Solideo, la Popsophia del solstizio alla Palazzina Azzurra

22 E 23 GIUGNO 2017 A SAN BENEDETTO

IL PROGRAMMA

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Solideo è il nuovo festival estivo ideato dall’Associazione Popsophia e promosso dall’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto. Due giornate – giovedì 22 e venerdì 23 giugno – dedicate alla “filosofia del solstizio d’estate” tra performance, conferenze e concerti di musica dal vivo alla Palazzina Azzurra.

Il solstizio è il momento in cui il sole si “ferma” più a lungo nell’emisfero settentrionale. Un giorno venerato da tutte le civiltà del nord del mondo come momento simbolico di esaltazione della luce e della vita. “Il festival celebra una metafora – commenta la direttrice artistica di Popsophia, Lucrezia Ercoli che ha ispirato generazioni di scrittori, poeti e filosofi e ha riempito l’immaginario della cultura pop, dal cinema alla fiction fino alle canzonette. Come ricorda Rimbaud, l’eternità si ritrova nel mare che va via col sole”.

“Siamo felici di presentare la prima di tante edizioni di Solideo, il nuovo Festival di San Benedetto del Tronto che apre la stagione con una proposta di grande qualità culturale – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Annalisa Ruggieri – I meravigliosi spazi della Palazzina Azzurra accoglieranno il pubblico con mostre, performance e degustazioni tutte a ingresso gratuito”.

“Durante il Festival, la Palazzina Azzurra racconterà anche la storia di San Benedetto del Tronto attraverso la nostra mostra di fotografie e di immagini di questo straordinario luogo” – ha dichiarato Benedetta Trevisani, presidente del Circolo dei Sanbenedettesi – “La storia si ripete: la Palazzina, che ospiterà i concerti Pop di Solideo, ha già accolto i più grandi protagonisti del panorama musicale nazionale, con un pubblico proveniente da tutta Italia”.

Grande soddisfazione per il coinvolgimento della città in questo inedito progetto da parte di Rosaria Falco, Presidente Commissione Cultura, che ha collaborato attivamente per la sua realizzazione. Anche grazie alla fondamentale collaborazione di Carla Sagretti, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Solideo ha già registrato una straordinaria adesione da parte delle scuole con centinaia di iscrizioni di docenti e studenti.

Il programma è ricco di eventi. Le serate di Solideo inizieranno con due Lectio Pop d’eccezione. Si parte giovedì 22 giugno alle 21.00 con la conferenza “Luce” di Massimo Donà, filosofo dell’Università San Raffaele di Milano e autore del libro Magia e filosofia. Si prosegue venerdì 23 con il filosofo Luciano de Fiore dell’Università La Sapienza che aprirà la serata con la lectio “Anche il mare sogna”, alla luce del suo libro Filosofia sui flutti.

Alle 21:30 la Palazzina si anima con due nuovi Philoshow, spettacoli inediti di filosofia e musica, ideati e diretti da Lucrezia Ercoli. Dalla luce di Parmenide a Here Come the Sun dei Beatles, dai naviganti di Omero ai marinai di Lucio Dalla: il pensiero si contamina con i filmati realizzati dal regista Marco Bragaglia, le letture teatrali di Pamela Olivieri e la musica dal vivo eseguita dalla band di Popsophia Factory.

Per concludere le prime calde serate di un’estate alle porte, il Tiratardi, nuovo appuntamento pop-filosofico, che prevede, dalle 23:30, performances accompagnate dal ritmo delle onde del mare: giovedì 22 si inizierà con “Sogno di una notte di mezza estate” di Cesare Catà e venerdì 23 chiuderà il festival il reading di Riccardo Dal Ferro “Amare il tramonto”.

Tutti gli appuntamenti di Solideo sono ad ingresso libero. Maggiori informazioni sul sito www.popsophia.it.

Solideo, la Popsophia del solstizio




dalla Regione Marche

 

20/06/2017

248 MILIONI DI FONDI EUROPEI ALLA REGIONE MARCHE, CERISCIOLI RINGRAZIA IL GOVERNO

Arrivano 248 milioni di fondi europei nelle casse della regione Marche. Con una delibera, approvata nella giunta di oggi, vengono iscritte le risorse che arrivano dal governo e dall’Europa. “Voglio ringraziare il governo, in particolare il ministro Claudio De Vincenti, che ha messo a disposizione immediatamente il 50 per cento delle risorse – spiega il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli – un contributo fondamentale per il rilancio del territorio colpito dal sisma. Fondi che serviranno per il turismo, l’ambiente e dissesto idrogeologico, bandi per il rilancio delle imprese, scuole”.

20/06/2017
SCUOLE – SINDACI E REGIONE: GOVERNO MANTENGA CLASSI E ORGANICI ANTE-SISMA

Mantenere la situazione ante-sisma nelle scuole del cratere in termini di classi, risorse e organici in attesa di una mappatura completa dei bisogni relativi agli alunni che attualmente hanno trovato sistemazioni alternative, ma che torneranno nei loro paesi. E’ l’esigenza emersa dai sindaci e dalla Regione Marche nel corso di un incontro convocato dall’assessore all’Istruzione, alla formazione e al lavoro Loretta Bravi con una delegazione dei sindaci delle zone del sisma e i rappresentanti dell’Anci e dei piccoli Comuni e con il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Marco Ugo Filisetti per discutere e trovare soluzioni alle problematiche relative all’avvio del prossimo anno scolastico 2017/2018 nelle zone del sisma. I sindaci hanno ribadito la richiesta di mantenere per almeno tre anni il contingente organico ante-sisma, la tutela dei posti di lavoro degli insegnanti, del personale ATA. “Il dialogo con il Ministero – ha spiegato Bravi – è continuo e proficuo: la Regione ricomincia la ricostruzione dalle scuole al fine di mantenere i servizi alle comunità. Non vogliamo aggravare una situazione già di per sé di grande difficoltà e per questo motivo auspichiamo la massima collaborazione da parte dell’Ufficio scolastico regionale che è da sempre nostro interlocutore”. L’assessore ha richiesto a tutti i sindaci di evidenziare con urgenza le criticità e tagli avvenuti al fine di intervenire con il Ministero per una tempestiva risoluzione.
20/06/2017
TERREMOTO: AL VIA SEMPLIFICAZIONE PER PROCEDURE RICOSTRUZIONE

Due importanti procedure di semplificazione relative alla gestione della ricostruzione post sisma sono state approvate oggi dalla giunta della Regione Marche. In primo luogo, i cittadini che presenteranno i progetti agli uffici per la ricostruzione, potranno presentare contestualmente, negli stessi uffici, anche la documentazione relativa alla normativa antisismica, che fino a oggi andava depositata preventivamente agli uffici del genio civile. Inoltre approvata anche la modifica dell’attuale assetto normativo attraverso l’introduzione di nuovi criteri per la verifica di compatibilità idraulica. Un atto che consentirà, in caso di invarianza delle condizioni relative alla portata dell’acqua dopo gli interventi di trasformazione (invarianza idraulica), di approvare immediatamente le lottizzazioni.



Giunge al termine “Palla al Centro” al Veregra Street Festival

 

21 giugno 2017 a Montegranaro (FM)
Ultimo giorno della Vetrina del Festival Marameo con produzioni di Teatro Ragazzi e Giovani del Centro Italia all’interno del XIX Festival Internazionale di arte e cibo di strada

Il nuovo format del Veregra Street Festival di Montegranaro sta ospitando per tre giorni “Palla al Centro” progetto condiviso con le Regioni Abruzzo, Marche ed Umbria, e coordinato da Proscenio Teatro Ragazzi con direzione artistica di Marco Renzi.
Una vetrina che vuole essere anche una forte promozione del teatro ragazzi del Centro Italia e del territorio fermano che ospita l’evento.
Il Veregra proseguirà sino al 24 giugno con tantissimi spettacoli a rappresentare le più svariate arti di strada, concerti, il cibo della tradizione e lo street food della sezione Veregra Food, la mostra fotografica #ripartidaiSibillini e tante iniziative collaterali.

