San Paterniano

 

Grottammare, 2017-07-09 – San Paterniano

 

 

 

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 




Grande successo per la serata conclusiva del 3° concorso fotografico organizzato dal Comitato Quartiere Annunziata

GIULIANOVA – Un grande successo di pubblico ha salutato la serata conclusiva del terzo concorso fotografico “Antichi mestieri” organizzato dal Comitato di Quartiere Annunziata e l’associazione culturale Demos, col patrocinio del Comune di Giulianova.

La serata è stata presentata dal delegato del comitato Francesco Negro, in arte Francis Black, che ha descritto, ad un pubblico numeroso ed attento, tutte le foto.

La serata è stata intervallata da intermezzi musicali degli allievi dell’Accademia musicale Progetto Chitarra del Maestro Lorenzo Piccioni.

La giuria di tre esperti, composta dal Direttore dell’Accademia di belle Arti di Urbino Umberto Palestini, dalla giornalista Annarita Barbetta e dall’appassionato di fotografia Dario Gianpaolo, ha decretato i tre vincitori del concorso: il primo premio è andato a Carlo Alberto Anello con lo scatto dal titolo “L’attesa” che ritrae un vecchio salone da barbiere, secondo posto a Mauro Sfoglia per “I due mietitori”, ultimo gradino del podio per Mauro Cimorosi con “I raccoglitori di olive”.

C’è stato anche un premio speciale per Luca Ruggieri di 6 anni come fotografo più giovane del concorso con la foto che ritraeva lo zio intento a riparare una falce e una menzione speciale il ritratto di Sabin Mayer per la sensibilità e l’intensità dello scatto proposto.

Presente alla serata anche il neo assessore alle manifestazioni Fabrice Ruffini che ha premiato i primi due classificati.

La cerimonia di premiazione sarà messa in onda su varie emittenti locali di Abruzzo e Marche nell’ambito della trasmissione “Itinerari”.

Nei giorni successivi, tutte le foto esposte verranno distribuite agli sponsor che hanno aderito all’iniziativa e seguirà la pubblicazione delle foto sul sito ufficiale del Comune di Giulianova e della Consulta al Turismo.




Macerata Opera Festival: tutti i cast al lavoro

Shi, Turandot, Madama Butterfly e Aida: le produzioni si stanno preparando per i debutti

Macerata, 8 luglio 2017 – Con l’arrivo dei cantati di Aida, tutte le produzioni dello Sferisterio sono in prova. I registi delle quattro opere che andranno in scena dal 20 luglio al 14 agosto stanno lavorando con i rispettivi cast. 

Cecilia Ligorio, regista di Shi (Si faccia) che apre il Festival al Teatro Lauro Rossi, è impegnata da oltre due settimane per la messa in scena, una prima esecuzione assoluta. Anche Turandot di Puccini, con la coppia Ricci/Forte e Madama Butterfly, sempre di Puccini, con Nicola Berloffa sono all’opera da due settimane, alternandosi sul palco dello Sferisterio, per le prime del 21 e 22 luglio, due spettacoli molto diversi fra loro che cattureranno l’attenzione del pubblico e della critica.

Da venerdì in prova anche Aida di Verdi, nell’applauditissima edizione già messa in scena nel 2014 da Francesco Micheli e che tornerà allo Sferisterio il 30 luglio. Il direttore artistico del Macerata Opera Festival e i cantanti sono in prova nella palestra del teatro Don Bosco, in attesa di salire sul palco all’aperto nei prossimi giorni.




Altair 3, l’imbarcazione di Paniccia 4a ai mondiali di vela

Civitanova Marche, 9 luglio – Si conclude al quarto posto l’avventura mondiale di Altair 3. L’imbarcazione di Sandro Paniccia, presidente dell’azienda civitanovese ICA, ha preso parte ai campionati mondiali di vela d’altura ORC 2017, lottando nella sua categoria, la A (la classe dei “più grandi”), con altre 17 barche tra cui le famosissime Freccia Rossa e Mascalzone Latino. La competizione, composta da 8 prove, si è svolta a Trieste ed è stata molto combattuta fino all’ultima regata. 

Dopo le prime due prove molto difficili per l’equipaggio di Paniccia, anche per la mancanza di vento, il team ha scalato la classifica fino a giocarsi il podio nell’ultima giornata. Terzo posto che è sfuggito di pochissimo: infatti Altair 3 ha collezionato gli stessi punti dell’imbarcazione Sheraa che però si è aggiudicata il gradino più basso del podio per i miglior piazzamenti ottenuti.

L’equipaggio di Altair 3 era composto da Filippo Burchi, Andrea Caracci, Bruno Cioli, Andrea Dignani, Jas Farneti, Giuseppe Mascino, Tiziano Nava, Luca Ricci, Sandi Suc, Enrico Turrini, Massimiliano Zanollo e Sandro Paniccia.




Raffaele Guariniello parla di giustizia a Monteprandone

Appuntamento martedì 11 luglio in piazza San Giacomo. Coordina il magistrato Ettore Picardi

Monteprandone – Per il quarto appuntamento del festival letterario Piceno d’Autore martedì 11 luglio, alle 21,30, in piazza San Giacomo a Monteprandone, arriva l’ex procuratore Raffaele Guariniello.

Il magistrato Guariniello ha il merito di aver aperto il fascicolo d’indagini sulle morti sospette nel mondo del calcio e di aver condotto e chiuso in tempi record, due mesi e 19 giorni, l’inchiesta sul rogo divampato nella notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007 all’acciaieria ThyssenKrupp di Torino.

Durante la serata a Monteprandone presenterà il suo ultimo libro “La giustizia non è un sogno”. A coordinare l’incontro sarà il magistrato Ettore Picardi, sostituto procuratore presso la Corte d’Appello de L’Aquila.

La serata prevede un’introduzione a cura dell’Associazione Nuovo Laboratorio Ensemble. Al termine, invece, ci sarà una degustazione di eccellenze enogastronomiche dei ristoranti Osteria 1887 e Dimora di Bacco e dell’azienda agricola Il Conte Villa Prandone.

Anche per questo incontro è possibile usufruire di un servizio di bus navetta gratuita da San Benedetto offerto dalla ditta Canali Bus. Ritrovo alle ore 20,45 davanti al liceo scientifico “Benedetto Rosetti”, viale De Gasperi n. 141. In caso di pioggia l’appuntamento si terrà nella sala San Leonardo, sempre nel centro storico di Monteprandone.

Piceno d’Autore è organizzato dal Comune di Monteprandone, dall’associazione “I luoghi della scrittura” e dalla libreria “La Bibliofila”, con il patrocinio di Regione Marche, Associazione Forense Picena, Unione Camere Penali Italiane, Camere Penale “Ugo Palermi” di Ascoli Piceno e Associazione Librai Italiani.




Mondiali di parapendio, la giornata di riposo

MONDALI DI PARAPENDIO _  MONTE AVENA 2017 _  9 luglio

 

GIORNATA DI RIPOSO PER I PILOTI. I MIGLIORI 20 REGALANO UNA SPETTACOLARE MANCHE NON COMPETITIVA AL PUBBLICO. DOMANI RIPRENDONO LE GARE.

 

Feltre, 2017-07-09 – Uno show a solo beneficio del pubblico, un modo per ringraziare della straordinaria accoglienza ricevuta. Nella giornata di riposo dalle manche ufficiali i 20 migliori piloti al mondo (i primi 15 dalla classifica generale Overall e le 5 migliori donne) sono decollati dal Monte Avena e hanno regalato una manche breve ma spettacolare, disegnata per essere tutta perfettamente visibile dal campo di atterraggio Boscherai, per la gioia dei numerosissimi spettatori accorsi per vederli.  Un percorso breve, 14 Km di percorso, ma tante, tantissime emozioni per il pubblico.

 

Da domani riprenderanno regolarmente le task di gara, valide per acquisire punteggio e avvicinarsi al sogno del titolo mondiale.  Nella categoria overall al momento la Francia conduce i giochi con ben due piloti rispettivamente in prima e terza posizione, la seconda appartiene momentaneamente allo sloveno Dusan Oroz.

Per la categoria femminile restano salde in prima e seconda posizione Francia e Italia, mentre in terza posizione si conferma la pilotessa rivelazione di questo mondiale, l’australiana Kari Ellis. Tutto secondo le previsioni anche per la categoria squadre, dove si confermano nelle prime posizioni le favorite dai pronostici.

In attesa di riaprire la gara domani riportiamo di seguito le classifiche intermedie:

Overall: Pierre Remy (FRA),  Dusan Oroz (SLO),  Honorin Hamard (FRA)

Donne: Seiko Fukuoka Naville (FRA),  Silvia Buzzi Ferraris (ITA), Kari Ellis (AUS)

Squadre: Svizzera, Francia e Slovenia.

 

ITALIA

Quarto posto al momento, nella categoria squadre, per la nazionale italiana, che insegue a brevissima distanza la Slovenia.  Quattro dei nostri piloti si attestano comunque nelle prime venti posizioni: Luca Donini in 8^ posizione, Biagio Alberto Vitale in 14^ posizione, Christian Biasi in 16^ posizione, Joachim Oberhauser in 18^ posizione. Silvia Buzzi Ferraris si attesta invece al 35° posto nella classifica generale.

 

IL COMMENTO DEL CT DELLA NAZIONALE NAZIONALE ALBERTO CASTAGNA

“Cinque giorni di gara e cinque giorni volati, per noi che amiamo il volo già questo è un bel risultato. Due manche sono state stoppate, a mio avviso giustamente, perché la sicurezza deve avere la priorità sullo spettacolo. Ma anche questo ci sta, fa parte del parapendio. Per quello che riguarda l’Italia posso dire che i ragazzi si stanno comportando bene: Silvia Buzzi Ferraris al momento mantiene la seconda posizione nella categoria donne e Donini, Vitale, Biasi e Oberhauser sono tutti entro le prime 20 posizioni della classifica generale.

Certo gli avversari sono molto forti e noi qualche errore lo abbiamo fatto, ma siamo a metà del Mondiale e lotteremo fino all’ultimo per avere una medaglia in tutte e tre le categorie.

Come squadra gli errori che abbiamo fatto il 4 giorno di gara ci sono costati molto. Siamo andati troppo veloci, forse per troppa confidenza nella conoscenza della zona di volo. Ma le condizioni meteo di questi giorni, sono davvero molto, molto diverse da quelle che abbiamo avuto modo di conoscere e hanno messo a dura prova tutti. D’altro canto si tratta sempre di ponderare il rischio: restare incollati al gruppo di testa, il più veloce e rischiare, come successo, di non trovare termica o fermarsi per assicurarsi quota e lasciare la testa andare avanti, ma con il rischio di restare indietro se davanti tutto va bene. I ogni caso abbiamo una quarta posizione, siamo ad un passo dai terzi e ci sono ancora molte giornate di gara. I giochi sono ancora completamente aperti e noi siamo determinati come non mai.”

 

 

MONDIALI DI PARAPENDIO MONTE AVENA 2017 _  ALCUNE CURIOSITÁ

IL PILOTA PIÚ GIOVANE

Si chiama Tyr Goldsmith Tyr, ha 19 anni, arriva dall’Islanda, gareggia con il numero 139 ed è il più giovane tra i piloti in gara.

Ha cominciato a volare quando aveva appena 14 anni, grazie anche alla passione trasmessagli dal padre Bruce Goldsmith, a sua volta parapendista , di origine britannica, campione del mondo nel 2007.

“All’inizio quando ero piccolo – racconta Tyr – ho cominciato con il kite surf, poi un giorno ho provato il parapendio e ho visto i miglioramenti che facevo giorno per giorno. A quel punto ho capito le possibilità che questo sport poteva aprirmi e da allora è diventato il mio sport.

Quest’area è davvero eccezionale per il volo, si può passare dalle montagne alla pianura davvero in poco tempo, con un’ottima varietà di paesaggi e condizioni. Spero di imparare molto in questo campionato, ho la possibilità di competere con i migliori piloti del mondo e capire meglio come gestire gare di alto livello.”

 

 

IL PILOTA PIÚ ANZIANO

Non ci dice quanti anni ha, ma ci racconta che vola da quando aveva 16 anni e ormai sono quasi 44 ani che vola. Lunga esperienza quindi per il lussemburghese Etienne Coupez, unita a grande senso dell’ironia.

Gareggia con il numero 146 ed è l’unico pilota in gara a difendere i colori del Lussemburgo.

“È molto bello volare qui – ci dice – ci sono montagne bellissime e pianure che lanciano grandi sfide. E i paesaggi che possiamo vedere dall’alto sono davvero molto interessanti. Negli anni passati avevo volato nelle zone di Bassano, ma ora con questo Mondiale ho l’opportunità di conoscere da vicino anche questa zona.”

