Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 10:36 di Ven 21 Feb 2020

Premio Bizzarri, 23ma edizione con l’immagine di Nespolo ed il tema Medi(con)terraneo: riflessioni di culture in movimento

di | in: Primo Piano, Speciali

Premio Bizzarri, un momento della conferenza

image_pdfimage_print

 

di Rosita Spinozzi

 

 

San Benedetto del Tronto, 2016-06-30 – Il Mediterraneo inteso come luogo di approdi e partenze, tragedie e speranze, nonché punto di connessione fra rappresentanti di culture diverse che possono interagire anche all’interno di una ‘città-porto’ come San Benedetto del Tronto. Nasce da questa profonda riflessione, oggi più che mai attuale, il tema che accompagnerà la 23^edizione della Rassegna del Documentario Premio ‘Libero Bizzarri’ (1- 24 luglio in Palazzina Azzurra) nell’ambito di un variegato programma in cui è evidente il desiderio di togliere idealmente la parentesi all’acronimo Medi(con)terraneo per navigare in un mare aperto dove è possibile conoscere nuove tradizioni la cui memoria storica è racchiusa nella cultura documentaristica, letteraria, filosofica, musicale, enogastronomica. Pertanto il Premio Bizzarri sarà il ‘luogo d’incontro e confronto’ per i Paesi che costituiscono la Macroregione Adriatico-Ionica, nell’ambito di un contesto che metterà in relazione artisti provenienti da differenti esperienze della cultura del Mediterraneo.Tale concezione trova un riscontro oggettivo anche nella splendida immagine realizzata per la 23^edizione del Festival dall’artista torinese Ugo Nespolo, ospite nella serata del 16 luglio durante la quale presenterà in Palazzina Azzurra il suo cortometraggio ‘Shades on the couch’.

L’evento è stato presentato, giovedì 30 giugno nella Sala Consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto, dal presidente della Fondazione Bizzarri Maria Pia Silla, il vicepresidente Flavia Mandrelli, la coordinatrice generale Francesca Romana Vagnoni, Fabrizio Pesiri del pool direzione artistica, Mimmo Minuto, presidente dell’associazione ‘I luoghi della scrittura’; Antonio Attorre, presidente onorario Slow Food di San Benedetto del Tronto, Silvana Guardiani in rappresentanza dell’Unicef di Ascoli Piceno, Enrico Melonari, regista del documentario ‘La Porta Santa di Paolo Annibali’.


Entrando nel vivo della manifestazione, le sezioni in concorso sono cinque: Italia Doc e ItaliacortoDoc con presidente di giuria il regista Giuliano Montaldo; PiowebClipContest, MediaEducazione, DocCinemaAutismo. I numeri del Premio Bizzarri? 280 ore di proiezione, seminari, dibattiti, tavole rotonde, workshop, performances artistiche; 100 filmakers provenienti da tutto il mondo, 32 cortometraggi girati nel nostro territorio nella settimana del Festival, 25 registi presenti alle proiezioni, 15 documentari selezionati per il concorso ‘Corto Doc’, 12 documentari selezionati per il concorso ‘Italia Doc’,10 videoclip di musica rock in concorso,12 documentari per il Premio Mediterraneo, 20 corti internazionali di ‘Corti dal mondo’, 10 documentari per gli ‘Omaggi e Retrospettive’, oltre 20 coordinatori e relatori delle tavole rotonde, conferenze, incontri-dibattito di approfondimento ed eventi speciali. Numerosi gli ospiti: Silvano Agosti, Antonio Attorre, Edoardo Boncinelli, Massimo Cacciari, Salvador Carrasco, Antonietta De Lillo, Adriano De Santis, Gioia Di Cristofaro Longo, Paolo Di Paolo, Giovanni Esposito, Daniele Gaglianone, Andrea Iacomini, Vito Mancuso, Italo Moscati, Ugo Nespolo, Maria Rita Parsi, Marcella Piccinini, Marcello Pierini, Franco Rina, Claudio Speranza, Andrea Tornielli.

La Rassegna del Documentario Premio ‘Libero Bizzarri’ aprirà la 23^edizione, venerdì 1 luglio, alla XXI Triennale di Milano Brand&Landscape con il film documentario ‘Trashed’ di Candida Brady con Jeremy Irons. La proiezione, organizzata dalla Fondazione Bizzarri in collaborazione con la rivista Paysage, affronta il tema dei rischi inerenti lo smaltimento dei rifiuti nelle moderne società consumistiche. Nel frattempo prosegue la sinergia con Cinemadamare che, dal 3 all’8 luglio, vedrà arrivare nella nostra città 100 giovani filmakers pronti a realizzare corti sul Piceno. I ragazzi saranno ospitati presso la Scuola Media Cappella dove, nell’Aula Magna, seguiranno il workshop ‘School Movie’ organizzato dalla Fondazione Bizzarri. I docenti del corso sono Salvador Carrasco (tecniche di regia), direttore del Santa Monica College in California, e Adriano De Santis (tecniche di recitazione), direttore amministrativo e tutor di recitazione del Centro Sperimentale di Cinematografia. Al workshop potranno partecipare gratuitamente i docenti e i giovani del territorio.

Sempre in linea con il tema del Mediterraneo, nelle giornate del 6-7-13 luglio sono in programma i laboratori del ‘gusto’ (Presi per la gola) rivolti ai bambini dai 5 agli 11 anni, che avranno modo di conoscere meglio le peculiarità del pesce e dei prodotti del nostro mare. Organizzati da Slow Food di San Benedetto del Tronto-Valdaso e condotti da Alessia Consorti, i laboratori del 6 e del 13 luglio si svolgeranno nella Sede Associazione Pescatori, mentre quello del 7 luglio in Palazzina Azzurra.

Alla proiezione dei documentari in concorso alla 23^edizione del Festival, invece, sarà dedicata la settimana dal 9 al 16 luglio, partendo dai ‘Corti del Piceno’ realizzati dai filmakers di Cinemadamare, presentati dal giornalista di La7 e direttore di Cinemadamare, Franco Rina. Inoltre la Rassegna del Documentario Premio ‘Libero Bizzarri’, il Comitato Unicef di Ascoli Piceno, Slow Food San Benedetto del Tronto -Valdaso e la 7^ Edizione di Piceno d’Autore, incroceranno i loro percorsi sul tema ‘Medi(con)terraneo: riflessioni di culture in movimento’, dove la cultura mette al centro l’uomo e le sue riflessioni facendosi testimone della natura complessa e poliforme che determina gli attuali scenari del Mediterraneo. Saranno aperte riflessioni per riacquisire un senso per la vita, una strada di pace e di misericordia, dal 18 al 24 luglio, con la presentazione di libri sul tema: ‘L’uomo, il sacro, il divino’ e con la proiezione di documentari ‘Visioni Medi(con)terranee’. La sessione estiva del ‘Bizzarri’ si concluderà il 15 agosto con l’anteprima del documentario ‘La Porta Santa di Paolo Annibali’, realizzato con la regia di Enrico Melonari e la produzione della Fondazione Bizzarri. Il Festival tornerà nel periodo autunnale, il 27 e 28 ottobre al Teatro Concordia, con la premiazione del PiowebClipContest, i concorsi DocCinemAutismo e MediaEducazione. Il programma completo è disponibile su www.fondazionebizzarri.org.

Premio Bizzarri, un momento della conferenza

Premio Bizzarri, un momento della conferenza

© 2016, Rosita Spinozzi. All rights reserved.




30 Giugno 2016 alle 17:44 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata