dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2016-08-10

PSR, APPROVATI GLI SCHEMI DI BANDO DEDICATI ALLE FILIERE AGROALIMENTARI:

A INIZIO SETTEMBRE LA PUBBLICAZIONE Assessore Casini: ”Qualità dei prodotti, più valore aggiunto al settore e riduzione dei costi organizzativi”

 

Saranno pubblicati entro la prima settimana di settembre i due attesi bandi dedicati ai progetti integrati di filiera. La giunta, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Anna Casini, ha infatti approvato i due schemi di bando del Piano di sviluppo rurale 2014-2020 “Progetti integrati filiere agroalimentari” dedicato alle filiere più grandi con sbocchi sui mercati nazionali e internazionali e “Progetti integrati di filiere corte e mercati locali” dedicato alle piccole realtà  più legate al territorio. Le filiere corte sono così definite quando tra produttore e consumatore interviene solo un intermediario.

 

“Per il primo bando la dotazione è di 21,8 milioni di euro – spiega l’assessore Casini – per il secondo di 9,85 milioni di euro. I progetti integrati di filiera hanno lo scopo di comprendere in un unico strumento, gli interventi finanziabili con le misure del Psr. L’obiettivo è favorire lo sviluppo complessivo di uno o più settori produttivi attraverso l’apporto organizzativo degli imprenditori e degli altri rappresentati del mondo agricolo. Non meno importante è poi incentivare la partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità e trasferire al settore primario un maggior valore aggiunto attraverso la riduzione dei costi organizzativi e di transazione. In questo contesto non vogliamo però trascurare le realtà più piccole e i mercati locali che costituiscono una peculiarità, una tradizione e un’attrattiva anche turistica di questa regione, favorendo l’aggregazione a carattere locale e la riduzione degli intermediari tra produttore e consumatore”.

 

I 21, 8 milioni di euro del bando “Progetti integrati di filiera sono così suddivisi:

  • 7,5 milioni per interventi strutturali agrindustria
  • 7 milioni per interventi strutturali aziende agricole
  • 5 milioni per la promozione
  • 1 milione per la formazione e l’informazione
  • 1 milione per la sperimentazione di tecniche innovative
  • 300mila per certificazione qualità

 

 

I 9,850 milioni di euro del bando “Progetti integrati di filiere corte e mercati locali” saranno destinati così:

  • 4 milioni per investimenti strutturali aziende agricole
  • 2 milioni per investimenti strutturali agroindustria
  • 2 milioni per promozione e sostegno gestione
  • 750mila per sperimentazione di tecniche innovative
  • 500mila per formazione
  • 300mila per certificazione qualità
  • 300mila per informazione di sistema

APPROVATO IL PROGRAMMA ANNUALE DEGLI INTERVENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA 2016

 

Supera il milione di euro la somma che la Regione destina all’attuazione del programma annuale degli interventi di promozione sportiva per il 2016 approvato dall’esecutivo regionale. In attuazione del Piano regionale 2016/2020, il programma si centra sulla promozione dello sport e delle attività motorio ricreative come strumento rivolto a tutti, fondamentale per la formazione e la salute della persona, per il miglioramento degli stili di vita individuali e collettivi, per lo sviluppo delle relazioni sociali e dell’integrazione interculturale. “Le risorse ripartite sono più che raddoppiate rispetto al precedente bilancio – rileva il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – servono a potenziare le attività di promozione dello sport mantenendo fermo l’obiettivo di perseguire politiche orientate sul principio di ‘sport per tutti’ anche per creare le basi necessarie all’elaborazione di nuove concezione e modelli di welfare e fornire impulso per una nuova cultura della pratica sportiva. Nella consapevolezza che lo sport e le attività motorio-ricreative hanno un valore di trasversalità e di connessione con i molteplici aspetti della vita quotidiana e sono un valido strumento per la formazione, la salute e il benessere dei cittadini”.

Il programma si articola in 13 azioni e stabilisce iniziative, destinatari, priorità, tempi di realizzazione, criteri di concessione di contributi e progetti per la tutela sanitaria. In particolare, sono previsti contributi per la diffusione dello sport di cittadinanza (90 mila euro), per promuovere lo sport rivolto alle persone diversamente abili (170 mila euro), per l’acquisto dei defibrillatori (300 mila euro), per attività promozionali e manifestazioni sportive riservate agli istituti scolastici attraverso progetti per scuola primaria e campionati studenteschi (162.500 euro). Inoltre sono previsti  finanziamenti per manifestazioni sportive e competizioni (160 mila euro).

Nel piano annuale c’è un nuovo capitolo “Sport e Turismo” che include quindici eventi sportivi di valenza internazionale che si svolgono nel corso del 2016 con rilevanza turistica e di promozione del territorio marchigiano per i quali sono stati assegnati 160 mila euro.

Nuovi anche gli incentivi al merito sportivo attraverso due azioni: la tutela degli atleti marchigiani di elevate doti tecnico agonistiche mediante la concessione di incentivi alle società sportive dove risultano tesserati (40 mila euro) e la valorizzazione della progettualità delle autonomie scolastiche delle Marche  attraverso un premio assegnato ai cinque migliori progetti di sport, uno per provincia, realizzati dalle scuole (20 mila euro).

Insieme con il Coni, l’Asur, venti Comuni e gli enti  di Promozione sportiva  è stato poi definito il progetto ‘Sport senza età’ il cui obiettivo è sviluppare la cultura della promozione della salute nella popolazione over 65 attraverso un’adeguata attività fisica che contribuisce a mantenere elevata la qualità della vita anche nella terza età (50 mila euro). Previsto il contributo per la scuola regionale dello sport del Coni Marche, come momento di formazione del mondo sportivo, associativo e degli Enti locali (30 mila euro) e il contributo per l’aggiornamento del censimento degli impianti sportivi (20 mila euro). Infine sono inseriti altri progetti di promozione sportiva pari a 90 mila euro.

Le domande di contributo dovranno essere inoltrate esclusivamente in modalità telematica attraverso l’apposita sezione Sport sul sito della Regione Marche; vanno presentate a partire dal 22 agosto ed entro il 3 ottobre 2016.   

 

Info: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Turismo-Sport-Tempo-Libero

© riproduzione riservata
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com