deserto bianco

 

San Benedetto del Tronto, 2016-10-20 – deserto bianco “il gusto raffinato della composizione, il senso del grande respiro…” – Cortina, 21 dicembre 2013

 

 

 

 

 

Ph © Valentina Bonci
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a valebonci75@gmail.com

 

 




Urbinati e Nobili ad Arquata per iniziative dedicate all’infanzia

 “REALIZZARE QUI’ SPECIFICHE INIZIATIVE DEDICATE ALL’INFANZIA”

 

 

 

Arquata del Tronto, 20 ottobre 2016  – Il Consigliere regionale, Fabio Urbinati, e il Garante dei Diritti dell’Infanzia della Regione Marche, Andrea Nobili, si sono recati nella mattinata di oggi, ad Arquata del Tronto.

Accompagnati dal Sindaco, Aleandro Petrucci e dal Vice Sindaco Michele Franchi, hanno visitato la tendostruttura che ospita provvisoriamente le classi che vanno dalla Scuola dell’Infanzia alla Media.

“E’ stato importantissimo ripartire con l’inizio dell’anno scolastico nella località di Arquata. – Ha detto Urbinati – I bambini, come è nella loro natura, hanno dimostrato uno straordinario spirito di adattamento che sicuramente rappresenta un ottimo presagio per il futuro di questi territori. Un grandissimo lavoro è stato svolto da tutto il personale scolastico, docente e non docente che mi sento in dovere di ringraziare.”

“E’ importante lanciare insieme un segnale di vicinanza su questo territorio martoriato dal sisma – ha sottolineato il garante Andrea Nobili – e celebrare in questa cittadina specifiche iniziative dedicate all’infanzia per far si che queste siano l’avvio di un percorso condiviso col territorio e sul territorio”.

“Entusiasta di questa proposta – ha detto la Dirigente scolastica Patrizia Palanca – perché ci dà la possibilità di arricchire il nostro programma scolastico con lo studio, da parte degli alunni, dei diritti che li riguardano e di cui spesso, nelle scuole, non si avviano le dovute attività per la loro adeguata e appropriata conoscenza”.

“E’ davvero importante – ha detto il Sindaco Petrucci – realizzare questi eventi in un momento particolare della nostra comunità sconvolta da un sisma devastante. La partecipazione degli alunni a queste iniziative renderà più pieni di contenuti eventi che possono aiutare a riflettere sull’importanza di non privare i bambini dei loro diritti e sui doveri che hanno gli adulti nei loro confronti.

un momento dell'incontro

un momento dell’incontro

 

 




Presentata la Volley Angels

 

Porto San Giorgio – È stata presentata al Tucano’s Beach di Porto San Giorgio la formazione del Volley Angels Project che prenderà parte al campionato femminile di serie D. Molto qualificato il settore degli ospiti che hanno voluto presenziare alla piacevole serata e che, dopo il saluto del presidente Sandro Benigni e del vice presidente Massimiliano Pallottini, hanno preso la parola. La parte politica è stata rappresentata dagli assessori allo sport dei comuni di Porto San Giorgio Valerio Vesprini e di Porto Sant’Elpidio Milena Sebastiani, città che rappresentano il bacino d’utenza della società, mentre le autorità sportive presenti erano capitanate dal delegato provinciale del Coni di Fermo Vincenzo Garino, seguito dal presidente regionale delle Marche della Federazione Italiana Pallavolo Franco Brasili e dai consiglieri provinciali Giovanni Ciabattoni e Riccardo Minnucci. Tutti hanno manifestato il proprio compiacimento per l’organizzazione e i risultati raggiunti da Volley Angels Project che, forte di oltre duecento bambini che frequenteranno i corsi di Minivolley in questa stagione, parteciperà con quattordici formazioni a sei campionati tra quelli di categoria (serie D, Prima e Seconda Divisione) e giovanili come Under 16, 14 e 13. La rosa della formazione di serie D, che sarà allenata anche quest’anno da Attilio Ruggieri e Luciano Leoni, è composta da Alessia Piersimoni, Jennyfer Bastianelli, Binetu Mboup, Alessandra Macchini, Giulia Tiberi, Eleonora Mignini, Giulia Ledda, Alessandra Conforti, Michela Quaglietti, Giulia Amaolo, Ilaria D’Angelo, Stella Cicoria e dalle statunitensi Ellen Yamasaki e Jessica Keller. L’età media della squadra è di 23,7 anni, mentre l’altezza media è di 171, 5 cm. Sabato esordio casalingo alla palestra Nardi di Porto San Giorgio alle ore 21 contro la Tabaccheria Al Battente di Ascoli.




Ddmm, “6 x 8” di Italo Conti al Teatro Marchetti

 

Camerino – Le DDMM sabato 22 ottobre alle ore 21.30 debuttano al Teatro Filippo Marchetti di Camerino con la commedia in due atti “6 x 8” di Italo Conti.
La prevendita dei biglietti è iniziata oggi pomeriggio in Teatro e prosegue domani, venerdì 21 ottobre, dalle 17 alle 19 e sabato 22 ottobre dalle 18 in
poi.
Parte dell’incasso, come è consuetudine per le DDMM, verrà devoluto in beneficenza.
Lo spettacolo verrà riproposto al Teatro comunale di Esanatoglia sabato 29 ottobre alle ore 21 nell’ambito della IV Rassegna itinerante del teatro dialettale “I Donattori”, organizzata dall’AIDO.
Trama:
Berardo Abbracciavento (Mauro Sebastiani) è il marito di Brunilde (Loredana
Ottavini), una delle figlie della coppia formata da Belindo e Berenice
Scornavacca (rispettivamente Massimo Marchetti e Donatella Pazzelli),
capostipiti di una famiglia di spocchiosi arricchiti che ostentano una classe e
una cultura che assolutamente non hanno. Benny (Francesco Mariotti) è lo
svogliato nipote, fidanzato con Barby (Daniela Calcinelli) e la famiglia si
completa con Basilia (Mimmi Panfili), Berenice e la muta Tarquinia.
Dopo anni di soprusi, finalmente Berardo imbrocca la sestina vincente al
superenalotto e allora le cose cambiano: tutti diventano falsamente rispettosi
perché ha fatto davvero un sei… per otto! Sarà compito del dott. Zecca (Massimo
Urlietti), funzionario del Monopolio di Stato, concretizzare la stratosferica
vincita milionaria, ma l’atto redatto non rispecchia affatto le previsioni della
famiglia Scornavacca.

Scenografia e costumi delle DDMM, luci e suoni di Cesare Casoni e Giuseppe
Rivelli, trucco e parrucco di Oriana, Patrizia e Tiziana, suggeritrice Carla
Casadidio, regia di Alberto Pepe per una commedia dalla risata assicurata.




Amat Informa

n. 31 del 20/10/2016 | anno 21

Nella PlateadelleMarche dal 22 al 31 ottobre 2016

TEATRI IN FESTA! | sabato 22 ottobre 2016
PESARO Teatro Rossini, ore 11
PASSEGGIATA NEL TEATRO SEGRETO
Visita guidata al Teatro Rossini alla scoperta dei suoi luoghi più nascosti
CARTOCETO, Teatro del Trionfo
LE SCUOLE ALLA RI-SCOPERTA DEL TEATRO DEL TRIONFO
Mattinata di visite didattiche al Teatro del Trionfo, attualmente in restauro, riservata agli studenti dell’Istituto Comprensivo “Marco Polo”
FANO, Teatro della Fortuna, ore 17 e ore 18
MUSICA E PAROLE
Visite guidate al Teatro della Fortuna accompagnate da piccole incursioni musicali
URBINO, Teatro Sanzio ore 21.00
CANTINA RABLÉ
ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI
regia e drammaturgia Carlo Boso
soggetto David Anzalone e Michele Pagliaroni
[iniziative per la prima Giornata Nazionale dello Spettacolo dal Vivo]

CAMERINO | giovedì 27 ottobre 2016
Teatro Marchetti ore 21.00
LA COMPAGNIA DI MUSICULTURA
CUORI TRUFFATI
LA FERITA D’AMORE NON GUARISCE
[evento di presentazione della stagione del Teatro Marchetti]

SAN SEVERINO MARCHE | giovedì 27 ottobre 2016
Teatro Feronia ore 21.15
ANNA GALIENA, ENZO DE CARO
DIAMOCI DEL TU
di Norm Foster
regia Emanuela Giordano

FANO | venerdì 28 ottobre 2016
Teatro della Fortuna ore 21.00
ANNA GALIENA, ENZO DE CARO
DIAMOCI DEL TU
di Norm Foster
regia Emanuela Giordano

FANO | sabato 29 ottobre 2016
Teatro della Fortuna ore 21.00
ANNA GALIENA, ENZO DE CARO
DIAMOCI DEL TU
di Norm Foster
regia Emanuela Giordano

RECANATI | sabato 29 ottobre 2016
Teatro Persiani ore 21.00
LUCA ZINGARETTI
IL PRIDE
di Alexi Kaye Campbell, traduzione di Monica Capuani
regia Luca Zingaretti

FANO | domenica 30 ottobre 2016
Teatro della Fortuna ore 17.30
ANNA GALIENA, ENZO DE CARO
DIAMOCI DEL TU
di Norm Foster
regia Emanuela Giordano

 

Se vuoi ricevere info sulle attività nei teatri gestiti dall’AMAT iscriviti alle newsletter AMAT direttamente dalla home page del nostro sito (colonna a destra)

 

NEWS E AGGIORNAMENTI QUI

 

BIGLIETTERIE AMAT/VIVATICKET

_ ANCONA Casa Musicale Ancona, corso Stamira, 68 tel. 071 202588
_ ASCOLI PICENO Biglietteria del Teatro Ventidio Basso piazza del Popolo, 17 0736 244970
_ FANO Biglietteria del Teatro della Fortuna piazza XX Settembre, 0721 800750
_ FERMO Biglietteria del Teatro dell’Aquila via Mazzini, 8 0734 284295
_ JESI Biglietteria del Teatro Pergolesi piazza della Repubblica, 9 0731 206888
_ LORETO Pro Loco Felix Civitas Lauretana corso Traiano Boccalini, 2 071 977748
_ MACERATA Biglietteria dei Teatri di Macerata piazza Mazzini, 10 0733 230735 _ 0733 230508
_ PESARO Biglietteria Teatro Rossini piazza Lazzarini, 1 0721 387621 – 387620 e Biglietteria AMAT c/o Tipico.Tips Via Rossini, 41 0721 3592501
_ PORTO SANT’ELPIDIO Eventi Culturali via San Giovanni Bosco, 26/A 0734 902107
_ RECANATI Biglietteria del Teatro Persiani corso Cavour 071 7579445

CALL CENTER DELLO SPETTACOLO DELLE MARCHE 071 21 33 600

AMAT Palazzo delle Marche, piazza Cavour 23 60121 ANCONA

I programmi possono subire variazioni di date, titoli ed interpreti per cause indipendenti dalla volontà degli organizzatori. Si raccomanda di verificare eventuali modifiche pubblicate negli avvisi esposti nei teatri, pubblicati dagli organi di informazione e presenti sul questo sito internet nelle pagine dedicate alle diverse stagioni.




Week end di appuntamenti teatrali a Jesi, tra circo contemporaneo e teatro ragazzi

 

Jesi (AN), 20 ottobre 2016 – Sabato 22 ottobre al Teatro Pergolesi e al Teatro Moriconi due spettacoli ad ingresso gratuito per la Giornata Nazionale “Teatri Aperti e altri luoghi per lo spettacolo dal vivo”: ore 10 la “Spettacolare conferenza” de El Grito circo contemporaneo all’anmtica, alle ore 16 la Festa d’apertura della 33esima Stagione di Teatro Ragazzi con ATGTP e Associazione La Strada di Achille.

Domenica 23 alle ore 18 al Teatro Pergolesi lo spettacolo “Scratch & Stretch”, tra acrobazie, giocolerie e musiche, con El Grito.

 

Week end di appuntamenti teatrali a Jesi, tra circo contemporaneo e teatro ragazzi.

Si inizia sabato 22 ottobre con due eventi dedicati ai bambini e ai ragazzi, ad ingresso gratuito, in occasione della 1^ edizione della Giornata Nazionale “Teatri Aperti e altri luoghi per lo spettacolo dal vivo”, fortemente voluta dal Ministro della cultura Dario Franceschini, e promossa da MibacT, Agis e Siae.

Alle ore 10, al Teatro Pergolesi, è di scena El Grito Circo contemporaneo all’antica in “Spettacolare Conferenza”, una lezione-spettacolo sul circo contemporaneo, a cura di Giacomo Costantini con Giacomo Costantini e Andrea Farnetani. Attraverso riflessioni filosofiche ed etiche, la giocoleria, la musica e la danza, la compagnia El Grito racconta ai giovani spettatori la vita di un circense contemporaneo: una vita nomade e comunitaria, fatta di lunghi viaggi, frontiere e roulotte, spettacoli, allenamenti e avventure incredibili scatenando, di solito, effetti collaterali anche gravi quali: iper-immaginazione acuta, apatia verso i social network, attacchi di fantasia, eruzioni di idee.

Alle ore 16, al Teatro Moriconi, da non perdere la Festa di Apertura della 33^ Stagione di Teatro Ragazzi curata dall’ATGTP: gli artisti dell’Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata in collaborazione con l’Associazione La Strada di Achille presentano un assaggio del cartellone con performance dal vivo, letture ad alta voce, video e merenda.

 

Domenica 23 ottobre alle ore 18, El Grito Circo contemporaneo all’antica presenta al Teatro Pergolesi lo spettacolo “Scratch & Stretch”, di e con Fabiana Ruiz Diaz e Giacomo Costantini, con le luci di Domenico De Vita. Lo spettacolo, prodotto con il sostegno di Espace Catastrophe (Bruxelles) è un viaggio sorprendentemente originale, un’esperienza sensoriale unica dove perdersi in un componimento sinfonico di acrobazie, giocolerie e musiche. Uno spettacolo sensibile e poetico, dove l’incontro tra circo, musica e teatro dà vita ad una tenera esplosione di energia che toccherà la vostra anima. Biglietti: intero € 10 – ridotto fino a 14 anni € 7

 

Info e prenotazioni:

Biglietteria Teatro Pergolesi

Tel. 0731 206888 – mail: biglietteria@fpsjesi.com

 

Prevendite “Scratch & Stretch”:

WWW.VIVATICKET.IT by Best Union

CALL CENTER dello Spettacolo delle Marche 071 2133600

 

INFO

Fondazione Pergolesi Spontini. Largo F. Degrada, 5 – 60035 Jesi (AN)

www.fondazionepergolesispontini.com tel. +39 0731 202944 fax +39 0731 226460




Sold out per la Castagnata in Piazza a Montefiore

 

Grande interesse anche per le iniziative del cinquantesimo

 

Montefiore dell’Aso 19-10-2016 – Si è svolta domenica la Castagnata in Piazza organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Un’edizione speciale, arricchita dalle iniziative per il 50° della Pro Loco, che ha visto tantissime persone affollare il centro storico del borgo piceno.

Piazza della Repubblica si è animata fin dalla mattinata con l’apertura degli stand gastronomici che per l’intera giornata hanno proposto fettuccine con la lepre, fagioli con le cotiche, salsicce, pizzette fritte, castagne arrosto, spiedini di castagne e altre prelibatezze. Molti si sono soffermati al centro della piazza dove venivano cotte le caldarroste e preparato e distribuito il vin brulè. Gli Stornellatori di Cupra Marittima hanno intrattenuto il pubblico durante l’intera manifestazione mentre nel pomeriggio i più piccoli si sono divertiti con trucca bimbi, bolle di sapone e palloncini creati dal duo “Sfarfallina & Scintillina”. Molto suggestivo, all’imbrunire, lo spettacolo di sputa fuoco con il gruppo “Focus Vitae” di Castignano.

