Gole dell’Infernaccio: conclusi i lavori di ripristino del ercorso naturalistico

IL 2 DICEMBRE INAUGURAZIONE CON PRESIDENTE CERISCIOLI E SINDACO DI MONTEFORTINO CIAFFARONI

 

Montefortino – Una passeggiata all’interno delle Gole dell’Infernaccio il 2 dicembre, alle 10.
Questa l’iniziativa, aperta a tutti, per inaugurare la fine dei lavori del sentiero che conduce all’Eremo di San Leonardo e alle Sorgenti del Tenna, passando per il Laghetto della Sibilla.
Saranno presenti il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e il sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni ed il direttore del Consorzio Tennacola spa Sergio Paolucci.
E’ stata liberata la via d’accesso alle gole dai massi del sisma e ripristinati 3 ponticelli (uno prima della gola, e gli altri 2 prima e dentro la galleria) ed una passerella. L’investimento finanziario complessivo è stato di circa 150mila euro, il progetto gestito dalla Protezione Civile è stato affidato al Consorzio Idrico del Tennacola spa.

“In questo anno la Regione ci è sempre stata vicino, pronta a rispondere alle esigenze della popolazione – ha commentato il sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni -. Ritorna così a vivere una delle parti più importanti del Parco dei Sibillini, conosciuta in tutta Europa. Questo farà ripartire l’economia del territorio garantendo l’arrivo di turisti per le strutture che sono sopravvissute al sisma e per quelle che abbiamo delocalizzato”.

“Un grazie alla amministrazione per l’impegno essenziale che ha profuso per restituire questo percorso di grande attrattività turistica e bellezza ambientale ha concluso il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – Un vero e proprio regalo di Natale anticipato per tutte le persone che vogliano conoscere la magia del nostro territorio”.

 




Borghetti Bugaron Band, “Mechina del temp”

“Mechina del temp” della Borghetti Bugaron Band è la sigla ufficiale del divertente film“La Famiglia Ordonselli e la strana macchina del sì Geni”
Pesaro – Il video “Mechina del temp” (su Youtube dal 21 novembre) è la canzone/sigla del divertente lungometraggio “La Famiglia Ordonselli e la strana macchina del sì Geni” (recitato interamente in vernacolo fanese e pesarese) realizzato da Paolo Del Bianco, sceneggiato e dialogato da Ortensio Rivelli, distribuito da Adharafilm, con le musiche di Francesco Montesi (anche lui della Borghetti), uscito lo scorso 26 Ottobre al Cinema Politeama di Fano e che sarà replicato il 27, 28, 29 novembre a Pesaro al cinema Solaris e di nuovo a Fano nel periodo di Carnevale.

Il brano “Mechina del temp” (scritto da Nicola Gaggi, arrangiato e prodotto dalla Borghetti Bugaron Band con l’aiuto degli amici Fabrizio Cattalani e Massimo Mancinelli), prende le mosse dal soggetto del film, un onirico viaggio nel tempo a bordo di una fantasmagorica macchina e parla di un tema sempre molto caro ai Bugaron: il non sentirsi in linea con i tempi in cui si vive, la sensazione di non esserne integrati (“En è più temp per me…” è infatti la frase di inizio della canzone). Ecco quindi il sognare una macchina del tempo su cui salire per andare a visitare un passato ormai perduto per sempre o un futuro in cui, si spera, gli uomini sapranno costruire qualcosa di migliore, dove i bambini potranno giocare in giro liberamente, magari volando e senza ausilio di macchine.



dal Piceno

Approvato in Provincia il Bilancio 2017

 

Oltre 56 milioni di euro per la sicurezza di scuole, strade e ambiente

 

Ascoli Piceno, 2017-11-21 – Il Consiglio Provinciale ha approvato con il voto favorevole dei consiglieri di maggioranza e tre astensioni il Bilancio di Previsione 2017 che reca il parere positivo del Collegio dei Revisori dei Conti ed ha anche ottenuto il “disco verde” da parte dell’Assemblea dei Sindaci con tutti i voti favorevoli dei presenti e solo 3 astensioni.

E’ un Bilancio che punta con decisione sull’aumento della sicurezza di scuole, strade, infrastrutture e ambiente mettendo in campo risorse per l’edilizia scolastica per oltre 10 milioni di euro e per la viabilità di circa 46 milioni di euro coniugando insieme risanamento dei conti e investimenti per lo sviluppo del territorio” ha evidenziato con soddisfazione il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo sottolineando come “l’atto contabile sia in linea con i parametri del piano di riequilibrio finanziario contando sulle risorse derivanti dall’alienazione all’Invimit di Palazzo Catenacci di C.so Mazzini, l’azione straordinaria di recupero crediti precedenti per oltre 7 milioni di euro, gli importanti contributi della Regione che ha mostrato grande attenzione e sensibilità verso la Provincia e l’assegnazione delle risorse statali disponibili grazie al Decreto Legge 50/2012 e al cosiddetto Decreto “Mezzogiorno” 91/2017. In questa prospettiva, vorrei sottolineare la straordinaria sensibilità delle altre 4 Province marchigiane (Pesaro – Urbino, Ancona, Macerata e Fermo) che anche nel 2017 hanno fatto sentire la loro solidarietà alla Provincia di Ascoli Piceno in pre-dissesto nella ripartizione dei fondi nazionali e regionali“.

Il Presidente ha anche evidenziato altri dati molto positivi sull’andamento dei conti della Provincia che segnalano il miglioramento della situazione finanziaria e i progressi raggiunti nel processo di risanamento. In primo luogo l’anticipazione di cassa che, al primo gennaio 2017, si attestava ad oltre 8 milioni di euro è scesa nel novembre 2017 a 3,2 milioni e si conta, entro dicembre, di azzerare completamente questa voce passiva. La Provincia ha inoltre pagato tutti i suoi fornitori fino a settembre 2017 per un importo complessivo di 11 milioni di euro migliorando quindi notevolmente puntualità e consistenza nell’azione di pagamento. Infine il trend di discesa del debito strutturale si è ulteriormente rafforzato: entro la fine dell’anno il deficit scenderà infatti a 18 milioni di euro dimezzando quasi rispetto al dato di partenza di 34 milioni di euro al primo gennaio 2015.

Approvato dal Consiglio anche il maxiemendamento di oltre 541 mila euro di nuove entrate, pressoché interamente destinate a istituti scolastici e viabilità. Complessivamente, nel Bilancio 2017, per l’edilizia scolastica sono previsti oltre 10 milioni di euro con l’adeguamento del Piano delle Opere Pubbliche che vede stanziati 6 milioni e 800 mila euro per la realizzazione della nuova sede dell’Istituto Scolastico Psicopedagogico “Trebbiani” di Ascoli Piceno e 2 milioni e 770 mila euro di fondi ministeriali per la messa in sicurezza, adeguamento e miglioramento sismico del Liceo Classico “Stabili” e dell’Ipsia di San Benedetto del Tronto, dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Fazzini” di Grottammare e dell’Istituto Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto del Tronto. Per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici sono inoltre a disposizione circa 450 mila euro. Ulteriori 115mila euro sono stati impegnati per i progetti di monitoraggio vulnerabilità sismica delle scuole. Varato anche il progetto sicurezza scuole che potrà contare su 70 mila euro.

Per la viabilità la Provincia spenderà oltre 2 milioni e 200 mila euro: in particolare il Piano delle Opere Pubbliche contempla interventi per oltre 903 mila euro volti alla messa in sicurezza, consolidamento e ricostruzione del corpo stradale della S.P. n. 34 Forca di Presta, S.P. n. 31 Folignano nel tratto compreso tra i Km. 5+450 e 5+600, la S.P. n. 15 Castel di Lama al Km. 8+800, S.P. n. 43 Mezzina località San Barnaba. Circa 970 mila euro saranno destinati alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade ed a opere di pronto intervento. Istituiti anche nuovi capitoli di Bilancio per la verifica dei ponti e le indagini geologiche per un importo di 57 mila euro. Potenziato ulteriormente il piano neve con fondi per quasi 290 mila euro. A queste risorse vanno aggiunti i 44 progetti finanziati su strade provinciali con il 1° e 2° stralcio – soggetto attuatore Anas per un importo complessivo di circa 44 milioni e 139 mila euro.

L’atto contabile prevede anche interventi nel settore ambiente con controlli mirati sulla qualità dell’aria e del suolo e le azioni dei Centri di Educazione Ambientale impegnando risorse per 26mila euro. Previste infine iniziative con l’Anpi in qualità di Provincia insignita della Medaglia d’oro al Valor Militare e progettualità verso il territorio con la Biblioteca Provinciale di Storia Contemporanea “Ugo Toria”.

Il Bilancio della Provincia in cifre

Edilizia Scolastica

Realizzazione nuova sede Istituto Trebbiani

€ 6.800.000,00

Messa in sicurezza sismica Liceo Classico “Stabili”

€ 900.000,00

Messa in sicurezza sismica Ipsia “Guastaferro” SBT

€ 750.000,00

Messa in sicurezza sismica Istituto Tecnico “Fazzini” di Grottammare

€ 700.000,00

Manutenzione Straordinaria Istituto Alberghiero “Buscemi” SBT

€ 420.000,00

Progetto Sicurezza Scuole

€ 70.000,00

Manutenzione Ordinaria e Straordinaria edifici scolastici

€ 452.000,00

Convenzioni Scuole

€ 5.000,00

Monitoraggio vulnerabilità scuole

€ 115.000,00

TOTALE

10.212.000,00

Viabilità

Interventi di messa in sicurezza Piano Opere Pubbliche

€ 903.706,36

Manutenzione Ordinaria e Straordinaria

€ 930.150,00

Piano Neve e acquisto sale

€ 286.000,00

Verifica Ponti

€ 37.000,00

Indagini Geologiche

€ 20.000,00

Spese Pronto Intervento

€ 40.000,00

44 Progetti Finanziati 1° e 2° stralcio su strade provinciali soggetto attuatore Anas

€ 44.139.848,00

TOTALE

46.356.704,36

Assemblea dei Sindaci

 

Assemblea dell’Ata sulla gestione rifiuti

Approvato all’unanimità lo schema di transazione

L’Assemblea Territoriale d’Ambito dei rifiuti, nella seduta svoltasi ieri pomeriggio nell’aula consiliare di palazzo San Filippo, ha affrontato vari ed importanti punti all’ordine del giorno tra cui l’approvazione, avvenuta all’unanimità, dell’atto di indirizzo della transazione tra l’Ata-Ato5, i Comuni e le società del ciclo dei rifiuti Ascoli Servizi Comunali e Picenambiente.

L’atto, frutto di un proficuo e complesso lavoro di concertazione con tutti i soggetti interessati, indica le linee per sanare e regolarizzare, in attuazione della sentenza del Tar del novembre dell’anno scorso, le situazioni contabili e finanziarie pregresse e ancora in sospeso relative all’attività di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti nel periodo dal 1° febbraio 2015 al 31 dicembre 2016. Il documento, che pone fine al contenzioso, non riguarda tuttavia le situazioni antecedenti al primo febbraio 2015, in quanto è solo da quella data che l’Ata ha preso in capo la gestione dei rapporti economici e finanziari in base alle convenzioni sottoscritte nel settembre 2015 con i Comuni appartenenti all’Ambito e le società di servizio.

Il Presidente dell’Ata Paolo D’Erasmo ha rivolto a tutti i sindaci la raccomandazione a regolarizzare i pagamenti entro le prossime settimane per l’ottimale svolgimento del servizio gestione rifiuti dal punto di vista economico e finanziario.

L’Assemblea ha infine approvato, sempre all’unanimità, lo schema di convenzione per la gestione del servizio di tesoreria dell’Ata che deve dotarsi di tale strumento in quanto ente pubblico che agisce con lo stesso regime giuridico degli enti locali e quindi con gli stessi obblighi in termini di procedure ed adempimenti.

 

 




Proficua collaborazione tra UniCam ed Imprese per nuovi materiali polimerici

Camerino, 21 novembre 2017 – “Nuovi materiali polimerici per un dialogo sempre vivo tra Unicam ed Imprese” è il tema del convegno che si terrà giovedì 23 novembre presso la sala convegni del Rettorato dell’Università di Camerino a partire dalle ore 9:30.
Parteciperanno importanti aziende del settore che collaborano con la sezione di Chimica della Scuola di Scienze e Tecnologie di Unicam per la realizzazione di materiali innovativi. L’evento sarà aperto dai saluti del Pro Rettore Vicario Unicam Graziano Leoni, del Prorettore alla Cooperazione internazionale e terza Missione Andrea Spaterna, e del docente Unicam di Chimica Organica Enrico Marcantoni.
Seguiranno gli interventi di ricercatori, studenti e dottorandi Unicam affiancati dal responsabile dell’azienda che segue il progetto: Maria Savina Pianesi e Sandro Bertini per Delta Plados Group, Genny Pastore e Eleftherios Ladikos per Producta, Alessandro Menchi e Nadia Capotosti per ICA, Serena Gabrielli e Guido Ferla per Hager Bocchiotti, Domenica Cuzzola e Elena Zorzi per Hager Italia.
l’incontro sarà moderato da Roberto Ballini, professore onorario Unicam.




Gli allievi del Luci in trasferta a Pesaro e a Urbino

Visita all’Innovation District 106 e lezione congiunta con gli studenti del Contamination Lab.

Macerata – Si è svolto tra Pesaro e l’Università di Urbino il quarto incontro della nuova edizione del Luci, il Laboratorio umanistico per la creatività e l’innovazione di Unimc, coordinato da Francesca Spigarelli, delegata del rettore ai rapporti con le imprese, dall’ufficio Ilo e Placement e dal tutor Lorenzo Compagnucci.

Durante la mattina gli allievi del Luci sono andati alla scoperta dell’Innovation District 106 di Pesaro, uno spazio innovativo, colorato ed informale, dove imprenditori e professionisti condividono competenze, progetti e organizzano eventi formativi aperti a giovanissimi, start-uppers e curiosi. Nel pomeriggio il gruppo Luci è stato ospitato dal Contamination Lab, cLab, dell’Università di Urbino, il laboratorio sull’imprenditorialità coordinato da Francesca Cesaroni. Qui, insieme ai colleghi di Urbino e della Politecnica delle Marche, i ragazzi hanno parlato di come aprire un’impresa con Silvia Vaselli.

Si prosegue venerdì prossimo al CreaHub di Unimc, quando gli allievi dei vari Atenei saranno di nuovo insieme e impegnati in attività interattive sul tema “La strategia di branding come base per la comunicazione advertising”. Ospiti della giornata saranno i formatori Massimo Pigliapoco e Alessandro Piccioni dei laboratori creativi e web agency Tonidigrigio – associazione culturale PepeLab.

LUCI _ cLab _ Urbino_13.11.2017




dalla Regione Marche

2017-11-21

Odontostomatologia Chirurgica e Speciale degli Ospedali Riuniti di Torrette, il presidente Ceriscioli visita la struttura  all’avanguardia

 

Visita del presidente della Regione Luca Ceriscioli alla SOD di Odontostomatologia Chirurgica e Speciale  dell’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti” di Torrette di Ancona,  struttura sanitaria  per la prevenzione e cura delle patologie orali e chirurgia odontostomatologica negli adulti e bambini clinicamente vulnerabili cioè pazienti le cui condizioni di salute possono essere gravemente pregiudicate da una patologia odontoiatrica concomitante.

E’ la possibilità di un ciclo completo di odontoiatria e cura delle patologie orali nei soggetti con disabilità che abbatte le barriere, e i pregiudizi, a rendere unica la struttura da tre decenni e polo di riferimento per il centro e il sud Italia, come spiega il Direttore del Reparto Vittorio Zavaglia: ”Tentiamo di dare risposte di salute a tutti i pazienti, con difficoltà e fragilità cliniche e pazienti con grosse problematiche sistemiche e chirurgiche. Seguiamo anche la cura dei pazienti con disabilità che altrove non troverebbero le strutture adeguate”.

“La quantità degli interventi effettuati e la qualità, il personale specializzato, le innovazioni tecnologiche e l’avanguardia delle tecniche chirurgiche adottate – ha rilevato il presidente Ceriscioli – rendono il reparto una struttura di eccellenza che dedica gran parte della propria attività al trattamento odontoiatrico di pazienti disabili ed odontofobici non collaboranti. Momento davvero formativo per gli studenti universitari che svolgono qui il loro tirocinio”.