 

Montegranaro – Il 24 giugno si sta svolgendo il XIX Veregra Street Festival, uno dei più grandi ed importanti festival italiani di arte di strada che porta nel centro storico di Montegranaro la magia, la meraviglia e il divertimento dello spettacolo dal vivo in tutte le sue declinazioni, i profumi ed i sapori del cibo di strada e dei piatti della tradizione marchigiana con la sezione “Veregra Food”, ma anche laboratori, mostre, un mercatino artigianale e tanti eventi collaterali per far vivere esperienze creative e coinvolgenti ad un pubblico di tutte le età.
Quest’anno il Festival si presenta con un
nuovo format con l’arte di strada spalmata su due fine settimana – ognuno con artisti diversi – e con in mezzo “PALLA AL CENTRO”, la vetrina del Festival Marameo con produzioni di Teatro Ragazzi e Giovani del Centro Italia che viene programmata dal 19 al 21 giugno in collaborazione con l’associazione Proscenio Teatro Ragazzi di Fermo.
“Palla al Centro” è un
progetto condiviso con le Regioni Abruzzo, Marche ed Umbria, e coordinato da Marco Renzi, che itinera ogni anno in ciascuna di queste regioni e che vuole essere non solo un incontro del teatro, dei giovani e delle famiglie, ma anche un forte momento di promozione del teatro ragazzi del Centro Italia e del territorio fermano che ospita l’evento.

Il 21 giugno si svolge l’ultimo giorno della vetrina con questi appuntamenti:

– ore 10,00 al Teatro “La Perla”, COMPAGNIA NANI ROSSI (Massa Carrara) in “SOGNI IN SCATOLA” – teatro circo – dai 4 anni

– ore 11,30 all’Auditorium “Officina delle Arti”, COMPAGNIA SMG (Foligno) in “FORTUNA” – teatro d’attore, narrazione – dai 13 anni

– ore 16,00 all’Auditorium “Officina delle Arti”, ARTI E SPETTACOLO (L’Aquila) in “ANTIGONE – METAMORFOSI DI UN MITO” – teatro d’attore – dai 16 anni

– ore 17,15 al Teatro La Perla, DUO TOMASSINI-LAVIANO (Vignola-Fermo) in “LA SIRENETTA” – prima nazionale – teatro d’attore, musica dal vivo – dai 6 anni

Un’altra intensa giornata che presenta all’inizio, alle ore 10 al Teatro La Perla, lo spettacolo di circo contemporaneo “Sogni in Scatola” della compagnia Nani Rossi di Massa Carrara che dal 2003 ha presentato i propri spettacoli e le proprie performance in molti festival italiani ed europei del settore ottenendo diversi riconoscimenti. Nel loro spettacolo, adatto ad un pubblico dai 4 anni di età in su, una scatola può essere tutto, anche sogni…basta crederci e lo fanno credere al pubblico grazie alla loro bravura nelle tecniche circensi.

Alle ore 11:30 all’Auditorium Officina della Arti ci sarà lo spettacolo di narrazione e teatro d’attore “Fortuna” della Compagnia SMG di Foligno, adatto per ragazzi dai 13 anni di età e che racconta la storia legata a Fortuna Loffredo, la bimba di 6 anni che nel giugno del 2014 fu trovata morta a Caivano (Napoli) perché precipitata dalla sua abitazione con aspetti ancora da chiarire.

Alle ore 16 sempre all’Officina delle Arti “Officina delle Arti” con la compagnia Arti e Spettacolo de L’Aquila ed in scena Serena Gaudino che presenta “Antigone – Metamorfosi Di Un Mito”, spettacolo di teatro d’attore adatto a ragazzi dai 16 anni con testo tratto dal libro “Antigone a Scampia”, che la stessa Serena Gaudino ha scritto per documentare il lavoro che ha condotto con un gruppo di donne di Scampia, e che trasporta in una sorta di mondo parallelo dove i drammi escono dai propri confini territoriali e diventano universali.

Si termina alle 17:15 di nuovo al Teatro La Perla con la Prima Nazionale dello spettacolo “La Sirenetta” messo in scena dal Duo Tomassini-Laviano. Uno spettacolo di teatro e musica, voce e percussioni, adatto ad un pubblico dai 6 anni di età e basato sulla famosa fiaba di Hans Christian Andersen, la cui protagonista è una piccola sirena alle prese con il suo mondo interiore e il desiderio di conoscere quello umano al quale vorrebbe tanto appartenere. Oltre ad esprimere l’immagine della sirena romantica nella quale convivono simboli e archetipi di culture diverse, lo spettacolo pone l’accento sul difficile processo e del sacrificio che il cambiamento interiore comporta: il passaggio dall’età infantile all’età adulta prevede il disagio dell’incompletezza, del non essere né carne né pesce, dentro il quale la protagonista è immersa costantemente.

IL FESTIVAL MARAMEO

Sette Comuni, di cui sei marchigiani, 5 direttori artistici, 70 spettacoli, tre mesi e una tappa nel continente africano, a Nairobi (Kenya). Tutto questo è “Marameo”,  prima edizione del festival internazionale di teatro per ragazzi che prenderà il via proprio il 19 giugno a Montegranaro con la vetrina “Palla al Centro” per poi arrivare a Formia nel Lazio e successivamente in altre cinque città marchigiane,  a Recanati, Civitanova Marche, Fermo, Osimo e Porto San Giorgio.  A Settembre “Marameo” abbraccerà il progetto Teatri Senza Frontiere, recandosi in uno dei paesi più poveri del mondo, in Kenya. A Nairobi, ospiti della missione di Padre Renato Kizito Sesana, metterà in piedi un laboratorio con ragazzi orfani e con loro allestirà uno spettacolo che verrà rappresentato in pubblico a conclusione della permanenza. Parallelamente le compagnie che hanno aderito al progetto effettueranno dieci rappresentazioni in Scuole e villaggi non solo di Nairobi ma anche della sua omonima contea, portando lo spirito del festival laddove l’infanzia è un diritto ancora lontano dall’essere acquisito.  Per tutti gli aggiornamenti www.marameofestival.it
Ideatore e coordinatore artistico del progetto è Marco Renzi, operatore con esperienza quarantennale, ideatore, fondatore e direttore artistico per 27 anni, dal 1990 al 2016, de “I Teatri del Mondo”, di “TIR-Teatri in Rete”, autore di un’infinità di spettacoli, libri e progetti dedicati all’infanzia e alla gioventù.
Da un nuovo incontro di idee e di creatività con Giusepope Nuciari, il direttore artistico del Veregra Street Festival, è nato “Marameo”, un festival neonato ma che arriva da lontano…
Con la sua esperienza, per riuscire a creare una vetrina straordinaria sul teatro ragazzi e a tutto quello che ruota intorno al mondo dei più piccoli,
Renzi ha deciso di usare la formula una direzione condivisa e plurale, oltre che con l’amico Nuciari, anche insieme a Maurizio Stammati del Festival Nazionale di Utopia a Formia ed a Marianna De Leoni e Claudio Rovagna di Osimo, con i quali condividerà  il Premio Otello Sarzi destinato alle giovani compagnie teatrali di Teatro per Ragazzi.

IL VEREGRA STRRET FESTIVAL PROSEGUE SINO AL 24 GIUGNO
Dopo “Palla al Centro” il Veregra Street Festival proseguirà sino al 24 giugno con tantissimi spettacoli a rappresentare le più svariate arti di strada, concerti, il cibo della tradizione e lo street food della sezione Veregra Food, la mostra fotografica #ripartidaiSibillini e tante iniziative collaterali.

 




Burraco, 4a giornata del Campionato provinciale di dei circoli U.s. Acli

Giovedì 22 giugno 

 

Monteprandone – Il Centro Pacetti in via San Giacomo a Centobuchi ospiterà giovedì 22 la quarta giornata del Campionato provinciale di burraco dei circoli U.S. Acli della provincia di Ascoli Piceno.

All’iniziativa che, andrà avanti per l’intero anno 2017 con una tappa da svolgersi ogni mese, stanno partecipando 6 squadre ossia il Centro socio culturale Tofare (che presenta due compagini), l’ASD Burraco Ascoli, il Centro socio culturale Filo d’Argento Pacetti di Centobuchi e il Centro socio culturale Tofare di Brecciarolo (che presenta due formazioni).

Dopo le prima tre giornate del torneo al comando della graduatoria c’è l’ASD Burraco Ascoli con 547 punti, a seguire la formazione Sole Brecciarolo con 504 punti, la formazione Luna Brecciarolo con 487 punti,  Tofare 1 con 479, Centro Filo d’Argento con 440 punti e Tofare 2 con 423 punti.

Per informazioni sulla manifestazione si possono consultare il sito www.usaclimarche.com oppure la pagina facebook @unionesportiva.aclimarche o il gruppo facebook U.S. Acli Marche settore burraco.

 

 




Sferisterio: cento Mecenati quasi al traguardo

Ultimi posti a disposizione. La campagna del 2017 ha già 83 donatori, ecco chi sono

Macerata, 20 giugno 2017 – Sono più di ottanta i mecenati che hanno confermato il loro sostegno allo Sferisterio. Il progetto, che a maggio ha ricevuto la menzione speciale del Premio Cultura + Impresa 2016 da parte di Federculture, si rinnova per il secondo anno e conferma la capacità del Macerata Opera Festival di reperire nuove risorse private.

