Parco nazionale dei Monti Sibillini a fianco di RisorgiMarche

Parco nazionale dei Monti Sibillini a fianco di RisorgiMarche

L’economia del futuro deve puntare sulla natura

A conclusione del festival che ha visto artisti di fama internazionale esibirsi in alcuni luoghi simbolo del Parco nazionale dei Monti Sibillini per portare un contributo di solidarietà e vicinanza alle terre colpite dal sisma, riportiamo una dichiarazione dell’ideatore di RisorgiMarche, Neri Marcorè, e del presidente del Parco, Oliviero Olivieri

Apiro – Si è concluso venerdì 4 agosto, a Pian dell’Elmo nei pressi di Apiro, il festival RisorgiMarche che ha visto il Parco nazionale dei Monti Sibillini tra i soggetti patrocinanti e, soprattutto, il referente per i luoghi scelti per alcuni dei concerti proprio nelle aree del Parco. Alla conclusione dell’applauditissimo spettacolo di Samuele Bersani e la sua band, Neri Marcorè, ideatore del festival, ha rilasciato una dichiarazione (visionabile integralmente nella pagina facebook del Parco nazionale dei Monti Sibillini: https://www.facebook.com/Parco-Nazionale-dei-Monti-Sibillini-61831404807/) in cui esprime la sua grande vicinanza al territorio marchigiano: in sintesi, la preoccupazione dell’abbandono delle zone interne, a prescindere dal terremoto, e l’esigenza dunque di valorizzare al massimo i prodotti, la cultura, la bellezza di queste aree. “Perché l’economia del futuro – sostiene Marcorè – deve puntare sulla natura, sui prodotti naturali, sull’agricoltura… Noi siamo benedetti dal cielo ad avere questi prati, queste montagne, questo paesaggio ancora abbastanza conservato, e dobbiamo essere bravi a difenderlo”.

Oliviero Olivieri

In merito alle parole di Neri Marcorè, riportiamo un commento del presidente dell’Ente Parco, Oliviero Olivieri: “Plaudo alla sensibilità ambientale di Neri Marcorè, e lo ringrazio per quanto dichiarato: aiutare il pubblico a capire la bellezza dei territori del Parco, ed il rispetto che gli è dovuto, è un passaggio fondamentale per il successo di questa manifestazione. Auspichiamo che questo suo impegno possa proseguire ed anzi riaffermarsi nelle prossime edizioni di RisorgiMarche. Sottoscrivo appieno le parole di Marcorè: il futuro è il nostro territorio, e dobbiamo tutti insieme difenderlo e valorizzarlo. Per questo noi del Parco continueremo ad affiancare Marcorè e tutta l’organizzazione del festival, con i nostri tecnici e i nostri funzionari, per coniugare conservazione e valorizzazione, nell’ottica di una consapevolezza che deve mirare proprio alla possibilità di conoscere e vivere la natura rispettandola. Bene dunque RisorgiMarche, e bravo Marcorè: insieme possiamo continuare e migliorare questo impegno per una ripartenza che assicuri un futuro di speranza alle popolazioni colpite dal sisma, ed una attenzione costante ai temi della salvaguardia dell’ambiente”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com