Di rilievo i numeri delle prestazioni odontoiatriche: nel 2016 ne sono state effettuate 5.298 di cui 586 per esterni extra Regione Marche; dati che si confermano anche nei primi nove mesi del 2017. Importanti  risultati anche per l’attività chirurgica 2016: 1081 il numero totale dei ricoveri di cui il  78% in Day Surgery;  più della metà di tutti i ricoveri effettuati provenivano  da Ancona e Provincia (Area Vasta 2), più un 6.% da extra Regione e stranieri. Dati in aumento nei primi nove mesi del 2017. Dal 2011 è Centro di Riferimento per la Regione Marche per la “prevenzione e cura della Osteonecrosi dei Mascellari associata all’uso di farmaci in pazienti dismetabolici ed oncologici ” e dal 2005 è stata riconosciuta come Centro di Riferimento Regionale per “la prevenzione e cura delle patologie orali nei soggetti disabili”. Collabora con tutte le strutture sanitarie regionali e con gli odontoiatri libero professionisti per promuovere la prevenzione, diagnosi e terapia  del carcinoma del cavo orale.

L’attività assistenziale si accompagna a quella didattica: l’Odontostomatologia Chirurgica e Speciale è stata individuata  come  struttura idonea al tirocinio formativo degli studenti del V e VI anno del Corso di Laurea  in Odontoiatria e Protesi Dentaria della Università Politecnica delle Marche.

Tra le principali attività assistenziali: la prevenzione e cura delle patologie del cavo orale in modo particolare diagnosi precoce del carcinoma del cavo orale; chirurgia maggiore dei mascellari; e chirurgia orale (cisti, neoformazioni benigne e maligne, inclusioni profonde); correzione delle gravi atrofie mascellari e riabilitazione implantoprotesica; chirurgia piezoelettrica; laserchirurgia. Si effettua il trattamento odontoiatrico di pazienti disabili ed odontofobici non collaboranti,  in sedazione venosa cosciente effettuato in collaborazione con gli anestesisti a con cadenza settimanale. A breve prenderà avvio un progetto di prevenzione e cura dei pazienti pediatrici del Reparto di Oncoematologia Pediatrica degli Ospedali Riuniti che vedrà l’impiego di un Odontoiatra dedicato e selezionato con apposito bando di concorso.

5,5 MILIONI PER DIGHE ANCORA PIU’ SICURE E COLLAUDO MINISTERIALE DIGA DI CINGOLI – CONFERENZA STAMPA IN REGIONE

Un finanziamento di 5,5 milioni di euro erogato dal Ministero per le  Infrastrutture per la sicurezza delle dighe in esercizio e l’avvenuto rilascio del collaudo finale della diga di Cingoli, sono stati al centro di un incontro con la stampa a cui hanno preso parte oggi in Regione l’assessore Angelo Sciapichetti, il presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche, Claudio Netti e il presidente dell’assemblea del Consorzio, Michele Maiani. “L’ottimo rapporto di collaborazione con l’Ente di Bonifica – ha detto Sciapichetti – ha portato a questo grande risultato che ci permette di alzare ancor di più il livello di sicurezza delle nostre dighe. Il fortissimo sisma che ha colpito il nostro territorio è stato un collaudo naturale che ha mostrato l’elevato livello di sicurezza dei nostri impianti. Ora, sulla diga di Castreccioni a Cingoli, dopo i tempestivi interventi sul ponte, è arrivato anche il formale collaudo da parte del Ministero, che permette all’impianto di passare dagli attuali 25 milioni di metri cubi di portata ai futuri 45 milioni, con effetti positivi sulla futura riserva idrica regionale. Per gennaio ci aspettiamo anche il collaudo ministeriale della diga di Comunanza”. “Il Consorzio di Bonifica è già attivo e vigile sulla sicurezza delle dighe – ha detto Netti – il finanziamento ricevuto ci permetterà di aumentare ancor più gli standard degli impianti, con una particolare attenzione per gli operatori. In Italia abbiamo le normative più rigorose del mondo e nelle Marche le dighe sono in perfette condizioni di esercizio. Il finanziamento ricevuto ci permetterà di effettuare studi e lavori affinché il livello di sicurezza sia ancor più elevato. I lavori sono tutti cantierabili entro la fine del 2019, ma noi intendiamo anticiparli e finire entro quella data”. “Con il Ministero si è istaurato un ottimo rapporto – ha detto Maiani – e va sottolineato che poiché per il Consorzio l’Iva non è un costo i 5,5 milioni accordatici si trasformeranno tutti in lavori effettivi, senza decurtazioni fiscali”.