L’adesione ai Cento Mecenati avviene attraverso la normativa di Art Bonus, ovvero lo strumento creato dal Governo per favorire il sostegno dei privati al finanziamento della cultura che prevede agevolazioni fiscali del 65% in tre anni. Chi decide di sostenere lo Sferisterio con 1000 euro, ne recupera 650 sotto forma di credito d’imposta. 

Come lo scorso anno, superati i primi cento aderenti, gli altri attenderanno l’uscita di qualcuno (il rinnovo annuale è facoltativo). 

Al momento ci sono 83 donatori, quindi i posti disponibili a un mese dall’inizio della stagione lirica sono 17, prima di tagliare nuovamente questo ambizioso traguardo. Il contributo allo Sferisterio può essere versato sia come persona fisica, sia come azienda o associazine.

Ad oggi, i mecenati sono: Mario Baldassarri, Rosa Marisa Borraccini, Alfio Caccamo, Gianluca Capitani, Romano Carancini, Gianfranco Cesaretti, Maurizio Cinelli, Renato Coltorti, Andrea Compagnucci, Erminio Copparo, Rosaria Del Balzo Ruiti, Donatella Donati, Giuseppe Falco, Alessio Formica, Fiorenzo Fusari, Guido Guidi, Sabrina Malagrida, Alfredo Mancini, Irene Manzi, Paolo Margione, Andrea Mazzola, Stefano Parcaroli, Lucia Parcaroli, Carla Maria Francalancia, Giacinta Messi, Luciano Messi, Eliana Montebello e Pino Bosco, Stefania Monteverde, Maurizio Mosca, Cristina Nardi, Leonardo Matano, Carlo Matano, Valentina Muccichini, Carlo Alberto Nicolini, Giorgio Piergiacomi, Giuseppe Pietroni, Marino e Gabriella Carbonari, Narciso Ricotta, Lucia Rosa, Amedeo Scauda, Valerio Scheggia, Rita Servidei, Marco Sigona, Giulia Spina, Maria Rosanna Talevi, Franco Teppa, Orietta Maria Varnelli e ci sono due donazioni a nome di Carlo Perucci – Anita Caminada e Alberto Girolami, in loro ricordo.

Si aggiungono alla lista dei mecenati anche gli associati Fisiomed e le aziende Artelito Srl, Bf Srl, Calzaturificio Giovanni Fabiani Srl, Eurosuole Spa, FBT Elettronica Spa, F.lli Simonetti Spa, ICA Spa, I Guzzini Illuminazione Spa, Lardini Srl, Med Store, Nuova Simonelli Spa, Nuova Veterinaria Srl, Orim Spa, Osteria dei Fiori, Performance Strategies, Rhutten Srl, Sabry Maglieria Srl, Sardellini Costruzioni Srl, Sogesa Srl, Tecne 90 Spa e gli studi Andreozzi & Associati, Tartuferi & Associati, Interlex e quello notarile Alfonso Rossi.

Come lo scorso anno sono presenti i due Atenei del territorio, Unicam e Unimc, a cui si unisce l’Accademia di Belle Arti di Macerata. L’elenco si chiude con l’Associazione Evoluzione e Tradizione, il Kiwanis di Macerata, l’Internationale Inner Wheel di Macerata, il Rotary Club di Macerata, il Rotary “Matteo Ricci” e una donazione che vuole rimanere anonima.

Per informazioni sui Cento Mecenati: mecenati@sferisterio.it, tel. 346/8581624.




Amministrazione Piunti, Tonino Capriotti: “Un anno di regressione, il commissario avrebbe fatto meglio”

