dalla Città

dalla Città

 

La riforma dei Comitati di quartiere va in Consiglio

 

 

Il presidente Giovanni Chiarini ha convocato il Consiglio comunale per sabato 30 settembre con inizio alle ore 9. Otto i punti all’ordine del giorno.

Si segnalano:

 

–        la ricognizione delle partecipazioni possedute e relativi provvedimenti. Il nuovo Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica impone agli enti locali di dismettere le quote di società che operano in settori non di competenza istituzionale dell’Ente. L’unica partecipazione del Comune di San Benedetto che ricade in questa categoria è quella nel Centro Agroalimentare – CAAP per cui si riconferma la volontà, già espressa in passato dal Consiglio, di procedere ad una vendita delle quote previa verifica della disponibilità degli altri soci pubblici a fare altrettanto o in, assenza di tale volontà, si delibera di dare mandato al Consiglio di amministrazione di vendere le quote di proprietà comunale pari al 43,7% del capitale sociale dopo una stima del valore della società stessa;

 

–        la modifica, da “Problemi sociali” a “Politiche sociali”, della denominazione della 7° commissione consiliare;

 

–        le modifiche al regolamento sull’attività dei Comitati di quartiere. Le modifiche disciplinano le eventuali fusioni ed incorporazioni di quartieri, la possibilità di ammettere, quali membri dei Direttivi senza diritto di voto, i rappresentanti delle attività produttive e dei non residenti proprietari di immobili, le soluzioni transitorie tali da assicurare la gestione dei quartieri in caso di scioglimento del direttivo, l’elezione del presidente all’interno dei membri del direttivo e non più direttamente da parte degli elettori, la possibilità di esprimere preferenze multiple.

 

–        l’aggiornamento del documento delle politiche ambientali del Comune necessario per il mantenimento della certificazione di qualità EN ISO 14001 che il Comune possiede dal 2011;

 

–        la ratifica della variazione al bilancio di previsione deliberata dalla Giunta per sostenere l’onere per la gestione congiunta tra i comuni di Ascoli e San Benedetto della connessione in fibra ottica ad alta velocità: con la soluzione individuata, i due data center saranno collegati da fibra ottica che garantirà la possibilità di recuperare i dati in caso di gravi guasti in uno dei due sistemi e altre opportunità. Per questa attività sono stati stanziati 8.000 euro all’anno, e altrettanti ne stanzierà Ascoli;

 

–        il recepimento di alcune variazioni contabili nel bilancio: lo spostamento di 96 mila euro dai costi di fornitura gas alla piscina, che sono già a carico della CPL Concordia, al capitolo “Manutenzione impianti tecnologici”, lo spostamento di alcune somme tra i vari capitoli del settore Servizi sociali, variazioni per incrementare le dotazioni dei capitoli per alimenti e attrezzature per le mense scolastiche (32.000 euro), per le pratiche di risarcimento danni definite (circa 45.000 euro), per l’adeguamento del mercato ittico alle norme ambientali (42.000 euro), mentre si registrano 77mila euro circa di maggiori entrate come dividendi per l’attività di Picenambiente spa e 55mila euro in più rispetto alle previsioni di trasferimenti statali.

 

–        Gli indirizzi amministrativi per l’erogazione di contributi straordinari per il riequilibrio della pressione tributaria. Si propone di erogare un contributo alle famiglie che hanno un ISEE fino a 7500 euro e il contributo coprirà fino al 40% delle somme dovute per il pagamento dei tributi comunali, in particolare della tassa rifiuti. Sono disponibili 40mila euro e il termine per presentare le domande sarà fissato al 15 dicembre. Sarà comunque emanato apposito avviso pubblico.

 

l’ordine del giorno del consiglio comunale del 30 settembre è integrato dal seguente punto

MOZIONE CONSIGLIERE MANDRELLI FLAVIA MARCELLA – SOLLECITAZIONE E CONTROLLO AZIONI DI MESSA IN SICUREZZA EMERGENZE IDROGEOLOGICHE DEL TERRITORIO

 

Come sempre, la seduta potrà essere seguita in diretta streaming

 

Problemi al sistema informatico, avvisi TARI inviati anche a chi ha già pagato tutta la tassa 

 

 

A causa di un problema del sistema informatico, sono stati emessi degli avvisi di pagamento della seconda rata della tassa rifiuti – TARI destinati a contribuenti che in realtà hanno già saldato l’intero importo per il 2017 ad aprile scorso, in occasione del pagamento della prima rata. Questi cittadini dunque non dovranno tener conto dell’avviso che viene recapitato in questi giorni.

 

Analogo problema riguarda coloro che, nel corso dell’anno, hanno comunicato cancellazioni o variazioni che negli avvisi in corso di recapito non vengono considerati. In questo caso, il consiglio è quello di rivolgersi agli sportelli del servizio Tributi per sistemare la propria posizione oppure scrivere a tributi@comunesbt.it.

 

Si ricorda comunque che l’avviso in questione contiene, per tutti i cittadini, username e password con le quali, accedendo all’area “servizi on line” del sito www.comunesbt.it , è possibile consultare la propria posizione contributiva aggiornata e corretta, scaricare il modello F24 per il pagamento in posta o in banca o pagare con carta di credito.

 

Gli sportelli del Servizio Tributi saranno aperti, fino al 6 ottobre 2017, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13, il martedì e il giovedì dalle 16 alle 18. Fino alla stessa data sarà attivo con gli stessi orari un sportello aggiuntivo nella delegazione comunale di via Turati a Porto d’Ascoli.

 

 

San Benedetto Del Tronto – Allagamenti, il sindaco convoca la CIIP

 

 

“E’ stato un incontro molto positivo, abbiamo messo sul tavolo tutte le criticità che la città presenta e, nella maggior parte dei casi, abbiamo definito un percorso di lavoro tale da fornire risposte concrete”.

E’ soddisfatto il sindaco Piunti al termine dell’incontro da lui convocato con i vertici della CIIP per fare il punto sulle situazioni più difficili che San Benedetto vive ogni volta che piove più del normale. Alla convocazione ha risposto il presidente Pino Alati con i tecnici Ianni e Serena mentre il Sindaco era affiancato dal vicesindaco Assenti e dai tecnici Cicchi, Antolini, Cameli e dal dirigente del settore Lavori pubblici Davarpanah.

 

Per la zona di via Monte Conero, per la quale è stato fatto un cospicuo investimento, si è in attesa delle autorizzazioni ambientali per rendere operativo il collegamento dell’impianto di sollevamento e raccolta con il torrente Ragnola. Si tratta, è stato spiegato, di una procedura complessa, che vede coinvolti anche Arpam e Provincia, e che è stata avviata per tutti gli analoghi impianti che CIIP ha realizzato lungo la Vallata del Tronto: ma è l’ultimo ostacolo che si spera di superare quanto prima.

 

Per l’impianto di sollevamento che scorre sotto il letto dell’Albula in prossimità della foce, da spostare per evitare che possa danneggiarsi, la CIIP ha assicurato l’intervento è in fase di avvio mentre per via Esino, danneggiata dal ricevere le acque di via Toti dove è stato fatto di recente un potenziamento degli impianti di sollevamento, bisognerà sostituire le pompe entro l’anno.

 

A breve saranno effettuate verifiche per individuare gli interventi da eseguire sulla vasca di sollevamento e sulla linea che serve piazza Salvo d’Acquisto (la Rotonda di Porto d’Ascoli) ed è in fase di approvazione da parte dell’ATO il progetto di riqualificazione della zona nord della città, del valore di circa 2,5 milioni, che dovrebbe risolvere anche il problema degli allagamenti nella zona del Ballarin e di piazza del Pescatore.

 

Infine, la CIIP si è detta disponibile, così come richiesto anche da altri Comuni, ad assumere l’onere della manutenzione dei sottopassi. Il Comune si è riservato di valutare la proposta economica che verrà formulata da CIIP.

 

“Penso che mai come in questi anni si sia investito tanto sulle reti fognarie e idriche di San Benedetto – ha ricordato al termine dell’incontro il presidente CIIP Alati – in molti casi la messa a regime degli impianti realizzati dipende da procedure su cui non abbiamo competenza ma sono convinto che le opere eseguite e quelle già previste per San Benedetto segneranno una svolta positiva nei prossimi anni”

 

 

“Uomo in mare”, ultime settimane per visitare la mostra

 

Fino al 22 ottobre 2017 sarà possibile visitare, presso la Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto, la mostra “Uomo in mare”, organizzata dal Comune di San Benedetto del Tronto – Assessorato alla cultura e dall’Associazione culturale Giovane Europa, a cura di Carlo Bachetti, con il comitato di studi composto da Stefano Papetti (presidente), Maria Gabriella Mazzocchi, Maria Brandozzi e Laura Castelli, con la partecipazione della Regione Marche e con il patrocinio della Provincia di Ascoli Piceno.

 

Dopo il successo dei mesi estivi – con la registrazione di oltre 8.000 presenze – la mostra si rivolge dal mese di settembre al pubblico delle scuole di ogni ordine e grado. L’organizzazione ha già contattato i dirigenti dei vari plessi del territorio e sta raccogliendo molte prenotazioni per visite guidate dedicate esclusivamente agli studenti, con la possibilità di integrare l’esperienza polisensoriale e multidisciplinare della mostra con dei laboratori didattici studiati ad hoc.

 

Un’occasione importante per gli studenti di poter ammirare all’interno di un contesto a loro familiare alcuni fra i più grandi artisti del Novecento tra cui De Chirico, Licini, Pericoli, Warhol.

 

Il tema del mare ha sempre affascinato artisti di ogni tempo, data la sua valenza universale e primordiale. La mostra intende dare però un taglio antropico al tema marino: il mare, con tutte le sue sfaccettature, mediato dallo sguardo dell’uomo che lo vive.

 

La mostra sarà visitabile fino al 22 ottobre, con ingresso libero, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 (lunedì chiuso).

La mostra e i suoi visitatori
La mostra e i suoi visitatori
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com