dal Piceno

dal Piceno

Assemblea dell’Ata rifiuti

Approvati gli indirizzi su gestione TMB e invarianza delle tariffe

L’Assemblea dell’Ata Rifiuti ha approvato, nella seduta di oggi pomeriggio con 22 voti favorevoli e un astenuto, il provvedimento che proroga di 24 mesi la gestione da parte di Picenambiente dell’impianto di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) di Relluce, riservandosi di approfondire la valutazione dell’onerosità della gestione anche in relazione ai lavori di miglioramento e riqualificazione dell’impianto eseguiti dalla Società in questi mesi. L’Assemblea ha assunto tale decisione di proroga per garantire la prosecuzione del pubblico servizio e in attesa che si completi il trasferimento della proprietà dell’impianto dalla Regione all’Ata Rifiuti che, in seguito, provvederà all’affidamento secondo le procedure previste dalla normativa vigente.

L’Assemblea ha quindi approvato all’unanimità il mandato alla struttura di approfondire gli aspetti tecnico-giuridici dei modelli di gestione contemplati dalle leggi europee e nazionali, essenzialmente riconducibili all’affidamento con gara pubblica, partenariato pubblico-privato o totalmente “in house”. In una fase successiva, i Sindaci valuteranno l’applicabilità o meno di tali modelli al contesto provinciale sulla base di tali approfondimenti.

Infine, sempre all’unanimità, sono stati approvati gli indirizzi relativi alla determinazione della tariffa del trattamento e smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani per l’anno 2017. Nonostante il periodo di conferimento fuori bacino, la tariffa di 95 euro a tonnellata verrà lasciata invariata per l’anno in corso, i conguagli eventualmente necessari saranno applicati nel 2018.

Replica del Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo in merito alla situazione della S.P. 73

RiparberardaVorrei ricordare al sindaco Castelli che da sempre la viabilità costituisce una priorità assoluta per la Provincia, lo dimostrano gli investimenti ed interventi effettuati: in due anni abbiamo speso oltre 4 milioni di euro per la manutenzione straordinaria della rete viaria di competenza senza poter contrarre un euro di nuovi mutui, ma recuperando risorse mai utilizzate dalle precedenti amministrazioni. Respingo, in particolare, al mittente i solleciti sulla S.P. 73 Riparberarda, una arteria che la Provincia considera di importanza strategica perché unisce vari Comuni del comprensorio e su cui, appena l’anno scorso, sono stati concentrati e portati a termine lavori per un milione e 200 mila euro, uno tra gli investimenti più consistenti realizzati per le strade provinciali.

Ricordo al sindaco Castelli, sempre pronto a polemiche sterili e strumentali con la Provincia, che sono stati sistemati ben tre tratti in dissesto della S.P. 73 con opere di sostegno flessibili, risagomatura del piano stradale, sigillatura di fessure, tutti interventi volti a ripristinare la regolarità superficiale dell’arteria, indispensabile alla sicurezza e confort di marcia. Non corrisponde pertanto a verità che negli ultimi anni non è stato fatto nulla sulla S.P. 73.

Voglio anche evidenziare che sulla S.P. 235 Salaria in territorio del Comune di Ascoli, nell’intersezione tra Brecciarolo e Poggio di Bretta con la S.P. 73, la Provincia è intervenuta, sempre un anno fa, con 160 mila euro per lavori di consolidamento del manto stradale con l’esecuzione di palificate, ripristino di guard rail danneggiati e del piano viabile.

D’altra parte, come ammesso dallo stesso sindaco Castelli, la S.P. 73 si snoda in terreni fragili, in una zona calanchifera ed incisa da parecchi fossi sensibili all’azione dell’acqua piovana ed è soggetta quindi a una situazione geologica complessa, con possibilità di smottamenti e frane: pertanto la strada richiede ed è sottoposta ad un continuo monitoraggio finalizzato a valutare, nelle forme e nelle modalità tecniche opportune, ulteriori opere di consolidamento. Nel frattempo nei prossimi giorni verrà avviata un’attività di decespugliazione e di manutenzione ordinaria dell’arteria.

Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo

Presentato in Provincia il video per conoscere il polittico del Crivelli
Polittico del Crivelli - Stefano Papetti
17-07-2017

Il filmato presto a disposizione nel polo museale San Francesco di Montefiore dell’Aso

Un video alla scoperta del polittico di Carlo Crivelli conservato nello splendido polo museale San Francesco di Montefiore dell’Aso è stato presentato ieri a palazzo San Filippo, sede della Provincia. Alla conferenza stampa hanno preso parte la Vice Presidente della Provincia Valentina Bellini, la Vice Sindaco di Montefiore Serena Curto che ha ideato l’iniziativa, il Consigliere Comunale con delega alla Cultura Avano Gennaro, il regista che ha realizzato il filmato Marco Cruciani e il Prof. Stefano Papetti che, come storico dell’arte, ha curato i qualificati interventi espositivi dell’opera.

