da Grottammare

da Grottammare

 

Volontariato e integrazione sociale, lavori in centro.
L’iniziativa anticipa le prossime celebrazioni della Giornata mondiale del Rifugiato
Proseguono con profitto per il patrimonio pubblico le attività di volontariato civico applicate al decoro urbano. Questa volta, sono i richiedenti asilo ospiti del Sistema di Protezione ministeriale (SPRAR) ad intervenire nella manutenzione degli arredi del centro cittadino e del Lungomare della Repubblica.

Si tratta di un progetto trasversale, che vede convergere in un unico obiettivo gli assessorati alle Dialogo tra i Popoli, Inclusività sociale, Manutenzioni e Protezione civile, in collaborazione con i volontari dell’associazione I Care e il supporto tecnico della ditta Genny Meccanica di San Benedetto del Tronto per la fornitura dei materiali e della dott.ssa Maria Grazia di Biase che ha curato la formazione dei volontari.

Il progetto di decoro urbano è partito ieri mattina ed è in corso ancora oggi con la verniciatura di tutte le panchine di legno: “E’ proprio curando la propria Città che ci si comincia a sentire come a casa propria – commenta l’assessore al Dialogo tra i Popoli Daniele Mariani – Questo è di certo un passo fondamentale per una giusta e corretta integrazione. Come in passato auspicato dalla Prefettura di Ascoli Piceno, abbiamo investito ulteriormente in questo aspetto, con attività di volontariato civico anche nell’ambito del progetto Sprar”.

L’iniziativa anticipa di qualche settimana la Giornata mondiale del Rifugiato (20 giugno), che in Città verrà celebrata nell’ambito della manifestazione “Sconfiniamo” per festeggiare anche il decennale del progetto SPRAR “Together” del comune di Grottammare.
Dal 2007, infatti, la Città è uno dei comuni italiani della rete del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati del Ministero dell’Interno (SPRAR) e, attraverso l’opera di personale specializzato, accoglie persone vittime di persecuzione nei Paesi di origine, favorendo le condizioni per l’esercizio del diritto di asilo.
Il programma della manifestazione verrà reso noto la prossima settimana nel corso di una conferenza stampa.

09.06.2017

 

Rimessaggio in spiaggia, natanti da spostare
I ritardatari potranno chiedere l’autorizzazione alla sosta nelle aree pubbliche entro il 15 giugno
L’ufficio Demanio invita a spostare i natanti in sosta nelle aree di rimessaggio pubbliche per permettere la pulizia dell’arenile, programmata anche in quelle aree nei giorni di lunedì 12 e martedì 13 giugno.

Le aree di rimessaggio libero del comune di Grottammare sono indicate nel Piano di Spiaggia e sono due:
– l’area di rimessaggio 1 è posizionata a sud dello stabilimento balneare “Colibrì”, il fronte mare è di 20 metri e può accogliere circa 11 imbarcazioni;
-l’area di rimessaggio 2 si trova a sud del circolo velico “Le Grotte”, il fronte mare misura 80 metri e può accogliere circa 36 imbarcazioni.

Lo stesso Ufficio invita i proprietari di imbarcazioni, che non avessero ancora avanzato la richiesta, a provvedere entro il 15 giugno a fare domanda di autorizzazione alla sosta.
L’uso delle aree demaniali destinate all’alaggio e alla sosta delle imbarcazioni è regolamentato dal luglio 2015, con effetti concreti dalla passata stagione balneare. Il testo prevede che “le imbarcazioni che non hanno regolare autorizzazione verranno rimosse” (art. 4, comma 6).

Il regolamento è pubblicato al seguente link: http://www.comune.grottammare.ap.it/documents/632299697_Regolamento.pdf

08.06.2017

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com