San Benedetto del Tronto, 2017-06-20 – Un anno di annunci, di promesse non mantenute, di ordinaria amministrazione: un commissario avrebbe fatto meglio.
A settembre aveva dichiarato pubblicamente che a giugno avremmo fatto il bagno nella piscina comunale, oggi a giorni alterni si accenna ad un intervento di privati, esattamente come quello che avrebbe dovuto garantire la lotta all’abusivismo in spiaggia.
Una struttura amministrativa allo sfascio, dove la riduzione delle posizioni organizzative, a risparmio zero per le casse comunali, viene fatta passare come una grande azione di spending review, dove invece gli incarichi esterni e logiche di spartizione continuano tranquillamente in piena continuità con la peggiore politica. Un’amministrazione incapace di mettere in pratica le promesse elettorali, di fissare gli obiettivi e totalmente dipendente da logiche amministrative.
Sono riusciti a distruggere percorsi avviati da anni: palanatale, carnevale, maremoto, festival Ferrè… e sostituirli con il NULLA. I luoghi della scrittura costretti ad emigrare a Monteprandone. Il Ballarin, loro cavallo di battaglia, passato nel dimenticatoio collettivo.
Quartieri abbandonati in mano alla delinquenza che nel frattempo è cresciuta.
Piano affissioni, regolamento occupazione suolo pubblico, movida  selvaggia in perfetta continuità con il passato: una città nel totale degrado. Dieci commissioni ed un consiglio comunale svuotato completamente, privo di qualsiasi discussione, una maggioranza bulgara incapace di motivare le decisioni del capo, a volte incomprensibili.
A proposito: quante domande sono arrivate dagli artisti di strada?
In compenso i costi della politica e delle poltrone sono aumentati.
Finanziamenti persi: ricordiamo quelli per la protezione della costa, oltre 100.000€, Pappafish… oltre a quelli persi per mancanza di progettazione, uno su tutti la piscina.
Distruzione delle politiche sociali, eliminate le cooperative e le associazioni sociali, ed i relativi servizi: è cominciato con il Ponterotto fino al nido del Piccolo Principe, in completa contro-tendenza nazionale.
Aumentate le tasse ed il costo di alcuni servizi, tari e scuola bus.
Chiudo con i PORU, finiti nel dimenticatoio nonostante la validità di alcuni di essi. L’edilizia e lo sviluppo sambenedettese sono stati azzerati continuando la fase di recessione. Zona porto ferma, piccola pesca azzerata e purtroppo non si vede la luce. Anche la speranza ci sta lasciando.
Una città ferma che in un anno non è riuscita a completare nemmeno le opere già avviate, il lungomare e la foce dell’Albula su tutti. Si accontentano del taglio dell’erba e di piccole cose che sicuramente un Commissario avrebbe fatto meglio e a costi ridotti.

Come ha già scritto qualcuno: un anno DI NOTHING. Io aggiungerei: un anno di regressione.




Mangialonga Picena: sei chilometri di piatti gourmet, vini tipici e natura

 

Domenica 23 luglio la quarta edizione della passeggiata enogastronomica tra le eccellenze del sud delle Marche. Incontri tra i vigneti con chef e vignaioli per riscoprire dove nascono il bello e il buono

Offida – Dieci tappe di sapori gourmet, golosi abbinamenti con i vini e le birre artigianali del territorio e un’immersione nei paesaggi collinari incontaminati: con i suoi capolavori nel piatto e nel calice tornerà domenica 23 luglio la Mangialonga Picena, passeggiata enogastronomica tra i vigneti e il borgo di Offida organizzata dall’associazione culturale Picenum Tour in collaborazione con gli chef e le cantine della provincia ascolana. Più ricco che mai il programma della quarta edizione della manifestazione, che ogni estate richiama centinaia di partecipanti e anche quest’anno propone un percorso di gusto e natura lungo 6,5 km per far conoscere i tesori enogastronomici e paesaggistici del sud delle Marche a turisti italiani e stranieri.

Punto di partenza della Mangialonga Picena 2017 sarà la Piazza de Popolo di Offida, dove i partecipanti partiranno in piccoli gruppi, dalle 10.30 alle 14.30, dopo aver ricevuto il kit ufficiale della passeggiata. La prima tappa di giornata sarà in paese all’Enoteca Spazio Vino (Chiostro San Francesco) per uno sfizioso aperitivo con la Margherita Morrison’s (mozzarella, pomodoro a pezzettoni, basilico e ricotta salata) del Morrison’s Pub e le birre artigianali del Birrificio Carnival. Da lì i partecipanti si sposteranno alla Tenuta Cocci Grifoni, dove ad attenderli ci saranno Simone e Sara Marconi del ristorante Attico sul Mare con il polpo cotto nella sua acqua, fagioli e gelato di cipolla rossa e lo chef Nikita Sergeev (L’Arcade) con l’insalata con acciughe, limone ed erbe aromatiche dello chef per gli amanti dei sapori vegan e gluten free.

Tra suggestivi scorci di panorama e filari ordinati di vigneti la terza tappa della Mangialonga Picena sarà itinerante lungo i calanchi di Ripatransone. Qui gli chef Andrea Romani (La Croisette) e il Fritto Misto Lab proporranno rispettivamente una carrozza di pesce azzurro con riduzione di pomodoro confit e il coniglio fritto abbinati ai vini biologici di San Giovanni. Proseguendo il cammino, due primi gourmet saranno i protagonisti all’azienda agricola Aurora, dove lo chef Daniele Citeroni (Osteria Ophis) e lo chef Andrea Mosca (Marili) delizieranno gli enogastronauti con un cannellone al cucchiaio e gli gnocchi in salsa brodettata.

Una pausa rinfrescante da godere all’interno del Boschetto del Fiobbo con yogurt zenzero e albicocca guarnito con frutta sciroppata ed estratti alla frutta servito dal mastro gelatiere Fabio Bracciotti della Sorbetteria Crème Glacée sarà il preludio alla sesta tappa presso la terrazza panoramica della cantina Paolini e Stanford. Qui il Ristorante Caffè Meletti servirà il maialino nostrano alle erbe officinali, mirtillo nero al sentore di Anisetta Meletti e prosciutto di Norcia, mentre la chef Maria Elena Cicchi (Villa Cicchi) proporrà un flan di parmigiano con crumble di verdure estive con gelatina di pomodori e vaniglia. Una ricca selezione di formaggi marchigiani dell’azienda agricola Fontegranne abbinati ai vini dell’azienda San Filippo nel giardino dell’omonima chiesa sarà l’ultima degustazione in campagna della giornata, a cui seguirà il ritorno all’interno del borgo di Offida per concludere il viaggio di gusto con dessert d’autore.

Lungo le vie del paese i food travellers faranno tappa al Vì/Strò per le Pesche della Valdaso con ricotta mantecata e cioccolato bianco dello chef Luca De Cesaris (Piccolo Teatro) e al Ciù Ciù showroom per la zuppetta di frutta fresca con spuma al basilico e meringa al pomodoro della chef Sabrina Tuzi (Degusteria del Gigante). Tutti i piatti della giornata saranno abbinati con il Pecorino, la Passerina, il Montepulciano e gli altri vini autoctoni del territorio prodotti dalle cantine Tenuta Cocci Grifoni, San Giovanni, Aurora, Paolini e Stanford, San Filippo, Tenuta La Riserva e Ciù Ciù o con le bibite analcoliche Paoletti.

Il gran finale della Mangialonga Picena si terrà in Piazza del Popolo, che per l’occasione si trasformerà in un’arena del gusto con il vin cotto dell’azienda agricola Colline Offidane, il funghetto offidano di Fior di Farina, le miscele di Caffè Orlandi Passion e il tipico elisir dell’Anisetta Rosati. A scandire il mix di sapori lungo il percorso e nella festa finale saranno musica dal vivo, approfondimenti tematici sui prodotti piceni e sul paesaggio e altre sorprese di strada.

E’ possibile iscriversi alla manifestazione – fino a esaurimento posti – direttamente sul sito web www.mangialongapicena.it.

In caso di maltempo l’evento si terrà domenica 30 luglio con lo stesso programma.

 

 




Domenica di “canoe” al porto di San Benedetto

San Benedetto del Tronto – Quella di domenica si preannuncia una giornata davvero speciale per il porto della nostra città. Per la prima volta, infatti,  all’interno del suo specchio d’acqua si svolgerà una competizione ufficiale di canoa velocità organizzata dalla  locale Sezione della Lega Navale Italiana, in collaborazione con la FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak),  e valida anche  per il Trofeo Coni.  

Decine di atleti, giovanissimi e non, provenienti da tutta la Regione avranno l’opportunità di competere in uno scenario davvero suggestivo e di fronte ad un pubblico che avrà la possibilità di ammirare da vicino i virtuosismi di una disciplina tra le più spettacolari degli sport di mare.

L’organizzazione dell’evento è stato reso possibile grazie alla sensibilità e allo spirito di collaborazione dimostrati dalla locale Capitaneria di Porto, rappresentata dal suo Comandante Gennaro Pappacena e dalle Autorità Portuali tutte.

L’appuntamento per curiosi, appassionati ed atleti è quindi per domenica 25 giugno, dalle ore 10, presso la banchina Malfizia del porto di San Benedetto del Tronto.