Il borgo del cuore

 

San Benedetto del Tronto, 2016-09-09 – Il borgo del cuore – Camminando per Le Marche, 1ma Mostra Fotografica Virtuale: vince Elcito (Mc) di Berico Predieri con 74 voti

I complimenti della nostra redazione all’amministratore del gruppo per questa bella ed originale iniziativa William Tallevi

Elcito (Mc) di Bredico Predieri - "il borgo del cuore"

Elcito (Mc) di Bredico Predieri – “il borgo del cuore”




dalla Regione Marche

2016-09-09

Inizio dell’anno scolastico il 15 settembre anche nei comuni colpiti dal sisma, Bravi: “Un sostegno concreto per aiutare i ragazzi a superare il trauma vissuto”

“Il 15 settembre iniziano le scuole nelle Marche. Anche per i ragazzi dei comuni colpiti dal sisma la campanella suonerà giovedì 15, come per tutti i loro coetanei marchigiani. Una scelta che permette, in primo luogo, di confermare la scuola come centro di aggregazione e di esperienza quotidiana di condivisione anche all’interno di strutture quali tende o moduli. Uno sforzo di tutte le istituzioni che vuole rappresentare un sostegno concreto per aiutare i ragazzi a superare il trauma che stanno vivendo da alcune settimane. Inoltre la Regione si sta attivando per avviare anche un dopo-scuola, con attività sostenute insieme al volontariato che ha manifestato, in maniera ampia, la propria disponibilità”. Lo afferma l’assessore regionale all’Istruzione Loretta Bravi. L’assessore ricorda, poi, che nel caso in cui una scuola non fosse pronta per la data stabilita, a seguito di calamità, “le disposizioni nazionali di riferimento consentono la validità dell’anno scolastico, con meno di 200 giornate di lezione (limite minimo ammissibile), solo se vengono emanate ordinanze di chiusura delle scuole da parte dei sindaci”.

INSIEME CACCIATORI E PESCATORI  PER UNA RACCOLTA FONDI A FAVORE DELLE POPOLAZIONI TERREMOTATE 

 

In un recente incontro con l’assessore regionale Moreno Pieroni, i cacciatori e i pescatori  sportivi delle Marche hanno chiesto di poter essere utili alle popolazioni marchigiane colpite dal sisma del 24 agosto con un gesto concreto di solidarietà.

E’ stato così deciso,  di comune accordo tra le diverse associazioni  a cui sono iscritti cacciatori e pescatori marchigiani,  di attivare una raccolta fondi attraverso un conto corrente che sarà gestito dalla Federcaccia e aperto al contributo di cacciatori,  pescatori e di quanti vorranno versare somme a favore dei terremotati delle Marche.  Le somme raccolte saranno destinate per interventi e progetti  nelle zone terremotate.

L’assessore Pieroni ha ringraziato tutte le Associazioni che hanno aderito con entusiasmo: “ E’ un bellissimo segnale – ha detto – di quanto l’associazionismo sportivo sia sempre  presente e attento quando si tratta di gesti concreti di solidarietà. Una importante testimonianza di affetto e vicinanza verso i corregionali colpiti che conferma  ancora una volta una spiccata sensibilità e generosità nei confronti di chi sta vivendo forti difficoltà .”

Il conto corrente è il seguente : Banca di Credito Cooperativo di Fano- 

n. 16/01/01310 Federazione Italiana della Caccia -PESARO

IBAN: IT 80L0851924309000160101310

Causale : “ Cacciatori-Pescatori pro terremoto” 

 

Ecco le associazioni venatorie e piscatorie che hanno aderito alla raccolta fondi :

FEDERAZIONE ITALIANA DELLA CACCIA

Consiglio Regionale Marche    PESARO

ARCI CACCIA

Comitato Federativo Marce  PORTO S. ELPIDIO(FM)

UNIONE NAZIONALE ENAL CACCIA

Delegazione Regionale  CUPRAMONTANA

ASSOCIAZIONE ITALIANA DELLA CACCIA/ITALCACCIA

Delegazione delle Marche ASCOLI PICENO

ASSOCIAZIONE NAZIONALE  LIBERA CACCIA

Segreteria Regionale Caccia    ANCONA

ENTE PRODUTTORI SELVAGGINA  TREIA (MC)

C.S.T. – CONF.A.V.I.

Segreteria regionale Marche  FERMO

ANUU MIGRATORISTI

Sezione Regionale Marche  OSTRA (AN)

 

ARCI PESCA F.I.S.A. 60035 JESI  (AN)

UNIONE NAZIONALE ENAL PESCA

Comitato regionale Marche

Cupramontana  (AN)

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA A.S.

