Non tutti i cervelli sono paesi da abitare

Non tutti i cervelli sono paesi da abitare

 

Un’opera d’arte è soprattutto un’avventura della mente.
Eugène Ionesco

 

Collettiva a cura di Solidea Ruggiero

 

OPENING 07.05. 2017 fino al 14.05.2017

Residenza in via dei neroni, San Benedetto del Tronto (AP) – (La Vecchia Campana)

VERNISSAGE dalle ore 18.00

Aperitivo offerto da Esperienze d’Arte dalla sommelier e curatrice Ilenia Pallottini

0re 20.30: concerto del cantante soul e musicista jazz Massimo Cantisani

Ore 22.00: Djset Luca Iaconi

FINISSAGE Domenica 14 maggio con presentazione del catalogo della mostra

Ingresso libero per i soli soci

Openhouse Lab_Art_Event Associazione culturale presenta:

Opening Domenica 7 maggio, ore 18.00 l’evento e la mostra collettiva a cura di Solidea Ruggiero:

NON TUTTI CERVELLI SONO PAESI DA ABITARE

Un’opera d’arte è soprattutto un’avventura della mente.
Eugène Ionesco

Il primo atto di vita avviene nella mente, il primo sforzo di coscienza, il primo indizio verso il mistero della realtà. La mente è il nostro primordiale habitat naturale, il primo intimo luogo sin dalla placenta, in cui una parte della nostra identità prende forma, abita, comprende i segni, costruisce i linguaggi, cresce assieme ai cambiamenti, le espressioni, gli umori: è così poi che il nostro cervello in continuo dialogo, redige tutto, metabolizza l’esterno, e ci fa agire. È il nostro spazio riservato, profondo, espandibile, visionario, segreto, solitario e a volte invalicabile. Per certi essere umani è addirittura insopportabile la convivenza con se stessi, penosa, faticosa, fino a diventare una gabbia, un isolamento, una costrizione: quando ci si sente come ospiti, quando ci si allontana dalla propria appartenenza e si diventa l’assenza stessa del nostro io, e il limine tra la caduta e il perdersi è così pericolante che tutti gli equilibri cedono, scivolano, si spezzano. Ma la mente umana è anche e soprattutto un grande viaggio, un’esperienza continua che vira affianco alla vita stessa, trasforma i significati e il continuo senso delle cose, che ci fa dichiarare espressione di vita, plurima, moltiplicabile nella sua infinita unicità, forse condivisibile o forse non sempre abitabile. Il cervello umano ha contorni, e scale, mura, finestre e vie e paesaggi e strade che in alcuni casi possiamo vivere solo da soli, e in altri casi siamo pronti a spalancare le entrate.

Solidea Ruggiero

La mente è più grande del cielo
Perché se li metti fianco a fianco

L’una contiene l’altro
Facilmente.”
(Emily Dickinson)

ARTISTI

INSTALLAZIONE/PERFORMANCE

OSPITE ISTALLAZIONE Urbana: “MeP” MOVIMENTO DELL’EMANCIPAZIONE DELLA POESIA

OSPITE INSTALLAZIONE ARCHITETTURA: Domenico Sfirro Architetto

MICHELE MARIANO curatore della realtà, “1800 Secondi” Il Wormhole per l’invisibilità

GIORGIO CIPOLLETTA installazione e performance BOOKQUAKE

TONI ZAPPA installazione e performance “IL VUOTO E’ PIENO”

AMANDA TRULIO dancer perfomer

VIDEOINSTALLAZIONE

NAVEGASION (Giorgio Maria Cornelio e Luca Rossi) Ogni Roveto un Dio che arde

RITA VITALI ROSATI Mastica e sputa

MINIMAL CINEMA ( Claudio Romano e Betty L’Innocente) Slow animals

PITTURA/COLLAGE/ DISEGNO

Liana Zanfrisco

Michele Guidarini+ Pasquale De Sensi

Nicola Alessandrini

Hernan Chavar

FOTOGRAFIA

Massimo Attardi

Luca Bortolato

Marco Casolino

Alessandro Ficca

Chiara Francesca Cirillo

Fabio Trisorio

In collaborazione con:

Esperienze d’Arte

Associazione Cr.A.Sh

Associazione culturale Uf

Opera Lab Designer

Primavera Cooperativa Sociale LA FABBRICA DEI FIORI

Il Gigante Ristorante di Sigismondo Gaetani

Salumi e baci e Four Roses

Direzione artistica, ideazione e cura: Solidea Ruggiero

Supervisione artistica e Sviluppo: Andrea Castelletti

Coordinazione artistica e comunicazione: Nicoletta Ficca

Logistica e coordinazioni tecniche: Paolo Lanciotti

L’Associazione Culturale #OpenHouse Art-Lab -Event nasce con l’intento primario di ricercare e individuare delle locations itineranti, da poter reinterpretare, promuovere, sostenere e rivalutare attraverso proposte di progetti culturali e artistici e che facciano da contenitore dei diversi eventi che andremmo a progettare e sviluppare. Spazi privati o pubblici, esterni o interni, dove creare nuovi circuiti e sviluppare progetti, workshop, laboratori, eventi, mostre, editoria, residenze d’arte e di personaggi del mondo della cultura, tavole rotonde, proiezioni e presentazioni, cercando di conoscere, coinvolgere e promuovere artisti, creativi, creando occasioni di appuntamento reali per avvicinare la più ampia tipologia di pubblico e porla in dialogo diretto, diventando ogni volta un nuovo contenitore, con lo scopo di divulgare l’arte in tutte le sue forme e evoluzioni contemporanee a sostegno e in collaborazione anche di progetti sociali.

La nostra è una cura totalmente indipendente che abbraccia varie collaborazioni, e si basa sulla ricerca, lo studio e l’individuazione dei vari linguaggi artistici, con una attenzione di riferimento alle collaborazioni verso il mondo del design e dell’architettura, per il supporto e lo sviluppo degli spazi individuati e le installazioni delle mostre stesse, mettendo assieme figure competenti, professionali e appassionate. Siamo un’associazione culturale che opera in maniera itinerante e trasversale.

Open House è un grande circuito nato in Europa in questi ultimi anni, di cui abbiamo deciso di far parte, formatosi inizialmente negli ambienti del design e dell’architettura in maniera informale e aperta con la volontà di aprire le porte a studi, case di artisti, creativi, spazi da reinterpretare attraverso mostre, happening, eventi. In Italia prende piede in maniera più ampia sia a Roma che a Milano attraverso due grandi eventi di impronta nazionale.

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com