Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 00:24 di Lun 28 Set 2020

Corto in Accademia

di | in: Cultura e Spettacoli

CORTO IN ACCADEMIA

image_pdfimage_print

 

DOMANI PRIMO TURNO DI VOTAZIONI NELL’AUDITORIUM SVOBODA

 

 

 

Macerata, 2016-05-18 – Al via domani “Corto in Accademia”, il contest promosso dall’Accademia di Belle Arti di Macerata che animerà per due giorni l’auditorium Svoboda in via Berardi. L’appuntamento è domani alle 17,30 con il primo turno di votazioni del pubblico, che potrà stabilire con un’apposita scheda il cortometraggio migliore tra i 10 finalisti selezionati dalla giuria internazionale. Cinque corti verranno votati domani, gli altri cinque nel pomeriggio di venerdì. «Una rosa di opere – ha detto la direttrice di Abamc Paola Taddei – tutte realizzate da studenti delle Accademie italiane e internazionali, di straordinaria inventiva e qualità. Tutti sono invitati a prendere parte alla giuria popolare».


Il pubblico presente stabilirà il vincitore della giuria demoscopica (mentre spetterà alla giuria e al voto web assegnare gli altri premi in denaro), assegnando un voto, che varia in funzione della categoria, su sceneggiatura, scenografia, fotografia, postproduzione, sonoro, montaggio, regia. Domani è attesa anche la giuria tecnica, composta dal regista maceratese Alessandro Valori, Luca Vecchi del collettivo The Pills e il giornalista Gianmario Tammaro. Per venerdì, in occasione del gran gala di premiazione dei 5 vincitori della seconda edizione di Corto in Accademia, per la prima volta sul palco dell’auditorium Svoboda il gruppo musicale Factory. Composto da otto giovani musicisti, la band si esibirà nello spettacolo “Cinesophia, omaggio video musicale al cinema. Un viaggio – guidato dalle parole di Lucrezia Ercoli e dai video di Riccardo Minnucci – tra canzoni che hanno segnato la storia del cinema. Un percorso sulle note della nostalgia di sequenze indimenticabili. Soltanto la musica riesce a immortalare lo struggimento per la felicità perduta: da As time goes by cantata al piano da Sam in Casablanca, alle cover di Anna Oxa in Lo chiamavano Jeeg Robot, passando per l’immortale colonna sonora de Il laureato firmata da Simon & Garfunkel.

© 2016, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




18 Maggio 2016 alle 19:24 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata