Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 04:50 di Lun 26 Ago 2019

“Letture d’autore” di Pierluigi Lucadei: domenica 13 novembre prima presentazione ufficiale al FLA di Pescara

di | in: Cultura e Spettacoli, Primo Piano

Pierluigi Lucadei, “Letture d’autore”

image_pdfimage_print

PESCARA – Domenica 13 novembre alle ore 17,00 presso la Sala Fucsia del Circolo Aternino ci sarà la prima presentazione ufficiale di “Letture d’autore. Venticinque protagonisti del rock italiano raccontano le loro passioni letterarie” (Galaad Edizioni, 2016) di Pierluigi Lucadei. L’incontro è inserito all’interno del ricco programma del Festival delle Letterature dell’Adriatico, che vede riuniti a Pescara tanti protagonisti del nostro panorama culturale e letterario come Gianrico Carofiglio, Susanna Tamaro, Elena Stancanelli, Claudia Durastanti, Gipi, Goffredo Fofi, Corrado Formigli e tanti altri. 

 

Dopo la pubblicazione di “Ascolti d’autore”, che indagava nei gusti musicali di alcuni fra i più noti narratori italiani e internazionali, Pierluigi Lucadei presenta ora “Letture d’autore”, una speculare ricognizione attorno ai libri che hanno accompagnato il percorso di venticinque interpreti della nostra scena musicale. Dai leader di storici gruppi quali Manuel Agnelli (Afterhours), Federico Fiumani (Diaframma), Emidio Clementi (Massimo Volume), Francesco Bianconi (Baustelle) o Cristiano Godano (Marlene Kuntz) a originali protagonisti della canzone d’autore tra cui Niccolò Fabi, Nada, Marco Parente, Marina Rei, Patrizia Laquidara o Bobo Rondelli. Un concerto di voci che raccontano passioni tra loro anche molto lontane, letture penetrate in silenzio sotto la pelle, in grado di nutrire nel tempo una visione del mondo o, semplicemente, di ispirare una canzone. Artisti impegnati nella parallela scrittura di romanzi e racconti o che si sono tenuti a prudente distanza dall’esercizio severo e paziente della pagina scritta. Che nella lingua più schietta e graffiante di chi non giudica libri per professione confessano senza falsi pudori intolleranze verso autori celebrati e illustri come Pynchon, Pasolini e Bernhard o riscoprono figure non abbastanza note della nostra letteratura quali Giorgio Saviane, Ercole Patti o Emanuel Carnevali. Che stuzzicati da un giornalista curioso e a tratti incline a piacevoli toni leggeri svelano abitudini minime, vezzi privati, modi riguardosi o disinvolti di maneggiare il supporto cartaceo, annotando le pagine o conservandole intonse con l’antico pudore riservato agli oggetti più sacri; che rileggono o non tornano mai sul già letto, si portano in tour le proprie letture o le lasciano a casa ad attendere momenti di calma e concentrazione notturna. Pierluigi Lucadei, premettendo a ciascuna intervista una nota che sintetizza biografia e curriculum artistico dei suoi ospiti, confeziona un piccolo archivio, agile ed essenziale, che invita ad approfondire ed estendere altrove la conoscenza dei suoi non convenzionali protagonisti: lettori spesso umorali, eccentrici, per nulla allineati, capaci di rendere incerti i confini tra due arti destinate talora a confondersi, accreditando così l’ipotesi ardita dello scrittore americano Rick Moody, per cui “la letteratura, pur manifestandosi sulla pagina, è un fenomeno acustico.”

 

© 2016, Redazione. All rights reserved.




12 Novembre 2016 alle 19:23 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata