Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 23:41 di Mer 16 Ott 2019

Premio Bizzarri, ‘Widow’ dell’indonesiano Yandi Laurens è il ‘Miglior Film’ del concorso ‘Corti dal Piceno’

di | in: Primo Piano, Speciali

Bizzarri e CinemadaMare

image_pdfimage_print

 

di Rosita Spinozzi

 

 

 

San Benedetto del Tronto – La partecipazione per il quarto anno consecutivo al Premio Bizzarri dei ragazzi di CinemadaMare, il più grande raduno al mondo di giovani filmmaker provenienti da 67 paesi di tutto il mondo, ha conferito un respiro altamente internazionale alla nostra città che è diventata protagonista di short film nell’ambito del concorso Corti dal Piceno. Durante il loro periodo di permanenza i filmmaker, sotto la sapiente guida del giornalista di La7 e direttore di CinemadaMare Franco Rina, hanno instaurato una forte connessione con il territorio dalla quale sono scaturiti ben 18 cortometraggi dove, oltre ad alcuni luoghi caratteristici della città rivierasca, è possibile riconoscere anche volti noti della comunità sambenedettese . I lavori dei numerosi ‘cidiemmini sono stati proiettati sabato scorso in Palazzina Azzurra, nell’ambito della serata di apertura del Premio Bizzarri (1-27 luglio) . A sfidarsi tra loro, 16 troupe di 14 nazionalità diverse: Lituania, Malesia, Kenya, Russia, Croazia, Portogallo, Georgia, Brasile, Usa, Bulgaria, Israele, Indonesia, Cina, Messico. Il premio al miglior film in gara è stato assegnato dalla giuria formata dai giovani filmmaker che hanno partecipato al Festival, mentre a decretare i vincitori dei premi speciali ha pensato la giuria tecnica formata dallo Staff di CinemadaMare. Il vincitore del premio Miglior Film per Corti dal Piceno è l’indonesiano Yandi Laurens con ‘Widow’, delicato e commovente racconto filmico di una giovane vedova che, dopo aver ceduto al dolore per la grave perdita del marito, sceglie la via del ‘riscatto emotivo’. I premi speciali assegnati dallo staff di CinemadaMare sono Miglior Sceneggiatura a ‘Vicine’ di Shawn Zou (Cina), Miglior Fotografia a ‘Yion and Ana’ di Bilyana Kirilova (Bulgaria), Miglior Montaggio a ‘Us’ di Patrick Orlando (Brasile), Miglior Suono a ‘Seth Xe Chen’ di Patrick Orlando (Brasile), Miglior Attore a Wilson Mcdonald nel film ‘Out of the blur’ di Jorge De Ceballos (Messico).

 

Franco Rina con il vincitore Yandy Laurens

Franco Rina con il vincitore Yandy Laurens


«Il nostro progetto può essere definito un ‘travelling campus’ in cui cerchiamo di portare la formazione sul set. Siamo partiti il 27 giugno dal Comune di Santa Marinella, per poi fare tappa a San Benedetto del Tronto e proseguire il nostro viaggio a Ponza, Sabaudia, Erice, Matera, Maratea, Potenza, Nova Siri, Vercelli, Venezia» spiega il direttore Franco Rina, sottolineando che la novità assolutà di CinemadaMare 2016 sono i premi, le borse di studio e di ricerca offerte dalle migliori università e scuole di cinema di tutto il mondo, ad iniziare dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma che garantisce la frequenza gratuita per otto prestigiosi laboratori di alta specializzazione, dalla regia alla sceneggiatura, dal montaggio agli effetti speciali visivi «Grazie a convenzioni con università e partner istituzionali, CinemadaMare può offrire ai migliori giovani filmmaker ben 35 borse di studio in tutto il mondo per la frequenza gratuita di corsi o master. Da ottobre 2016, i ‘cidiemmini’ saranno in movimento da un continente all’altro per potenziare gratuitamente il proprio bagaglio professionale: un filmmaker russo andrà negli Usa, un americano a Mosca; un parigino in Kenya, un Kenyota in Francia e via dicendo, effettuando così scambi formativi su tutto il globo». Proseguirà anche la sinergia con il Premio Bizzarri: i ragazzi di CinemadaMare tornaranno a San Benedetto del Tronto per partecipare anche all’edizione del prossimo anno.

 

I numeri di CinemadaMare? Oltre 1600 domande di partecipazione da parte di filmmaker di 67 paesi di tutto il mondo; la selezione di 310 giovani filmmaker, tra registi, sceneggiatori, produttori che realizzano i loro film in ogni tappa del lungo tour del Festival. Un totale di oltre 80 giorni di attività, 12 tappe e12 settimane su e giù per l’Italia. Con questi dati CinemadaMare si conferma il più grande raduno di filmmaker e il più diffuso set a cielo aperto, nonché il più ambizioso programma di formazione professionale global.

L'arrivo dei ragazzi di CinemadaMare a San Benedetto del Tronto

L’arrivo dei ragazzi di CinemadaMare a San Benedetto del Tronto

Elenco produzioni ‘Corti dal Piceno’ realizzati dai filmakers di CinemadaMare a San Benedetto del Tronto

  1. FIRST NIGHT OF THE NEW MOON di Galina Georgiva (Bulgaria)

  2. COINCIDENCE di Samuel Oluoko (Kenya)

  3. KICH&RUN di Beka Beradze (Georgia)

  4. KNOCK OUT di ElizbietaSavickyte (Lithuania)

  5. VICINE di Shawn Zou (Cina)

  6. YION AND ANA di Bilyana Kirilova (Bulgaria)

  7. OUT OF THE BLUR di Jorge De Ceballos (Mexico)

  8. MY MICKY di Yandi Laurens (Indonesia)

  9. BEFORE THE LIGHT BREAKS di Cristopher Lopes (Spagna)

  10. FROM THE INSIDE di Grigory Danilov (Russia)

  11. US di Patrick Orlando (Brasile)

  12. L’ OCEANO IN TASCA di Simone Vacca (Italia)

  13. DINER di Beka Chabashvili (Georgia)

  14. NON È UN GIOCO di Denis Nazzari (Italia)

  15. SMARTMAKINGENSE di Shadi Rabahi (Libano)

  16. JOANNA di Netanel Sagi (Isreale)

  17. IT’S TIME di Samuel Wanjohi (Kenya)

  18. BLACBIRD di Carrie Finklea and Ronja Janz (Usa)

 

© 2016, Rosita Spinozzi. All rights reserved.




11 Luglio 2016 alle 15:37 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata