dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2016-12-16

Presente l’assessore regionale al Lavoro Istruzione e Formazione Loretta Bravi

PREMIO VALORE LAVORO: CONSEGNATI I RICONOSCIMENTI DELLA 10a EDIZIONE

Si è svolta oggi pomeriggio, presso il Salone della Loggia dei Mercanti, alla presenza dell’assessore regionale al Lavoro Loretta Bravi, la cerimonia conclusiva della 10a edizione del Premio Valore Lavoro, la manifestazione istituita dalla Regione Marche, grazie al contributo del Fondo Sociale Europeo, con la finalità di valorizzare le buone pratiche aziendali attuate dalle realtà imprenditoriali marchigiane a favore delle risorse umane e di condividerle tra aziende, istituzioni e opinione pubblica.

La scaletta dell’evento ha visto susseguirsi varie premiazioni:

–          i premi per la Sicurezza sul Lavoro, assegnati dai Maestri del Lavoro,

–          le Menzioni per l’alternanza scuola/lavoro,

–          la menzione all’Associazione di categoria più partecipativa,

–          le 10 Buone Pratiche 2016,

–          le Pergamene di riconoscimento a tutte le aziende partecipanti.

Dieci le aziende premiate che, da oggi, si possono fregiare del titolo di “BUONA PRATICA AZIENDALE 2016”, in rappresentanza di vari settori produttivi: meccanico, chimico, edile, cantieristico navale, come pure dell’illuminazione e dell’architettura e della lavorazione del legno e ancora, nel terziario più avanzato, della green e white economy e del software; notevole rilevanza hanno trovato quelle realtà più impegnate nella ricerca e nell’innovazione, a dimostrazione della grande vivacità del tessuto produttivo regionale.

“I premi che consegniamo oggi – ha detto l’assessore Bravi – esprimono il profondo orgoglio per il nostro mondo imprenditoriale, fatto di persone e imprese che quotidianamente faticano, creano opportunità di lavoro, si misurano con le difficili sfide del cambiamento. Imprese che continuano a fare i conti con la crisi economica e strutturale perdurante e che trovano il coraggio di risorgere da eventi imprevedibili: ne è un esempio il sisma, gravido di conseguenze, che ha colpito il territorio marchigiano. Il nostro impegno, personale e istituzionale, è quello di comprendere i fabbisogni delle aziende e di utilizzare al meglio le risorse del Fondo Sociale Europeo, come degli altri fondi strutturali, per favorire l’incontro sempre più proficuo tra mondo dell’istruzione e del lavoro, secondo le direttive europee, ricucendo eventuali scollamenti e puntando alla formazione per vincere ogni sfida. I giovani e il ricambio generazionale restano la priorità e ciò implica la capacità di saper innovare mantenendo, al contempo, l’anima delle nostre eccellenze produttive. Ha quindi concluso: “Il racconto delle imprese presenti ci offre spunti importanti per buone pratiche che è necessario diffondere in tutte le aziende”.

A ricevere il riconoscimento di Buona Pratica Aziendale 2016, sono stati i rappresentanti delle aziende:

CARBON LINE SRL, Pesaro

DIATECH PHARMACOGENETICS s.r.l., Jesi (AN)

IGUZZINI ILLUMINAZIONE SPA, Recanati (MC)

IMAB GROUP SPA, Fermignano (PU)

MENOWATT GE SPA, Grottammare (AP)

PLUSERVICE s.r.l., Senigallia (AN)

SIGMA spa, Altidona (FM)

STECA SPA, Monte Urano (FM)

TECNO ART SRL, Ascoli Piceno

TRE P ENGINEERING SRL, Chiaravalle (AN)

Anche l’edizione 2016 di “Valore Lavoro” ha previsto una speciale premiazione da parte della Federazione dei Maestri del Lavoro d’Italia – Consolato Regionale Marche, per le aziende che si sono distinte nell’ambito della sicurezza sul lavoro:

  • per la provincia di Ancona:              BALDI SRL
  •                 “             Macerata:            IGUZZINI ILLUMINAZIONE SPA
  •                 “             Ascoli Piceno:      GIOCAMONDO SCSPA
  •                 “             Fermo:                  SIGMA SPA
  •                 “             Pesaro:                 MORINAT SRL

Infine, le menzioni speciali per quelle realtà che hanno saputo accogliere i giovani al loro interno favorendo la formazione “sul campo”:

ASSCOOP – Società Coop. Sociale, Ancona

AZIENDA AGRICOLA GUERRIERI, Piagge (PU)

CANTORI s.r.l., Osimo (AN)

CONTRAM spa, Camerino (MC)

MORINAT s.r.l., Carpegna (PU)

WEBEING.NET SCARL, Ascoli Piceno

La menzione prevista per l’Associazione più partecipativa, che ha maggiormente collaborato per divulgare la manifestazione e per segnalare realtà particolarmente virtuose è andata a CONFAPI di Ancona.

La manifestazione, condotta con la consueta professionalità dal giornalista televisivo Paolo Notari, si è chiusa con la consegna di una pergamena a tutte le imprese candidate, poiché tutte hanno “moralmente” vinto per l’impegno e il coinvolgimento dimostrati anche in tempi così difficili e complessi per tutta la regione.

 

LA GIUNTA APPROVA IL BILANCIO 2017

 

Riduzione delle tasse e mantenimento delle agevolazioni fiscali per i meno abbienti. Su questi due caposaldi si fonda il bilancio 2017, approvato dalla giunta della Regione Marche. Un provvedimento, una proposta di legge del bilancio di previsione 2017-2019 e della legge di stabilità per il 2017,  che risente pesantemente dell’emergenza sisma di questi ultimi mesi.

Una manovra di bilancio, risorse per oltre  70 milioni di euro, adottata entro i termini previsti dalla legge per dare certezze ai cittadini ed alle imprese.

Quella approvata dall’esecutivo regionale è una manovra che, oltre a garantire le spese obbligatorie, quelle inderogabili ed i cofinanziamenti, prevede misure importanti per la Comunità regionale, che si aggiungono a quelle già adottate con l’assestamento, tra cui:

 

–  1,2 milioni di euro per le Aree protette;

–  4,6 milioni di euro per danneggiati da trasfusioni (con l’Assestamento erano state appostati 400 mila euro); 3,7 milioni di euro per la non autosufficienza nell’anno 2017;

2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018-2019 per il fondo di solidarietà;

– 9,5 milioni per il diritto allo studio;

–  3 milioni di euro per cofinanziamento aggiuntivo dei fondi comunitari che portano il cofinanziamento 2017 a 20 milioni di euro; nel 2018 sono previsti 21 milioni di euro e 33 milioni di euro nel 2019;

–  1,2 milioni di euro per cofinanziamento FUS per ciascuno degli anni 2017-2018;

–  2,3 milioni di euro per le Unioni Montane;

–  1,4 milioni di euro per investimenti nell’informatica;

–  900 mila euro per la protezione civile.

–  33 milioni di euro per i trasporti nel triennio 2017-2019.

 

“Un bilancio di responsabilità su cui incide l’emergenza che sta affrontando la regione Marche dopo le tre scosse di terremoto che hanno colpito il territorio anche per le minori entrate che confluiranno nelle casse regionali – spiega l’assessore al Bilancio Fabrizio Cesetti – tale manovra di bilancio, in continuità con le scelte operate con il bilancio 2016, prosegue altresì nell’azione di rigoroso contenimento delle spese, senza aumentare la pressione tributaria, anzi introducendo nuove misure di riduzione fiscale e riconfermando le agevolazioni del 2016”.

 

In particolare la riduzione delle tasse riguarderanno:

–  l’esenzione quinquennale del bollo auto per i nuovi autoveicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica o con alimentazione benzina-idrogeno;

–  la conferma dell’esenzione dell’Irap per le nuove imprese costituitesi nel 2016 anche per l’anno di imposta 2017;

–  la proroga al 2019 delle agevolazioni Irap per le PMI e la riconferma delle altre agevolazioni già presenti nel 2016.

 

“In definitiva – conclude Cesetti – con la manovra di bilancio si stanziano, considerati ulteriori interventi, risorse per oltre  70 milioni di euro che, tenuto conto della possibilità di replicare la manovra a favore del settore sociale anche per l’anno 2017 attraverso la rimodulazione dei fondi sanitari sul sociale, costituiscono la prima importante risposta alle esigenze della nostra Comunità. Proseguirà il confronto con il nuovo Governo, al fine di creare le condizioni per liberare ulteriori risorse che potranno essere stanziate con una ulteriore manovra correttiva nei primi mesi del prossimo anno. Infatti, le proposte avanzate dalle Regioni per modificare la legge di stabilità, tra le quali la possibilità di iscrivere a bilancio di previsione l’avanzo vincolato e di ricorrere a politiche di indebitamento per quelle in equilibrio, con la crisi di Governo che ha accelerato l’approvazione della legge di bilancio statale per il 2017, non sono state accolte, essendo venuta meno la possibilità di ulteriori incontri con il Governo. Confronto con il governo necessario anche all’esito del risultato referendario che lascia inalterate in capo alle regioni competenze su materie molto importanti per il cui esercizio sono necessarie rilevanti risorse”.

 

Concerto di Natale della JuniOrchestra

 

Il presidente Ceriscioli (in basso a dx) a Montecitorio per il Concerto di Natale della JuniOrchestra dell’Accademia nazionale Santa Cecilia dedicato alle popolazioni dell’Italia Centrale colpite dal terremoto

 

Il presidente Ceriscioli (in basso a dx) a Montecitorio per il Concerto di Natale della JuniOrchestra
Il presidente Ceriscioli (in basso a dx) a Montecitorio per il Concerto di Natale della JuniOrchestra

 

L’assessore Bravi e il poeta Piersanti incontrano i ragazzi di “Chiedi alla polvere” di Arquata del Tronto

L’assessore regionale Loretta Bravi insieme al poeta e scrittore marchigiano, Umberto Piersanti, ha incontrato, a San Benedetto del Tronto, i ragazzi di “Chiedi alla Polvere” di Arquata del Tronto. L’incontro è stato motivo di scambio reciproco di idee con i ragazzi arquatani che stanno mettendo in cantiere un progetto redazionale attraverso scritti, poesie e immagini per poi realizzare un libro e riportare alla memoria il loro paese. Un terremoto non è unicamente un evento naturale, è anche un fatto sociale. Non solo distrugge abitazioni, uffici pubblici, monumenti, fabbriche, botteghe e quant’altro: scompagina, in profondità, la vita comunitaria. “Incontrarvi per me ha più significati: in primo luogo nasce dall’esigenza di farvi compagnia e di condividere con voi un difficile presente. Un secondo motivo è quello di aiutarvi in questo percorso di risveglio di una memoria, di riportare alla luce le emozioni e la bellezza del vostro paese distrutto dal sisma. In questo è necessario che siate accompagnati da chi può aiutarvi a incanalare tutto un bagaglio di ricchezza che non è perduto. Da ultimo è necessario ragionare secondo una prospettiva che non racconti solo la cronaca, che non raccolga solo la testimonianza, ma che individui delle prospettive, umane e lavorative. Tal proposito vi informo che stiamo realizzando un bando di formazione professionale per il personale addetto alla nuova attività che sarà realizzata da Diego Della Valle per far ripartire economicamente il territorio. Tutto ciò che può favorire la rigenerazione del tessuto umano di un territorio è preso in considerazione dai bandi di formazione regionali”. “Il vostro titolo Chiedi alla Polvere è bellissimo – ha sottolineato Piersanti – senza indugiare ad una retorica sentimentale. Io, come voi, sono un autore legato alla propria terra, a una patria poetica e occorre che tutti quanti noi apriamo gli occhi al nostro spazio per caricare il nostro territorio di una intensità tale che possa estendere l’identità facendolo diventare un luogo universale, una patria universale. Nel restare a vostra completa disposizione, sin da ora vi offro la possibilità di avere uno spazio nella rivista di letteratura e poesia contemporanea Pelagos e inserire i vostri scritti”. I ragazzi sono rimasti soddisfatti dell’incontro e si è preso l’impegno di rincontrarsi per effettuare, nel mese di gennaio prossimo, una visita nelle frazioni del Comune di Arquata del Tronto martoriate dal terremoto.

Chiedi alla polvere
Chiedi alla polvere

 

L’assessore Bravi a Serrungarina per il progetto scolastico “La bottega dei ragazzi felici 3 ”

“Vedo che per voi bambini la felicità è relazionarsi con l’altro, comunicarmi i vostri progetti”. È il saluto che l’assessore all’Istruzione e Lavoro, Loretta Bravi, ha rivolto agli alunni della quinta classe della Scuola primaria statale “G. Falcone” di Tavernelle, frazione di Serrungarina (PU). L’assessore ha partecipato alla cerimonia di fondazione dell’Associazione cooperativa scolastica “La bottega dei ragazzi felici 3”, nata come percorso formativo per condividere esperienze e risultati, nell’ambito del progetto “Crescere nella cooperazione”, promosso dalle Banche di credito cooperativo delle Marche. Bravi era accompagnata dal sindaco di Serrungarina , Marta Falcioni e dal dirigente dell’Istituto omnicomprensivo di Saltara e Montefelcino, Paolo Olivieri. In mattinata ha visitato la nuova scuola dell’infanzia “Bruno Munari”, inaugurata lo scorso settembre che ospita anche una sezione di Saltara, inagibile dopo il terremoto del 30 ottobre. “La cooperazione s’impara a scuola, felici di stare e lavorare insieme ogni giorno, guidati dai vostri insegnanti”, ha commentato l’assessore. Ai ragazzi ha ribadito l’importanza di “aprirsi verso il mondo esterno, di guardare attentamente ciò che ci circonda”, per sperimentare i valori della cooperazione, in un intreccio tra didattica e solidarietà. La bottega, evocata nel nome dell’associazione scolastica, richiama un luogo di lavoro dove si viveva in relazione, si progettava, si produceva all’insegna della creatività, in una continuità e vicinanza di esperienze tra vecchie e nuove generazioni. La fiaba di Pinocchio ne è un esempio emblematico: da un pezzo di legno ha preso forma, nella bottega di Geppetto (richiamata nel progetto scolastico, N.d.R.), un burattino straordinario”. Bravi ha esortato i ragazzi a relazionarsi valorizzando le proprie esperienze: “Tornerò a trovarvi a settembre “ – ha concluso – per progettare insieme un percorso di introduzione all’alternanza scuola-lavoro dalle medie inferiori, per scoprire con voi e con i vostri insegnanti quali opportunità e bellezze ha il territorio e accompagnarvi a scoprirlo”.

un momento dell'incontro
un momento dell’incontro

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com