dal Piceno

dal Piceno
Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione, pervenute 851 domande
Botteghe di Mestiere

A disposizione 170 posti per l’iniziativa promossa da Italia Lavoro

Sono state presentate ben 851 domande relative al I avviso del bando “Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione” promosso dall’agenzia ministeriale “Italia Lavoro” in collaborazione con soggetti promotori privati e Centri per l’Impiego delle cinque province marchigiane. Numeri importanti a testimonianza del grande interesse da parte del territorio per un intervento che mira ad offrire una preziosa opportunità formativa “on the job” per giovani disoccupati (inoccupati) tra i 18 e i 35 anni (non compiuti). Tra i settori più richiesti si segnalano: moda, abbigliamento, agro-alimentare, ristorazione e meccanica.

Le 17 Botteghe, formate da 95 aziende dislocate in tutto il territorio regionale, procederanno ora alla selezione e alla valutazione delle singole candidature pervenute tramite procedura informatica entro lo scorso 30 giugno. In tutto sono a disposizione 170 tirocini (dalla durata di sei mesi) per un compenso di 500 euro mensili.

Si ricorda, invece, che scadranno mercoledì 27 giugno i termini per presentare la propria candidatura (www.botteghemestiereinnovazione.it) per il II avviso che prevede la disponibilità di 100 tirocini da parte di ulteriori 10 botteghe aderenti al progetto.

Per consultare l’elenco delle aziende o per informazioni è possibile chiamare i numeri 0736/277459 (Centro per l’Impiego Ascoli) o 0735/7667232 o 200/235 (Centro per l’Impiego San Benedetto) o consultare il sito www.italialavoro.it o la pagina face book di Italia Lavoro.

Entro luglio completata la decespugliazione di tutte le strade provinciali
Decespugliazione Strade
Opportunità per le imprese di sponsorizzare la manutenzione delle rotatorie
Entro questa settimana prenderanno il via le operazioni di decespugliazione delle scarpate provinciali che riguardano ben 600 dei circa 1000 km che compongono le strade di competenza della Provincia. Grazie, infatti, all’adozione del Rendiconto di Gestione 2015 da parte del Consiglio Provinciale con l’ok dell’Assemblea dei Sindaci, il Servizio Viabilità ha potuto finalmente sbloccare importanti risorse: ben 85 mila euro che consentiranno alle ditte esterne di entrare in azione per supportare e potenziare l’opera del personale interno dell’Ente addetto alla manutenzione stradale. A questi cospicui fondi provinciali si aggiungono i finanziamenti di 50 mila euro messi a disposizione della Regione per le strade ex Anas portando ad un importo complessivo di 135 mila euro l’impegno della Provincia per la sistemazione della vegetazione sulla rete viaria. Le copiose precipitazioni dei mesi scorsi hanno ulteriormente favorito una crescita abbondante che ostacola la visibilità della strada e della segnaletica rendendo potenzialmente pericolosa la circolazione per gli utenti. Pertanto l’attività di pulizia, che presto sarà ultimata, viene incontro alle richieste dei sindaci e dei cittadini migliorando notevolmente la mobilità.

“Abbiamo programmato di completare entro la fine di luglio la decespugliazione di tutte le arterie provinciali – dichiara il Presidente Paolo D’Erasmo – ringrazio i cantonieri e gli operatori che sotto la guida dei tecnici e dei geometri della Provincia, con grande impegno e professionalità, sono quotidianamente al lavoro per garantire la sicurezza e la fruibilità della rete viaria del territorio. Finora, solo con i dipendenti della Provincia siamo riusciti a portare a termine la pulizia delle scarpate di 350 Km, corrispondenti a circa il 35% delle strade di competenza. Ora possiamo mettere in campo anche le ditte esterne che finora non avevamo potuto mobilitare ad inizio anno per questioni di bilancio. L’obbiettivo della Provincia è quello di intervenire al meglio sulla viabilità ed in questa prospettiva si colloca l’avviso pubblico per la ricerca di sponsorizzazioni di imprese interessate ad assicurare la gestione e manutenzione del verde delle 13 rotatorie della Provincia in cambio la possibilità di apporre targhe o loghi aziendali. Con questa modalità – conclude il Presidente D’Erasmo – si consente la possibilità di una fruttuosa collaborazione pubblico – privata vantaggiosa sia per la collettività che avrebbe l’opportunità di una gestione curata del verde intorno alle rotatorie, sia per le imprese che vedrebbero aumentata la loro visibilità ed immagine aziendale presso la pubblica opinione”.

C’è ancora tempo per le ditte interessate di far pervenire alla Provincia la domanda di sponsorizzazione per la gestione del verde all’interno delle rotatorie di proprietà della Provincia.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com