dal Piceno

dal Piceno

25-11-2017

Provincia 2.0 a supporto dei Comuni

 

Grande partecipazione al seminario sul Mercato Elettronico

Ascoli Piceno – Oltre 70 tra funzionari di Comuni e rappresentanti di associazioni di categoria hanno preso parte all’incontro formativo promosso dalla Provincia di Ascoli Piceno, insieme a Consip, sulle ultime novità in fatto di procedure informatiche introdotte sul portale Mepa, il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione per l’acquisto di beni e servizi.

L’iniziativa si è svolta ieri nella sala multimediale della Cartiera Papale, dove funzionari della Provincia e il Dott. Ferdinando Gemma, responsabile per il Centro Italia di Consip S.p.A., hanno presentato casi pratici di utilizzo come richieste di offerte, trattative o ordini diretti consentendo così ai numerosi partecipanti di apprendere direttamente ed in modo pratico ed interattivo le nuove procedure e opportunità messe a disposizione sul portale.

Attraverso queste iniziative di supporto rivolte agli Enti Locali ed altri soggetti istituzionali ed imprenditoriali – evidenzia il Presidente Paolo D’Erasmola Provincia intende essere vicina e mettere a disposizione il proprio know how e personale per rispondere alle esigenze operative e conoscitive dei Comuni su settori importanti come quello del Mercato Elettronico. L’obbiettivo è quello di fornire, attraverso una formazione permanente tutti quegli aggiornamenti volti a rendere sempre più rapide e trasparenti le procedure di approvvigionamento pubblico grazie alla riduzione dei tempi di accesso al mercato con significativi impatti economici positivi sia sui costi della macchina burocratica, sia sulle imprese“.

Maestri organai a Comunanza per la riscoperta del monumentale organo di Santa Caterina

Verrà lanciata l’idea di un concorso internazionale di musica barocca

Un concorso internazionale per la formazione sulla musica barocca per organo nel Piceno: è questa la proposta lanciata dalla Confraternita SS. Sacramento di Comunanza in collaborazione con l’Archeoclub d’Italia – sede locale di Comunanza e dal restauratore del famoso strumento musicale comunanzese Michel Formentelli, nell’ambito della seconda edizione inaugurale della riscoperta del monumentale organo storico, vanto del nostro territorio. Come noto lo strumento, che presenta una doppia tastiera e ben 60 registri ad ancia, è stato restaurato nel 2015 grazie ai contributi statali, della Cei e di altri soggetti pubblici e privati per l’importo complessivo di 200 mila euro.

L’iniziativa è stata presentata stamane alla stampa nella sala Consiliare di palazzo San Filippo con la presenza, tra gli altri, del Consigliere Provinciale Alberto Antognozzi, dei componenti della confraternita Domenico Annibali e Filippo Marcozzi e di Stefania Cespi dell’Archeoclub. In questi giorni a Comunanza sono presenti alcuni dei più autorevoli rappresentanti della musica organistica tra cui i maestri Francis Chapelet, Eric Cordè e il musicologo italiano Lorenzo Ghielmi, convenuti da altre regioni d’Italia e dall’estero, per suonare il famoso strumento posto nella chiesa di Santa Caterina.

E’ quindi l’occasione più opportuna e appropriata per un confronto sulla proposta di istituire un concorso a premi con una giuria prestigiosa. Se, infatti, si riuscisse a programmare, un evento strutturato di questo tipo, si potrebbe attrarre nella nostra provincia allievi e musicisti provenienti da tutto il mondo con indubbi benefici in termini di indotto turistico e culturale.

“Le Marche sono la terza regione d’Europa per presenza censita di organi storici: circa 750, nella sola Provincia di Ascoli Piceno ve ne sono ben 40 e nella Cattedrale di Ascoli esiste un esempio di organo ottocentesco unico al mondo – ha spiegato il maestro organaio Formentelli – un patrimonio che merita valorizzazione e che può essere messo a disposizione per lo sviluppo della comunità picena.”

 

Interventi sulle Strade Provinciali

Proseguono i lavori sulla S.P. 67 Polverina – Propezzano

Nell’ultima seduta di approvazione del Consiglio Provinciale sono stati evidenziati i 44 interventi sulle strade provinciali per un importo che supera i 44 milioni di euro e finanziati con fondi ripristino post sisma, che l’Amministrazione Provinciale ha individuato con soggetto attuatore Anas per la realizzazione.

Si tratta di interventi che, in piena sintonia con la Regione, già vedono cantieri aperti o in procinto di attivazione, dopo le numerose conferenze di servizio svoltesi in Provincia – spiega il Presidente Paolo D’Erasmoe tra i lavori che proseguono già da circa un mese ci sono quelli che hanno come oggetto la sistemazione della S.P. n. 67 Polverina – Propezzano nel tratto tra il Km. 2+300 al Km 9+700, a cavallo dei territori dei Comuni di Comunanza e Montegallo, per un importo di oltre 366 mila euro. Ripristinare e restituire le infrastrutture viarie alla comunità costituisce – prosegue D’Erasmo una priorità nella ricostruzione post terremoto“.

Vigileremmo insieme alla Provincia – affermano i sindaci Cesaroni e Fabianiper monitorare lo stato dei lavori e restituire nei tempi stabiliti e prima possibile la piena fruibilità di questa strada che, pur aperta al transito, presenta una circolazione in vari punti con sensi unici alternati e la necessità della sistemazione di pareti rocciose per prevenire il pericolo di smottamenti e mettere in sicurezza i versanti danneggiati da sisma e maltempo“.

I lavori attualmente in corso riguardano il ripristino del corpo stradale, l’esecuzione di un contenimento e consolidamento della scarpata franata, previa regolarizzazione e rimozione del materiale roccioso, la posizione di micropali, di reti di protezione e successivamente, quando le condizioni meteo saranno più favorevoli, l’asfaltatura dei tratti stradali ammalorati.

 

 

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com