InnovaMarche

InnovaMarche

AGRICOLTURA: PRESENTATO IL PROGETTO INNOVAMARCHE PER ATTIVITA’ DI INNOVATION BROKERAGE

 

L’assessore Casini: “Trasformare nuove idee in esperienze di successo. Abbiamo un budget di 11 milioni di euro””

 

 

Ancona – Trasformare nuove idee in esperienze di successo. E’ quanto si prefigge il progetto Innovamarche per attività di Innovation Brokerage (IB), presentato oggi bel corso di una conferenza stampa dall’assessorato all’Agricoltura con l’ Assam (Agenzia servizi settore agroalimentare Marche) a Palazzo Raffaello. L’obiettivo è animare e supportare il “modello dell’innovazione interattiva” nel settore dell’agricoltura, riunendo tutti gli attori in grado di apportare nuove idee  e soluzioni innovative, anche appartenenti a settori diversi da quello primario  (ad esempio, consulenti, ricercatori, imprese di input, ecc.), per lavorare insieme. Strumento fondamentale sarà la  Piattaforma regionale dell’innovazione in agricoltura INNOVAMARCHE un luogo virtuale  di informazioni in entrata e in uscita che avrà il compito di promuovere l’ innovazione.

“L’Ue – ha spiegato l’assessore all’agricoltura Anna Casini –  ha più volte evidenziato l’esigenza di una costante innovazione nelle imprese anche per aumentare la loro competitività sul mercato globale. Con questo progetto è nostra intenzione implementare un sistema di incontro tra fabbisogno del sistema produttivo e risorse innovative partendo dalle esigenze reali delle imprese e con una particolare attenzione per le aree interne. Un nuova impostazione rispetto a quella tradizionale unidirezionale dove avveniva un semplice trasferimento di conoscenze, che vede l’agricoltore come parte attiva del processo di innovazione e che prevede un cambiamento di mentalità  da parte di tutti gli operatori del settore, del mondo della ricerca e delle istituzioni. La novità di questo processo metodologico impone infatti un’azione di intermediazione pubblica, l’innovation brokerage, appunto, che si concretizzerà con iniziative di animazione e supporto non convenzionali, per aggregare tutti gli input ed evitare la loro dispersione.  Il processo partecipativo avverrà attraverso la creazione di network che avranno i loro snodi nei gruppi operativi (GO), ossia partenariati multi settoriali e multi competenze in grado di trasformare le idee in pratiche innovative. A tal riguardo – conclude l’assessore Casini –  il Piano di sviluppo rurale della Regione Marche prevede una specifica sottomisura, la 16.1 (Sostegno GO in materia di produttività e supporto all’innovazione) con un budget complessivo di 11 milioni di euro”.

 

In programma un doppio bando: il primo  per la creazione  dei GO, atteso entro giugno ed il secondo  per la realizzazione dei progetti dei GO, sarà pubblicato per fine anno e potrà fornire alle singole proposte progettuali di innovative un finanziamento fino ad 500mila euro-

 

Il processo di animazione avverrà con Incontri informativi – Info Day – distribuiti a livello territoriale ai quali saranno chiamati non solo agricoltori, ma anche rappresentati del mondo della ricerca, delle start up, delle ONG, associazioni di categoria, ecc.. . Il primo è previsto per il 7 giugno a Jesi.

Dagli info day scaturiranno fabbisogni ed idee di innovazione che consentiranno di definire dei “gruppi di interesse”, che verranno coinvolti nella realizzazione di Open day tematici, base di partenza per la costituzione di partenariati in grado di presentare una proposta progettuale multi-attore. Il processo di animazione e costituzione dei partenariati rappresenta l’innovazione metodologica più rilevante di questo modello in quanto prevede la creazione di una rete di soggetti “alla pari”, dalla cui interazione  dovrebbe scaturire la proposta progettuale che poi il Piano di sviluppo rurale andrà a finanziare.

 

Attraverso una parallela  azione di supporto ai gruppi tematici verrà fornita l’assistenza tecnica e metodologica. Strumenti previsti nel progetto di innovation brokering dell’ASSAM sono:

·         la piattaforma regionale dell’innovazione in agricoltura Innovamarche con doppia funzione:

Ø  “canale di ascolto e degli input in entrata” attraverso un format on line di “profilazione degli utenti”, attraverso il quale raccogliere le esigenze ed i fabbisogni delle aziende;

Ø   “canale in uscita delle informazioni” per avere una panoramica dei progetti finanziati dai programmi europei, nazionali e regionali su temi di interesse per il sistema produttivo regionale, raccogliere spunti per individuare delle direttrici di innovazione coerenti con le esigenze produttive e ambientali definiti dalla Regione Marche.

·         Info desk, un servizio messo a disposizione  dall’ASSAM per rispondere alle diverse esigenze di approfondimento e chiarimento, sia a voce che per via telematica (info@innovamarche.it).

 

Già nella fase di costituzione dei GO verrà implementato un sistema di monitoraggio in itinere  finalizzato anche ad alimentare la banca dati dei progetti regionali presenti sulla piattaforma dell’innovazione, creando il collegamento di tale network regionale con quelli esistenti a livello nazionale ed europeo, primo fra tutti quello dell’EIP – Agri, ma anche con il network della Rete Rurale Nazionale e dell’ERIAFF – European Regions for Innovation in Agriculture, Food and Forestry.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com