Comitato regionale Marche  ANCONA (Varano)

UNIONE NAZIONALE PESCATORI A MOSCA

Coordinamento regionale Marche GROTTAMMARE AP

CARP FISHING ITALI   FERMO

LIBERA PESCA SPORT ANCONA

 

Cina: “Paese strategico per il sistema produttivo marchigiano”

 

 

Manuela BoraManuela Bora

L’assessora Bora parteciperà al Convegno di Potenza Picena sulla cooperazione Italia – Cina: “Paese strategico per il sistema produttivo marchigiano”

 

Potenza Picena (MC) – L’assessora alle attività Produttive, Manuela Bora, parteciperà al convegno sulla cooperazione tra Italia e Cina che si terrà (sabato 10 settembre) a Potenza Picena (MC). Alla presenza di una delegazione politica e istituzionale della Provincia di Henan, l’incontro approfondirà lo sviluppo dei rapporti tra i due Paesi nell’ambito dell’alta formazione, turismo, industria e agroalimentare.
“I rapporti tra la Regione Marche e alcune Province della Repubblica popolare cinese sono consolidati – afferma l’assessora – Attualmente intratteniamo rapporti istituzionali con lo Shandong e Hunan, oltre che con le aree metropolitane di Pechino e Dalian. La visita del presidente Ceriscioli dello scorso aprile ha gettato ulteriori basi per consolidare le relazioni economiche in corso. La Cina è stata, nel 2015, il nono mercato per l’export marchigiano, segnando una crescita del 13,3 per cento sull’anno precedente. È oggi un partner economico maturo e di primo piano per il nostro sistema produttivo. In un’economia globalizzata, come quella che viviamo, l’obiettivo della politica regionale è favorire e sviluppare collaborazioni comuni in campo economico che consentano di trarre vantaggi reciproci. Dal convegno di Potenza Picena scaturiranno indicazioni utili per rafforzare partenariati strategici”.




VitaVita all’insegna della solidarietà

 

La rassegna internazionale di Arte Vivente ideata da Sergio Carlacchiani è pronta per esplodere la sua vitalità e promuove una raccolta fondi per i terremotati

 

Civitanova 9 settembre – Civitanova si prepara a vivere una giornata ricca di energia e positività. Domani sabato 10 settembre è l’ora di VITAVITA, la Rassegna Internazionale di Arte Vivente ideata da Sergio Carlacchiani. Giunta al tredicesimo anno, dedica questa edizione alla popolazione di Arquata del Tronto, ferocemente colpita dal sisma del 24 agosto, dimostrando il suo grande cuore con una gara di solidarietà.

Insieme al Comune di Civitanova e all’Azienda dei Teatri, VITAVITA ha avviato una raccolta fondi intitolata Insieme per Arquata, che viene presentata domani alle 11.30, nella Sala Giunta del Comune, da Maria Luisa Fiori, presidente dell’Associazione Omnibus Omnes Onlus sezione di Arquata, e dai soci. Dal tardo pomeriggio, colori, parole e suoni animano le vie della città con un programma pronto a soddisfare ogni gusto, dai più piccoli ai più grandi.

Tra gli elementi che caratterizzano la manifestazione ci sono i due riconoscimenti. Il premio alla carriera va ai Quintorigo, formazione più che ventennale nota per il continuo gioco tra musica e voce nei quali gli esecutori dimostrano versatilità ed elevate competenze e capacità musicali. I Quintorigo hanno il loro spazio dalle 21.45 al Lido Cluana, con un live ispirato a Jimi Hendrix. Il Giovane Talento, che vede la collaborazione del “Premio Internazionale Massimo Urbani” viene consegnato alle ventitrenne napoletana Emilia Zamuner, che nel 2016 si è aggiudicata proprio il primo posto del concorso di Camerino. La cantautrice si esibisce in piazza ex Abba, alle 22.45 con Napolioni Jazz Trio. Proprio in questa piazza ci sono varie chicche: Antonello Salis al pianoforte e fisarmonica, insieme a Egidio Marchitelli che lo accompagna alle chitarre; un duo imperdibile, composto da Gianni Iorio al bandoneon e Pasquale Stafano al pianoforte, con Nocturno e il concerto di Luigi Ferrara con l’omaggio al belga Toots Thielemans, padre dell’armonica a bocca jazz, scomparso pochi giorni fa.

La musica, che torna anche lungo corso Umberto I con gruppi che producono suoni e testi originali, fa da padrona; dai giovani talenti dell’INDIEpendance Stage, realizzato in collaborazione con ilpiccio.net, che vede tra gli altri esibirsi Serena Abrami, ai professionisti più affermati.

I bambini hanno varie proposte di intrattenimento: dalla musica al Mago Dario, dagli artisti di strada al ventriloquo Nicola Pesaresi.

VITAVITA è anche collaborazione con alcune realtà commerciali che si distinguono per la loro vicinanza al mondo della cultura, che lascia sempre una traccia. E allora, Opera Laboratorio Progetti presenta Kairos con Elisa Ridolfi, il Centro commerciale Il Cuore Adriatico ospita la Mabò Band e la compagnia di Trampolieri La Tenda, mentre il portale enogastronomia.it organizza nella zona della pescheria Degustando Sotto Le Stelle. Per questa manifestazione, inoltre, Cantine Fontezoppa realizza una speciale bottiglia di vino Marche bianco.

In ultimo, ma solo perché è il luogo di chiusura di questa grande giornata, piazza XX Settembre. È qui che si esibiscono gli artisti di strada del Veregra Street che portano performance varie, tra cui quelle acrobatiche del gruppo internazionale Asante Kenia. Sempre in piazza XX Settembre c’è il concerto aperitivo, Il viaggio, con il gruppo musicale Tedranura di Seby Mangiameli. Grande finale a mezzanotte con l’Orchestra Mancina, formata da sette musicisti stravaganti, mattatori assoluti delle piazze più disparate d’Italia.

La Rassegna è organizzata da Azienda Speciale Teatri di Civitanova, di concerto con il Comune e realizzata con il contributo del Centro Commerciale Il Cuore Adriatico come Main sponsor, delle Cantine Fontezoppa come Official sponsor e dalla BCC di Civitanova Marche e Montecosaro come sponsor. I premi alla Carriera e al Giovane Talento sono stati messi a disposizione da Celaschi Targhe di Civitanova Marche.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

Per info: www.vitavita.info.




dalla Città

 

La scuola “Mario Curzi” è finalmente completa

Giovedì 15 settembre, primo giorno di scuola, è previsto il taglio del nastro del secondo piano ultimato a tempo di record.

 

Giovedì 15 settembre, in coincidenza con l’apertura dell’anno scolastico, il sindaco Pasqualino Piunti taglierà il nastro per inaugurare tutto il secondo piano della nuova sede della scuola media “Mario Curzi”, nell’ex tribunale di in piazza Carlo Alberto dalla Chiesa: accoglierà le nove classi del plesso di via Golgi che cessa di svolgere la funzione di edificio scolastico.

 

Dopo l’inaugurazione, un anno fa, del piano primo e terra lato ovest, tutte le classi della “Mario Curzi” d’ora in avanti saranno accolte nella nuova sede, e questo anche grazie all’ultimazione a tempo di record dei lavori, conclusi con quasi due mesi di anticipo di rispetto ai tempi contrattuali imposti alla ditta appaltatrice, la Elettro Stella srl di Monsampolo del Tronto, che ha vinto la gara con un ribasso di oltre il 41% rispetto all’importo a base d’asta.

 

Il secondo piano della “Mario Curzi” accoglie dodici aule e tre blocchi di servizi; tutti locali ovviamente sono stati adeguati agli standard dell’edilizia scolastica mentre l’adeguamento strutturale alle norme antisismiche fu eseguito con la prima fase dei lavori del 2015. Il secondo piano ospita anche un’aula magna da 160 posti. Una curiosità: per l’aula magna è stato recuperato e adattato un grande tavolo in ciliegio lungo ben 4,80 metri che fu costruito su misura per la sala delle udienze del tribunale.

 

Rispetto al progetto originario, questa seconda fase dei lavori ha vissuto un adeguamento “in corsa”, quando cioè pochi mesi fa la scuola ha manifestato le necessità, sulla base delle iscrizioni ricevute, di avere tre classi in più. E’ stato quindi necessario aggiungere una serie di lavori: per fare spazio alle nuove aule richieste, sono stati trasformati due locali al piano terra, in precedenza destinati ad archivi del tribunale (che hanno trovato una diversa collocazione sempre all’interno dell’edificio), per destinarli a laboratorio e archivio; altri tre locali, sempre al piano terra, sono stati adeguati per ospitare un ulteriore laboratorio, un’aula per il sostegno ai disabili ed un bagno. Le tre aule in più hanno imposto anche la necessità di prevedere ulteriori uscite di sicurezza e l’ampliamento dell’uscita sul lato est dell’edificio.

 

DATI UTILI

Impresa esecutrice: Elettro Stella srl di Monsampolo del Tronto,

Importo a base d’asta: € 499.850,00, importo aggiudicato: € 291.462,54 derivante dall’applicazione del ribasso del 41,69%

Altre Imprese (piano terra): CMP International srl, ITE srl

Tempo previsto di conclusione dei lavori: 150 giorni. Tempo effettivamente impiegato: 100 giorni.

Progettista e direttore dei lavori: ing. Nicola Antolini

Progettista degli impianti: p.i. Nazareno Carosi

Direttore di cantiere: geom. Sandro Palestini

Responsabile tecnico dell’impresa: p.i. Luca Rossi

Responsabile unico del procedimento: arch. Annalisa Sinatra

Inizia la scuola, ripartono gli scuolabus

Fino al 30 settembre i mezzi di trasporto partiranno dai plessi della scuola per l’infanzia alle 12 

 

Con l’inizio della scuola, riparte anche il servizio di trasporto scolastico da e per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado della città.

 

Il piano delle tratte compiute dagli automezzi della ditta di “Trasporti Fratarcangeli Cocco”, che ha in appalto il servizio, è consultabile del sito istituzionale www.comunesbt.it (area tematica “scuola”). Si ricorda che è necessario che ogni studente che ha fatto domanda per usufruire dello scuolabus sia munito dell’apposito tesserino nominativo con nome e foto dell’alunno rilasciato dalla ditta che ha in appalto il servizio.

 

In accordo con le tre dirigenti scolastiche, fino al 30 settembre, ovvero fino a che non sarà attivato il servizio di mensa, gli scuolabus per i bambini frequentanti le scuole dell’infanzia (ex materne) partiranno dai vari plessi alle 12.

 

Con l’occasione si ricorda che il servizio di mensa partirà lunedì 3 ottobre 2016. Si invitano i genitori a controllare la situazione della Junior card dei propri figli, cioè il badge che dà diritto a consumare i pasti, eventualmente ricaricandola presso i punti autorizzati o, in Comune, all’URP e all’Economato.

 

Per i nuovi iscritti la Junior card potrà essere ritirata da lunedì 12 settembre presso il Servizio Diritto allo Studio, Trasporti Scolastici e Mense, al terzo piano del Municipio di Viale De Gasperi. Per informazioni: tel. 0735/794573 – 794415




Amat Suggerisce

 

Frasassi –

cantar lontano Frasassi 16
Frasassi. La Grotta Grande del Vento. Un ambiente unico, affascinante e incontaminato. Una sonorità resa pura dall’incessante lavorio di piogge millenarie. Un concerto imperdibile e irripetibile, da condividere con le persone più care.
È Officium Divinum, il progetto che Marco Mencoboni e Gavino Murgia hanno ideato per mantenere in vita, grazie anche ai solisti del complesso Cantar Lontano, il lavoro del sassofonista Jan Garbarek e del complesso vocale Hilliard Ensemble.
Datato 1994 e prodotto da Manfred Eicher per la ECM records, ha segnato un momento di svolta epocale nel mondo della musica contemporanea, realizzando il primo progetto crossover tra la musica cosiddetta colta e il Jazz.Officium Divinum
Grotte di Frasassi, Grotta Grande del Vento
12 settembre 2016 – ore 21.00
Info:
Ingresso 10,00 euro
posti disponibili fino a esaurimento

Per raggiungere la grotta dal parcheggio è attivo un servizio navetta operato dal Consorzio Frasassi.
È consigliabile arrivare sul luogo con almeno 30 minuti di anticipo e indossare un abbigliamento adeguato alla temperatura della grotta (14°C circa).
Prevendita:
In tutti i punti vendita AMAT/VivaTicket
e su vivaticket.it
da mercoledì 7 settembre

tel. + 39 071 2072 439
info@amat.marche.it
www.amatmarche.net
Un progetto di:
E Lucevan Le Stelle / Cantar Lontano Festival / Consorzio Frasassi / AMAT
In collaborazione con:
Comune di Pesaro – Assessorato alla Bellezza

GUARDA QUI

ASCOLTA QUI

 




da Grottammare

Erosione marina, la Regione assegna i fondi.

Si lavora alle priorità, entro la fine dell’anno vanno presentati i progetti di intervento

 

 

Grottammare è tra i comuni assegnatari di contributi regionali per la difesa della costa: entro la fine dell’anno dovranno essere presentati i progetti di intervento. L’amministrazione comunale sta valutando le priorità, per impiegare efficacemente le risorse messe a disposizione dalla Regione Marche attraverso due distinti canali di finanziamento.

 

Il primo corrisponde a un contributo diretto di 78.571,17 € (linea di intervento A decreto nr. 167) assegnato per la realizzazione di interventi di difesa della costa e mantenimento degli arenili di tutti i 23 comuni costieri marchigiani (ripartizione dei 2 milioni di euro stanziati).

Il secondo è collegato a risorse stanziate con un bando di compartecipazione finanziaria (linea di intervento B, decreto nr. 166) che valuterà progetti per la difesa della costa da attuarsi tramite opere rigide: tra i criteri previsti vi è l’obbligo di un cofinanziamento pari ad almeno il 50%, con premialità per i progetti che ne prevedono almeno il 70% e si riferiscano ad interventi che contemplino la difesa di strutture di civile abitazione o di infrastrutture pubbliche.

In entrambi i casi, i decreti di assegnazione sono stati emanati lo scorso 30 agosto e i Comuni hanno tempo 90 giorni per presentare le domande, complete di pareri e autorizzazioni.

 

Il Sindaco Enrico Piergallini: “Ringraziamo la Regione per questo significativo contributo. Se aggiungiamo ad esso la quota di compartecipazione comunale prevista, avremo una cifra utile per difendere il tratto di costa tra Grottammare e Cupra, quello che negli ultimi anni è stato soggetto ai fenomeni erosivi più gravi. Questo intervento che si realizzerà nel 2017 si va ad aggiungere agli interventi che abbiamo già compiuto quest’anno e l’anno scorso. In questo modo dovremmo riuscire a coprire tutta la lunghezza della pista ciclabile o quantomeno le porzioni di essa più esposte ai danneggiamenti”.

 

Per quanto riguarda la costa cittadina, le necessità sono localizzate lungo la pista ciclopedonale nord Grottammare-Cupra Marittima, nei tratti di scogliere radente esclusi dai recenti lavori straordinari di inizio estate, e sul belvedere nei pressi della foce del torrente Tesino, anche in questo caso, nelle sezioni di balconata non interessate da interventi di manutenzione recenti.

La Domenica Sportiva edizione numero sette.

Ventitré associazioni si offrono per promuovere la cultura dello sport e della socializzazione

 

Ventitré associazioni metteranno in campo dodici diverse discipline sportive, giochi popolari e altre attività ludiche per una domenica all’insegna dello sport e della solidarietà.

La Domenica Sportiva edizione 2016 promette un pomeriggio di attivo e sano divertimento in compagnia di istruttori e operatori qualificati del panorama sportivo del territorio. Si comincia alle ore 15, previsto anche un fuori programma rappresentato dalla partecipazione del campione italiano di Risiko, Silvestro Iacono.

 

La Piazza Kursaal e la sua spiaggia, insieme al viale della Repubblica, sono i luoghi deputati ad accogliere gli spazi delle esibizioni e degli allenamenti sportivi di pallavolo, pattinaggio, danza, canoa, vela, calcio, basket, ginnastica artistica, ciclismo, tennis, scherma antica e karate; sulla spiaggia, i giochi tradizionali di tiro alla fune e corsa con i sacchi, mentre presso lo chalet Adriatico si gioca a biliardino. Grazie a un simulatore, sarà inoltre possibile provare l’ebbrezza della guida rally: a cura della sezione locale AVIS, la proposta è legata a raccogliere fondi per sostenere le attività associative.

 

Dedicata ad adulti e bambini, la manifestazione offre la possibilità di praticare liberamente le attività sportive con la guida di esperti delle discipline in campo. L’obiettivo del settore Sport dell’assessorato alla Formazione e ai Talenti, che ha ne coordinato l’organizzazione, è quello di favorire la cultura del movimento e della salute a tutte le età.

 

Le associazioni coinvolte: 43° Parallelo Volley, Anffas, AVIS, ASD Bailando, Canoa Beach, Circolo tennis Beretti, Circolo velico Le Grotte, Club Ischia Cultura e Sport, Club Pesca sport Amici del mare, Danza con M.E., Diavoli Rosso Blu, Grottammare Calcio 1899, Grottammare Volley, Junior Basket Club, Asd On line, Ciclistica Perla dell’Adriatico, ASD Piceno Calcio Balilla, Polisportiva Gagliarda, ASD Studio Movimento, Union Fortitudo, Palestra Perfect, Sala d’arme Achille Marozzo, ASD Sporturismo.

 

 

Acque di qualità, l’ARPAM conferma

Sedici prelievi tra l’8 agosto e il 5 settembre danno esito conforme ai valori norma

 

Acque di qualità a Grottammare: il Servizio Tutela Ambientale riferisce il buon esito delle analisi effettuate dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche (ARPAM), che nei giorni 8 agosto e 5 settembre ha effettuato diversi campionamenti, monitorando vari punti del litorale grottammarese.

I prelievi sono stati effettuati su 8 siti: le sedici analisi eseguite sono risultate tutte conformi agli standard previsti dalla normativa in materia di qualità delle acque di balneazione.

 

Anche in riferimento alla campagna Goletta Verde di Legambiente che, a fine luglio, aveva riscontrato standard insufficienti delle acque di balneazione (effettuando un unico prelievo di acqua in un solo punto del litorale, alla foce del torrente Tesino, dove vige il divieto di balneazione), l’assessore alla Sostenibilità ambientale Daniele Mariani sottolinea i risultati dei prelievi che confermano la qualità delle acque di balneazione e la validità della stretta collaborazione con l’ente di gestione delle acque : “Non possiamo che essere soddisfatti del lavoro effettuato tutto l’anno e che ci ha portato a riconfermare questi standard qualitativi. Ci complimentiamo e ringraziamo il Ciip per la collaborazione nella gestione del ciclo idrico.”

 

In allegato, i due esiti analitici dell’Arpam.

 ARPAM_analisi




Dieta mediterranea e vita rurale chiavi di longevità

LE TRADIZIONI PER VIVERE BENE: DUE INCONTRI CON L’INRCA

 

 

Recanati, 9 settembre 2016 – Dieta mediterranea, prevenzione, attività fisica, ma anche qualità della vita e welfare rurale sono i temi al centro dei due incontri gratuiti organizzati dall’Inrca – Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per Anziani – sabato 10 e domenica 11 settembre, nella sala convegni di Villa Colloredo a Recanati. Gli incontri, aperti a tutti, si inseriscono nell’ambito di “Recanati,la città del buon vivere”, un weekend di eventi dedicato alle tradizioni che conducono alla longevità, caratteristica del territorio marchigiano. Recanati è una delle tappe del Gran Tour delle Marche, il circuito di eventi ideato da Tipicità per valorizzare la regione e presentarla attraverso le sue peculiarità. “Le Marche – spiega Pietro Scendoni, Responsabile reumatologia dell’Inrca di Fermo – sono il territorio del vivere in salute. Da qui abbiamo l’ambizione di far comprendere e tramandare le tradizioni e i saperi tra le generazioni, perché la longevità di oggi, con oltre 600 centenari nella Regione, è frutto della civiltà rurale del secolo scorso”.

Sabato alle 16:00, l’incontro “Dieta mediterranea e longevità nelle Marche” vede la partecipazione di personaggi di spicco come Massimiliano Ossini, conduttore tv Rai, Roberto Bernabei, direttore del Dipartimento di geriatria, neuroscienze e ortopedia dell’Università Cattolica di Roma e presidente di Italia longeva, e dello chef Mauro Uliassi, che parlerà di dieta mediterranea e benessere a tavola nell’arte culinaria marchigiana. Sul tema si alterneranno le relazioni di Fabrizia Lattanzio, direttore scientifico Inrca, Sonia Rosati e Rosaria Gobbi, Centro Antidiabetico Inrca, e Leonardo Seghetti, prof. di chimica e trasformazione degli alimenti dell’Istituto agrario Ulpiani di Ascoli. Fabrizio Mari, Comandante del Corpo Forestale delle Marche, farà un focus su tracciabilità e sicurezza agroalimentare, mentre Angelo Vecchione, Medicina riabilitativa Inrca parlerà di attività fisica adattata agli anziani. Al termine dell’incontro, dalle 19.00, nel piazzale davanti alla Villa, si terranno dimostrazioni dei gruppi di lavoro del tombolo e deicappelli in paglia artigianali, con le merlettaie di Offida e le “trecciarole” di Montappone insieme al gruppo folcloristico Ortensia, con bambini e anziani over 90. Nell’ambito del progetto “Nonni nipoti e longevità attiva” saranno esposti i lavori dei ragazzi dell’Istituto Scolastico Borgo Solestà-Cantalamessa, presentati dalla direttrice Silvia Giorgi.

Domenica, sempre alle 16:00, l’incontro “Il territorio marchigiano per la longevità: accoglienza e qualità della vita” offrirà una serie di testimonianze sulle iniziative di agri-welfare nel territorio. “C’è un forte legame tra cucina, cultura della salute e vita di campagna” – spiega Cristina Gagliardi, Centro Ricerche Economico-Sociali sull’invecchiamento Inrca, che illustrerà insieme a Sara Santini i risultati del progetto “Longevità attiva in ambito rurale”, nato dalla sinergia tra Inrca e Regione Marche con la partecipazione di alcune aziende agricole. Modererà l’incontro Massimo Boemi, direttore del Centro Antidiabetico Inrca, che concluderà con i consigli su un corretto stile di vita.

 clicca l’allegato : Flyer INRCA GTM 10-11 SETT finale




Le migrazioni e l’integrazione fra i popoli al “Premio Tenco”

 

CON BOMBINO, NCCP, ENZO AVITABILE & AMAL MURKUS

 

IL QUARANTENNALE DELLA RASSEGNA DAL 20 AL 22 OTTOBRE A SANREMO

 

Sanremo – Al tema del  sarà riservato uno spazio importante della quarantesima edizione del Premio Tenco, la Rassegna della canzone d’autore, in programma dal 20 al 22 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo. Saranno infatti dedicati a questo argomento quattro momenti della Rassegna, che vedranno in scena Bombino, la Nuova Compagnia di Canto Popolare, il duo Enzo Avitabile & Amal Murkus, e Giacomo Sferlazzo.

 

Bombino, 36 anni, è nigerino di etnia tuareg, in quanto tale costretto all’esilio. Chitarrista elettrico di grande personalità, unisce il blues al rock e alla musica sub sahariana, e canta nella sua lingua nativa, il Tamasheq. È stato definito il “Jimi Hendrix del deserto”. Con l’album “Nomad” nel 2013 arriva al grande pubblico internazionale. Il nome d’arte Bombino (Goumar Almoctar all’anagrafe) nasce dal soprannome in italiano “bambino”. Il suo nuovo album, da poco uscito, è “Azel”. Sarà al Tenco il 20 ottobre.

 

La Nuova Compagnia di Canto Popolare presenterà un brano inedito dedicato ai migranti, insieme ad altri di un nuovo disco, doppio, che uscirà proprio in ottobre. Parlare della NCCP significa evocare la storia del folk revival nella sua forma più alta e della musica più autentica del Sud d’Italia, in particolare di Napoli e della Campania. Un gruppo che tutto il mondo ammira, guidato oggi da due suoi componenti storici, Fausta Vetere e Corrado Sfogli. Anche loro saranno in scena nella prima serata.

 

Enzo Avitabile e Amal Murkus porteranno fra l’altro il brano “Canta Palestina”, scritto dal primo e dedicato a Vittorio Arrigoni, il giornalista e pacifista italiano ucciso a Gaza nel 2011. Amal Murkus è una nota cantante palestinese che vive in Israele, mentre Avitabile è uno dei musicisti italiani che da sempre lavora sulla contaminazione fra i generi musicali, anche come simbolo dell’integrazione fra i popoli. Saliranno sul palco il 21 ottobre.

 

Giacomo Sferlazzo è un cantautore lampedusano che proporrà un estratto dal suo spettacolo “Lampemusa. Memorie in mezzo al mare, canzoni e racconti su Lampedusa” in uno degli appuntamenti pomeridiani della Rassegna, il 20 ottobre nel quartiere storico della Pigna alle 18.30. L’appuntamento, in collaborazione con “Pigna Mon Amour”, rientra nell’ambito del ciclo “Ottobre di pace”, organizzato da varie associazioni imperiesi.

 

Questi nomi si aggiungono a quelli già annunciati dei tre Premi Tenco, ovvero Stan Ridgway, Otello Profazio e Sergio Staino, e ad altri che verranno comunicati successivamente. All’interno delle tre serate di ottobre ci sarà anche la consegna delle Targhe Tenco 2016.

Il Premio Tenco, detto anche “Rassegna della canzone d’autore”, è organizzato dal Club Tenco con il contributo del Comune di Sanremo e di SIAE e con il sostegno di Coop Liguria e Casinò di Sanremo.

Biglietti e abbonamenti si possono acquistare alla cassa del Teatro Ariston (Via Matteotti 107, Sanremo – Tel. 0184 507070) tutti i giorni dalle 16 alle 21, anche telefonicamente. I singoli biglietti possono essere acquistati anche on line attraverso www.clubtenco.it e www.premiotenco.it

Biglietti: poltronissima 45 euro + 5 euro prevendita, poltrona I settore 35+ 4, poltrona II settore 25+4, galleria 25+4, ultime 6 file galleria 20+4. Abbonamenti: poltronissima 90 + 9, poltrona I settore 70+ 6, poltrona II settore 54+6, galleria 54+6, ultime 6 di galleria 44+6.




UniMc, lutto per la scomparsa del prof. Giuseppe Galli

 

Docente emerito, era stato prorettore dell’Ateneo negli anni Ottanta.

 

Macerata – Il rettore dell’Università di Macerata Luigi Lacchè a nome dell’intera comunità accademica e suo personale esprime grande cordoglio per la scomparsa di Giuseppe Galli, docente emerito di psicologia generale e già prorettore dell’Ateneo, maestro di vita e di pensiero per intere generazioni di studenti. L’Università tutta, nel ricordare le profonde doti intellettuali e umane dello studioso, si unisce commossa al lutto della moglie Anna e delle figlie Lucia, Chiara e Grazia. La camera ardente è stata composta all’obitorio dell’Ospedale di Macerata. I funerali si svolgeranno domani (sabato) alle 15.30 nella Chiesa di Santa Croce.

Giuseppe Galli, nato a Ravenna nel 1933, si era laureato in Medicina a Bologna nel 1957. Ha attuato la sua formazione psicologica sotto la guida del prof. Renzo Canestrari e in stretto contatto con gli psicologi della scuola della Gestalt, in particolare con Wolfgang Metzger e Edwin Rausch. Nel 1966 ha iniziato a insegnare psicologia generale all’Università di Macerata, diventando professore ordinario nel 1982. Da quello stesso anno fino al 1990 è stato pro-rettore. Nel 1987 ha collaborato alla istituzione del Dipartimento di filosofia e di pedagogia e psicologia. Nel 2000 ha fondato il Centro interuniversitario di studi di medicina e scienze umane “Augusto Murri”. Dal 2003 al 2006 è stato direttore del Dipartimento di scienze dell’educazione e della formazione e coordinatore del Dottorato di ricerca in scienze dell’educazione.

Grande dolore da parte anche dei professori Michele Corsi, direttore del Dipartimento di Scienze della formazione, “ha rappresentato una parte importante della vita accademica e personale di molti di noi, e ora una memoria densa e significativa”, nonché Andrzej Zuczkowski, Matilde Moroni Mozzi e Barbara Pojaghi, che furono tra i primi allievi di Galli. “Mi sono laureata con Giuseppe Galli nel 1971 – ricorda quest’ultima -, allora ero una pioniera. L’incontro con la psicologia, con la psicologia della Gestalt, la psicologia di Kurt Lewin mi avevano preso in maniera totale. Dovrei scrivere un libro per documentare le tante cose che ho imparato dal lui, ma mi piace ricordare quelle che poi hanno segnato il mio modo di insegnare di fare ricerca e di relazionarmi con gli altri. Innanzitutto, la consapevolezza che ci vuole tempo ed umiltà per imparare, poi l’etica della ricerca e l’atteggiamento rispettoso nei confronti dell’altro, e infine la ricchezza e le potenzialità del lavoro di gruppo. Queste sono le cose che ho imparato mentre facevo la tesi con lui e poi quando ho iniziato a lavorare in Università. Sono ancor ora, che mi mancano pochi anni alla pensione e che ho ampliato i miei ambiti di studio e di interessi, gli elementi che guidano il mio essere docente, ricercatrice e persona”.




Attenti a quei due!

 

 

San Benedetto del Tronto, 2016-09-09 – Dice che sono due professori in pensione, almeno uno con laurea.

Vagolano forse sul lungomare, o ai giardinetti, tra nipoti incazzati.

Hanno sottobraccio La Repubblica e Corriere della Sera, tutti sottolineati e unti di colazione.

 

Mormorano sconsolati, pacatamente: quelli sì erano bei tempi.

Rimpiangono i tempi di Veltroni e Rutelli. Già, quelli sì che riempivano di Cultura Roma.

 

Loro sì che sapevano amministrare, quasi come Napoleone dice uno (ma che libri ha letto?)

Sapevano governare, sotto i Raggi del sole e sotto le nuvole, Roma sfasciata continuava a sfasciarsi, ma vuoi mettere lo spessore culturale?

Eh sì, era importante saperci fare: accontentare, mediare, pregare, capire, coprire, galleggiare…

Conoscevano la politica e conoscevano il Tevere, sapevano andarci anche in Barca.

La stessa Barca (nel senso di Fabrizio, sic) che uno dei due prof vorrebbe oggi al Campidoglio.

Eh sì, altro che i Grillini, governa’ è difficile, devi lascia’ rubba’, ma lo devi fa’ con classe…

 

Attenti a quei due, dice che so’ de sinistra, ma votano Renzi!

 

PGC

Passeggiata 

 

 

di FDA

Santomartire del Tronto (AP), 8 settembre 2016 – sera, lungomare.

Passeggio in compagnia di un caro amico, laureato in Scienze Politiche e professore in pensione. La pensa come me e mi dice pacatamente : “ Certo, a Roma si può ben rimpiangere Veltroni: altro spessore culturale, politico, altra capacità d’amministrare…Questa povera Raggi…”

“Raggi-di-Sole” rispondo “Se è per questo, sono da rimpiangere anche i dieci anni di Rutelli…”

“Ma è anche un fatto di livello culturale” riprende lui “non solo cultura politica, cultura in senso globale…scivoliamo su un piano sempre più inclinato… i giovani, e non solo loro, sembrano non capire cosa significhi amministrare politicamente ed economicamente una città…addirittura la capitale d’Italia…”

“Sì, sembra la saga del qualunquismo utopistico” confermo mentre continuiamo la passeggiata “ di chi pensa di poter agire senza alcuna base di professionalità acquisita e collaudata, senza neppur sapere cosa si debba affrontare e come …senza know-how…senza, senza, senza…A Raggi-di-Sole basterà la laurea in giurisprudenza e qualche tempo passato nello Studio Previti per reggere Roma? Mah…”

“Dovrebbe esserci l’antico pudore…” ribatte il mio amico “ Più silenzi, più ponderazione. Se crollano gli equilibri nel modo che vediamo…cosa ci si può aspettare da un Grillo …”

“ …Con i suoi accoliti ignari o consensualmente genuflessi ” proseguo io “…Grillo e il buon Casaleggio hanno creato il Movimento Stellare dal nulla e dal nulla hanno recepito i quadri da spedire in Parlamento…se qualcuno fra i più avveduti grillini apre gli occhi o si affranca o comincia a domandarsi perché, viene eliminato…Con ciò non intendo che questi ultimi siano pronti a governare : a mio avviso, Parma non merita un Pizzarotti! E si sono coperti , parlo di Grillo e del buon povero Casaleggio, con un Direttorio che manco Napoleone…e poi hanno conquistato Roma!” . Ridiamo.

“Eh, Napoleone! Non mescoliamo…” sussurra il mio amico e certo pensa ai tanti libri di storia studiati.

“Puntualizziamo su Napoleone” butto là “ lui s’è ben guardato dal conquistare Roma pur passando il Rubicone e ha mandato al Direttorio…quello vero, che la conquista la voleva…un pegno-regalo imposto al Papa, solo due busti bronzei di Giunio e Marco Bruto*… Ma anche Annibale Barca aveva rinunciato alla conquista di Roma** nonostante avesse bastonato i Romani al Trasimeno e fosse già a Bracciano…E pensare che a Roma abbiamo un discendente da portare dritto al Campidoglio: Fabrizio Barca!”

“Grandi e ‘intelligenti’ “ mormora il mio amico “ e adesso abbiamo un attore teatrale che…”

“Pensa” gli dico “nell’antica Pompei all’Attore era vietato concorrere ad alcuna magistratura! Di più, giuridicamente l’Attore era “infamis” (“spregevole”)…***. Ah, che tempi”.

Ci vien da ridere, ancora.

*E. ludwig, Napoleone, Bur, pag. 63-64

** Polibio, Storie lib.I-III,Newton,pag.389

*** M. Beard, Prima del Fuoco, L, pag 305-306

 

 

 

RASSEGNA STAMPA 09/09/2016 (IN GRASSETTO, TITOLI SU CUI RIFLETTERE)

La Repubblica

Roma, Raggi scarica De Dominicis

Si dimette il minidirettorio romano M5S

 

Corriere della Sera

M5S, “Di Maio non si tocca”

Grillo torna a fare il capo

L’ascesa di ‘Dibba’ la rockstar

 

 

Il Fatto Quotidiano

De Dominicis indagato a Roma, salta la nomina

Il mini-direttorio romano lascia

 

Il Messaggero

Roma, salta anche De Dominicis

E il mini direttorio lascia in blocco

 

La Stampa

Raggi : De Dominicis non sarà assessore. Lui: E’ un complotto

Il no della giunta alle Olimpiadi / Sacrificato Di Maio

 

L’Unità

Dalle stelle alle stalle

 

Il Foglio

Tre mesi di grillismo possono bastare

 

Leggo

Caso Raggi, si dimette il mini direttorio e salta anche De Dominis

 

Metro

M5S nel caos, Grillo : avanti Raggi, ma vigileremo

 

Avvenire

Intervista al premio Nobel sulle difficoltà del Movimento a Roma

 

Il Manifesto

A Tordi e a Grilli

 

Il Mattino

A Roma ora comanda Grillo

Uno vale uno ma il comico vale per tutti