Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 07:32 di Sab 19 Ott 2019

dalla Legio Picena Rugby

di | in: Il Mascalzone Sportivo

Legio Picena Rugby 2016-12-04-u14

image_pdfimage_print

San Benedetto del Tronto, 04/12/2016 – Campo Nelson Mandela

Triangolare:
Legio Picena U.14 – ARA Ascoli U.14 10-22 (p.t. 0-17)
Legio Picena U.14 – Riviera Rugby U.14 17-0 (p.t. 10-0)
Riviera Rugby U.14 – ARA Ascoli U.14 0-49

Un passo indietro rispetto alle precedenti uscite per i ragazzi della Legio, ancora in fase di rodaggio, ma apparsi deconcentrati e confusionari nel triangolare ospitato dalla Riviera Rugby nell’impianto di Porto d’Ascoli.

A dir la verità, non erano partiti male i giovani rossoblù contro i cugini ascolani, ma hanno pagato oltremisura alcune sciagurate decisioni arbitrali che, senza nulla togliere alla bravura dei giovani bianconeri, hanno finito per indirizzare nella direzione di questi ultimi una gara per il resto molto equilibrata. Buona la reazione nel finale dei legionari, insufficiente però a raddrizzare un destino già segnato.



Indicazioni meno positive nel secondo derby con la Riviera, caratterizzato da
un gioco caotico e poco razionale, e da un numero incredibile di occasioni da
meta fallite per poca concentrazione e voglia di strafare. La partita è stata a
senso unico, con il pallone costantemente in prossimità della linea di meta
avversaria ed in possesso dei ragazzi della Legio, poco inclini però a
distribuire il pallone al largo, laddove potevano contare su un sistematico
sovrannumero. Ne è venuta fuori una continua ricerca della segnatura personale,
che ha fruttato la miseria di 17 punti in una gara comunque senza storia.

Ben altra intelligenza tattica hanno mostrato invece i giocatori di Ascoli,
che hanno chiuso il triangolare infliggendo un perentorio 49-0 alla Riviera,
dimostrando in questo modo di meritare la vittoria finale.

Fra i rossoblù, di nuovo a referto Silla, Cappelletti, Ruggeri, oltre a Del
Gatto. Esordio stagionale per Palamara e Battilà, buoni progressi per
Capancioni, Chioma e Santoni.

E’ lecito però aspettarsi molto di più da questa squadra, che aveva dimostrato
nelle prime uscite di stagione di avere un proprio gioco e di saperlo
applicare.

Note: Mattinata che si è scaldata col passare del tempo, con il sole che alla
fine ha fatto capolino.

Questa la formazione schierata dalla Legio: Del Gatto; Cappelletti, Cola, Dal
Monte, Capancioni; Roccasecca (Mariani), Chioma (Spinozzi); Silla; Ruggeri,
Palamara (Battilà); Santoni, De Angelis, Cicconi.

Domenica prossima altro derby al Campo Rodi, dove è prevista la rivincita
contro i cugini dell’ARA Ascoli.

© 2016, Redazione. All rights reserved.




10 Dicembre 2016 alle 17:29 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata