Perazzoli: “Non mi preoccupa il voto disgiunto”

Perazzoli: “Non mi preoccupa il voto disgiunto”

 

SETTIMANA FITTA DI INCONTRI

 

San Benedetto del Tronto, 2016-05-25 – Proseguono gli incontri itineranti di Paolo Perazzoli. Martedì sera è stata la volta del quartiere Sant’Antonio, dove il candidato sindaco si è soffermato sul confronto delle proposte politiche in campo.

“Gli altri polemizzano con noi perché non hanno niente da dire. Il programma di Pasqualino Piunti, che dovrebbe essere il mio principale rivale, è di sette pagine. Sulle politiche sociali ha scritto appena sette righe. Ad un incontro si è detto d’accordo alla sopraelevazione del Cediser, ma il progetto nel suo programma non c’è. Prende in giro i cittadini, facendosi votare senza spiegare seriamente cosa ha in mente. Noi invece siamo persone serie. Stiamo ricompattando il partito con fatica, dopo primarie dure. Ho condotto una battaglia con serena fermezza, ma se avessi voluto spaccare tutto mi sarei candidato con una civica contro il PD. Noi discutiamo al nostro interno, però andiamo compatti; loro si sono spaccati in tre. Se andassimo al ballottaggio, vi assicuro che sarebbe più facile un appoggio a me piuttosto che un voto per uno degli altri due. Il voto disgiunto non mi preoccupa. Ci sarà qualcuno dei nostri che non voterà per me e in compenso qualche preferenza che mi giungerà dall’esterno. Nel 1997 c’era lo stesso timore, poi presi il 62%. Se si ripetesse, ne sarei ben lieto”.

Sul programma, il candidato del centrosinistra ha confermato la contrarietà alla chiusura del lungomare nelle ultime domeniche del mese, proponendo in alternativa giornate ecologiche a rotazione con il coinvolgimento anche di Viale De Gasperi e Via Toscana.

Proprio in Viale De Gasperi vanno ripensate e velocizzate le soste: “Siano al massimo di 15-20 minuti, a vantaggio delle attività commerciali della zona. Non è corretto che le auto restino parcheggiate per ore ed ore”.

Perazzoli ha inoltre accennato alla riqualificazione del letto dell’Albula e alla realizzazione di parcheggi a sbalzo sul lato sud del torrente, che andrebbero a servizio del centro cittadino e proprio di Viale De Gasperi.

“La partecipazione sarà fondamentale, la cercheremo e non la subiremo. La vicenda dei PORU sia d’insegnamento. Se l’amministrazione avesse spiegato i progetti all’inizio, oggi forse vivremmo un’altra situazione. Con la gente prima o poi ti ci devi confrontare”.

Il prossimo 3 giugno, al viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, Perazzoli annuncerà che entro i primi 180 giorni di mandato individuerà il tracciato definitivo della bretella su cui lavorare per intercettare finanziamenti.

“I sambenedettesi devono tornare a scommettere su loro stessi – ha affermato – noi vogliamo aiutare chi vuole fare, ma per farlo occorre produrre ricchezza grazie ad un nuovo dinamismo economico. Lo faremo con una squadra nuova, che discuterà anche animatamente ma che alla fine troverà ogni volta la sintesi”.

Giovedì (H 17.30) Perazzoli interverrà al convegno “Programmi di sviluppo in un sistema economico e sociale in transizione”. Venerdì (H 17) si parlerà di sanità con il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ed il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Entrambi gli incontri si terranno nella sala consiliare del Comune di San Benedetto.

#disegniamoilfuturo

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com