Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 05:26 di Gio 13 Ago 2020

Juttenìzie, Ghiottonerie nel Borgo a Grottammare

di | in: Cronaca e Attualità

Juttenìzie

image_pdfimage_print

 

Grottammare, 2017-08-21 – L’Associazione Paese Alto Grottammare è lieta di comunicare l’avvio della quinta edizione di “Juttenìzie, Ghiottonerie nel borgo”, evento enogastronomico, che per tre domeniche consecutive animerà le strade del Vecchio Incasato grottammarese.

Sarà infatti domenica 27 agosto a dare il via alla kermesse, per poi proseguire il 3 e il 10 settembre.

JUTTENìZIE 2017

Dalle ore 18.00, in poi, i presenti saranno invitati a seguire un percorso a tappe, che inebrierà i partecipanti di odori, sapori, suoni e bellezze da ammirare.

Infatti “Juttenìzie” è una manifestazione dalle molteplici attrattive.

La più importante resta sempre quella ENOGASTRONOMICA: i locali ristorativi del Borgo, scelgono con cura e attenzione i prodotti della nostra terra, facendo poi una ricercata selezione dei migliori vini che accompagnino ed esaltino al meglio il piatto che si sta gustando.

Ma non è solo il senso del gusto a trovare il suo appagamento; infatti la permanenza delle persone sarà allietata dalla musica degli artisti del nostro territorio. La direzione artistica ha infatti voluto confermare il taglio di promozione delle eccellenze territoriali, anche sul piano culturale.

Il tutto arricchito e incorniciato dalle bellezze architettoniche, storiche, artistiche e paesaggistiche proprie, di uno dei 100 borghi più belli d’Italia.


Il presidente Giuseppe Rivosecchi ci tiene a ricordare che la nascita di Juttenìzie fu legata alla necessità dei ristoratori associati di creare un evento che portasse il paese alto all’attenzione di molti anche in quel periodo di fine estate dove è facile trovarsi in secondo piano di fronte ad altri tipi di offerta. Ed è stata una idea vincente. Infatti l’importanza che oggi ha acquisito Juttenìzie permette non solo al vecchio incasato di essere sempre più vivo ma soprattutto e linfa vitale per l’associazione Paese Alto, che ha così potuto crescere nel tempo e diventare un motore di promozione culturale mirato sia all’arricchimento dell’offerta estiva che a combattere il fenomeno della destagionalizzazione che i nostri territori in parte subiscono

Assoluto apprezzamento dell’evento emerge anche dalle dichiarazioni del Sindaco Enrico Piergallini e dell’Assessore alle politiche contro la crisi, Lorenzo Rossi, da sempre sostenitori della manifestazione: “Juttenizie è ormai consolidato come il grande evento di chiusura dell’estate grottammarese. La sua forza è quella di distinguersi da una qualsiasi sagra perché qui si mettono al centro le attività commerciali del borgo, con la qualità della loro offerta. Ancora un plauso all’associazione Paese Alto perché è un’iniziativa che, con l’esclusivo supporto logistico e non economico del comune riesce a promuovere la bellezza del nostro vecchio incasato.”

I coupon d’ingresso alla manifestazione possono essere acquistati nei giorni stessi dell’evento direttamente al “Ghiotto Point”, sito nella nuova Piazza di Porta Maggiore, oppure sono disponibili presso Ceramiche Lì, vicolo del Torrione 2, Paese alto Grottammare o telefonando al numero 3476583298.

Per ulteriori informazioni vista il sito www.juttenizie.com, sulla pagina facebook juttenìzie – Ghiottonerie nel Borgo o telefonando al 3805973459

 

JUTTENìZIE solidale

La quarta edizione di Juttenìzie si è aperta all’indomani di quello che sarebbe stato solo il primo dei tre terremoti che nell’ultimo anno hanno colpito il nostro territorio, mettendo in grave difficoltà non solo i privati cittadini, ma molte delle realtà economiche che avevano sede nei paesi maggiormente interessati da questo evento sismico.

Dopo un primo momento di indecisione se procedere o meno con la manifestazione, l’associazione paese alto, ha preso all’unanimità la decisione di andare avanti con l’obbiettivo di poter concretamente contribuire al sostegno economico di chi è stato vittima dei recenti fatti, donando 6.500 euro.

Inoltre si è deciso che a beneficiare di tale somma sarebbe stata una realtà economica affine al mondo della ristorazione o della produzione diretta di materie prime. Ed è così che a seguito di varie segnalazioni la nostra scelta è caduta sulla fattoria Biologica della famiglia Corradini, un’azienda che opera sul comune di Amandola dal 1989, a conduzione interamente familiare, che vede il certificato biologico CCPB su tutti i propri prodotti, che presenta una particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e alla naturalezza del proprio prodotto.

La speranza è quella che questo piccolo gesto potrà aiutare l’azienda a tornare nel pieno delle proprie capacità produttive per avviare cosi una futura collaborazione tra la famiglia Corradini e le attività ristorative del paese alto.

© 2017, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




21 Agosto 2017 alle 21:44 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata