Docenti e studenti UniCam con l’Apt per le zone colpite dal sisma

Docenti e studenti UniCam con l’Apt per le zone colpite dal sisma

 

San Benedetto del Tronto, 2017-03-17 – Oggi vogliamo raccontavi una storia, semplice ma importante. C’è un Master dell’UniCam a San Benedetto in “Gestione Fascia Costiera e Risorse Acquatiche ”. Dov’è l’importanza? Direte voi. Intanto di questo tipo ce ne sono solo due in Europa e se non bastasse ha l’importante scopo di preparare una figura professionale di supporto nel management sostenibile delle risorse acquatiche soprattutto nelle zone costiere e nelle aree marine protette fornendo conoscenze specifiche sulle tecniche di maricoltura e pesca.
Ne esce dunque un profilo professionale con competenze nel settore della gestione sostenibile delle attività di pesca ed allevamento anche in ambito costiero e nella gestione degli aree marine protette comprese le attività compatibili con i vincoli di protezione. Conoscenze inoltre su aspetti quali la gestione degli ambienti dunali, l’ittiopatologia, la tossicologia dei residui, la biochimica applicata all’ambiente marino ed agli alimenti di origine acquatica, la valorizzazione e promozione delle risorse marine, la sicurezza alimentare nei prodotti ittici. Direttore del Master è il prof. Alberto Felici con insegnanti che vengono da tutta Italia e dall’Europa.
Con il passare degli anni si è stabilito un forte legame che va oltre gli aspetti professionali tra docenti, studenti e il nostro territorio. E per territorio si intende il Piceno da qualcuno definito un paradiso terrestre che a brevi distanze offre quanto di meglio si possa avere tra mare, colline, monti, enogastronomia, ecc. Ma più importanti sono i legami che chi arriva riesce a stabilire con la popolazione. Legami che quasi costringono a fermarsi o almeno a ritornare spesso. A questo punto c’è il prof. Fulvio Salati, esperto di ittiopatologia e anisakis in particolare, direttore dell’Istituto Zooprofilattico della Sardegna ad Oristano che da anni è docente al Master. Il prof. Salati ha girato il mondo ma solo nel nostro territorio ha trovato sempre quella calda accoglienza che non trovi da altre parti. Per questo appena venuto a conoscenza del sisma ha deciso semplicemente di caricare la sua auto con beni di prima necessità, ha contattato il prof. Felici e, prese le ferie, è partito da Oristano per consegnare tutto nelle mani del Sindaco di Montegallo. Una storia semplice ma importante esempio di solidarietà diretta alla quale sicuramente seguiranno altre. La notizia è stata data dai promotori dell’iniziativa in conferenza stampa presso l’Hotel Villa Corallo da Antonia Fanesi, presidente dell’Associazione Piceno Turismo e dai proff. Salati e Felici. Chi volesse saperne di più su questa e sulle prossime iniziative in programma può scrivere all’indirizzo alberto.felici@unicam.it

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com