Uno dei momenti più sentiti e partecipati della giornata è stata la cerimonia di consegna degli attestati ai fondatori della Pro Loco ed ai Presidenti che si sono succeduti nei 50 anni. Dopo aver ricordato tutti coloro che sono stati parte attiva dell’Associazione, il Presidente della Pro Loco Andrea Mignucci ha consegnato il riconoscimento ai fondatori o alla memoria dei fondatori Emilio Lauri, Mario Pennesi, Guido Acciarri, Alessandro De Angelis, Vittorio Ciuti ed ai Presidenti Nazzareno Ciarrocchi, Luciano Luciani, Massimo Lauri, Paolo Ciuti, Palmino Ponziani, Adolfo De Carolis, Enzo Morelli, Andrea Cappelli, Paolo Rocchi, Luciano Bellagamba, Aroldo De Carolis, Meri De Carolis, Lucio Ciaralli, Bruno Napoleoni. Presenti il vicesindaco Serena Curto, il consigliere comunale Alessandro Giardinà, il Presidente Unpli Regionale Mario Borroni e quella provinciale Marco Silla e tutte le associazioni del paese che hanno ricevuto una cartolina celebrativa del cinquantesimo.

La Pro Loco Montefiore ringrazia sentitamente tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita sia della Castagnata che delle celebrazioni per il cinquantesimo.

 




La Terra trema, perché?

 

Appignano del Tronto – Sabato 22 ottobre dalle ore 10:00 presso l’auditorium SALE del Comune di Appignano del Tronto, ci sarà un seminario sul tema del sisma, l’iniziativa in concomitanza con la “Settimana del Pianeta Terra – L’Italia alla scoperta delle Geoscienze – Una società più informata è una società più coinvolta” è un festival scientifico che coinvolge tutta l’Italia, vive dal 2012 ed è diventato il principale appuntamento delle Geoscienze.

L’iniziativa organizzata da “parco calanchi e monte Ascensione” e Comune di Appignano del Tronto è volta a spiegare il terremoto, ovvero come avvengono i movimenti della terra, quali sono le zone più a rischio e perché, insomma una giornata in cui la scienza si mette a servizio di tutti per spiegare il reale funzionamento del sistema globo.

Due relatori d’eccellenza, il prof. Piero Farabollini, docente presso l’Università degli studi di Camerino e il prof. Massimiliano Fazzini docente presso l’Università degli studi di Ferrara, entrambi geologi e divulgatori delle scienze della terra.

Saranno presenti i ragazzi della scuola di Appignano del Tronto ISC Falcone e Borsellino, e potranno partecipare tutti coloro che vorranno avere informazioni scientifiche su questo tema importante che ha intimorito e spaventato i cittadini della provincia di Ascoli molto recentemente.

Siamo convinti che spiegare la pericolosità e i rischi, coinvolgendo i ragazzi con un’ottica legata al proprio territorio sarà di aiuto nell’avere domani delle coscienze aperte alla sostenibilità ambientale.

Perché è vero che i terremoti esistono ma è vero anche che l’unica soluzione per non avere tragedie e danni in seguito ad un sisma è costruire secondo le norme antisismiche e oggi mettere in sicurezza tutto il patrimonio storico esistente, un obiettivo molto alto che non possiamo esimerci dal raggiungere.




Lavori Ciip contro il rischio allagamenti a Grottammare

 

E’ iniziata la riqualificazione di una conduttura che attraversa varie zone cittadine.

 

Grottammare, 2016-10-20 – Sono iniziati questa settimana i lavori di manutenzione straordinaria del sistema di regimentazione delle acque bianche che dalla zona del cimitero attraversa le zone Valtesino e San Martino, e tramite le via Galilei e Sacconi si immette nel collettore del lungomare. In quest’ultimo tratto, in particolare, è prevista una deviazione all’attuale condotta per risolvere l’annoso problema dell’ allagamento della via Sacconi, favorendo il defluire delle acque con il miglioramento della pendenza.

 

L’intervento è progettato, finanziato ed eseguito dalla CIIP spa ed è strutturato in tre distinte fasi.

La prima prende in considerazione il tratto via Valtesino incrocio via Enrico Fermi: in questo punto le opere andranno a migliorare l’efficienza del sistema di smaltimento, sostituendo la tubazione di attraversamento stradale della SP Valtesino (attualmente da 60 cm di diametro) con uno scatolare in cemento armato da 100 cm x 80 cm di dimensioni interne; a monte dell’attraversamento, verrà inoltre realizzata una vasca di contenimento e cattura dei detriti, protetta da briglie gabbionate, atta ad evitarne l’intasamento e, di conseguenza, l’allagamento della sp Valtesino in quel punto (foto in allegato).

 

La seconda fase prenderà in considerazione il tratto di collettore che corre lungo la via San Martino; in questo caso verrà eseguita la videoispezione dell’intera condotta, con l’eventuale ripulitura dei detriti presenti all’interno.

 

Il terzo intervento si concentrerà tra via Tintoretto e via Sacconi: in questo caso, è prevista la realizzazione di una variante al tracciato della condotta che corre parallelamente alla linea ferroviaria, mediante deviazione del flusso delle acque da sud a nord della via Sacconi; la modifica prevede l’installazione di un nuovo scatolare in cemento armato (120 cm x 55 cm di dimensioni interne), con il quale convogliare le acque nel collettore che fiancheggia l’hotel Marconi e da lì nel collettore principale del lungomare che sfocia al Tesino. Valore di progetto 250.000 €.

 

L’intervento è il risultato di un accordo tra Comune, AATO e CIIP spa e costituisce la prima opera di un piano che ha l’obiettivo di risolvere varie criticità del tessuto urbano legate principalmente a eventi piovosi di particolare intensità.

allagamento_via Fermi

allagamento_via Fermi




Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo replica al Sindaco Guido Castelli sulla questione rifiuti

 

Caro sindaco Castelli, mi stanno a cuore la salute dei cittadini e l’ambiente. Ben vengano dunque le slide, gli esposti e l’infuocata polemica a patto che portino all’avvio dei lavori della ricopertura della 4° e 5° vasca di Relluce con relativo consolidamento delle vasche in frana. Naturalmente i 32 sindaci della provincia non vogliono che l’onere degli 8 milioni di euro necessari per tali interventi siano a carico dell’Ata, ma di chi ha incassato il corrispettivo da parte dei Comuni e dei cittadini negli anni passati, ossia Ascoli Servizi Comunali e il Comune di Ascoli. Ricordo a Castelli che il Comune di San Benedetto e quello di Grottammare pagano da anni la gestione “post mortem” delle discariche sul loro territorio sulla base delle risorse incassate quando i siti erano in esercizio. Quando mi sono insediato, i volumi della discarica di Relluce erano esauriti, ho ereditato dunque da Celani e Castelli l’emergenza rifiuti da una gestione pregressa disastrosa.

 

Caro sindaco nel rispondere alle domande da te formulate, vorrei anch’io porne qualcuna di cui i cittadini sarebbero interessati a conoscere la risposta.

1- Perché Castelli e Celani non hanno fatto il Piano d’Ambito consentendo di programmare le scelte per la gestione dei rifiuti?

2- Perché Castelli e Celani, nonostante l’obbligo di legge, non hanno mai costituito l’Ata rifiuti?

3- Perche il sindaco Castelli nel nuovo PRG ha dato l’ok alla previsione dell’ampliamento della discarica Geta, soluzione da lui tanto avversata?

4- Perché il sindaco Castelli ha stralciato dal PRG la previsione di ampliamento della discarica di Relluce, se la ritiene la panacea di tutti i mali?

5- Perché Ascoli Servizi Comunali e il Comune di Ascoli hanno acquistato un terreno per oltre 850 mila euro al fine di realizzare la sesta vasca di Relluce quando tutti gli enti hanno espresso parere negativo sul progetto?

6- Perché il Comune di Ascoli non ha pensato ad utilizzare per il terreno le procedure di espropriazione di pubblica utilità?

7- Perché si sono spese somme onerose per l’acquisto di quel terreno, anziché utilizzare tali risorse per la raccolta differenziata?

8- Perché il sindaco Castelli non ha ancora provveduto a mettere in sicurezza l’ex discarica Ipgi?

9- Perché il sindaco Castelli non ha pagato all’Ata 2,5 milioni di euro per il servizio di smaltimento rifiuti?

10- Perché il Comune capoluogo presenta ancora una raccolta differenziata poco sopra al 40%?

Ringrazio i sindaci per il sostegno in questi 2 anni in cui è stata affrontata l’emergenza rifiuti rispettando le norme con la tariffa più bassa delle Marche. Non ho invece potuto contare sulla collaborazione del sindaco Castelli che in 18 mesi ha prodotto 12 ricorsi al Tar, 2 esposti in Procura e altro contenzioso rendendo la complessa situazione più ingestibile. Mi auguro in futuro possa venire dal sindaco un contributo costruttivo e non distruttivo, da parte mia c’è l’impegno a superare l’emergenza rifiuti e vincere la sfida di portare la raccolta differenziata sopra il 70%.

In merito alle domande poste dal Sindaco Castelli ricordo che le ordinanze emesse ai sensi del testo unico dell’Ambiente, costituiscono atti contingibili ed urgenti per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti in deroga alla normativa previo parere dell’Arpam, a cui è sempre stato richiesto prima dell’emanazione delle ordinanze.

In particolare sulla 3° vasca della discarica di Geta l’Arpam si è espressa più volte, sia nell’ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale che di Autorizzazione Integrata Ambientale. L’Arpam ha svolto inoltre accurati controlli ambientali sull’aria e sulle acque senza mai rilevare pericoli o anomalie, così come fatto anche dall’Asur. Giova inoltre ricordare che, nel procedimento di autorizzazione della discarica Geta, svoltosi nel 2011, per rifiuti pericolosi e quindi con ben maggiori impatti potenziali sulla salute e sull’ambiente rispetto ai rifiuti urbani, il Comune di Ascoli aveva espresso parere favorevole.

Riguardo alle polizze fidejussorie nel mese di aprile il Servizio Ambiente della Provincia ha svolto un controllo attraverso il sito web della Banca d’Italia per verificare la validità di tutte le garanzie finanziarie che devono essere prestate dai titolari degli impianti che si occupano di gestione dei rifiuti. Dal controllo sono risultate non valide, a seguito della cancellazione dagli Elenchi della Banca d’Italia delle Società Finanziarie che avevano emesso le fidejussioni a favore della Provincia, le garanzie di quattro ditte, tra cui la Geta. Da tale controllo non è emerso alcun inadempimento a carico delle ditte, che si sono trovate improvvisamente “scoperte” a fronte di un premio già pagato. La Provincia ha pertanto immediatamente assegnato un termine per la ricostituzione delle garanzie. Il Decreto Legislativo n. 152/2006 prevede, per l’inosservanza delle prescrizioni autorizzatorie, in successione temporale e secondo la gravità, i seguenti atti: diffida, sospensione e revoca. I procedimenti si trovano, ad oggi, nella fase della sospensione delle autorizzazioni in capo a tre ditte. Per quanto riguarda la Geta, tutti i passaggi svolti sono puntualmente elencati nei provvedimenti dirigenziali di diffida e di sospensione.

La polizza escussa all’Ascoli Servizi Comunali è successiva a diffida, cui non è seguito alcun atto concreto da parte della ditta e quindi atto dovuto ed improcrastinabile a tutela di una criticità ambientale ben nota a tutti gli enti interessati, in primis al Comune.

Da ultimo si puntualizza che il Comune non ha pagato un euro degli oltre 2,5 milioni dovuti all’Ata per lo svolgimento del servizio e Ascoli Servizi Comunali, al netto di quanto dovuto per il servizio di competenza svolto, ha percepito somme non dovute da numerosi Comuni e quindi non può vantare alcun credito ma anzi è debitrice nei confronti dell’Ata in modo consistente.

Mi auguro di vedere a brevissimo l’avvio dei lavori di ricopertura e consolidamento a Relluce e l’ordinanza per la bonifica dell’IPG.