per offrire ai cittadini marchigiani che vivono attorno a San Marino, servizi in tempi utili e vicino a casa, come la diagnostica per immagini. Significa dunque offrire una struttura sanitaria in più non lontano dalle loro abitazioni. Da oggi – ha proseguito Ceriscioli – dobbiamo lavorare per dare regolarità, stabilità e qualità a servizi che le popolazioni limitrofe aspettavano da anni. Questo accordo va oltre i servizi; è costruito su una cornice più ampia per inserire e allargare l’orizzonte non solo alla sanità, ma anche al socio-sanitario fino alla ricerca ma anche a fondi europei, banda larga e trasporti”.

Ora l’accordo sarà sottoposto all’iter di ratifica presso i competenti organismi delle due Parti.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com