da Acli

da Acli
Roma 27 luglio 2017
Viaggio nel cuore dell’Italia
Presidenza nazionale Ascoli Piceno
Situazione
Con il decreto legge del Governo del 17 ottobre 2016 n. 189 e successivo emendamento,
i comuni inseriti nel “cratere sismico” sono saliti a 131, afferenti a 8 province di 4 regioni
diverse:.
Popolazione assistita (dati aggiornati al 20 febbraio 2017)
Sono 11.726 le persone assistite dal Servizio nazionale della Protezione Civile:
• 9.154 presso strutture alberghiere o ricettive;
• 760 presso moduli o strutture allestite per precedenti eventi sismici;
• 1.800 in palazzetti, centri polivalenti e strutture ad hoc.

• Marche 87
• Abruzzo 14
• Lazio 15
• Umbria 15

A questi vanno aggiunti tutti coloro che hanno trovato una “autonoma sistemazione” (dato
ad oggi non fornito).
La distribuzione regionale prevede:
• 6.039 Marche;
• 1.850 Umbria;
• 680 Lazio;
• 3.150 Abruzzo

Breve sintesi sulle attività avviate
Le Acli in totale hanno raccolto 142.410,00 euro, così suddivisi:
? Donazioni private (dati aggiornati al 26/07/2017) € 112.410,00
? 5X1000 annualità 2013 € 30.000,00
I fondi raccolti sono stati utilizzati per le seguenti iniziative:

• Acquisto pulmino Volkswagen Caravelle 9 posti, questo strumento consentirà
mobilità all’interno del cratere sismico degli staff e faciliterà la partecipazione dei ragazzi
così frammentati nelle frazioni componenti i comuni in questione. Il pulmino è stato
acquistato dalle Acli Ascoli Piceno, ma rimane a disposizione di tutte le province insistenti
sul cratere sismico;
• progetto “Laboratorio della speranza” per i comuni di Montegallo, Arquata ed
Acquasanta (Ascoli Piceno). Il progetto di doposcuola ha fondamentalmente 2 obiettivi:
fornire una assistenza ai ragazzi di elementari e medie di questi comuni (fra i 50 ed i 60
ragazzi); attivare alcuni contratti di lavoro per gli educatori in loco. Le attività saranno
garantite per l’intero arco dell’anno scolastico;
• Progetto “Gli anziani e la comunità”: sono iniziati i corsi di pc “Non è mai troppo
tardi” e le attività sportive “3m Project”. Si sta organizzando l’avvio del teatro di comunità.
• Nuova sede Acli Tolentino (Mc). La Acli di Macerata a fronte dell’inagibilità della
precedente struttura, hanno individuato una nuova location per le Acli di Tolentino di
126mq. All’interno saranno ospitati, oltre ai servizi delle Acli, la Caritas, il Punto Famiglia
Acli, l’Avulss, l’Unitalsi e il Circolo Acli Colf Arcobaleno. Il costo di ristrutturazione interna dei
locali è stato ripartito fra zona servizi, zona interassociative e zone comuni. Il contributo

interviene esclusivamente sulle zone comuni ed interassociative;

• circolo Acli di Propezzano (AP): acquisto di una casetta (36 mq) da destinare a sede
del circolo (la precedente è inagibile) e sala polifunzionale per l’intera frazione di
Propezzano. La casetta verrà installata in un terreno della diocesi, per il quale il Vescovo ha
concesso il comodato gratuito per un periodo medio/lungo;
• le ACLI di L’Aquila hanno sostenuto i circoli di Montereale e Capitignano, con la
finalità di non svuotare completamente i paesi, con 2 linee di intervento: visite cardiologiche
presso i circoli per gli anziani e attività ludiche di festa per le famiglie;
• sempre sui circoli di Montereale e Capitignano sono in fase di organizzazione alcuni
corsi di alfabetizzazione informatica, che richiedono l’acquisto di alcuni PC;
• Le Acli di Rieti hanno accolto la richiesta di partnership della Caritas locale per
l’allestimento e la messa in funzione di un servizio di telesoccorso e tele-assistenza da
espletarsi nell’intero cratere sismico, in particolare nella V e VI Comunità Montana
(Accumoli e Amatrice).

Servizio Civile nazionale
Le Acli hanno partecipato in co-progettazione con altri enti e pubbliche amministrazioni al
Bando Sisma promosso dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile.
Alle Acli sono stati assegnati 5 volontari, così suddivisi:
• 1 volontario presso la sede ACLI di Perugia in Via Sicilia, 57;
• 3 volontari a Norcia presso il Container – COA Vigili del Fuoco Zona Industriale;
• 1 volontario presso la sede Acli di Tolentino
In Umbria, le Acli parteciperanno come partner al progetto “Solidali per l’Umbria
nell’emergenza sisma-settore educazione e promozione culturale”. Capofila del progetto è
l’associazione Amesci. Il progetto mira a facilitare il superamento dell’emergenza delle
comunità interessate dagli eventi sismici, attraverso attività volte a incrementare le
presenze turistiche, attività di animazione territoriale e attività di segretariato sociale.
Nelle Marche, le Acli di Tolentino sono co-promotrici del progetto “non3mo – ASSISTENZA”,
che vede il Comune di Fermo capofila della cordata. Il volontario parteciperà all’attivazione
di uno sportello informativo che prevede l’erogazione di servizi di ascolto, orientamento e
consulenza rivolto a cittadini anziani, giovani e immigrati.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com