dall’Amat

dall’Amat

2017-04-19

RECANATI, VENERDÌ 21 APRILE ALLA TORRE CIVICA

XSIANIXNOI ULTIMA TAPPA CON LA TORRE DI SONIA ANTINORI

 

 

La Torre Civica della città di Recanati ha scatenato le fantasie dei tanti bambini, ragazzi e adulti durante l’anno nell’officina di formazione teatrale Xsianixnoi, un prezioso progetto che da otto anni su iniziativa del Comune di Recanati e dell’AMAT affianca la stagione del Teatro Persiani offrendo ai curiosi di tutte le età occasioni per mettersi in gioco sperimentando alcune tecniche proprie dello spettacolo dal vivo. Venerdì 21 aprile alle ore 21 e alle ore 22 sarà proprio la Torre Civica a ospitare La torre, esito del laboratorio condotto da Sonia Antinori con partecipanti “over 60” liberamente tratto dall’omonimo dramma di Hugo Von Hofmannstah, adattato dalla stessa Sonia Antinori.

 

“Anche quest’anno – afferma Rita Soccio Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Recanati – sono pienamente soddisfatta del progetto Xsianixnoi che ha visto protagonista la nostra Torre Civica. Dopo il grande successo riscosso con le scuole cittadine si continua con il teatro per adulti. Perché i laboratori teatrali su cui scommettiamo ogni anno, devono essere un’esperienza formativa per i più piccoli, ma anche un’occasione per gli adulti che hanno voglia di sperimentare nuovi linguaggi”.

 

“La torre è uno spazio verticale, rivolto verso il cielo, maestoso e superbo, assoluto. La torre – scrive Sonia Antinori – evoca separazione, isolamento, forse prigionia, e al tempo stesso, privilegio. Chi vi risiede non vive la comunità, ma la guarda a 360 gradi, dalla sua postazione di controllo. La torre allude alla solitudine del potere e al potere della solitudine. Prendendo a prestito la storia antica di Hugo von Hofmannstahl abbiamo creato una fantasia dentro gli spazi concreti della torre di Recanati, usandone la suggestione per raccontare un’epoca in cui la verità è costantemente messa in discussione e la stabilità minacciata. Un braccio di ferro tra generazioni, classi, etnie, le une contro le altre in una lotta per il più forte fatta di alleanze fugaci, intenzioni malcelate, dichiarazioni mendaci. La torre è, insomma, il simulacro di una divinità caduta in disgrazia e dell’attimo che precede la catastrofe”.

 

La performance site specific è concepita per un numero massimo di 25 spettatori e avrà la durata approssimativa di 45 minuti. Prenotazione obbligatoria al n 346 0956050.

DOMENICA 23 APRILE, ASCOLI PICENO TEATRO VENTIDIO BASSO

ORCHESTRA SINFONICA ABRUZZESE IN CONCERTO

 

Domenica 23 aprile ultimo appuntamento al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno di Ciclo Sinfonico promosso dalla Società Filarmonica Ascolana nell’ambito della rassegna Ascoli Musiche sostenuta dal Comune di Ascoli Piceno con l’AMAT.

 

L’Orchestra Sinfonica Abruzzese proporrà un grandioso programma beethoveniano con l’esecuzione del Concerto n.3 per pianoforte e orchestra e la celebre Sinfonia n. 3 Eroica. Il concerto sarà diretto da Ulrich Windfuhr, nuovo direttore principale dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, musicista di caratura internazionale capace di affrontare il grande repertorio sinfonico europeo con interpretazioni rigorose e coinvolgenti. Vincitore di numerosi premi internazionali, Windfuhr è stato direttore ospite presso prestigiosi teatri tedeschi come la Deutsche Oper di Düsseldorf-Duisburg, il Theater Bonn, il Nationaltheater Mennheim e la Deutsche Oper di Berlino. Dal 2013 è titolare della cattedra di Direzione d’Orchestra presso la Hochschule di Amburgo, compito che lo impegna a lavorare costantemente con gli Hamburger Symphoniker.

 

Il solista sarà invece il giovanissimo Alexander Gadjiev (nato a Gorizia nel 1994), che si sta imponendo come uno dei più straordinari talenti del pianismo Internazionale. Messosi in luce in numerosi concorsi, Gadjiev vanta già un’importante attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi in prestigiosi teatri e festival. Nel 2015 ha eseguito il Concerto n.1 di Shostakovich con l’Orchestra del Teatro la Fenice sotto la direzione del M° Yuri Temirkanov; nello stesso anno ha vinto il Primo Premio e Premio del Pubblico alla Nona edizione del prestigioso “Hamamatsu International Piano Competition” in Giappone, uno dei più importanti concorsi mondiali. Grazie a questa vittoria si è esibito nelle più importanti sale del Giappone (Kioi Hall a Tokyo, Hyogo Arts Center ad Osaka, Kitara Concert Hall di Sapporo, Aichi Performing Arts Center a Nagoya etc) e sarà ospite del prestigioso festival “Chopin” di Duszniki-Zdrój in Polonia, e in altri festival in Spagna, Francia ed Italia.

 

Per informazioni: biglietteria del teatro 0736 298770. Inizio concerto ore 21.

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com