Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 14:58 di Ven 17 Gen 2020

Mettersi in proprio, perché? Intervista a Serena Montucchiari

di | in: Interviste, Primo Piano, Speciali

Serena Montucchiari

image_pdfimage_print

 

Il lavoro autonomo tra sogni e realtà

Quando un lavoro diventa passione… il mondo di Serena Montucchiari

 

San Benedetto del Tronto, 2016-11-18 – Perché lavorare per “costruire” i propri sogni invece di realizzare quelli degli altri: per la seconda puntata della nostra rubrica oggi abbiamo intervistato Serena Montucchiari cotitolare di un negozio di frutta e verdura in Città.

 

 

Serena Montucchiari

Serena Montucchiari

 

 

Serena, descrivici il tuo lavoro

Immaginate il passato, il presente ed il futuro in un unico momento: questo è il mio lavoro. Il passato perché dalla tradizione, dall’esperienza di mio padre e da metodi di produzione antichi offro la qualità e la genuinita dei prodotti, sempre però con uno sguardo attento alle nuove conoscenze in ambito nutrizionistico.

Perché lavorare per “costruire” i propri sogni invece di realizzare quelli degli altri?

Perché sei guidato dalla passione, dalla voglia di sperimentare, innovare, conoscere e, soprattutto, di scoprire e riscoprire.
Esperienze passate, attuali e prospettive future

Esperienze che si fondono: il presente è frutto delle tantissime esperienze passate, recupero di varietà tradizionali, ricerca di nuovi prodotti, nuove ricette per antichi sapori.
Una tua giornata tipo

Passo l’intera giornata in negozio alternando i momenti in cui preparo le nostre sfiziose insalatine, i piatti pronti, i nostri estratti con la proposta degli stessi ai nostri clienti.
Chi sono per te i clienti?

Sono la nostra famiglia allargata con cui condividere non solo l’esperienza nel settore con consigli su cosa preparare e come farlo nel modo più salutare ma anche esperienze di vita quotidiane e vere.
E tu chi sei per loro?

Per i miei clienti spero di essere semplicemente Serena.
Come si conquista la fiducia della clientela?

Si conquista con la passione per quello che si offre; perché quando ami ciò che fai, ciò che cedi ha un valore aggiunto che inevitabilmente viene riconosciuto.
Una giovane vuole mettersi in proprio, i tuoi consigli

Un solo consiglio: immagina il tuo sogno con la mente ma poi usa tutte le energie del tuo corpo per realizzarlo.
E la burocrazia?

Qualsiasi settore oggi offre infinite possibilità. Purtroppo molte di queste muoiono ancora sul nascere per colpa di meccanismi macchinosi e obsoleti.
Se potessi riavvolgere la tua vita: cosa faresti, cosa non faresti e cosa rifaresti

Non condivederei tanto tempo con chi ha tradito me e la mia famiglia. Rifarei tutto quanto ho fatto in campo lavorativo sacrifici e privazioni comprese.

Quanto ti pesano tutte le cose alle quali una giovane come te deve rinunciare?

Si rinuncia a molto ma in realtà è solo un cambio di priorità e di prospettive dove acquisiscono un enorme valore i rari minuti trascorsi con la mia famiglia, con il mio nipotino, con gli amici e quei ancora più rari momenti in cui si è soli con se stessi.


 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

ndr: Chi volesse partecipare alla nostra rubrica realizzando con noi una intervista per parlare della propria esperienza può contattare la redazione:  3395958622 redazione@ilmascalzone.it

 

© 2016, Davida Zdrazilkova Ruggieri. All rights reserved.




18 Novembre 2016 alle 15:38 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata