Beach volley: King & Queen of the beach

San Benedetto del Tronto – La Beach Arena di San Benedetto ospiterà nei giorni del 30 e 31 luglio l’importantissima manifestazione di beach volley denominata King & Queen of the Beach, che mancava nella nostra città dal 2009, ideata e organizzata dal promoter sambenedettese Fulvio Taffoni. “Spero di riaprire un ciclo – ha detto quest’ultimo non senza emozione – grazie anche alla disponibilità del vice sindaco Fanini. Qui, come dice la famosa canzone popolare sambenedettese, mi sento ricreare e sono felice di aver potuto organizzare nuovamente questo evento, nato in Brasile e negli Stati Uniti, che io portai per la prima volta in Italia nel 2000 e che quindi quest’anno festeggia la diciassettesima edizione. La copertura televisiva sarà assicurata da Fox Sport, piattaforma Sky, che probabilmente trasmetterà in diretta la finalissima e che comunque manderà in onda diverse repliche nel corso del mese di agosto. Parteciperanno i migliori otto atleti italiani, sia uomini che donne, salvo i convocati per le Olimpiadi di Rio”. Il vice sindaco Fanini ha sottolineato che “abbiamo strappato un altro evento importante ad un’altra città e non è la prima volta. Questo ci gratifica perché significa che la qualità e la bontà della nostra organizzazione sono superiori ad altre località, e ci permette di aumentare ulteriormente l’offerta per i turisti che verranno a San Benedetto in estate. Le riprese televisive permetteranno una veicolazione maggiore della nostra spiaggia in un periodo basilare della bella stagione”. Alla conferenza stampa era presente anche Ilario Persiani, assessore comunale allo sport dal 1993 al 1997, che tenne a battesimo le prime organizzazioni di Fulvio Taffoni a San Benedetto. “Questa città era una città dello sport già dai tempi di Roncarolo e di Zoboletti, perché San Benedetto è una forgia di attività sportive e servono sempre maggiori sinergie tra organizzatori capaci come Taffoni e l’amministrazione comunale. Qui c’è programmazione e professionalità e servirà una sempre maggiore attenzione verso il mondo dello sport, specialmente quello dei ragazzi”




Pedaliamo in Compagnia

Monsampolo del Tronto – Una splendida giornata ha accompagnato l’ottava edizione di “Pedaliamo in Compagnia”, manifestazione gratuita non competitiva organizzata dall’associazione sportiva ricreativa “Pedale Lento Stella” che quest’anno è stata abbinata a “Bicincittà” della Uisp. Circa 250 persone hanno preso parte alla pedalata per famiglie che dalla Nuova pizza della lottizzazione Centro di Stella si è sviluppata lungo la pista ciclopedonale, con arrivo presso l’abbazia di S.Mauro. Lo scopo della manifestazione era dichiaratamente quello di stare insieme per il piacere di pedalare e dopo circa dieci chilometri percorsi in assoluta scioltezza tutti i partecipanti hanno potuto gustare il succulento rinfresco finale che li ha rifocillati in allegria. “Ringrazio di cuore gli amici di Pedale Lento – ha commentato il sindaco Pierluigi Caioni – che per l’ennesimo anno si sono adoperati con assoluto spirito volontaristico per l’eccellente organizzazione della bella manifestazione “Pedaliamo in compagnia”. Voi rappresentate un esempio per tutti”




Foto del giorno

San Benedetto del Tronto,  2016-05-11 –  Ausonio Assenti – Fermo, 2016-05-08 – Se puoi vincere devi farlo

 

 

 

 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it




Incontro pubblico con Massimo D’Alema

San Benedetto del Tronto – Venerdì 13 maggio alle ore 21:00 presso la sala consigliare incontro pubblico con Massimo D’Alema organizzato da Paolo Perazzoli

 

Massimo D'Alema

Massimo D’Alema




UniCam, anche il Prof. Marchesoni nel gruppo Virgo

ASSEGNATO AL TEAM VIRGO IL BREAKTHROUGH PRIZE

Anche il prof. Fabio Marchesoni, fisico Unicam, tra gli oltre mille ricercatori del team vincitori del premio

