San Benedetto Tennis Cup: vince Berrettini 63 64 su Djere

Da Gaio a Berrettini, al Maggioni vince l’azzurro

San Benedetto del Tronto, 2017-07-23 – Da azzurro all’altro. Dopo il successo dello scorso anno di Federico Gaio, l’edizione 2017 della San Benedetto Tennis Cup vede trionfare Matteo Berrettini. Il 21enne portacolori del Canottieri Aniene, allievo di Vincenzo Santopadre, ha sconfitto stasera il serbo Laslo Djere col punteggio di 63 64 in poco meno di un’ora e mezzo di gioco, conquistando alla terza finale in 9 mesi il suo primo titolo Challenger. L’impresa di Matteo acquista ancor più valore in quanto ottenuta contro un giocatore che arrivava da 9 vittorie consecutive (il successo Perugia della settimana scorsa e le 4 partite qui al Maggioni prima della finale).
Entrambi i protagonisti della finale domani saranno premiati in classifica dal best ranking: per Djere è sicuro l’ingresso nei primi 100, mentre Berrettini dovrebbe assestarsi intorno alla  170^ posizione mondiale, con la certezza di poter giocare fra poco più di un mese le qualificazioni degli US Open.

La partita. Un break al secondo gioco, sulla prima palla break fa salire Berrettini fino al 3-0, poi entrambi i giocatori tengono il servizio, ma all’azzurro non trema il polso e chiude il parziale 6-3 dopo 40 minuti. L’equilibrio regna anche nel secondo set fino al settimo gioco, in cui Matteo si procura un altro break point cui segue un doppio fallo di Djere. Sul 5-4 Berrettini si procura 3 matchpoint, ma deve aspettare il terzo per alzare le braccia al cielo e vincere il suo primo challenger. Attualmente numero 22 nella Next Gen Race to Milan Matteo domani guadagnerà 90 punti e avvicinarsi agli altri contender verso le Finale di novembre.

“Pur con la concorrenza di 3 ATP 250 e 4 Challenger – ha voluto sottolineare il presidente del CT Maggioni Afro Zoboletti – abbiamo registrato un’affluenza record, più degli anni passati. Segno di quanto piaccia il tennis e quanto piaccia il nostro torneo. Nelle ultime 2-3 serate oltre 2000 persone sono rimaste fuori dall’impianto. Vogliamo far crescere il nostro evento, renderlo sempre più coinvolgente, ma bisogna iniziare quanto prima i lavori di riqualificazione dell’area. Abbiamo fretta, perché solo con un Maggioni rinnovato e ampliato, dotato di servizi e di un’arena da 2mila posti potremo far diventare il nostro torneo ancora più importante”.
Tutte le info gallery e tabelloni sul sito http://www.sanbenedettotenniscup.com

San Benedetto Tennis Cup

 




Samb – Salernitana 2 a 2

 

San Benedetto del Tronto, 2017-07-23 – Una bella Samb che, opposta ad un Salernitana di serie superiore, soffre nel primo tempo subendo due reti ma sfodera una bellissima ripresa e pareggia con due bei gol di Di Massimo. Buone sensazioni.

 

SAMB

Pegorin (dal 38 st Raccichini), Rapisarda (dal 1 st Mattia), Miceli (dal 1 st Conson), Di Pasquale (26 st Caporale), Patti (dal 1 st Ceka, dal 40 st Demofonti), Bacinovic (dal 1 st Gelonese, dal 40 st Marra), Di Cecco (dal 1 st Damonte, 43 st Trillò), Valente (dal 1 st Esposito, dal 43 st Tucci), Troianiello (dal 1 st Di Massimo, dal 35 st Candellori), Sorrentino (dal 1 st Sargolini dal 35 st Miracoli), Vallocchia (dal 1 st Bove, dal 40 st Lanza)

All. Moriero

 

 

SALERNITANA

Adamonis, Pucino, Schiavi (1 st  Adejo), Tuia, Vitale (16 st Zito); Ricci, Della Rocca (1 st Odjer), Zito (1 st  Garofalo); Rosina (27 st Carrafiello), Roberto (44 st Altea), Sprocati (1 st  Cappiello).

 

All. Bollini

 

 

Marcatori: 10 pt Della Rocca, 30 pt Sprocati, 12, 22 st Di Massimo
Corner 10 – 5
Spettatori 2.500 circa con pochi tifosi salernitani
Rec 1 + 3 min

 

 

 

Samb – Salernitana – 230717

 




Futura Festival per bambini e adolescenti

Si ampliano gli appuntamenti per i più piccoli. Oltre ai laboratori, attività di lettura e ascolto della musica con i volontari Nati per Leggere e Nati per la Musica

Civitanova 23 luglio – Futura pensa a bambini e adolescenti e, in ogni giornata di Festival, dedica una serie di appuntamenti ideati per loro. Per la prima volta è stato realizzato uno spazio letteratura per i più piccoli; una serie di attività, all’ex liceo, tra letture condivise e musica, a cura dei Volontari Nati per Leggere e Nati per la Musica della provincia di Macerata, con la collaborazione della Biblioteca S. Zavatti di Civitanova Marche. 

Il primo appuntamento è giovedì 27 luglio alle 17.30, seguito dall’incontro Investire nell’infanzia, costruire futuro con le pediatre Laura Olimpi e Lucia Tubaldi e le referenti del progretto Nati per Leggere, Elena Carrano e Aurora Bottiglieri. Venerdì 28 luglio, alle 19, Michela Monferrini presenta il libro L’altra notte ha tremato Google maps, mentre sabato c’è il laboratorio di lettura creativa a cura di Libriammare. Domenica si conclude alle 19 con Roberta Pelachin che, introdotta da Gisella Quaglietti, racconta Tre fiabe sulla scienza. 

Dalla collaborazione con la Festa di Scienza e Filosofia di Foligno proseguono a grande richiesta, nell’ex liceo, i laboratori di fisica, geologia e chimica. I laboratori sono a numero chiuso, massimo 15 partecipanti e bisogna prenotarsi al numero 392/4121667. Quello di fisica e geologia si ripetono tutti i giorni dal 27 al 30 luglio con un doppio turno, uno pomeridiano alle 18 e uno serale alle 21.30. Quello di chimica, aperto anche ai più piccoli, si tiene il 29 e 30 luglio, alle 18 e alle 21.30.

Per gli amanti della tecnologia, poi, c’è Robot …che mania. Sempre all’ex liceo, dal 28 al 30 luglio alle 18 e alle 21.30, i professionisti di Talent affiancano bambini e adulti nella costruzione e nella programmazione di un vero e proprio robot Lego. Venerdì, sabato e domenica, alle 18 e alle 21.30 sono previsti i laboratori di robotica, divisi per due fasce d’età: dai 7 ai 10 anni e dagli 11 anni in poi. Anche qui i posti sono limitati, occorre prenotarsi al numero 392/4121667.

Futura Festival, diretto da Gino Troli, è organizzato dal Comune e dall’Azienda dei Teatri di Civitanova, con il contributo della Regione Marche e il patrocinio della Camera di Commercio di Macerata e della Camera dei Deputati. Gli sponsor sono Bcc – Credito cooperativo di Civitanova Marche e Montecosaro, ATAC e Miramare; i partner tecnici invece sono Marvel Adv, Adriatica Pubblicità, Fontezoppa (con cui dal 27 al 30 luglio viene realizzata Futura Food & Wine), Pellegrini Garden, Auto 90, Arredamenti Maurizi, Nerea.




I Lunedì del Festival Off con Life Strategies

Tre incontri gratuiti insieme a tre grandi pensatori contemporanei nel cortile di Palazzo Buonaccorsi dal titolo Da Oriente a Occidente: viaggio tra mente, corpo e spirito

Macerata, 23 luglio 2017 – Le settimane del Macerata Opera Festival si aprono con una nuova iniziativa dell’edizione 2017 per il Festival Off: i Lunedì. Il ciclo di incontri Da Oriente a Occidente: viaggio tra mente, corpo e spirito, a cura di Life Strategies (azienda maceratese dedita a corsi di formazione per la crescita personale con i più illustri scienziati, filosofi e psicologi provenienti da tutto il mondo), porta nell’accogliente cortile di palazzo Buonaccorsi tre grandi pensatori dei nostri tempi per discutere del legame che unisce un’estremità del globo all’altra. Alle ore 21, il pubblico è invitato a partecipare alle conversazioni per scoprire gli insegnamenti che l’Oriente può darci per una vita più sana e più luminosa.

Domani 24 luglio, primo appuntamento con Igor Sibaldi, esperto di psicologia del profondo e spiritualità, che apre le danze con Dove si nasconde la Lampada di Aladino. Un incontro incentrato sulla filosofia persiana e il suo modo di concepire il desiderio, la libertà e la scoperta di altri mondi. Sibaldi parla della Persia come fonte d’ispirazione per l’Occidente e per gli archetipi delle sue religioni, in special modo del Cristianesimo. Lo scrittore e studioso di teologia, nonché autore di numerosi romanzi e saggi sullo sciamanismo, i testi sacri, le strutture superiori della coscienza, conduce il pubblico in viaggio verso Levante, attraverso la filosofia persiana, per trovare stimoli per la crescita personale.

Si prosegue il 31 luglio con il secondo incontro dal titolo La scienza occidentale scopre l’Oriente insieme a Filippo Ongaro, medico certificato nelle pratiche anti-invecchiamento. Il dottore degli astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) analizza con una lente scientifica le antiche tradizioni orientali per migliorare la vita in tutti i suoi aspetti, basandosi su quattro fondamenti: nutrizione, integrazione alimentare, allenamento fisico e meditazione. Ongaro presenta agli spettatori un tipo alternativo di medicina, che cura prima di tutto la persona nel suo insieme per debellare le malattie.

Il ciclo di appuntamenti si chiude il 7 agosto con Giulio Cesare Giacobbe, psicologo e psicoterapeuta esperto in filosofia e psicologia orientale. La via orientale alla serenità è il titolo del suo intervento, un’occasione per parlare del buddhismo e di come possa essere una soluzione per una vita più tranquilla. Partendo dalla considerazione che lo stress è uno dei nemici principali della nostra felicità, Giacobbe spiega i piccoli esercizi giornalieri, scoperti già al tempo di Buddha, atti a eliminare definitivamente la tensione per così poter assaporare i piaceri della nostra esistenza.

Al termine degli interventi nel cortile di Palazzo Buonaccorsi, è possibile visitare la Sala dell’Eneide nel piano nobile dell’edificio, uno delle sale più mozzafiato nel centro storico della città. L’ingresso agli incontri è gratuito, con prenotazione obbligatoria su www.sferisterio.it. 




Il Jazz Italiano per le terre del sisma

CAMERINO TAPPA DELLA QUATTRO GIORNI DE IL JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA

Con Musicamdo e TAM, il 1 settembre la Rocca Borgesca si tinge di musica e solidarietà

 

 

CAMERINO – Presentata giovedì 20 luglio a Roma alla presenza del Ministro Dario Franceschini la nuova iniziativa che raccoglie il mondo del jazz attorno agli eventi drammatici del terremoto. “Il Jazz Italiano per le terre del sisma”, è l’evento che il prossimo 1 settembre a Camerino vedrà protagonisti Musicamdo JazzTam, Tutta un’altra musica, il Comune di Camerino Unicam, all’interno di una cornice di eventi che coinvolge anche le città di Scheggino (PG), il 31 agosto, Amatrice (RI) il 2 settembre per concludersi a L’Aquila il 3 settembre.

Organizzata da I-Jazz, Midi, il Mibact e i comuni coinvolti, con la direzione artistica di Paolo Fresu, le quattro tappe dell’evento vedranno esibirsi oltre 700 musicisti con l’intento di mostrare coesemente vicinanza ai territori e alla popolazione colpita dal sisma.

Simbolo della tappa camerte la Rocca Borgesca, monumento storico inossidabile della storia della città ducale e primo luogo del centro storico ad essere messo in sicurezza, proprio alle porte della zona rossa. Dalle 14.30 e sino a sera tantissimi musicisti si alterneranno sul palco di Piazzale Clodio con una buona presenza anche dei talenti del Premio Internazionale Massimo Urbani. Prossimamente la presentazione ufficiale del programma.

Un momento che raccoglie tutto il mondo del jazz nazionale e che culminerà con la realizzazione di un’altra pubblicazione editoriale dopo quella memorabile del 2015 de “Il Jazz italiano per L’Aquila”.




Il fascino del medioevo a Cossignano

Cossignano – Torna il fascino del “Cossignano Medioevo Festival” che con la sua quattordicesima edizione si propone, come di consueto, di far rivivere, tra miti e leggende, la magia di quell’età di mezzo che ancora oggi attrae i sensi, con la forza dei suoi contrasti, in un vero borgo medievale.

La manifestazione enogastronomica apre il sipario, fuori dalle mura, con la SAGRA MEDIEVALE “Gli antichi sapori del castello” alle ore 19:30 di venerdì 28 luglio, per poi proseguire con l’evento sabato 29 e domenica 30 con lo stesso orario di apertura. Una vera sagra del gusto e delle tradizioni con piatti tipici del tempo: affettati misti e formaggio, zuppa di farro in ciotola di pane, polenta con funghi salsicce e tartufo, spezzatino di maiale con mele e arance, arrosticini di castrato, reale di vitello al forno con piselli e “VinodiVino”, la migliore selezione di vini da vitigni autoctoni.

Sabato 29 luglio, oltre la sagra medievale, vedrà realizzare al Centro Storico, con ingresso gratuito, la rituale FESTA MEDIEVALE “Al Castellum Martis” A.D. MMXVII con ritmi, animazioni e spettacoli. Per tutta la serata si spiegheranno attività varie a cura di gruppi storici in costume, sbandieratori e tamburini, rappresentazioni narrative di piazza con prestigiose compagnie, trampolieri e scenografia d’altri tempi, supplizi di carcerati e frati cercatori che consentiranno anche un piccolo ristoro nella loro taberna. In programma, quest’anno, la partecipazione straordinaria del GAMS (Gruppo Alfieri e Musici Storici) di Servigliano e l’Associazione culturale Teatro del Ramino di Castignano. Un appuntamento da non perdere, che unisce il gusto per la rievocazione alla teatralità, tra momenti di incanto e di emozione. Per ulteriori informazioni: comune.cossignano.ap.it




San Benedetto Tennis Cup, sarà Berrettini vs Djere per il trono del Maggioni

 

San Benedetto del Tronto, 2017-07-22 – Anche quest’anno la San Benedetto Tennis Cup avrà un italiano protagonista della finale. Dopo Federico Gaio nel 2016, quest’anno toccherà a Matteo Berrettini difendere i colori azzurri nell’atto conclusivo del Challenger del Maggioni. Il 21enne portacolori del Canottieri Aniene ha battuto 62 64 l’argentino Coria tenendo saldamente in pugno la partita nel primo set, recuperando poi da un parziale di 0-3 nel secondo. Questa conquistata da Matteo è la seconda finale a livello Challenger dell’anno, dopo quella a Quanzhou in primavera, contro Thomas Fabbiano. Indipendentemente dal risultato della partita che assegnerà il titolo, Berrettini (fra i contender per le Next Gen Finale di Milano) lunedì farà il suo ingresso fra i primi 200 del mondo, conquistando così il pass per giocare le qualificazioni agli US Open di fine agosto.

Domani in finale affronterà probabilmente il giocatore più “on fire” fra quelli a San Benedetto: Laslo Djere. Il 22enne serbo si è presentato al Maggioni reduce dal trionfo nel Challenger di Perugia e, tutt’altro che appagato, ha vinto ben 2 partite salvando matchpoint. Nella prima semifinale di oggi ha sconfitto Carlos Taberner, 19enne di Valencia che qui aveva eliminato Travaglia e Granollers. Djere si è imposto 64 63 in due tiratissimi set, molto più di quanto non dica il punteggio. Con i punti di San Benedetto, lunedì il serbo migliorerà il suo best ranking, entrando nei top 100. A livello Challenger Djere e Berrettini si sono affrontati già 2 volte entrambe sul veloce indoor: nel 2015 vinse il serbo a Ortisei, quest’anno a febbraio a Bergamo ha prevalso il romano.

La finale, fra un classe ’95 e un ’96, avrà inizio alle 21, con ingresso gratuito

SAN BENEDETTO TENNIS CUP – SAN BENEDETTO DEL TRONTO, ITALY
€64.000
17-23 JULY 2017

RESULTS – JULY 22, 2017
Men’s
Singles – Semifinals

[4] L. Djere (SRB) d C. Taberner (ESP) 64 63
M. Berrettini (ITA) d F. Coria (ARG) 62 64

Men’s
Doubles – Final

C. Taberner (ESP) / P. Toledo Bague (ESP) d F. Cipolla (ITA) / A. Ungur (ROU) 75 64

ORDER OF PLAY – SUNDAY, JULY 23, 2017
CENTRALE start 9:00 pm
M. Berrettini (ITA) vs [4] L. Djere (SRB)

Tutte le info gallery e tabelloni sul sito http://www.sanbenedettotenniscup.com