 

 

LA RIVELAZIONE TRA LE DONNE

È australiana la donna rivelazione di questo Mondiale. Kari Ellis gareggia con il numero 61 e, con grande sorpresa di tutti (sua per prima), sta insidiando da vicino, nella categoria donne, la campionessa del mondo in carica Seiko Naville Fukuoka e la nostra Silvia Buzzi Ferraris posizionandosi nel terzo gradino di un podio che da anni ormai apparteneva a Francia e Italia.

“È la prima volta che volo nelle Alpi ed è in assoluto la prima volta che sorvolo montagne grandi come queste. In Australia – ci racconta la Ellis – abbiamo grandi pianure e montagne molto piccole. Ironicamente tuttavia, la cosa più difficile in questi giorni è stato proprio sorvolare i tratti di pianura, perché presenta condizioni assolutamente diverse da quelle australiane.”

 




Alessandra Peloso, “il mare il mio specchio”: video-intervista all’artista

 

San Benedetto del Tronto, 2017-07-09 – Abbiamo incontrato l’artista Alessandra Peloso per alcune considerazioni sulla sua personale “il mare il mio specchio” alla Palazzina Azzurra dal 26 giugno al 09 luglio.

 

 

“Non c’è niente di più bello che ritrovarmi davanti ad una tela bianca e riempirla di emozioni, vivo per il colore e nel colore, amo il gesto e la materia, la pittura è l’amore che non tradisce e non delude, la cosa più bella, più importante del risultato, è la gioia che dà il fare”È la contemplazione di ciò che voglio riprodurre, l’emozione che mi dà quello che vedo, il vuoto che  si forma  nel momento del fare nonché il risveglio carico di stupore dinnanzi a quello che ho creato. Magia e tormento, malattia e amore, ricerca e trasformazione, musica e danza, gusto e poesia… ma soprattutto è la mia vita. In ogni quadro c’è la mia presenza, ogni tela è una pagina del mio diario, una parte della mia vita e l’ultimo lavoro porta in sé tutta la mia vita fino a quel momento…”

 

 

 

 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright www.ilmascalzone.it© Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

Alessandra Peloso – Il mare il mio specchio – San Benedetto Del Tronto | Catalogo in PDF

 

 

 




Vintage Village, a Monsampolo protagonisti i favolosi anni ‘50

 

 

L’8 e 9 luglio, Monsampolo del Tronto ha ospitato Vintage Village “Un Borgo in festa”, promosso dall’associazione 17Festival, con il patrocinio del Comune e la direzione artistica di Seventeen eventi. In programma: musica, mostre, laboratori, attività per adulti e bambini, degustazioni, esposizione di oggetti d’epoca, percorsi di ballo, sfilate di moda, animazione, truck food, Drive In, stand con Hair Style e Make Up, live performances, workshop fotografici, rigorosamente anni ‘50

 

 

MONSAMPOLO DEL TRONTO, 2017-07-09 – Tornato anche quest’anno, in una rinnovata location, l’evento più retrò del sud delle Marche. Ieri e oggi a Monsampolo del Tronto, Vintage Village “Un Borgo in festa”, la kermesse artistico-culturale che ha rievocato un’epoca di sogni, rinascita, musica ed esuberanza rockabilly sullo stile pin up: i favolosi anni ‘50.

Per due giorni, la manifestazione ha portato indietro nel tempo il borgo di Monsampolo del Tronto, e fatto rivivere luoghi suggestivi del centro storico e vie circostanti, per l’occasione allestiti con particolari scenografie. Spettacoli, giochi, un Drive In, musica degli anni ‘50, dal Rock’n’ Roll allo swing di provenienza nazionale e internazionale, insieme a degustazioni, aperitivi, cene a tema, truck food provenienti da tutta Italia, esposizione di oggetti di modernariato per appassionati del vintage, stand con Hair Style e Make Up per poter spersonalizzare acconciature e trucco, un giardino del gioco vintage, con clown, truccatrici e animatori con intrattenimento per i più piccoli, sfilata di auto d’epoca, live performances, workshop fotografici, percorsi di ballo, sfilate di moda.

 

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

Vintage Village