Grazie al finanziamento si assisterà, tra l’altro, a una generale revisione ed ammodernamento della strumentazione topografica e geotecnica a servizio delle stesse opere, ad una manutenzione straordinaria degli impianti e messa in sicurezza dei camminamenti e dei percorsi interni. Nel corso dell’incontro tenutosi a Roma il 15 novembre scorso sono stati, inoltre, riconsegnati ufficialmente  gli atti di collaudo della Diga di Cingoli, approvati dalla Direzione Dighe del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ora l’impianto, dopo 40 anni, non è più in invaso sperimentale. E’ in corso dunque l’istruttoria per l’annullamento della Disposizione di limitazione d’invaso assegnata nel dicembre 2016 al Consorzio per effetto del significativo sciame sismico in corso, motivo per il quale ora l’Ente potrà gradualmente provvedere alla risalita e al recupero della capacità complessiva utile di 45.200.000 mc a fronte degli attuali 25.300.000 mc.

Sicurezza Dighe

GOLA INFERNACCIO: CONCLUSI I LAVORI DI RIPRISTINO DEL PERCORSO NATURALISTICO, IL 2 DICEMBRE INAUGURAZIONE CON PRESIDENTE CERISCIOLI E SINDACO DI MONTEFORTINO CIAFFARONI

 

Una passeggiata all’interno delle Gole dell’Infernaccio il 2 dicembre, alle 10.
Questa l’iniziativa, aperta a tutti, per inaugurare la fine dei lavori del sentiero che conduce all’Eremo di San Leonardo e alle Sorgenti del Tenna, passando per il Laghetto della Sibilla.
Saranno presenti il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e il sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni ed il direttore del Consorzio Tennacola spa Sergio Paolucci.
E’ stata liberata la via d’accesso alle gole dai massi del sisma e ripristinati 3 ponticelli (uno prima della gola, e gli altri 2 prima e dentro la galleria) ed una passerella. L’investimento finanziario complessivo è stato di circa 150mila euro, il progetto gestito dalla Protezione Civile è stato affidato al Consorzio Idrico del Tennacola spa.

“In questo anno la Regione ci è sempre stata vicino, pronta a rispondere alle esigenze della popolazione – ha commentato il sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni -. Ritorna così a vivere una delle parti più importanti del Parco dei Sibillini, conosciuta in tutta Europa. Questo farà ripartire l’economia del territorio garantendo l’arrivo di turisti per le strutture che sono sopravvissute al sisma e per quelle che abbiamo delocalizzato”.

“Un grazie alla amministrazione per l’impegno essenziale che ha profuso per restituire questo percorso di grande attrattività turistica e bellezza ambientale ha concluso il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – Un vero e proprio regalo di Natale anticipato per tutte le persone che vogliano conoscere la magia del nostro territorio”.




PallaVolo, i risultati della Samb Volley

 

Volano la D maschile e l’Under 16 femminile, prima vittoria della D femminile, Prima Divisione femminile in sofferenza ma sempre in testa

 

San Benedetto del Tronto, 2017-11-21 – Un bel fine settimana per la Happy Car in cui spicca la vittoria di sabato sera della D Maschile per 3-0 contro La Nef che la proietta al secondo posto subito alle spalle di Grottazzolina, ancora a punteggio pieno e con una distanza di tre punti sul gruppo delle inseguitrici capitanati da Osimo e dalla Don Celso Fermo. Dopo un soffertissimo primo set vinto con il punteggio di 26-24, la Samb Volley domina il secondo e gestisce il terzo, portando a casa l’intera posta in palio.

Sempre sabato sera, prima vittoria per la Happy Car di Serie D femminile. Le ragazze di Ciabattoni si sono imposte per 3-0 contro Pagliare in una partita senza storia in cui Pagliare ha ottenuto soltanto 44 punti totali nei tre set. Con la prima vittoria, l’Happy Car sale al terz’ultimo posto in classifica a 5 punti dalla Satel, sperando in altre buone prestazioni nelle prossime gare dopo le difficoltà iniziali.

Domenica in Prima Divisione Maschile, sconfitta per la Happy Car che perde a Piane di Montegiorgio contro la Videx-Santoni con il punteggio di 3-0 e ha lasciato la testa della classifica. Sconfitta con lo stesso punteggio la squadra B contro la Emmont Azzurra.

Continua il periodo positivo della Happy Car A di Prima divisione femminile, che continua a comandare il suo girone nonostante non abbia ottenuto l’intera posta in palio. Anzi, per la squadra di Medico è stata una partita in salita in cui solo negli ultimi due set hanno raggiunto e superato le avversarie per il definitivo 3-2.

Giovedì successo per la Happy Car Under 16 in trasferta contro Querce Volley con le sambenedettesi in testa e ancora a punteggio pieno con 5 vittorie su 5 partite.

I risultati completi nell’immagine allegata.

 




Turismo e dintorni, il Pd replica a Piunti e Tassotti

DAL SINDACO E DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE SOLO DIVERSIVI PER TENTARE DI COPRIRE EVIDENTI RESPONSABILITÀ 

San Benedetto del Tronto, 21 Novembre 2017 – Rispetto ai dati sul turismo il sindaco Piunti sembra risponda fischi per fiaschi con argomentazioni sterili e per nulla convincenti, senza entrare nel merito dei problemi e soprattutto senza individuare soluzioni efficaci per correggere la rotta rispetto alla strategia territoriale di sviluppo turistico della nostra città.

Abbiamo messo in evidenza il crollo inequivocabile delle presenze straniere in città e nelle strutture extra alberghiere, oggi Piunti ed il suo assessore Tassotti parlano di una generale tenuta dei numeri per quanto riguarda le strutture alberghiere, tentando goffamente di sviare dal punto. Com’è un diversivo, per coprire le responsabilità dell’amministrazione sulla promozione turistica, sbandierare i dati del turismo abruzzese nell’estate 2009, che seguì il terremoto del L’Aquila. Forse a Piunti serve ricordare che il terremoto devastante de L’Aquila si verificò il 9 aprile, praticamente a ridosso della stagione estiva. Quello del Centro Italia, invece, si è verificato tra agosto ed ottobre, quindi circa un anno prima dall’avvio della stagione turistica. Mesi durante i quali, al netto delle riunioni di facciata che si sono svolte in comune, l’amministrazione avrebbe potuto e dovuto elaborare una strategia territoriale di rilancio turistico.

Le analisi dei dati sul turismo di questi giorni stanno mettendo in evidenza come ad esempio sul territorio regionale Senigallia e soprattutto Civitanova Marche, che per tradizione turistica e per le difficoltà legate al terremoto che sta anch’essa affrontando può essere considerata la realtà turistica più simile a San Benedetto, è stata registrata una sostanziale crescita nel 2017. Segno, questo, che si sarebbero potuti raggiungere buoni risultati se oltre al lavoro di promozione complessiva fatta dalla Regione ben rappresentata dai nostri esponenti istituzionali del territorio, l’amministrazione comunale avesse approntato un progetto di rilancio elaborando una programmazione strutturata e un piano di marketing turistico territoriale.

Speriamo dunque che Piunti invece di continuare ad arrampicarsi sugli specchi metta fin da subito in campo azioni efficaci affinché il prossimo anno il turismo di San Benedetto nel suo complesso, torni a crescere. È questo che un sindaco ed una Giunta comunale devono fare, perciò Piunti che su un tema come questo finalmente ha deciso di esporsi in prima persona metta in campo azioni concrete ed efficaci per il turismo della nostra città.

Il Segretario Unione Comunale PD Edward Rino Alfonsi

Il Capogruppo Consiliare PD Antimo Di Francesco




Valentina Appolloni, “Silenzi e grida. Bergman e Munch a confronto”

 

stagione 2017-2018

presentazione del libro di Valentina Appolloni

Silenzi e grida.

Bergman e Munch a confronto

(Le Ossa Editrice).

dialoga con l’autrice Filippo Massacci 

 

Giovedì 23 novembre – ore 21.15

Grottammare, Sala Kursaal

Grottammare – Reduci dalle bellissime immagini del film “A mosca cieca” proiettato la scorsa settimana, prosegue la 23a stagione dell’Associazione Culturale Blow Up di Grottammare, intitolata “Qualunque cosa pensi, Pensa il contrario”. Giovedì 23 novembre presso la Sala Kursaal a Grottammare con inizio alle 21.15, verrà presentato, alla presenza dell’autrice Valentina Appolloni, un libro di grande interesse: “Silenzi e grida. Bergman e Munch a confronto” (Le Ossa Editrice). Filippo Massacci dialogherà con la studiosa di origine marchigiana che nella sua ricerca è partita da un interrogativo: è possibile che un regista del calibro di Ingmar Bergman si sia ispirato ai quadri di Edvard Munch? Questa ipotesi diventa plausibile alla luce delle loro comuni origini nordiche. Esplorando a ritroso l’arte dell’Europa del Nord si scopre l’esistenza di un'”anima nordica”: un patrimonio di immagini condiviso dagli artisti provenienti da quei luoghi. Mettendo a confronto il regista e il pittore, le somiglianze che emergono sono sorprendenti e dipinto dopo dipinto, sequenza dopo sequenza, non si può fare a meno di chiedersi se il legame non sia volontario. Dai temi dell’angoscia, della misteriosità, dell’universo femminile, della maschera i due sono accomunati e affascinati. Inoltre, entrambi, più che dare risposte non fanno altro che porre nuove domande.

Valentina Appolloni è nata nel 1989 a Tolentino. Laureata in Filologia moderna presso l’Università degli Studi di Macerata nel 2013, ha conseguito un Master in Editoria, giornalismo e management culturale presso l’Università La Sapienza di Roma. Successivamente ha lavorato nel settore dell’editoria e della comunicazione e in una biblioteca. Nel 2016 ha pubblicato il libro “Silenzi e grida. Bergman e Munch a confronto” (Le Ossa Editrice).

L’ingresso è gratuito con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2017-2018, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro e che può essere sottoscritta velocemente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà di partecipare liberamente a tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna.

 

Scarica il depliant della stagione 2017/2018

 

 




PallaVolo, Volley Angels: ottime notizie dal settore giovanile

 

 

Porto San Giorgio – Porto Sant’Elpidio – Volley Angels Project annovera ben sette squadre nei vari campionati federali. Sono infatti ben tre (una di Porto San Giorgio e due di Porto Sant’Elpidio) le squadre che partecipano al campionato Under 13, una di Porto Sant’Elpidio per quanto riguarda la categoria dell’Under 14, due squadre con ragazze provenienti da entrambi i centri militano nel campionato Under 16 e una squadra, con le medesime caratteristiche, parteciperà, infine, al torneo Under 18 che partirà nelle prossime settimane. Sono squadre che hanno iniziato percorsi votati alla crescita, ma che già registrano comunque ottimi risultati, come ad esempio la Under 14 Vpm Porto Sant’Elpidio che ha vinto sette partite su sette disputate in questa prima fase che le vede confrontarsi anche con ragazze della provincia di Macerata. Niente male per una squadra, allenata da Daniele Capriotti e da Luigina Di Ventura, che per i 2/3 è costituita da elementi nati nel 2005, quindi più giovani del limite di età, ma che mirano a lasciare un segno in questo campionato. È un gruppo molto affiatato che fin dall’inizio ha dato ottime risposte sul campo, ma che ha ancora un ampio margine di miglioramento. Nel campionato Under 16 i gruppi di Volley Angels Project sono composti soprattutto da ragazze al primo anno di questa categoria nel quale le differenze fisiche si avvertono e quindi sono formazioni che stanno facendo ottime esperienze, dato che stanno disputando anche i campionati di seconda divisione. Un gruppo è griffato Adriaservice ed è allenato da Daniele Capriotti e Luigina Di Ventura, mentre l’altro (Volley Angels Blu) ha come allenatori Attilio Ruggieri e Marco Sbernini. Due delle squadre che prendono parte al campionato Under 13 sono formazioni molto giovani con obiettivi di crescita tecnica e comportamentale. Si tratta della Conad Porto Sant’Elpidio e della Volley Angels Porto San Giorgio, seguite da Attilio Ruggieri e Marco Sbernini con la supervisione del direttore tecnico Daniele Capriotti. Discorso differente invece per la VPM Porto S. Elpidio, un gruppo che oltre a disputare l’Under 13, partecipa anche al campionato Under 14 ed è affidato alle sapienti mani di Daniele Capriotti e di Luigina Di Ventura punta sicuramente ad una stagione da protagonisti. La Under 18, infine, sarà allenata da Domenico Conforti e da Daniele Ercoli. «Ci aspettiamo molto dalle nostre giovanili – ha dichiarato il presidente Sandro Benigni – soprattutto per quanto riguarda il processo di crescita e credo che ogni squadra sia in ottime mani, poiché abbiamo ottimi allenatori che sono anche degli educatori di primo piano».