Il video verrà presentato al pubblico nella rassegna “Sinfonie di Cinema” in programma a Montefiore ad agosto e sarà a disposizione dei visitatori nella sala dedicata al grande artista veneto del Rinascimento. Nel filmato curato con grande professionalità dal regista Cruciani e accompagnato da suggestive musiche dell’epoca, compaiono stupendi scorci di Montefiore della città di Ascoli e del paesaggio piceno. Grazie alle immagini ravvicinate delle tavole, il pubblico potrà apprezzare dettagli che normalmente sfuggono alla visione ad un certa distanza con primi piani che mettono in luce la straordinaria modernità del grande artista rinascimentale che raffigura i suoi personaggi sacri nei minimi particolari con abiti sfarzosi e un tratteggio minuzioso di sguardi e movenze. Nel filmato viene anche inquadrato lo straordinario contesto storico-economico che contraddistingueva il territorio nella seconda metà del ‘400 e vengono messi in evidenza, grazie all’intervento di Daphne De Luca, le indagini diagnostiche curate dall’Università di Urbino e Camerino per un possibile restauro dell’opera.

“Si tratta di un’iniziativa – ha affermato la Vice Presidente Bellini – che costituisce un’opportunità preziosa per valorizzare ulteriormente il nostro territorio dal punto di vista culturale collegando le varie risorse diffuse”.

“Con questo video – ha evidenziato l’Assessore Curto – si amplia l’offerta ai visitatori del nostro polo museale, il prossimo obiettivo è di creare delle audio guide per tutto il museo”.

Cittadella delle Attività Produttive a Pescara del Tronto
Pescara del Tronto di Arquata del Tronto
15-07-2017

Concluse le procedure di gara dalla Stazione Unica Appaltante della Provincia

La Stazione Unica Appaltante della Provincia di Ascoli Piceno, in tempi veramente rapidi, ha ultimato oggi le procedure di gara, che preliminarmente si ipotizzavano concluse per il 18 luglio, relative alla realizzazione della “Cittadella delle Attività Produttive” nell’area SAE (Soluzioni Abitative in Emergenza) nella frazione di Pescara del Tronto.

E’ risultata migliore offerente la ditta Asfalti Piceni di Colli del Tronto: si procederà ora alla verifica dei requisiti per l’aggiudicazione definitiva, che avverrà a breve. Con la comunicazione dell’esito della procedura al Comune di Arquata del Tronto è dunque terminato il compito della Stazione Unica Appaltante della Provincia che, in appena 15 giorni lavorativi, ha curato l’iter amministrativo di questo progetto dell’importo complessivo di circa 224 mila euro.

Entrando nel dettaglio, l’intervento consiste nell’esecuzione dei lavori, delle provviste e le forniture occorrenti per la realizzazione delle opere di urbanizzazione e fondazione per l’allestimento di aree temporanee per la ripresa delle attività produttive e commerciali rese inagibili a seguito della sequenza sismica iniziata il 24 agosto 2016.

“Questo risultato è un segnale positivo per la comunità locale ed un frutto importante della recente convenzione stipulata tra Comune di Arquata e Suap della Provincia per mettere a disposizione professionalità e know how atte a velocizzare le varie procedure nella complessa e delicata fase di ricostruzione post sisma” sottolineano con soddisfazione il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e il Sindaco di Arquata Aleandro Petrucci.

 

E-Distribuzione presenta piano investimenti sulla rete elettrica all’Assemblea dei Sindaci della Provincia di Ascoli Piceno
Vertice Provincia - Enel
14-07-2017

3 Milioni di investimenti nel 2017 per una rete più resistente

Un piano di investimenti di circa 3 milioni di euro, 57 km di linee di media tensione in corso di ricostruzione e 38 nuovi telecontrolli per il 2017. A presentare il forte impegno di e-distribuzione, società del gruppo Enel gestore della rete elettrica di media e bassa tensione, nei comuni della provincia di Ascoli Piceno colpiti dalla doppia emergenza terremoto e neve dello scorso gennaio, sono stati Leonardo Ruscito, responsabile e-distribuzione Emilia Romagna Marche, e Fabrizio Iaccarino, responsabile Enel Affari Istituzionali Territoriali Area Centro e in occasione dell’Assemblea dei Sindaci convocata oggi ad Ascoli Piceno presso la sede della Provincia presieduta dal presidente Paolo d’Erasmo.

Incrementare il numero dei nodi telecontrollati della rete di media tensione, aumentare l’utilizzo del cavo aereo isolato (più resistente ad avvenimenti climatici di forte impatto sulla rete elettrica) in sostituzione del conduttore nudo e accrescere il numero dei collegamenti tra le linee di media tensione in modo da assicurare vie di alimentazione alternative in caso di guasto sono le linee portanti del piano resilienza che l’azienda energetica ha illustrato ai sindaci dell’ascolano rinnovando il suo impegno, la sua attenzione verso il territorio e il rapporto di collaborazione con le istituzioni locali nell’ottica di un continuo miglioramento del servizio elettrico per i cittadini soprattutto nelle situazioni critiche e nelle emergenze. L’investimento per il 2017 è di circa 3 milioni di euro per la sola provincia di Ascoli Piceno nell’ambito di un investimento complessivo di 7 milioni di euro destinato anche alle province di Fermo e di Macerata.

Nel corso dell’incontro Enel ha ricordato le diverse iniziative di prossimità ai cittadini messe in campo dall’azienda tra cui quella dell’ufficio mobile itinerante a quattro ruote che, nel mese di marzo, ha fatto tappa in 25 comuni per offrire assistenza ai cittadini marchigiani su richiesta di indennizzi extra e rimborsi di eventuali danni oltre a quelli previsti dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

Sul fronte della ricostruzione post sisma, e-distribuzione ha fatto il punto della situazione sottolineando che è in stretto contatto con la Regione Marche per i lavori di allacciamento nelle aree SAE (Soluzioni Abitative in Emergenza) di Ascoli Piceno e che, per gestire al meglio la delicata fase di ricostruzione, è stata costituita una task force dedicata.

“Come amministrazione provinciale abbiamo voluto con grande determinazione questo incontro con e-distribuzione proprio per illustrare ai sindaci, nella massima trasparenza e condivisione, il piano di investimenti e di interventi per aumentare la capacità di resilienza delle linee elettriche presenti sul nostro territorio – ha evidenziato il Presidente Paolo D’Erasmo – E’ essenziale per la nostra provincia, che è area di crisi industriale complessa ed ha subito le conseguenza devastanti di eventi straordinari come la doppia emergenza neve e terremoto, avere la massima attenzione in termini di risorse, infrastrutture e tecnologie mobilitate. Come Provincia, insieme ai sindaci, monitoreremo i vari step del piano dando la piena collaborazione negli eventuali adempimenti di competenza procedurali e per tutte quelle modalità utili ad accelerare tempi e risultati.”

“Quello che presentiamo oggi è un Piano di innovazione e miglioramento – ha dichiarato Leonardo Ruscito – lavoriamo con tutte le nostre forze ed in piena sinergia con le Istituzioni. L’obiettivo è quello di un rafforzamento duraturo della rete elettrica. Siamo da sempre con e nelle Marche e vogliamo continuare a dare il meglio”.

 

Approvato il Rendiconto di Gestione 2016
Sala del Consiglio Provinciale
14-07-2017

Via libera dall’Assemblea dei Sindaci e dal Consiglio Provinciale

Il Consiglio Provinciale, con il via libera espresso dall’Assemblea dei Sindaci con 17 voti favorevoli e 3 astensioni, ha approvato nella seduta di oggi pomeriggio il Rendiconto di Gestione 2016, che reca il parere favorevole dei Revisori dei Conti. Il documento contabile, come già era accaduto lo scorso anno, presenta un avanzo di gestione di circa 2 milioni 355 mila euro, interrompendo la serie di disavanzi registrati per un decennio. In soli due anni il deficit strutturale della Provincia si è ridotto di oltre 13 milioni di euro passando dai 34 milioni 825 mila euro accertati al 1 gennaio 2015 a circa 21 milioni e 400 euro attuali.

“Ringrazio i Consiglieri Provinciali, la struttura dell’Ente e i Sindaci del Piceno che hanno sostenuto l’impegno straordinario per conseguire questo nuovo e importante traguardo che testimonia come il percorso di risanamento economico-finanziario intrapreso stia proseguendo in maniera positiva con una decisa attività tecnica di recupero crediti, razionalizzazione delle spese, utilizzo di tutti gli strumenti messi a disposizione dal legislatore e grazie alla collaborazione istituzionale con l’UPI Nazionale e la Regione. Siamo ancora in una situazione complessa l’obiettivo è quello di approvare, entro settembre, il Bilancio di Previsione 2017 coniugando il necessario rigore dei conti con investimenti e servizi sul territorio, specie per la manutenzione straordinaria di strade e scuole” ha dichiarato il Presidente Paolo D’Erasmo nel suo intervento in aula consiliare per illustrare i contenuti e gli indirizzi di questo atto fondamentale per l’attività amministrativa dell’Ente.

Il Consiglio Provinciale ha anche deliberato una variazione di Bilancio in gestione provvisoria 2017 per acquisire dalla Regione Marche il trasferimento in conto capitale di 305 mila euro destinati al ripristino della viabilità della S.P. 34 Forca di Presta e di 42 mila e 700 euro di risorse da impiegare per la realizzazione del sistema di monitoraggio per ripristino viabilità a senso unico alternato della S.P. 124 Contrada Lame in territorio del Comune di Force.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com