Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 09:19 di Gio 18 Lug 2019

Cross, Corse su strada e… Maratone

di | in: Il Mascalzone Sportivo

Campanelli

image_pdfimage_print

I Runner dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini chiudono il fine stagione 2017 in gare di corsa campestre, su strada e Maratona .

Osimo – Dopo il 5° Cross della Valmusone, le gare di corsa campestre rosono continuate con 1° Cross “Parco degli Ulivi”, evento questo organizzato dalla SEF Stamura Ancona in collaborazione con ASD Osimana l’Atletica Bracaccini .

Un vero Cross Country Inglese, quello realizzato all’interno del parco di Collemarino , caratterizzato da brevi salite, cambi di direzione e con alcuni tratti del percorso con acqua fino alle caviglie .

La gara più lunga, disputatasi sulla distanza dei 5 Km . ha visto prevalere l’atleta di casa Stefano Massimi della Sef Stamura alle sue spalle Marco Campetti Atletica Recanati e in terza posizione il nostro Massimiliano Strappato.

Più che buone le prestazioni degli atleti del team Osimano con Corrado Lampa piazzato al 4° posto nella categoria Senior, 3^ piazza per Diego Frontini categoria SM.35, seguito al 6° dal suo compagno di squadra Nicola Orazi.Nella gara femminile prevista sulla distanza di 4 Km. un podio di primordine che ha visto l’atleta Perugina Ilaria Piottoli Atletica Cesain Perugia, prevalere su Ilaria Sabbatini Atletica Avis Macerata, segita al 3° Azzurra Ilari .

Ottimo 2° posto per Sergio Starappato nella categoria degli SM.55 e 7° per Giuseppe Raponi in quella degli SM.60.


Dai percorsi erbosi a quelli sulle strade asfaltate del centro storico e dintorni di Sarnano che in un clima Natalizio, ha preso il via la 13° Corsa di Babbo Natale .

Primo assoluto nella gara maschile Massimiliano Strappato che ha preceduto con un paio di minuti di vantaggio Cristian Conti e Mattia Rombini, entrambi della Prima Società Sportiva Dilett Loreto.

Al quarto posto un sorprendente Emanuele Orlandoni, un’atleta in forte crescita, sempre più vicino alla zona di alta classifica .

Altri non meno importanti risultati sono arrivati dagli altri suoi compagni di squadra , con il 1° posto categoria Promesse di Elia Manzotti. , 2° posto per Stefano Binci nella categoria SM.55 e il 19° di Mario Luigi la Bianca. Altro 2° posto di Gianfranco Pesaresi SM.60, 9° posto categoria SM.45 per Massimo Iachini.

Ritorna a salire sul primo gradino del podio categoria degli SM65 Sergio Martini. mentre al quarto ci si piazza Giuliano Boni in quella degli SM.75

Nella classifica femminile prima di categoria SF.50 Cristina Conti, e dopo tante vittorie arriva un terzo posto Chiarina D’Alonzo in quella delle SF. 60.

Sempre più internazionali le nostre maratone Italiane, in special modo quelle delle città d’Arte di Roma, Firenze, Venezia e non da meno quella di Pisa che giunta quest’anno alla sua 19° Edizione nei 1300 atleti schierati alla partenza alla partenza 700 erano stranieri .

Vincitore assoluto della maratona Pisana  Antonino Lollo (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) in 2h24’18” mentre in campo femminile la vittoria è andata alla plurivincitrice della 100km del Passatore Firenze-Faenza la croata Nikolina Sustic, con il tempo di 2h42’50”.

A questa ultima Maratona dell’anno non è mancata l’Osimana Tiziana Antonucci dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini.

La runner osimana, amante delle gare di endurance e dei social network, dopo aver partecipato e portato a termine la 50 Km di scalata Pistoia Abetone, e nonché reduce solo tre settimane fa dalla Maratona di Firenze senza pensarci su troppo, con un’ alzataccia alle ore 2.00 e dopo quattro ore e mezza di viaggio in macchina ha affrontato di nuovo i fatidici km. 42.195 Pisani.

La novella Forrest Gump Osimana che ha scoperto la corsa da poco tempo, contagiata dal fascino di questa nuova avventura, ha chiuso la gara con il tempo di 4 h. 18’ 28”, piazzandosi in 20esima posizione nella categoria MF.50.

Al termine della sua prestazione ha così commentato :

Non si può capire ciò che si prova a fare una maratona, è un’emozione che già solo a scrivere questa parola fa venire i brividi… Sono convinta che la corsa, come molti altri sport, è la metafora della vita, che si sperimenta benessere e vitalità. Mi è stato insegnato che bisogna metterci impegno, determinazione, convinzione e tanta passione. Bisogna cercare di essere consapevoli delle proprie possibilità e saper conoscere i propri limiti. Gli obiettivi per il mio 2018 sportivi sono tanti e diversificati, il primo quello di continuare a fare sport, ma il mio vero e unico sogno é il Passatore .. Forse sarà una pazzia ma io non intendo smettere di Sognare.”

 

 

© 2017, Redazione. All rights reserved.




31 Dicembre 2017 alle 14:40 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata