Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 08:16 di Mar 15 Ott 2019

L’amministrazione sminuisce il ruolo delle commissioni? Muzi replica a Morganti e Mandrelli

di | in: Cronaca e Attualità, Oblò: Spunti, Appunti e Contrappunti

Stefano Muzi

image_pdfimage_print

 


San Benedetto del Tronto, lì 21-02-2017 – 
La nota stampa diffusa dalle Consigliere comunali Mandrelli e Morganti, secondo le quali vi sarebbe stata una compressione della partecipazione ai lavori in seno alle commissioni consiliari, è del tutto destituita di fondamento. Come avevo spiegato già in privato, è prerogativa del Presidente della Commissione consiliare, in questo caso quella Ambiente e Lavori Pubblici, da me presieduta, scegliere la data e formulare il relativo ordine del giorno, in raccordo con l’assessore di riferimento, così come previsto dall’ Art. 24 comma secondo del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale. Nel caso specifico, in occasione dell’illustrazione del piano industriale della PicenAmbiente Spa, previsto per Martedì 21 Febbraio, l’orario della seconda convocazione è stato volutamente anticipato alle 17.45 proprio per avere il tempo necessario, più di due ore, per dare spazio al dibattito ed alle considerazioni sull’oggetto della discussione. E’ stata chiesta, inoltre, la disponibilità della sala consiliare per tenere l’audizione in un contesto spaziale più che idoneo ad allocare tutti i partecipanti. E’ bene rammentare che ogni commissione consiliare è aperta alla partecipazione di chiunque voglia prendere parte alla riunione, senza però rivendicare il diritto di parola. La consigliera Mandrelli, essendo l’unica rappresentante eletta del suo gruppo, è presente in ogni commissione consiliare e non mi è chiaro il senso di aver sottoscritto tale comunicato, poiché ella potrà intervenire a pieno titolo all’incontro, così come potrà fare la Consigliera del Partito Democratico Morganti, alla quale nessuno vieterà di assistere e di porre domande tramite il suo collega di partito membro titolare della V Commissione.

Fervidi saluti, Stefano Muzi.


Morganti e Mandrelli: “L’amministrazione sminuisce il ruolo delle commissioni”

 

Maria Rita Morganti

Maria Rita Morganti

Riceviamo in redazione e pubblichiamo integralmente
San Benedetto del Tronto, 2017-02-20 – L’amministrazione Piunti non ha evidentemente chiaro il ruolo fondamentale delle commissioni consiliari rispetto alla partecipazione democratica delle minoranze. Ciò si evince da una serie di elementi emersi dal momento dell’insediamento dell’attuale amministrazione come comitati ristretti o riunioni “carbonare”.
Domani si riunirà e la V Commissione, presieduta da un componente della maggioranza, con la grave mancanza di non aver proseguito un lavoro già iniziato insieme a due commissioni i cui presidenti sono consiglieri di minoranza.
Il giorno14 dicembre, infatti, su iniziativa della Presidente della prima Commissione Maria Rita Morganti, si sono riunite in sessione congiunta, le Commissioni consiliari Affari generali, Bilancio e Ambiente e i vertici della Società Picenambiente, per discutere l’odg  “illustrazione strategie prospettive della società partecipata picena Ambiente  Spa  e ipotesi tariffe per l’anno 2017”.  L’ audizione di Picenambiente era stata sollecitata anche da un’interrogazione della Consigliera Flavia Mandrelli in merito ai rapporti tra la società Picenambiente e il Comune di San Benedetto del Tronto.
In occasione della commissione congiunta, vista la complessità dell’argomento, si decise che sarebbe stato necessario proseguire il meeting in data da destinarsi.
Ora accade che la data e i membri partecipanti alla seconda parte dell’incontro sono stati decisi dal solo presidente della V commissione, Muzi e dall’Assessore ai lavori pubblici, Assenti. Qui ci si chiede: perché?
Perché un Assessore decide sulle commissioni?
Perché una discussione iniziata e non esaurita alla presenza dei consiglieri di tre Commissioni e presieduta da Capriotti (Bilancio) e Morganti (affari generali) deve ora svolgersi in un diverso contesto e con un diverso Presidente? Perché i Presidenti di alcune Commissioni non sono informati su materie di loro competenza?
Un ulteriore caso che sembra confermare uno scollamento tra Commissioni presiedute da consigliere di minoranza e Giunta è quello relativo alla convocazione dei vertici della Start PLUS da parte delle Presidenti Mandrelli (viabilità e trasporti) che ne aveva fatto richiesta già nella riunione di insediamento (novembre 2016) e Morganti (Affari generali). Richiesta ignorata dai dirigenti della Start plus che, peraltro, sembra si siano riuniti negli uffici del Sindaco in febbraio in un incontro di cui nulla si sa.
Sarà questo l’andamento dei rapporti tra Consiglieri di minoranza e Amministrazione?
Perché l’istituzione di tante Commissioni se poi si  ritengono superflue e ininfluenti?

 

Mariarita Morganti  (Pd)
Flavia Mandrelli  (Uniti per San Benedetto)
Flavia Mandrelli

Flavia Mandrelli

© 2017, Redazione. All rights reserved.




21 Febbraio 2017 alle 11:47 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata