dall’UniUrb

dall’UniUrb

2017-05-24

A UNIURB Il 25 MAGGIO E’ IL GIORNO DELLA TRASPARENZA

La trasparenza nella Pubblica Amministrazione e in particolare nell’Università di Urbino sarà al centro della giornata di studi in programma Giovedì 25 maggio alle 11 nellAula Magna del Rettorato dell’Ateneo, in via Saffi, 2.

Dopo il saluto del Magnifico Rettore, esperti e rappresentanti delle istituzioni prenderanno in esame i vari ambiti nei quali la Pubblica Amministrazione assolve ai suoi compiti di “accountability” nei confronti dei cittadini e degli stakeholders nel rispetto dei limiti posti dalla normativa in vigore.

Questo il programma della Giornata della Trasparenza:

Ore 11

Saluto del Rettore

Prof. Vilberto Stocchi

Intervento introduttivo

Dott. Luigi Pizzi, Prefetto di Pesaro e Urbino

Freedom of information act: un nuovo sistema nei rapporti tra cittadini e P.A.

Prof. Alberto Clini, Professore Associato di Diritto amministrativo – Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

L’affermazione del principio di trasparenza nell’Ateneo di Urbino

Dott. Alessandro Perfetto – Direttore generale e RPCT -Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Amministrazione trasparente: la sezione del portale web dedicata alla trasparenza

Dott. Pierangela Donnanno – Ufficio Controllo di gestione – Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Dall’accesso civico all’accesso generalizzato

Dott. Vito Quintaliani – Componente Gruppo di Lavoro sull’anticorruzione e la trasparenza (GLAT) del Convegno dei Direttori generali delle Amministrazioni Universitarie (CODAU) e RPCTR dell’Università degli Studi di Perugia

La dematerializzazione come motore di trasparenza e contrasto alla corruzione

Prof. Marco Bernardo –Delegato rettorale all’ innovazione tecnologica – Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Trasparenza tra diritto di accesso e privacy. Il ruolo della Guardia di Finanza

Col.t ST Antonio Raimondo –Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro e Urbino

DA DOMANI 25 MAGGIO IL “CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SUI RISCHI CATASTROFALI NATURALI E ANTROPICI”

Prende il via domani 25 maggio nel Collegio Internazionale di Piazza San Filippo a Urbino il Corso di Specializzazione “Rischi Catastrofali naturali e antropici: mitigazione, scenari, decisioni e assicurabilità dei beni

Il corso è organizzato dallo Spin Off dell’Università di Urbino Geo.In.Tech. srl e da Schult’z Risk Centre, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici (ANIA), Ordine dei Geologi delle Marche, Associazione Nazionale dei Risk Manager e Responsabili Assicurazioni Aziendali (ANRA) e Associazione Italiana Brokers di Assicurazione e Riassicurazione (AIBA) e vede il coinvolgimento del Dipartimento nazionale di Protezione Civile, docenti universitari, risk manager e broker assicurativi. Interverrà nella giornata di apertura il Brigadiere Generale Sergio Santamaria, Comandante del Raggruppamento “Sisma” dell’Esercito Italiano.

Scopo dell’iniziativa è fornire ai partecipanti gli strumenti per valutare gli aspetti del rischio catastrofale, la loro incidenza su strutture e infrastrutture del paese quali reti viarie, ferroviarie, dighe, servizi e reti sotterranee e sul contesto economico e sociale. Questi aspetti verranno correlati con le problematiche assicurative connesse alla copertura dei rischi catastrofali.

Il Corso è indirizzato a funzionari e dirigenti della Pubblica Amministrazione del settore tutela e pianificazione del territorio, ai dirigenti e funzionari delle Autorità di Bacino e dell’Agenzia del Demanio, a dirigenti e funzionari delle compagnie di assicurazione, a Risk Manager e a Broker assicurativi. Il corso inoltre si rivolge anche ai professionisti e ai laureati nelle discipline naturali ed economiche che intendano acquisire uno specifico ed elevato know?how nella gestione del rischio catastrofale naturale o antropico. Per gli studenti universitari, compresi gli iscritti a corsi di dottorato di ricerca è prevista una quota di iscrizione ridotta.

Il ciclo di approfondimento, della durata complessiva di 16 ore, si dividerà in due moduli da 8 ore.

Il primo (coordinato dal Prof. Alberto Renzulli) è volto a dare le competenze di base per la valutazione del rischio sismico, di quello idrogeologico e vulcanico. Una parte del modulo avrà come argomento il ruolo della Protezione Civile nelle azioni di prevenzione del rischio.

Nel secondo modulo (curato dal Prof. Luigi Pastorelli) si affronteranno, il concetto di probabilità e di quantificazione delle perdite in caso di evento catastrofico e le problematiche riferite al trasferimento assicurativo e finanziario dei rischi naturali. Particolare attenzione si presterà all’Analisi dei Rischi mediante le Correlazioni con i “Big Data” applicati a tale ambito.

Per iscriversi e avere maggiori informazioni consultare il sito www.catastrofieinfrastrutture.it oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica: segreteria@catastrofieinfrastrutture.it

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com