Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 14:57 di Dom 23 Feb 2020

Alla scuola secondaria di Appignanoil primo Premio Carosi

di | in: Cronaca e Attualità

Appignano del Tronto

image_pdfimage_print

APPIGNANO DEL TRONTO, 2016-05-12 – Ieri 11 maggio 2016 gli studenti della scuola secondaria di Appignano del Tronto, si sono recati a palazzo dei Capitani a Ascoli Piceno assieme alle loro insegnanti per partecipare alle premiazioni del concorso: NICOLA CAROSI SINDACO DI APPIGNANO DEL TRONTO NEGLI ANNI DELLA RICOSTRUZIONE promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, Ufficio IV Ambito Territoriale per le Provincie di Ascoli Piceno e Fermo.


La Scuola Secondaria di primo grado, ha partecipato al concorso/progetto, per approfondire la figura di Nicola Carosi e per conoscere la storia di quegli anni nei racconti dei loro nonni e parenti.

Hanno realizzato un plastico, in scala 1:100, sulle scuole volute da Carosi, per questo hanno fatto ricerca presso l’archivio storico di Appignano del Tronto cercando piantine e relazioni dell’epoca mettendole poi in pratica in 3D.

I ragazzi inoltre si sono cimentati nel giornalismo e videoediting, difatti, hanno prodotto un video che ha voluto spingere i ragazzi a farsi attori della ricostruzione storica del loro paese, volendone valorizzare la storia, le tradizioni, la cultura in esso presente. Le stesse inteviste presenti nel documento digitale, mostrano come gli abitanti sentano ancora vicina la presenza del caro concittadino e simpaticamente evidenziano quanto i ragazzi avevano raccolto in altri fonti da loro studiate. I pieghevoli sono il prodotto di lavori di gruppo di ragazzi che hanno collaborato per presentare quanto realizzato durante il percorso relativo alla conoscenza di Carosi e del suo paese. Le produzioni poetiche sono frutto della personalizzazione del lavoro effettuato dagli alunni che hanno espresso in versi, il loro pensiero sulla figura di Nicola Carosi.

Insomma un lavoro multidisciplinare che ha coinvolto studenti, insegnanti e cittadini appignanesi nella ricostruzione di un periodo storico.

© 2016, Redazione. All rights reserved.




13 Maggio 2016 alle 10:52 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata