da Grottammare

da Grottammare

 
Ex ospedale, recupero in via di conclusione.
L’opera di ristrutturazione iniziò nel 2005, i lavori dell’ultimo appalto entro l’anno.

E’ recente l’apertura del terzo cantiere dell’ex Ospedale. L’impresa all’opera in queste settimane nel centro storico è la FA.RO. Edilizia di Paolini R. & C. sas.
I lavori si riferiscono all’appalto conclusivo della riqualificazione dell’immobile sito all’ingresso del borgo; costeranno, al netto del ribasso del 23,321% offerto dall’impresa, 138.492,14 €.

Le opere serviranno a completare le finiture del piano primo, ad eseguire l’installazione degli impianti tecnici e la posa in opera del cartongesso e la realizzazione delle finiture del piano secondo e del sottotetto. Per eseguirle, l’impresa avrà tempo fino a dicembre, ma il direttore dei lavori, arch. Bernardino Novelli, annuncia che “ci saranno altre lavorazioni in economia che necessiteranno altro tempo quindi il cantiere si prolungherà fino ai primi mesi del 2017”. Il terzo stralcio del recupero dell’immobile ex ospedale “Madonna degli Angeli” è inserito in un quadro economico di 230.000 €.

Il recupero dell’immobile ebbe inizio nell’anno 2005, quando avvenne il consolidamento statico del piano rialzato, la ristrutturazione della porzione posta a sud del corpo di fabbrica utilizzando elementi strutturali in acciaio (travi, pilastri e solai) e la realizzazione nel piano seminterrato di una saletta per uso polivalente (attualmente utilizzata dalla Corale Sisto V).

Dal settembre 2014 al febbraio 2016 è stato realizzato il secondo stralcio, che ha restituito anche l’estetica dell’immobile.
Il cantiere ha provveduto al consolidamento statico dell’intera struttura dell’edificio (piano rialzato, primo, secondo e sottotetto), al completamento, con finiture e impianti tecnici, del piano rialzato, alla predisposizione degli impianti tecnici e la posa in opera del cartongesso nel piano primo e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Sempre in questa fase, inoltre, è avvenuto il restauro della facciata principale oltre al recupero di tutti i prospetti dell’edificio e alla sistemazione della pavimentazione esterna.

 

Consiglio comunale, le finanze del triennio all’odg.
Tra le proposte da esaminare c’è anche il regolamento per la disciplina della videosorveglianza

Videosorveglianza e programmazione finanziaria sono gli argomenti principali del prossimo consiglio comunale, convocato per giovedì 27 ottobre.
Nella stessa seduta, il consiglio è chiamato ad anticipare la manovra finanziaria necessaria al reperimento dei fondi per la realizzazione di un nuovo tetto in legno per l’edificio scolastico “Speranza”.

Per la prima volta, l’assise civica affronta il tema della videosorveglianza. L’occasione è legata alla proposta di approvazione di un regolamento che andrà a stabilire le norme per l’installazione e la gestione di impianti di videosorveglianza da parte del Comune nell’ambito del proprio territorio, nonché il trattamento dei dati personali raccolti.

L’argomento chiude l’ordine del giorno della seduta che si aprirà alle ore 16.30, con un’interrogazione a firma dei consiglieri Vagnoni e Carminucci del gruppo Concetti Sindaco, dal titolo “Incrocio pericoloso tra Strada provinciale Cuprense e via Granaro”, seguita dalla surroga del consigliere dimissionario Fabio Carminucci.

Il Documento Unico di Programmazione 2017-2019 figura, dunque, tra gli argomenti all’attenzione del civico consesso. Entro il 21 ottobre, infatti, i Comuni dovranno approvare l’atto che raccoglie, organizza le informazioni, le analisi, gli indirizzi necessari a realizzare i fini dell’ente. Il DUP è lo strumento finanziario principale della c.d. contabilità armonizzata degli enti locali, entrata in vigore a partire da quest’anno.

All’esame dell’assise ancora una proposta dal Servizio Gestione risorse relativamente all’approvazione di una variazione del bilancio di previsione 2016-2018 del valore di 1.097.279,18 €. La somma è influenzata dallo storno di 1.000.000 € (cifra contenuta nel bilancio 2017 come investimento in conto capitale) nel bilancio dell’anno in corso. Si tratta di una manovra tecnica che, anticipando l’investimento al 2016, permetterà di perfezionare entro l’anno l’iter di accesso ai fondi necessari alla costruzione di una copertura in legno per l’edificio scolastico Speranza, in sostituzione dell’attuale tetto in cemento armato.

 
Bando per i libri scolastici, c’è la proroga.
La scadenza slitta al 15 novembre.

C’è più tempo per presentare domanda per la fornitura gratuita o semi gratuita dei testi scolastici, in uso agli studenti della scuola dell’obbligo e della scuola secondaria superiore, relativamente all’anno in corso. Il termine per richiedere il beneficio è stato posticipato al 15 novembre.

L’ufficio Servizi scolastici ricorda che le domande di ammissione possono essere fatte dai genitori o altre persone che rappresentano il minore o dallo stesso studente, se maggiorenne, anche se frequentante gli istituti scolastici ricadenti nel territorio di Comuni vicini a quello di residenza o regioni limitrofe alle Marche.

La richiesta va presentata utilizzando il modello-tipo reperibile in municipio, allegando l’attestazione dell’acquisto dei libri e la certificazione del reddito Isee anno 2016, con riferimento ai redditi del 2014 (non è un refuso!) non superiore a 10.632,94 euro.

Il documento Isee potrà essere compilato gratuitamente presso i Centri di assistenza fiscale (Caaf) ma anche in Comune, il giovedì dalle 9.30 alle 12.30, presso l’ufficio URP.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com