Raggio di Sole

 

San Benedetto del Tronto, 2016-10-29 –  Raggio di Sole

 

 

 

Raggio di Sole

Raggio di Sole

 

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 




Continua e si rafforza l’intervento del GUS nelle zone colpite dal sisma

MACERATA – Dopo due mesi si riparte drammaticamente da zero. Il terremoto di mercoledì 26 ottobre ha riavvolto il nastro e riportato le lancette dell’orologio direttamente a fine agosto.

Il Gus Gruppo Umana Solidarietà, già attivo immediatamente dopo le prime scosse, potenzia la sua presenza con personale dedicato all’assistenza e al sostegno della popolazione nelle zone terremotate, da Arquata del Tronto ai comuni dell’Alto maceratese, colpiti mercoledì scorso in modo ancora più violento.

Due le linee di intervento: da una parte sarà rafforzata l’attività dei Centri di ascolto, fissi e mobili, già operativi su tutto il territorio interessato dal sisma, in collaborazione con altre associazioni presenti. Dall’altra, saranno supportate le amministrazioni comunali, che si trovano ad affrontare la quotidianità amministrativa con un inevitabile deficit di personale impegnato nell’emergenza.

In questi mesi il Gus è stato costantemente presente con i suoi operatori esperti e con i volontari, che hanno risposto con grande generosità alle molteplici richieste di aiuto.

Per partecipare, in forma volontaria, accanto alle ragazze e ai ragazzi impegnati nelle attività di sostegno della popolazione colpita, è possibile candidarsi scrivendo una mail a: volontariatosisma2016@gus-italia-org.

Per supportare economicamente l’attività del Gus, è possibile fare una donazione attraverso il conto corrente “G.U.S. GRUPPO UMANA SOLIDARIETÀ G.PULETTI ONLUS” – IBAN: IT66Y0335901600100000131559, causale: Emergenza Terremoto Centro Italia.




Libriamoci: “Caro Sindaco, mi leggi un libro?”

Appignano del Tronto, 2016-10-29 – Nell’ultima settimana di ottobre dirigenti scolastici e insegnanti hanno organizzato la settimana della lettura.
Allo scopo di “catturare” sempre nuovi lettori proviamo a dare ai nostri studenti la possibilità di godere di una bella lettura ad alta voce, per aprirsi all’immaginazione e senza sforzo aggiungere una tappa al proprio personale cammino di alfabetizzazione.
Anche l’ISC Falcone e Borsellino ha aderito all’iniziativa e nel plesso di Appignano del Tronto, le insegnati hanno dedicato tempo durante la settimana alla lettura, per il puro piacere di leggere; la settimana si è conclusa oggi sabato 29 settembre, con l’iniziativa “Caro Sindaco, mi leggi un libro?” in cui il Sindaco Sara Moreschini e i consiglieri comunali sono stati invitati a leggere per i ragazzi della scuola.
Visto il progetto sulla legalità le insegnanti della scuola primaria hanno scelto delle letture sull’infanzia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.
I temi affrontati, sono stati giustizia, legalità, bullismo e lettura.
“Una mattinata davvero interessante, abbiamo letto e commentato i testi, i ragazzi sono davvero delle creature meravigliose che ci stupiscono continuamente, conoscono molto di più di quello che noi adulti immaginiamo”.
Sara Moreschini

 

Libriamoci

Libriamoci




La “Camminata delle ville”

Domenica 30 ottobre a Colli del Tronto

 

 

COLLI DEL TRONTO – Prenderà il via alle ore 10 da Piazza XXV aprile la manifestazione “Camminata delle ville” organizzata da U.S. Acli Marche e Pro Loco di Colli del Tronto

Si tratta di una iniziativa che nasce con lo scopo di promuovere un corretto stile di vita dei cittadini ed in contemporanea con la volontà di valorizzare le ville storiche presenti nel territorio comunale visto che saranno visitate le ville Lozzi, Cicconi e Mastrangelo.

La “Camminata delle ville” rientra anche nella più ampia collaborazione che l’U.S. Acli Marche ha assicurato alla manifestazione “Passeggiando e mirando per i colli truentini” organizzata il 2 giugno di ogni anno dalle Pro Loco e dai comuni della vallata del Tronto, dal Gruppo podistico Avis Spinetoli/Pagliare e dalle Avis di Spinetoli/Pagliare, Monteprandone e Castel di Lama.




Perchè il calcio è anche solidarietà. Il Presidente della Samb Fedeli: “Aiutiamo il piccolo Riccardo”

Il patron rossoblù lancia un appello per l’Associazione Insieme per Riccardo
San Benedetto del Tronto, 2016-10-29 – E le parole del Presidente della Sambenedettese Franco Fedeli al termine della gara contro il Feralpisalò, ne sono l’esempio più lampante. Il numero uno rossoblù, prima dell’inizio della consueta conferenza stampa di fine gara, si è seduto in sala stampa con in braccio il piccolo Riccardo, il bimbo grottammarese affetto da una rara malattia genetica chiamata Amaurosi congenita di Leber che lo rende cieco. Il patron, molto sensibile ed attento alle attività solidali, ha promosso un appello per l’Associazione Insieme con Riccardo, https://www.facebook.com/Tutti-con-Riccardo-127948637626168/, impegnandosi in prima persona a contribuire economicamente in favore delle cure necessarie per il bimbo grottammarese.

Franco Fedeli con Riccardo

 

 

p1260971 p1260972 p1260973 p1260975 p1260976 p1260978

 

© www.ilmascalzone.it  Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it




da Giulianova

Il Fondo di solidarietà voluto dal sindaco nel giugno 2014: sino ad oggi messi a disposizione circa 250.000 euro a beneficio dei meno abbienti e per interventi nel sociale.

Era il 26 giugno 2014 quando il sindaco Francesco Mastromauro, dopo la sua riconferma e a soli sei giorni dalla presentazione ufficiale del nuovo Esecutivo, mantenendo fede al primo punto del suo programma elettorale relativo al benessere sociale rendeva concreto, con apposita delibera di Giunta, il Fondo di solidarietà sociale. Uno strumento a favore delle famiglie giuliesi meno abbienti, e comunque per attenuare le situazioni critiche sotto il profilo socioeconomico, basato sull’erogazione di un contributo di 300 euro grazie al taglio del 50% delle indennità spettanti per legge al  sindaco, agli assessori ed al presidente del Consiglio comunale.
Il 27 ottobre seguente, a fronte di un fondo di 57 mila euro derivante dall’accantonamento delle somme di competenza da luglio a dicembre, veniva pubblicato il primo bando per l’assegnazione del contributo. Entro il 21 novembre, data di scadenza, giunsero 147 domande, delle quali 31 scartate perché prive dei requisiti richiesti. Per poter accedere al beneficio, infatti, occorreva essere residenti nel Comune di Giulianova, avere un reddito Isee non superiore a 6mila euro annui, essere disoccupati, far parte di famiglie numerose con tre o più figli e, soprattutto, non aver riportato una condanna penale, anche se solo in primo grado, per reati commessi contro la famiglia e il patrimonio.
“Una novità assoluta per Giulianova – dice il sindaco – e un modello preso subito a riferimento anche da chi, come la allora neoconsigliera teramana Maria Cristina Marroni, aveva compreso la forte carica solidaristica del nostro Fondo di solidarietà. Senz’altro un atto di attenzione alle componenti sociali in difficoltà non basato sulle chiacchiere. Ma anche  un esempio di buona politica. Tanti, troppi si limitano ancora alle buone intenzioni, dicendo che è necessario tagliare i costi della politica. Però, quando si tratta di passare dalle parole ai fatti, il semaforo allora da verde diventa rosso. Qui a Giulianova è dal 26 giugno del 2014 che io, gli assessori e il presidente del Consiglio comunale percepiamo ogni mese la metà di quanto ci spetta per legge destinando il restante 50% al Fondo di solidarietà, cosi da mettere a disposizione risorse preziose per aiutare chi sta vivendo un momento di difficoltà. Sinora abbiamo erogato contributi ad oltre 250 nostri concittadini, provvedendo anche, nella prima metà di quest’anno, all’erogazione di somme per garantire la piena funzionalità degli asili nido comunali. In complesso, sono state messe a disposizione somme ammontanti a circa 250 mila euro. Un discreto gruzzolo considerando che stiamo parlando di indennità mensili sotto i 1.400 euro”.
L’ambito di intervento del Fondo di Solidarietà si indirizzerà nel prossimo futuro anche per dare sostegno sotto il profilo dell’assistenza sanitaria. “Da qualche mese –  dice la vicesindaco con delega alle Politiche sociali Nausicaa Cameli – insieme con  il comitato locale della Croce Rossa e con il Lions Club Giulianova Castrum stiamo pensando ad un’azione forte, di sostegno a persone e famiglie che sono in difficoltà socioeconomica avendo bisogno di cure e comunque di assistenza sotto il profilo sanitario. Come Comune metteremo a disposizione, grazie al Fondo, le risorse economiche per l’acquisto dei medicionali, la Croce Rossa i locali ed il Lions Club Giulianova Castrum i medici e gli specialisti così da garantire visite e screening gratuiti. Naturalmente usando gli stessi criteri previsti nei bandi sinora emanati per accedere ai benefici economici”.




Andrea Bocelli laureato honoris causa dall’UniMc: “Un pensiero di vicinanza a chi soffre per il terremoto”

 

L’artista agli studenti: “Non abusate della musica, ma riprendete in mano i libri. Saranno i vostri compagni di viaggio, importanti per capire e giudicare e analizzare la realtà in modo più critico”

 

Macerata, 2016-10-29 – Piazza stracolma, centinaia di persone – studenti, docenti e tanti ammiratori -ad applaudire un grande artista e, soprattutto, una grande persona: Andrea Bocelli, vessillo del canto melodico in tutto il mondo, ha ricevuto stamattina la laurea honoris causa in filologia moderna assegnatagli dall’Università di Macerata.

Arrivato in città in elicottero – è impegnato in una tournee internazionale – con la moglie Veronica, elegantissima in rosso, e la figlia, la piccola Virginia, non si è sottratto ai tanti fan che subito lo hanno serrato all’ingresso dell’Ateneo. Un caffè, la foto di rito in aula magna e poi via a sfidare il freddo, regalando tanti momenti emozionanti.

“Vogliamo dedicare questo momento a tutti coloro che stanno soffrendo per il terremoto e voglio mandare un abbraccio particolare ai colleghi dell’Università di Camerino”, ha detto il rettore Luigi Lacchè, che, con questo ultimo atto pubblico, chiude i suoi sei anni di governo dell’ateneo. “Bocelli riesce a raggiungere il cuore, oltre che la mente delle persone. E’ un dono che solo pochi possiedono e che lui ha saputo impiegare al meglio”, ha aggiunto, ricordando anche il forte impegno umanitario dell’artista per le persone più deboli e le popolazioni colpite da tragedie come quelle di Haiti e della Siria. “Andrea Bocelli – ha detto durante la sua laudatio il professor Marcello La Matina – porta la lingua italiana là dove incontra la grande voce. E la sua è una voce che reca sollievo alle balbuzie dell’anima”. A leggere la motivazione di questo riconoscimento è stato il direttore del Dipartimento di Studi Umanistici Carlo Pongetti: “In Andrea Bocelli la mediazione del filologo-cantante produce l’opera stessa e realizza, nella forma di un’esecuzione, quel che il critico può solo descrivere a parole. Il nostro Dipartimento riconosce nel Maestro la capacità di porgere alle giovani generazioni, con modalità che premiano l’inventiva e producono solidarietà, i più alti valori che caratterizzano gli studi umanistici”.

Durante il suo intervento, il cantante si è rivolto principalmente agli studenti. Ripercorrendo la propria fascinazione per i grandi classici della letteratura russa, da Gogol a Dostoevskij, ha rivolto ai ragazzi un’esortazione inaspettata: “Non fate abuso della musica, perché altrimenti essa perde quella grande proprietà terapeutica che può avere per noi. Riprendete in mano i libri. Saranno i vostri compagni di viaggio, importanti per capire e giudicare e analizzare la realtà in modo più critico”.

Ma è poi proprio alla musica che Bocelli ha affidato il suo ringraziamento, intonando al pianoforte la “serenata” di Francesco Paolo Tosti. Quindi ha rivolto “un pensiero di grande vicinanza – sono le sue stesse parole – a tutti quelli che hanno sofferto in questo periodo la terribile esperienza del terremoto” cantando un’appassionata Ave Maria di Schubert e avvicendo le centinaia di persone del pubblico

Al termine, il sindaco Romano Carancini ha portato il saluto della città, regalando all’illustre ospite una piccola riproduzione dello Sferisterio. “Sarò banale, ma sogno di poterla sentire qui” ha detto il primo cittadino.

 

 




dalla Regione Marche

Sostegno ai settori zootecnici in crisi: 31 milioni dal ministero Agricoltura, raddoppiati i premi latte nelle aree colpite dal sisma del 24 agosto.

 

Casini: “Un aiuto concreto per il rilancio della montagna”

“Una buona notizia per gli allevatori marchigiani e un sostegno concreto a favore della bovinicoltura da latte nelle aree montane colpite dal sisma del 24 agosto scorso, che vedono raddoppiato il premio. Un grazie va al ministro dell’Agricoltura, Maurizio Martina, che ha colto il grido d’allarme proveniente dalla aree interne devastate dal terremoto e recepito le indicazione degli assessori regionali Agricoltura delle Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo in merito alla tragica situazione in cui versa la zootecnia appenninica”. Lo afferma la vicepresidente e assessore all’Agricoltura, Anna Casini, commentando la notizia dello stanziamento di 31 milioni di euro per il sostegno al reddito degli allevatori: 21 milioni sono europei, 10 nazionali. Andranno ai settori zootecnici in crisi, individuati negli allevamenti montani di bovini da latte, suinicoltura e ovini. “La bovinicoltura da latte montana avrà la quota di risorse più consistente: 14 milioni – spiega Casini – Alle aziende delle aree terremotate dell’entroterra verrà riconosciuto un premio doppio rispetto a quello delle altre zone. Una prima stima indica circa 80 euro a capo, ma l’entità finale verrà stabilita sulle base delle domande presentate. Questi aiuti si sommano a quelli già fissati con il decreto terremoto. Cercheremo ora di estendere questa opportunità anche nelle zone colpite dal terremoto del 26 ottobre”.  Alla suinicoltura sono destinati 10 milioni di euro, incentrati sui piccoli allevamenti e per favorire il benessere degli animali. Le aziende con meno di mille scrofe avranno un incremento di premio del 25 per cento. Agli ovini andranno circa 10 milioni per migliorare la qualità del latte prodotto. I dettagli tecnici e operativi delle misure introdotte saranno definiti entro novembre. Le aziende potranno accedere agli aiuti previsti già nel primo trimestre 2017. “Dal primo gennaio, poi – ricorda l’assessore – sarà obbligatoria l’indicazione dell’origine della materia prima in etichetta per latte, formaggi e yogurt. Un’occasione importante per un concreto sostegno a tutta la filiera di produzione lattiero casearia nazionale, un tassello strategico per dare una mano soprattutto ai nostri allevatori”.

L’assessore Bravi al Congresso regionale consulenti lavoro Marche:
“Crisi strutturale in atto richiede trasversalità di competenze”

“Oltre all’emergenza, è in atto una vera trasformazione del lavoro. Stiamo attraversando una crisi strutturale, etica ed economica che implica un cambio di mentalità, una trasversalità di competenze e professionalità”. Lo ha affermato l’assessore al Lavoro, Loretta Bravi, al Congresso regionale consulenti del lavoro Marche, che si è svolto alla Mole Vanvitelliana di Ancona. L’assessore ha posto l’attenzione sulle linee progettuali che la Regione si è data riguardo alle politiche attive: formazione mirata, territorialità, monitoraggio dei fabbisogni reali, uso sinergico e coeso dei fondi europei, partenariati di progetti con le scuole, aziende, università, parti sociali, associazioni di categoria. “I consulenti del lavoro – ha affermato – rappresentano una risorsa importante, in quanto svolgono un sostegno reale alla piccola e media impresa. La loro professionalità può agevolare la gestione delle crisi aziendali, le attività di accompagnamento al praticantato e all’inserimento lavorativo, la tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro”. Bravi ha poi evidenziato che occorre puntare su capitale umano e nuovo welfare per il lavoro: “Entrambi vanno sostenuti per investire su politiche attive che non si riducano a mero assistenzialismo, ma abbiano la capacità di innovare, creando nuove opportunità di occupazione. In tal senso è importante accompagnare le persone formate, prevedendo forme di incentivi per le aziende che assumono”.

Bravi

Bravi

Terremoto  Marche: esenzione ticket su farmaci e prestazioni specialistiche

 

Lucia Di Furia

Lucia Di Furia

Ancona, 2016-10-29 – La Regione Marche ha disposto l’esenzione dei ticket sui farmaci e prestazioni specialistiche ambulatoriali per i residenti dei comuni colpiti dal sisma. Il provvedimento ricalca quello emanato in occasione del terremoto del 24 ottobre scorso. Il dirigente del servizio Sanità, Lucia Di Furia, ha inviato una circolare ai direttori di Asur, Inrca e Aziende ospedaliere per assicurare un’uniforme applicazione delle disposizioni. È stata disposta l’esenzione della compartecipazione previste per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, usufruite presso le strutture sanitarie regionali – pubbliche e private accreditate e con rapporto convenzionale con il Servizio sanitario regionale.

 

 




Terremoto  Marche: esenzione ticket su farmaci e prestazioni specialistiche

Ancona, 2016-10-29 – La Regione Marche ha disposto l’esenzione dei ticket sui farmaci e prestazioni specialistiche ambulatoriali per i residenti dei comuni colpiti dal sisma. Il provvedimento ricalca quello emanato in occasione del terremoto del 24 ottobre scorso. Il dirigente del servizio Sanità, Lucia Di Furia, ha inviato una circolare ai direttori di Asur, Inrca e Aziende ospedaliere per assicurare un’uniforme applicazione delle disposizioni. È stata disposta l’esenzione della compartecipazione previste per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, usufruite presso le strutture sanitarie regionali – pubbliche e private accreditate e con rapporto convenzionale con il Servizio sanitario regionale. Sarà esente anche la quota dovuta sui farmaci equivalenti, con prezzo superiore a quello di riferimento di fascia A: sostanzialmente non si pagherà la differenza di prezzo tra il farmaco prescritto e quello di riferimento. Per quanto riguarda i farmaci di classe/fascia A/PHT (quelli a distribuzione diretta, da parte di strutture pubbliche, per la continuità assistenziale Ospedale – Territorio), verrà garantita la fornitura anche in assenza del Piano terapeutico, che potrà essere presentato in tempi differiti. Gratuita sarà anche l’erogazione di farmaci di fascia C:, sia con obbligo di ricetta, sia da banco (automedicazione), sia quello senza obbligo di prescrizione (Sop). L’esenzione riguarderà, infine, anche i prodotti di assistenza integrativa regionale (Air) e gli alimenti per i celiaci (anche senza l’autorizzazione del competente servizio che li prescrive). Il codice di esenzione, da indicare nelle prescrizioni farmaceutiche e di specialistica ambulatoriale, cioè sulle ricette, è il T16.




Lega Pro, Samb – FeralpiSalò 1 a 0: vittoria di rigore!

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2016-10-29 – Vittoria di rigore per la Samb che conquista i tre punti contro un FeralpiSalò aggressivo e ben messo in campo. Il gol vittoria arriva al 63′, a segno il bomber rossoblu Leonardo Mancuso, dopo che Sabatino si era procurato il penalty.

 

Partita maschia, con gli ospiti che giocano un buon primo tempo e riescono a mettere spesso alle strette la Samb, pur senza procurarsi chiare occasioni da rete. L’unico brivido del primo tempo arriva al 6′, quando un’uscita avventata di Pegorin fuori dall’area con le mani regala al Feralpi Salò una pericolosa punizione. La Samb è imbrigliata, Sorrentino è spesso isolato, mentre le partenze degli esterni Di Massimo e Mancuso sono ben controllate dalla difesa lombarda.
Nella ripresa la partita si fa meno tattica e la Samb prende coraggio. Al 58′ bel contropiede di Di Massimo che conclude poco alto sopra la traversa. Un minuto dopo pericoloso cross basso di Mancuso dalla destra, Sabatino manca di un soffio la scivolata vincente.

Al 63′ l’episodio chiave: Sabatino entra in area e, spinto da Ranellucci, finisce a terra. Per l’arbitro Ranaldi di Tivoli è rigore. Dal dischetto il bomber rossoblu, Leonardo Mancuso, spiazza Livieri ed esulta sotto la Nord.

Il Ferlapi Salò continua a combattere e a proporsi in avanti, ma Pegorin rimane inoperoso.

Dopo 4′ di recupero arriva il triplice fischio finale: vittoria importantissima della Samb che sale a 21 punti in classifica ad un passo dalla vetta.
Prossimo turno: trasferta a Reggio Emilia contro la Reggiana in posticipo, lunedì 7 novembre, ore 20.30.

 

Samb

22 Pegorin; 19 Tavanti, 31 Ferrario, 2 Di Pasquale, 11 Pezzotti; 8 Sabatino, 29 Damonte, 6 Lulli; 7 Mancuso (56′ st 21 Vallocchia), 9 Sorrentino (21′ st 23 Fioretti), 17 Di Massimo (30′ st 18 Candellori).

All: Ottavio Palladini.

A disp: 33 Aridità, 3 Radi, 10 Tortolano, 13 N’Tow, 16 Doua Bi, 20 Mattia, 24 Maiga Silvestri, 34 Calisto.

 

FeralpiSalò

12 Livieri; 26 Gambaretti, 6 Ranellucci, 2 Aquilanti, 23 Parodi; 7 Settembrini (39′ st 18 Luche), 4 Staiti, 8 Maracchi (26′ st 11 Bizzotto); 10 Bracaletti; 9 Romero (10′ st 17 Guerra), 20 Gerardi.

All: Antonio Asta.

A disp: 22 Romeda, 13 Allievi, 14 Gamarra, 15 Turano, 16 Boldini, 17 Guerra, 19Codromaz.

 

 

Marcatori: 18st Mancuso (rig.)
Ammonizioni: 5pt Pegorin; 40pt Gambaretti; 3st Di Pasquale; 18st Ranellucci; 20st Fioretti; 38st Candellori; 38st Gerardi
Angoli: 4 – 6
Recupero: 2 + 4 min.

Arbitro: Ranaldi di Tivoli assistito da Diomaiuta di Albano Laziale e Vettorel di Latina

Spettatori: 3702 (10 provenienti da Salò) di cui 2012 abbonati e 1690 paganti per un incasso di 21.343,00 Euro

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Risultati 11a G

 

SAMB
FERALPISALò 1:0
FORLì
SANTARCANGELO 1:1
MANTOVA
REGGIANA 2:3
VENEZIA
BASSANO 1:1
FANO
PARMA 0:1
PORDENONE
ANCONA 0:0
GUBBIO
TERAMO 1:5
MACERATESE
LUMEZZANE -:-
PADOVA
MANTOVA 1:0
ALBINOEFFE
SUDTIROL -:-

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Classifica 11a G

 

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

BASSANO

11

22

6

4

1

22:11

VENEZIA

11

22

6

4

1

15:8

SAMB

11

21

6

3

2

20:15

PARMA

11

21

6

3

2

17:11

REGGIANA

11

21

6

3

2

16:9

PADOVA

11

19

5

4

2

11:8

GUBBIO

11

19

6

1

4

11:12

PORDENONE

11

18

5

3

3

18:15

FERALPISALò

11

18

5

3

3

17:12

ALBINOEFFE

10

15

4

3

3

14:12

SANTARCANGELO

11

15

3

6

2

13:12

ANCONA

11

11

2

5

4

5:11

MODENA

10

10

2

4

4

5:7

LUMEZZANE

10

10

2

4

4

6:9

MACERATESE

10

10

2

4

4

8:11

SUDTIROL

10

10

2

4

4

11:11

TERAMO

11

10

2

4

5

13:16

MANTOVA

12

6

1

3

8

8:17

FANO

11

6

1

3

7

5:14

FORLì

11

4

0

4

7

7:21

 

 

Perchè il calcio è anche solidarietà.
Il Presidente della Samb Fedeli: “Aiutiamo il piccolo Riccardo”

 

Il patron rossoblù lancia un appello per l’Associazione Insieme per Riccardo
San Benedetto del Tronto, 2016-10-29 – E le parole del Presidente della Sambenedettese Franco Fedeli al termine della gara contro il Feralpisalò, ne sono l’esempio più lampante. Il numero uno rossoblù, prima dell’inizio della consueta conferenza stampa di fine gara, si è seduto in sala stampa con in braccio il piccolo Riccardo, il bimbo grottammarese affetto da una rara malattia genetica chiamata Amaurosi congenita di Leber che lo rende cieco. Il patron, molto sensibile ed attento alle attività solidali, ha promosso un appello per l’Associazione Insieme con Riccardo, https://www.facebook.com/Tutti-con-Riccardo-127948637626168/, impegnandosi in prima persona a contribuire economicamente in favore delle cure necessarie per il bimbo grottammarese.

FotoCronaca

© www.ilmascalzone.it  Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, 12a G

 

LUMEZZANE
PORDENONE -:-
SUDTIROL
ANCONA -:-
FERALPISALò
MACERATESE -:-
PARMA
GUBBIO -:-
TERAMO
MANTOVA -:-
BASSANO
PADOVA -:-
MODENA
ALBINOEFFE -:-
SANTARCANGELO
VENEZIA -:-
FANO
FORLì -:-
REGGIANA
SAMB -:-