 

Camerino, 11 maggio 2016 – Anche il prof. Fabio Marchesoni, fisico dell’Università di Camerino, è tra gli oltre mille scienziati del gruppo Virgo che hanno osservato le onde gravitazionali e ai quali in questi giorni è stato assegnato il Breakthrough Prize, prestigioso riconoscimento attribuito annualmente alle scoperte che rivoluzionano il mondo della fisica e che ha tra i suoi promotori i manager di Facebook Mark Zuckerberg, di Google Sergey Brin e di Alibaba Jack Ma con il miliardario russo Yuri Milner.

Il comitato del premio ha deciso di assegnare alla scoperta delle onde gravitazionali tre milioni di dollari: uno ai tre fondatori della collaborazione americana Ligo (Ronald Drever, Kip Thorne e Rainer Weiss) e i restanti due agli oltre mille ricercatori che hanno lavorato alla scoperta, che fanno parte sia di Ligo sia della collaborazione Virgo.

 

Il Prof. Fabio Marchesoni, scienziato di fama internazionale nel campo dello studio del rumore nei sistemi fisici, fa infatti parte da oltre due decenni del team scientifico che si è occupato degli aspetti teorici dell’antenna di VIRGO, l’interferometro installato nelle campagne pisane di Cascina che a partire da quest’anno tornerà ad unirsi alle altre due antenne di LIGO per raccogliere i segnali di onde gravitazionali.

 

La consegna del premio è prevista in autunno, quando saranno consegnati anche i Breakthrough Prize per la matematica e le scienze della vita.




Incontro pubblico con Massimo D’Alema all’UniMc

Il presidente della Fondazione ItalianiEuropei sarà venerdì 13 maggio a Unimc per parlare delle nuove sfide dell’Europa: immigrazione, integrazione, sicurezza.

 

Macerata – Venerdì 13 maggio il presidente della Fondazione ItalianiEuropei Massimo D’Alema sarà a Macerata per un incontro pubblico organizzato dal Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali alle 17.30 nell’Aula Magna dell’Università. L’ex premier sarà intervistato da Chiara Paduano, giornalista del Tgr Marche. Porteranno il loro saluto il rettore Luigi Lacché, e il direttore del Dipartimento Francesco Adornato. L’introduzione è affidata a Gianluca Busilacchi, docente di sociologia del welfare europeo. Si parlerà del ruolo dell’Europa politica difronte alle sfide dell’attualità, quali quelle della sicurezza, dell’immigrazione, del contrasto al terrorismo, della crisi economica. Non mancheranno riferimenti ai temi di politica interna, come la riforma della Costituzione. Per l’occasione sarà presentata la rivista della Fondazione ItalianiEuropei, l’unica Think Tank italiana ad essere inserita, giusto pochi giorni fa, tra le prime trenta al mondo.




Piacevoli sorprese all’Ipsia

San Benedetto del Tronto, 2016-05-11 – Riceviamo e pubblichiamo integralmente

 

“IL CONCORSO PER INSEGNANTI SI È SVOLTO ANCHE ALL’IPSIA… CON QUALCHE PIACEVOLE SORPRESA.

Il concorso pubblico per il personale docente 2016 sta lasciando qua e là qualche polemica e spesso viene definito un tritacarne che decide i destini delle persone, senza discernimento e senza badare alla sensibilità umana e culturale dei partecipanti .

Talvolta però accade qualcosa di diverso ed è il caso di riportarlo non solo perché le notizie positive vanno enfatizzate, ma soprattutto perché protagonista è la scuola che negli ultimi tempi sembra avara di positività.

All’IPSIA si è svolta tra le altre anche la prova di Fisica, classe di concorso A020. C’era la Commissione di Vigilanza, la Commissione giudicatrice di Fisica e i due professori tecnici dell’aula, vere colonne portanti per il regolare svolgimento della prova.

Ebbene, il Dirigente dell”IPSIA ha ricevuto una mail da parte di A.S., ( usiamo le iniziali per discrezione), un candidato per il concorso di Fisica, che gli ha espresso le sue congratulazioni per il trattamento ricevuto durante la prova. “Ho notato correttezza, precisione, cordialità e tanta tanta sensibilità e generosità. (…) Di questa giornata porterò a casa la sensazione di piacevole?za con cui mi sono sentito trattato…” sostiene il candidato che pure si dice critico sulle modalità in cui il concorso si è svolto. Tuttavia, sostiene ancora A.S., le qualità che indica e che ha trovato all’ IPSIA sono quanto di più conta in un contesto in cui ci sono relazioni umane. E non è questo la scuola? Un contesto sociale ed educativo di relazioni umane.

Siamo contenti che l’Ipsia si sia rivelata così, per quello che è. Grazie al, speriamo presto, collega A.S..”




Amianto: tavolo di coordinamento interistituzionale per la gestione delle problematiche

DOCUMENTO DELLA CONFERENZA DELLE REGIONI E DELL’ANCI DEL 5 MAGGIO: AMIANTO – REGIONI E COMUNI PRESENTANO EMENDAMENTI E RACCOMANDANO L’APPROVAZIONE DEL PIANO A BREVE TERMINE

Ascoli Piceno, 10/05/2016 – Il Dipartimento Sicurezza sul Lavoro di CGIL. CISL UIL di Ascoli Piceno comunica che nel corso della Conferenza Unificata del 5 maggio Regioni e Comuni si sono detti d’accordo con il Governo per la costituzione di un tavolo di coordinamento interistituzionale concernente la gestione delle problematiche relative all’amianto.

La Conferenza delle Regioni e l’Anci, con un documento comune, hanno presentato alcuni emendamenti all’Accordo che sancisce la costituzione del tavolo, ma soprattutto hanno raccomandato “che il Tavolo sia attivato a breve termine e che entro due mesi venga approvato il Piano Amianto”.

Osservazioni sull’accordo per la costituzione del tavolo di coordinamento sulla gestione delle problematiche relative all’amianto. – Punto 7) Odg Conferenza Unificata

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e l’Anci esprimono avviso favorevole all’Accordo, condizionato all’accoglimento della seguente proposta emendativa:

– all’art. 3 dello schema di Accordo, in luogo dell’indicazione di “un rappresentante della Conferenza Unificata”, inserire:

“di tre rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esperti nelle materie Salute, Ambiente e Lavoro e di tre rappresentanti dell’Anci” ciò al fine di garantire la pariteticità rappresentativa fra Stato, Regioni ed Enti locali.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e l’Anci raccomandano, inoltre, che il Tavolo sia attivato a breve termine e che entro due mesi venga approvato il Piano Amianto.




Il “Radical Grezzo” Piero Massimo Macchini al Serpente Aureo

 

Puro, integrale, non raffinato, ma neanche contaminato e stanco della marchigianità da cartolina il “Provincialotto a Km 0” andrà in scena sabato 14 maggio alle ore 21:30

OFFIDA – Il comico Piero Massimo Macchini porterà in scena al Serpente Aureo il suo “Radical Grezzo-Provincialotto a km 0”. Lo spettacolo ideato dal comico marchigiano con Paolo Figri e Michele Gallucci, il quale dividerà anche il palcoscenico con Macchini, si terrà sabato 14 maggio alle ore 21:30. “Un’altra grande occasione di divertimento per la Città del Sorriso”, commenta entusiasta l’assessore alla Cultura Isabella Bosano, visto il grande successo di pubblico che lo show ha ricevuto a dicembre al Teatro dell’Aquila di Fermo e ad aprile a Montegranaro. Macchini dichiara con orgoglio e con quel poco di onestà intellettuale che possiede: “Sì, io sono un radical grezzo e affronto tutto, ma proprio tutto con il sorriso sulle labbra”. Un po’ tonto, un po’ furbo o semplicemente comico, Macchini non ci fa. Ci è proprio. Dopo aver girato il mondo con lo spettacolo di pantomima “Brainstorming, teste nella tempesta”, racconta la sua vita, prima in “Complesso di Edipo in Tour” per la regia di Domenico Lannutti e poi in “ScherziAmo, chi nasce per gioco non può che vivere in allegria” per la regia di Max Giusti. Oggi, nel suo alter ego più comunicativo, il Provincialotto, sceglie di rivelare al mondo il suo codice etico, sintetizzato perfettamente in due sole parole: radical grezzo. Puro, integrale, non raffinato, ma neanche contaminato. Stanco della marchigianità da cartolina dichiara guerra a chi si vergogna della propria identità territoriale e abbandona ogni sentimento di pluralismo intellettuale per un sano e moderno bigottismo cosmopolita. Il Provincialotto sente di poter contribuire alla solidità della “cultura media” e alla nascita di una nuova maschera per la commedia dell’arte. In un mondo in cui tutti sono opinionisti, tutti sono bravissimi a giudicare, ma nessuno sbaglia mai, il Provincialotto si dissocia con un atto di grande incoerenza e si chiede: siamo proprio sicuri che tutti debbano essere super intelligenti, istruitissimi e per forza essere dei geni? “Immaginiamo una società in cui la convinzione più diffusa sia di essere culturalmente poco elevati – continua Macchini – credo che saremmo tutti più curiosi e più vogliosi di imparare gli uni dagli altri. Ci sarebbe molta più spontaneità e molto più interscambio sociale. Io voglio essere di cultura media, perché i tanto intelligenti come Mario Tarquini o gli stupidi stupidi come Claudio Sdolzini, il proprietario del bar del Triangolo, hanno rovinato questa povera Italia.”

Prenotazioni e info: 328 7756579

Biglietto posto unico: 10 euro

Biglietto loggione: 5 euro

Biglietto ridotto fino a 14 anni: 5 euro

I bambini fino a 6 anni entrano gratis




Area Ex A. Merloni: primo workshop tecnico domani a Fabriano

Bora: “Il territorio deve tornare protagonista del proprio sviluppo”

Fabriano, 2016-05-11 – Si terrà domani (giovedì 12 maggio), a Fabriano (Oratorio della Carità, alle ore 14.30) il primo dei due workshop tecnici previsti dal piano di comunicazione per il rilancio dell’area di crisi industriale della Ex A. Merloni. Il secondo incontro si svolgerà, il 6 giugno, ad Ancona, presso la sede della Giunta regionale. Azienda leader del comparto produttivo degli elettrodomestici, l’A. Merloni è dal 2008 in amministrazione straordinaria. La crisi ha interessato tutte le aziende del Gruppo, coinvolgendo 3 mila dipendenti e 73 comuni (56 delle Marche e 17 dell’Umbria). Per il rilancio sono disponibili 26 milioni di euro nazionali e, per i territori marchigiani, altri 17 regionali, da suddividere con le altre realtà in crisi (piceno – distretto del mobile). A Fabriano funzionari di Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa) e regionali illustreranno alle aziende interessate le procedure da seguire per accedere ai fondi nazionali (legge 18/89) e del Por Fesr. Gli imprenditori verranno aiutati a individuare lo strumento più idoneo ai propri programmi di investimento. Dopo una sezione plenaria, si terranno incontri personalizzati con i tecnici, ai quali si sono iscritti una ventina di operatori. “Dopo sei anni di attesa, l’Accordo di programma sottoscritto dalle Regioni con il ministero dello Sviluppo economico è una realtà e sta entrando nella sua fase operativa – commenta l’assessora alle Attività Produttive, Manuela Bora – È importante che il territorio torni protagonista del proprio sviluppo e acceda alle risorse disponibili per attrarre nuovi investimenti, riqualificare le imprese esistenti, reimpiegare i lavoratori dell’Ex A. Merloni. L’auspicio è che l’occasione non venga persa, dal momento che le istituzioni sono vicine e impegnate a sostenere il rilancio”.